Concerto acustico in ricordo di Ezio “Xico” Bosso

DEFINITIVOCIAOFRA
DEFINITIVOCIAOFRA

MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2020
ORE 21:30
CIAO FRA’
CONCERTO ACUSTICO DI OSCAR CON LA PARTECIPAZIONE IN VIDEO DI VARI ARTISTI
PER “XICO” EZIO BOSSO A DUE MESI DALLA SUA SCOMPARSA
IN DIRETTA STREAMING DALLA PAGINA FACEBOOK:
https://www.facebook.com/oscarilmod/
dal BLAH BLAH via Po 21 TORINO
Prima, durante e dopo la diretta è possibile donare su questa raccolta fondi attivata da Fondazione Ricerca Molinette in omaggio a Ezio, a sostegno dei progetti di Ricerca oncologica presso l’AOU Città della Salute e della Scienza di Torino.

ALTRI MODI PER DONARE PER LA RICERCA, IN MEMORIA DI EZIO:

👉 Bonifico bancario (IBAN): IT61E0304301000CC0010006509
Beneficiario: Fondazione Ricerca Molinette ONLUS
Causale: “donazione in memoria di Ezio”

👉 PayPal: segui l’apposito link su www.fondazionericercamolinette.it/sostienici/fai-una-donazione/
Causale: “donazione in memoria di Ezio”

Da sempre legato da amicizia fraterna vera, fin dai tempi degli studi di contrabbasso al Conservatorio, alla militanza negli Statuto e in piazza Statuto Mod, Oscar Giammarinaro omaggia l’amico “Xico” Ezio Bosso, eseguendo in acustico le proprie canzoni, alternate a quelle (in video) registrate appositamente per l’evento, da celebri artisti di musica “pop” italiana che hanno avuto modo di collaborare o anche solo conoscere il grande maestro recentemente scomparso, al quale si auspica venga intitolato il giardino di piazza Statuto, davanti al n°18 di Palazzo Paravia nella sua Torino.

Addio Ezio Bosso

Ezio-Bosso
Ezio-Bosso

E’ mancato a soli 48 anni il pianista, compositore e direttore d’orchestra non ce l’ha fatta.

Da nove anni aveva una malattia degenerativa scoperta a seguito di un tumore al cervello. La malattia nel tempo gli ha limitato sempre di più le funzionivitali con atrofia muscolare.

Grande il suo cuore e la sua anima, lo ricordiamo a Sanremo e le sue frasi intense sulla vita e quanto la musica fosse vita.

In una recente intervista, aveva dichiarato che la  prima cosa che avrebbe fatto quando fosse finita l’emergenza Covid-19, sarebbe stata di mettersi al sole e la seconda, di abbracciare un albero.  Purtroppo cosi non è stato.

Da settembre Bosso aveva smesso di suonare il pianoforte, proprio a seguito della complicazione della sua malattia.

La musica e la società hanno perso un grande uomo.

Davide Falco

Ezio Bosso. “Unconditioned – Following, a Bird”

Ezio Bosso C  Sonia Ponzo
Ezio Bosso C Sonia Ponzo

E’ online sui canali Youtube e Vevo ufficiali il video in cui EZIO BOSSO si esibisce nella sua celebre composizione “Unconditioned – Following, a Bird” nella nuova versione per violoncello e pianoforte.

Il video, girato al Teatro Sociale di Gualtieri, è estratto dall’antologia
“…And the Things that Remain” che raccoglie in 2 CD più 1 DVD alcuni fra i momenti più significativi delle composizioni e interpretazioni di Ezio Bosso, considerato uno tra i più completi compositori, direttori d’orchestra e interpreti a livello internazionale.

“…And the Things that Remain” continua ad essere al 1° posto della classifica di iTunes dei dischi più venditi di Classica,

L’antologia contiene brani registrati da Ezio Bosso a partire dal 2004, precedentemente all’album certificato Oro “The 12th Room”, in veste sia di esecutore al pianoforte che di direttore d’orchestra, e alcune ‘sorprese’ di recentissima registrazione, comprendendo composizioni e interpretazioni che spaziano dal pianoforte solo alla grande orchestra.

“…And the Things that Remain” darà così a tutti l’opportunità di avvicinarsi, sia in audio che in video, ai tanti aspetti di una lunga carriera di compositore o, come direbbe lui «scrittore di musica», e di raffinato interprete.

Continua nel 2017 il tour di Ezio Bosso, questi i primi concerti annunciati: il 14 gennaio al Teatro Comunale di Bolzano in concerto in piano solo, il 24 gennaio al Teatro degli Arcimboldi di Milano in piano solo e l’11 febbraio al Teatro Verdi di Pordenone per la rassegna Note Nuove 2016-17.

Ezio Bosso: in uscita l’antologia “…And the Things that Remain”

ezio bosso
ezio bosso

Il 25 novembre uscirà l’antologia “…And the Things that Remain”, il primo progetto discografico di EZIO BOSSO dopo la recente firma del contratto in esclusiva con Sony Classical. Raccoglierà in 2 CD più 1 DVD alcuni fra i momenti più significativi delle composizioni e interpretazioni del Maestro, considerato uno tra i più completi compositori, direttori d’orchestra e interpreti a livello internazionale.

L’antologia conterrà brani registrati da Ezio Bosso a partire dal 2004, precedentemente all’album certificato Oro “The 12th Room”, in veste sia di esecutore al pianoforte che di direttore d’orchestra, e alcune “sorprese” di recentissima registrazione, comprendendo composizioni e interpretazioni che spaziano dal pianoforte solo alla grande orchestra. “…And the Things that Remain” darà così a tutti l’opportunità di avvicinarsi, sia in audio che in video, ai tanti aspetti di una lunga carriera di compositore o, come direbbe lui «scrittore di musica», e di raffinato interprete. Sarà distribuita da Sony Classical in Italia e nei principali mercati esteri con un’importante lancio su scala internazionale.

Questi i prossimi concerti di Ezio Bosso: il 15 novembre al Teatro Grande di Brescia in concerto in piano solo per AIRC, il 26 novembre al Museo Del Violino di Cremona in duo con il violino solista Sergej Krylov, il 19 dicembre al Teatro Toniolo di Mestre (VE) in duo con il violoncellista Mario Brunello, il 14 gennaio 2017 al Teatro Comunale di Bolzano in concerto in piano solo e il 24 gennaio al Teatro degli Arcimboldi di Milano in piano solo.

Il 2016 è stato l’anno che ha consacrato Ezio Bosso fra i musicisti più attivi in Italia e di maggior successo con oltre 90.000 biglietti venduti con il tour in piano solo “The 12th Room Tour” che ha registrato sold out e standing ovation del pubblico in tutta la penisola.

Il Maestro ha dato vita ad un vero e proprio dialogo tra il suono del suo ‘fratellone’ Pianoforte Steinway Gran Coda e gli spettatori, che hanno partecipato allo spettacolo in rapito silenzio, confermando le qualità di divulgatore del Maestro e la sua capacità di abbattere le barriere interculturali pur con un programma di estrazione classica che comprendeva tra gli altri brani di Bach, Chopin, Sgambati e John Cage.

Di pochi giorni fa è lo straordinario debutto al Gran Teatro La Fenice di Venezia in qualità di direttore d’orchestra, ruolo naturale di Ezio Bosso, con l’impegnativo programma impaginato con il terzo concerto brandeburghese di Bach, la sinfonia n.4 “Italiana” di Mendelssohn e il virtuosistico quanto affascinante Concerto per violino “Esoconcerto”, composto da Bosso, e con il violinista Sergej Krilov, straordinario e funambolico solista. Il concerto con l’Orchestra Filarmonica de La Fenice ha registrato ben tre standing ovation, cosa eccezionale quanto unica a La Fenice, e un unanime consenso di pubblico e critica.

Su desiderio del Maestro, le prove di preparazione sono state per la prima volta tutte aperte al pubblico, portando una “rivoluzione” nella storia dei concerti classici e dell’apertura delle orchestre e dei teatri d’opera, a coronamento della sua filosofia che da sempre sostiene che «la musica non è di nessuno ma si fa assieme».

Ezio Bosso diventa artista Sony Classical per tutto il mondo

Ezio Bosso
Ezio Bosso

EZIO BOSSO, il più poliedrico fra i compositori, direttori d’orchestra e interpreti italiani della sua generazione, ha firmato un contratto pluriennale in esclusiva con Sony Classical.

Dopo aver visitato tante Stanze, Ezio Bosso trova così dimora nella prestigiosa etichetta che, da parte sua, appoggia l’artista in toto, dedicandosi ad un progetto di valorizzazione in tutto il mondo della lunga quanto eclettica carriera dell’artista come compositore, direttore d’orchestra e raffinato interprete.

«Siamo estremamente orgogliosi ed emozionati che Ezio Bosso abbia scelto Sony Music come la sua “casa” professionale – afferma Andrea Rosi, President & Ceo di Sony Music Italy – Siamo pronti a seguire e ad accompagnare il suo incredibile percorso artistico sia in Italia che nel resto del mondo. Per noi è un grande onore e privilegio poter lavorare insieme».

«Quasi non ci si crede, a furia di passare di Stanza in Stanza, la musica a cui appartengo, quella che scrivo, suono, dirigo e interpreto ha trovato una “casa” – racconta Ezio Bosso – Una casa bellissima, con un progetto e con persone che credono in me e soprattutto nella musica. Grazie Sony Music. C’è tanto da fare insieme. E abbiamo già cominciato».