Al Piccolo Teatro di Milano: Milano per Gaber

Raffaella Cavalieri - WEB
Raffaella Cavalieri – WEB

Da lunedì 26 marzo a giovedì 29 marzo, il Piccolo Teatro di Milano ospiterà nella storica sede di Via Rovello i quattro appuntamenti della Rassegna Milano per Gaber, giunta alla dodicesima edizione e promossa dalla stessa Fondazione Gaber, con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano e Fondazione Cariplo.

Ad aprire la prestigiosa Rassegna, lunedì 26 marzo, l’incontro Destra, Sinistra o…Giorgio Gaber con Graziano Del Rio, già Sindaco di Reggio Emilia e Ministro del Governo. Prendendo spunto della canzone Destra – Sinistra scritta da Gaber e Luporini ventiquattro anni fa, la politica, intesa come reale e positiva partecipazione della persona alla dimensione collettiva, sarà il tema di questo esclusivo incontro con un protagonista di primo piano della ‘cosa pubblica’, da sempre ammiratore di Giorgio Gaber.

Il secondo appuntamento previsto per martedì 27 marzo sarà l’incontro con Ivano Fossati condotto da Massimo Bernardini dal titolo: Gaber, Fossati ‘Le donne di ora’. Le donne di ora è il titolo di una canzone inedita del 2002 di Gaber e Luporini che, grazie alla generosa disponibilità e all’impegno artistico di Ivano Fossati, sarà presto a disposizione del pubblico. Durante questa prestigiosa serata, infatti, verrà presentato il nuovo progetto discografico prodotto dallo stesso Fossati, finalizzato a dare nuova vita e vigore al repertorio discografico del Signor G.

La rassegna proseguirà con Polli di allevamento di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, in programma mercoledì 28 marzo. A quarant’anni dal debutto, lo spettacolo è forse la più polemica e incisiva testimonianza del Teatro – Canzone di Gaber e Luporini. Interprete, eccellente e insostituibile, Giulio Casale, che si esibirà utilizzando le basi musicali originali arrangiate da Franco Battiato.

L’ultimo appuntamento di Milano per Gaber 2018 è previsto per giovedì 29 marzo con La sedia da spostare Instant Theatre di e con Enrico Bertolino.
Giorgio Gaber e Sandro Luporini definivano il loro Teatro-Canzone “spettacolo di intervento” a sottolineare la contemporaneità di pensiero e scrittura con la realtà più contingente. Nella prestigiosa cornice del Piccolo Teatro, Enrico Bertolino crea un ponte ideale con il Signor G, proponendo il suo Instant Theatre di sorprendente attualità e modernità di linguaggio.

A cura del nipote di Gaber, Lorenzo Luporini, con la collaborazione del Piccolo Teatro, continuano con grande successo nelle Scuole Superiori di Milano e Provincia le Lezioni-Spettacolo per diffondere l’attualità del messaggio del Signor G.
Prenotazioni e prevendite sono aperte presso la biglietteria del Teatro Strehler (M2 Lanza) e sul sito www.piccoloteatro.org

“…Io ci sono” – Milano per Gaber

Giorgio Gaber
Giorgio Gaber

Venerdì 6 Maggio, presso la Santeria Social Club di Milano, si terrà la prima edizione di … Io ci sono, una serata nella quale alcuni dei migliori interpreti della musica “nuova” si confronteranno, per la prima volta, con l’opera di Giorgio Gaber.

Appino (The Zen Circus), Brunori Sas, Lodo Guenzi (Lo stato sociale) e Tommaso Paradiso (Thegiornalisti), si esibiranno in alcune interpretazioni dei brani del signor G che hanno influenzato la loro crescita musicale.

Nel 1995 Giorgio Gaber e Sandro Luporini scrivevano una canzone dal titolo Io come persona e mai avrebbero potuto immaginare che, vent’anni dopo, il verso …io ci sono, potesse diventare tanto importante per l’attività della Fondazione Gaber.
… Io ci sono è per noi una formula magica, capace di far accadere cose straordinarie. Nel 2012 questo verso è diventato il titolo del più grande omaggio della storia della musica italiana (un disco in cui oltre 50 artisti si sono confrontati con il repertorio del signor G) e oggi ci permette di portare avanti la nostra missione di divulgazione, spostando lo sguardo verso la scena della musica indipendente, una realtà con cui la Fondazione collabora nell’organizzazione di una serata senza precedenti.

La musica indipendente, comunemente definita “indie”, è un movimento musicale che si sviluppa dal basso e che, senza la spinta promozionale delle multinazionali e dei mass media, sta vivendo un momento di grande espansione e coinvolgimento verso un nuovo pubblico sempre più numeroso e partecipativo, testimoniando così un crescente entusiasmo per una “nuova autorialità”, sempre più apprezzata da un pubblico giovane. Nuovo, bello.

Alcuni hanno ipotizzato che la musica indie sia tutta quella non prodotta e promossa dalle quattro etichette major del mercato discografico.

La Fondazione Gaber ritiene, invece, che la musica indie sia caratterizzata da una certa indipendenza artistica, alternativa a quella commerciale.
Per questo motivo la scelta della Fondazione è in perfetta sintonia con la proposta del movimento musicale che è affine al percorso di Gaber, punto d’incontro con la sua eredità artistica.

I musicisti che si esibiranno sul palco della Santeria, dando grande importanza alla parola e alla riflessione, sono costantemente pronti a nuove ricerche di forme espressive, elementi tipici del pensiero del signor G.

L’iniziativa del 6 maggio,  vuole confermare quanta parte di mondo giovanile è ancora inesplorato, pur essendo  disponibile a raccogliere le provocazioni del Signor G.