Jacopo, tra i finalisti del Festival di Castrocaro

Jacopo _ foto di Giulia Ballone
Jacopo _ foto di Giulia Ballone

JACOPO OTTONELLO, in arte JACOPO, il giovane cantante savonese tra i protagonisti più amati dell’ultima edizione di “Amici”, è tra gli 8 finalisti del Festival di Castrocaro, in onda giovedì 27 agosto su Rai 2 e Rai Radio 2.

È disponibile su tutte le piattaforme digitali il suo EP d’esordio “COLORI” (Kazal / Sony Music Italy) la realizzazione dei sogni di Jacopo, che si è avvicinato alla musica da bambino e non l’ha più lasciata (https://SMI.lnk.to/colori). I 7 brani che formano la tracklist rappresentano appieno il giovane cantante in tutte le sue sfaccettature.

«Pubblicare “Colori” è stato un sogno diventato realtà, ma per me è soprattutto un punto di partenza – racconta JACOPO – Voglio continuare ad esprimermi con la mia musica e a far sorridere le persone che mi vogliono ascoltare. Ho scelto di intitolare così il mio disco perché ho frequentato una scuola d’arte che mi ha insegnato come sia possibile associare ogni suono ad un colore diverso, proprio come tutte le sfumature differenti che trapelano dall’ascolto di ogni canzone».

Questa la tracklist completa di “COLORI”: “Cuore di mare”, “Luce e cenere”, “Blue Monday”, “Di sabato sera”, “E invece”, “Se parlo di te” e “Disinnescare”.

Liberementi tra i finalisti di Sanremo Giovani

Liberementi ph-Cesare-Maria-Solito
Liberementi ph-Cesare-Maria-Solito

Liberementi con il brano “Laurearmi in felicità” sono tra i 65 artisti che hanno superato la prima selezione di Sanremo Giovani 2019. Adesso, il gruppo tarantino è chiamato ad affrontare la seconda fase per raggiungere il palco di Sanremo 2020. Infatti, il 3 novembre si terranno le audizioni presso il Teatro delle Vittorie di fronte alla Commissione Musicale presieduta da Amadeus, in veste di direttore artistico, e composta da Claudio Fasulo, Gianmarco Mazzi, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis.

“Siamo emozionatissimi! Avere la possibilità di esibirci di fronte alla Commissione Musicale di Sanremo Giovani ci rende orgogliosi del lavoro svolto e ci fa pensare di essere sulla strada giusta” – commenta la band – “Lavoriamo a traguardi come questo da sempre ed essere tra i 65 artisti selezionati su più di 840 iscritti, per il secondo anno consecutivo ne è la conferma. “Laurearmi in felicità” è un brano che sentiamo particolarmente. Ringraziamo la nostra etichetta MusicaÈ e i nostri fan che credono in noi! Siamo pronti a giocarci, con tutte le nostre forze, un posto tra i 20 concorrenti per raggiungere il palco dell’Ariston!”

Premio Bindi 2019

Premio Bindi
Premio Bindi

È in arrivo la quindicesima edizione del PREMIO BINDI.
Dal 5 al 7 luglio a Santa Margherita Ligure (GE) ritorna il fascino di una delle rassegne musicali più prestigiose della musica italiana, per tre serate che omaggeranno passato, presente e futuro della canzone d’autore.

Una vetrina musicale per gli artisti emergenti, un happening per la promozione di progetti di qualità, un’occasione per le nuove realtà musicali di confrontarsi su un palco prestigioso, davanti ad una giuria di esperti e di addetti ai lavori: tre serate con ospiti di prestigio, a significare la continuità artistica tra artisti affermati e cantautori in rampa di lancio. Il Premio Bindi, dedicato al mai dimenticato Umberto Bindi, è da sempre una realtà di incontro, di scambio e di crescita artistica.

“Il Premio Bindi non è soltanto un appuntamento fisso dell’estate di Santa Margherita Ligure: si è consolidato nel panorama della musica cantautorale italiana diventando un punto di riferimento per tanti giovani artisti. Ed è tuttora un piccolo grande contributo per tener vivo il ricordo di Umberto Bindi, un uomo gentile, buono e un grande artista” (Paolo Donadoni, sindaco di Santa Margherita Ligure)

I finalisti di questa edizione, che si esibiranno sabato 6, saranno (in ordine alfabetico) Daniele Aliperti, Lamine, Leanò, Francesco Lettieri, Nevruz, Sale, Micaela Tempesta e Il Terzo Istante. Ogni finalista si esibirà davanti alla giuria due volte: al pomeriggio, sul palco sul lungomare, proporrà due propri brani in versione acustica, mentre alla sera, sul palco dell’anfiteatro Bindi, toccherà all’interpretazione di un brano di Umberto Bindi e di un proprio brano.

La giuria, proveniente dal mondo dell’industria e del giornalismo musicale italiano sarà composta da: Massimo Poggini (giornalista/direttore Spettakolo.it), presidente di giuria, Roberta Balzotti (Rai), Claudio Cabona (critico musicale), Daniela Cappelletti (Radio Italia), Armando Corsi (musicista), Massimo Cotto (autore/conduttore), Daniela Esposito (ufficio stampa), Guido Festinese (critico musicale), Riccardo Loda (Warner Chappell italiana), Elisabetta Malantrucco (RadioRai), Lucia Marchiò (Repubblica), Marco Mori (AudioCoop), Francesco Paracchini (rivista L’Isola che non c’era), Ezio Poli (organizzatore).

Sempre sabato verrà assegnato il Premio Bindi New Generation. Quest’anno sarà premiato Venerus, una delle note più liete tra le nuove proposte dello scenario musicale indipendente. Con il debut EP A Che Punto È La Notte (Asian Fake), una delle sorprese discografiche dello scorso anno, e il recente EP Love Anthem, l’artista milanese ha conquistato pubblico e critica.

Il palco del Bindi ha ospitato negli anni grandi nomi della musica italiana come Gino Paoli, Mauro Pagani, Antonella Ruggiero, Eugenio Finardi, Morgan, Niccolò Fabi, Andrea Mirò, Frankie Hi NRG, Ron, Cristina Donà, Francesco Baccini, Pacifico, Paolo Jannacci, Alberto Fortis, Fausto Mesolella, Avion Travel, Vittorio De Scalzi, Maurizio Lauzi, Carlo Fava, Massimo Bubola, Quintorigo, Renzo Rubino, Enzo Iacchetti, Filippo Graziani, Cristina Donà, Mario Venuti, Izi e Coma_Cose.

Il Premio Bindi è sostenuto dal contributo del Comune di Santa Margherita Ligure, della Regione Liguria e della SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.musica,premio bindi,

Main Partner: Warner Chappell Music Italiana.

Partner: NuovoImaie, Platonica, Astarte Agency, UnipolSai Annichiarico Assicurazioni , Targa Quirici, Storti Strumenti Musicali, Spettakolo.it, TWebNews, Radio Aldebaran

Pino Daniele – “Il Tempo Resterà”, il docu-film

PinoDaniele_LOC
PinoDaniele_LOC

È ufficialmente entrato nella cinquina dei finalisti dei prestigiosi Nastri d’Argento DOC 2018 Pino Daniele – Il Tempo Resterà, il docu-film realizzato da Giorgio Verdelli nel 2017 a due anni dalla scomparsa di Pino Daniele. Un viaggio attraverso la musica, i concerti e la vita del grande artista partenopeo con una straordinaria serie di immagini – molte delle quali mai mostrate finora -, testimonianze e performance musicali.

Pino Daniele – Il Tempo Resterà, è una produzione Sudovest con Rai Cinema, distribuito in esclusiva da Nexo Digital nelle sale cinematografiche nel marzo del 2017 come evento cinematografico pensato per offrire ai fan di Pino Daniele l’opportunità di ritrovarne su grande schermo la musica e il percorso artistico dagli anni ’70 agli ultimi concerti.

Molto del materiale utilizzato per comporre Pino Daniele – Il Tempo Resterà è assolutamente inedito ed è stato selezionato appositamente dal regista Giorgio Verdelli attraverso una lunga e paziente ricerca che ha permesso che la voce narrante del film fosse quella dello stesso Pino Daniele, supportato dal contributo di Claudio Amendola.

Nel film si intersecano immagini di repertorio, testimonianze e contributi. Accanto a Joe Amoruso Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese, Rino Zurzolo (i musicisti della storica band di “Vaimò” con cui Pino Daniele si riunì nel 2008 ) troviamo tra gli altri personaggi come Renzo Arbore, Stefano Bollani, Ezio Bosso, Lorenzo Jovanotti Cherubini, Eric Clapton, Clementino, Roberto Colella, Gaetano Daniele, Enzo Decaro, Maurizio De Giovanni, Francesco De Gregori, Giorgia, Enzo Gragnaniello, Peppe Lanzetta, Maldestro, Fiorella Mannoia, Al di Meola, Phil Manzanera, Pat Metheny, Eros Ramazzotti, Massimo Ranieri, Ron, Vasco Rossi, Sandro Ruotolo, Giuliano Sangiorgi, Daniele Sanzone, Lina Sastri, Alessandro Siani, Corrado Sfogli, Massimo Troisi e Fausta Vetere.

“Il Tempo Resterà non è la biografia di Pino Daniele, ma per certi versi gli assomiglia molto” spiega il regista, Giorgio Verdelli. “Mi sono fatto guidare dalle canzoni e dalle frasi di Pino che sono diventate il filo conduttore del film documentario. Abbiamo voluto fare un percorso emozionale e siamo letteralmente saliti su un autobus (ribattezzato Vaimò, come il tour del 1981) che ci ha riportato nei luoghi della Napoli di Pino Daniele, per raccontare la sua idea di musica in movimento perenne, come la società di quegli anni che lui ha interpretato con una cifra innovativa e inimitabile”.

Verdelli, grazie alla sua profonda conoscenza di Pino Daniele, realizza così un ritratto inedito del musicista, raccontandone il rapporto intimo e profondo con la città di Napoli e la capacità di essere un artista apprezzato a livello internazionale. Così da Pino Daniele – Il Tempo Resterà emergono la vita e gli incontri di un uomo unico, tra appocundria, musica e poesia: un nero a metà, un Masaniello, un uomo in blues capace di parlare un linguaggio aperto a tutti grazie a una relazione empatica e straordinaria con le terre in cui era nato.

Pino Daniele – Il Tempo Resterà è stato riconosciuto come film di interesse culturale nazionale e indicato come Progetto Speciale dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, con il Patrocinio di Siae.
Le riprese a Napoli sono state realizzate grazie alla collaborazione del Comune di Napoli.

Area Sanremo: ecco i nomi dei vincitori

area sanremo
area sanremo – vincitori

Sabato si è chiusa la seconda fase di selezione dell’edizione 2017 di AREA SANREMO, il concorso Organizzato dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo che darà la possibilità a 2 giovani cantanti o gruppi emergenti di entrare nella rosa dei partecipanti al Festival della Canzone Italiana 2018 nella sezione Giovani.

La Commissione Finale, composta da Massimo Cotto (Presidente), Stefano Senardi (Direttore Artistico), Antonio Vandoni (Direttore Artistico di Radio Italia), Maurizio Caridi (Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica) e Maurilio Giordana (Animatore e direttore musicale di Radio Onda Ligure, presentatore e blogger), Franco Zanetti (Giornalista musicale, scrittore, Direttore Editoriale di Rockol) e “Amara”, ha riascoltato i 145 finalisti con il loro brano inedito, e ha selezionato gli 8 vincitori di questa edizione di AreaSanremo.

Questi gli 8 vincitori di AREA SANREMO 2017: Andrea Maestrelli (Vinci, FI), Diego Esposito (Castelfiorentino, FI), Daniele Ronda (Piacenza), Leonardo Monteiro (Chiasso), Alice Caioli (Acquedolci, ME), Martina Attili (Roma), Manuel Foresta (Cava dei Tirreni, SA) e Giorgia Pino (Casano, LE).

Gli 8 finalisti parteciperanno alla successiva audizione davanti alla Commissione Rai presieduta da Claudio Baglioni (quest’anno conduttore e Direttore Artistico del Festival). Dopodiché i 2 prescelti di Area Sanremo dalla Commissione Rai li ritroveremo a “Sarà Sanremo”, la trasmissione in diretta su Rai Uno venerdì 15 dicembre che, dal Padiglione di Villa Ormond a Sanremo, stabilirà chi andrà al Festival 2018.

Durante la premiazione sono stati consegnati altri importanti riconoscimenti.

I vincitori del Concorso Area Sanremo Tour Video Clip, indetto da Anteros Produzioni, organizzatrice dell’Area Sanremo Tour 2017, sono: al primo posto Jlenia Cervello (Ribera, AG), vincitrice inoltre del Premio speciale di Radio Italia, al secondo Paola D’Alessandro (Novara) e, al terzo, Yharon/Shiaron Isabella Belloni (Motta Visconti, MI).