Ferragosto a Milano tra Musei ed “Estate Sforzesca”

Estate Sforzesca
Estate Sforzesca

Scoprire, o riscoprire, la collezione del Museo del Novecento in piazza Duomo, ripercorrere la storia della Milano più antica al Museo Archeologico, nel cuore della Milano romana; visitare la mostra di Maria Cristina Carlini allestita nell’affascinante chiesa sconsacrata di San Sisto, dove ha sede lo Studio Museo dello scultore Francesco Messina; viaggiare intorno al mondo attraverso tra le meraviglie della collezione permanente del Mudec; infilarsi nel quadrilatero della moda, in via Sant’Andrea, per approfondire la conoscenza del settecentesco Palazzo Morando, che racconta oltre un secolo di storia della città.

Occasioni di incontro possibili il giorno di Ferragosto grazie all’apertura, dalle 11 alle 18 con orario continuato, di cinque musei civici: Palazzo Morando|Costume Moda Immagine, Museo del Novecento, Studio Museo Francesco Messina, Museo Archeologico, MUDEC|Museo delle Culture.

La prenotazione non è obbligatoria, quindi i visitatori potranno accedere alle collezioni, sempre nei limiti della capienza prevista per ogni fascia oraria, acquistando il biglietto all’ingresso del museo (per i musei a pagamento). La prenotazione – sul sito museicivicimilano.vivaticket.it – resta tuttavia consigliata per tutti i musei al fine di consentire una migliore gestione della visita e assicurarsi l’ingresso.

Sabato 15, dalle 11 alle 19.30, sarà aperto anche Palazzo Reale, che vede allestite nelle sue sale due mostre: “Georges de La Tour. L’Europa della luce”, dedicata al più celebre pittore francese del Seicento e ai suoi rapporti con i grandi maestri del suo tempo (aperta fino al 27 settembre); e “Viaggio oltre le tenebre. Tutankhamon RealExperience”, esperienza immersiva (multimediale ma non solo) alla scoperta dei misteri ultraterreni della cultura dell’antico Egitto (aperta fino al 28 agosto).

Entrambe le mostre sono accessibili con prenotazione obbligatoria, info su palazzorealemilano.it

Il viaggio nel mondo dell’aldilà degli antichi egizi potrà essere completato e approfondito al Museo Archeologico di corso Magenta, dove è allestita la mostra “Sotto il cielo di Nut”, aperta fino al 20 dicembre e visitabile anch’essa con prenotazione obbligatoria, che indaga la relazione tra l’uomo e il divino, nella vita quotidiana e nella visione della vita oltre la morte.

Anche il PAC|Padiglione d’Arte Contemporanea resta aperto a Ferragosto, dalle ore 11 alle 20, con “Performing PAC. Made of Sound”, progetto che quest’anno indaga il rapporto tra arte contemporanea e musica, sviluppato attraverso opere video, materiali d’archivio, interventi di artisti, critici e curatori. Ingresso con prenotazione obbligatoria, info su pacmilano.it

La giornata di Ferragosto si chiude nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, illuminato anche questo sabato sera per accogliere sul palco di “Estate Sforzesca” la storia della canzone, del teatro e del cabaret milanesi. La “Milanesada”, questo il titolo dello spettacolo, vedrà la partecipazione di Enrico Beruschi, Roberto Brivio, Alberto Patrucco, Grazie Maria Raimondi, David Riondino e Franco Visentin. Ingresso gratuito con prenotazione, info su yesmilano.it/estatesforzesca

“Electroclassic Summer Night”: protagonista Floraleda

Floraleda_PhotoGalapono
Floraleda_PhotoGalapono

Domani 6 Agosto, al Castello Sforzesco di Milano si terrà “ELECTROCLASSIC SUMMER NIGHT” (Cortile delle Armi – inizio concerto ore 20.45)

Protagonista della serata l’arpista pluripremiata e vincitrice di un Latin Grammy FLORALEDA, che per l’occasione si esibirà con la sua arpa espansa in chiave elettronica proponendo un repertorio di sue composizioni e brani di Olafur Arnalds, Ludovico Einaudi e Jim Perkins.

Floraleda Sacchi si distingue per un originale percorso musicale che unisce arpa acustica con l’elettronica, musica classica, minimale e pop. Forte di una solida formazione, intraprende una carriera classica di successo che la porta a vincere 16 premi in concorsi internazionali.

L’evento, organizzato con la collaborazione di Ottavanota, fa parte della rassegna Estate Sforzesca 2020, palinsesto di iniziative che accompagna la ripresa dello spettacolo dal vivo e delle attività culturali, promosso e coordinato dal Comune di Milano|Cultura e da “Aria di Cultura”.

I biglietti del concerto sono disponibili in prevendita al link www.mailticket.it/manifestazione/2L30/ELECTROCLASSIC_NIGHT o acquistabili presso la biglietteria del Castello Sforzesco il giorno del concerto.

“Estate Sforzesca”

Estate Sforzesca
Estate Sforzesca

“Estate Sforzesca”. Il palcoscenico live prosegue ogni sera fino al 4 settembre. A ferragosto spettacolo gratuito con gli artisti della “Milanesada”
Del Corno: “Oltre 10 sold out, più di 10mila spettatori, spettacoli di qualità per ogni età, gusto e attitudine artistica hanno già fatto di Estate Sforzesca la rassegna più ricca e partecipata della città”

Il programma completo è consultabile su yesmilano.it/estatesforzesca

Parte con lo spettacolo “Grandi Musiche per Grandi Film“, concerto dell’Orchestra a Plettro Città di Milano, l’agosto di Estate Sforzesca, che offrirà ancora 35 serate fino alla conclusione della rassegna, il prossimo 4 settembre.
Tra queste la serata di Ferragosto, come sempre a ingresso gratuito ma, viste le norme sul contenimento del contagio da coronavirus, con prenotazione obbligatoria tramite mailticket o registrazione nominale in serata fino ad esaurimento posti. In coerenza con il titolo di questa stagione di Estate Sforzesca, “Un palcoscenico per Milano”, la serata del 15 agosto sarà una “Milanesada” dedicata al mondo e alla storia della canzone, del teatro e del cabaret milanesi, grazie alla partecipazione di artisti come Enrico Beruschi, Roberto Brivio, Alberto Patrucco, Grazie Maria Raimondi, David Riondino e Franco Visentin.

“Oltre 10 sold out, più di 10mila spettatori, spettacoli di qualità per ogni età, gusto e attitudine artistica hanno già fatto di Estate Sforzesca la rassegna più ricca e partecipata della città – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Un impegno che dura per 80 serate consecutive, promosso e coordinato dall’Amministrazione per offrire durante tutta questa stagione, particolarmente delicata dal punto di vista sanitario, sociale ed economico, un palcoscenico all’aperto che non solo arricchisse l’offerta artistica dell’estate milanese, ma assicurasse anche la possibilità di ricominciare a tanti lavoratori del comparto artistico e culturale, così gravemente danneggiati dall’emergenza sanitaria e limitati dalle norme restrittive in luoghi chiusi”.

Dopo il concerto dedicato alle grandi musiche dei film il 1° agosto, il cartellone della prima settimana del mese vede in programma, domenica 2, lo spettacolo teatrale “Little Boy: Storia incredibile e vera della Bomba Atomica” con Roberto Mercadini, a cura di via Audio; lunedì 3 “Dita di Dama”, spettacolo con Laura Pozone che fa parte del palinsesto culturale “I talenti delle Donne”; martedì 4 il concerto-spettacolo tributo a Fabrizio De Andrè “C’era un cartello giallo con una scritta nera” a cura di Associazione

Culturale Sanpapié; mercoledì 5 “Come Together: Monday Orchestra Plays The Beatles”, concerto della Big Band diretta da Luca Missiti in omaggio ai Fab Four; giovedì 6 “Electroclassic Summer Night” a cura di Ottava Nota; venerdì 7 “Il classico concerto rock: The Pax Side of the moon vs. Le Cameriste Ambrosiane” a cura di Milano Classica; sabato 8 il concerto a cura di Milano Classica, “Davide Locatelli suona 88 sfumature di… rock!”, che esplora attraverso il pianoforte la storia del rock dalla fine degli anni ‘50 alla metà degli anni ’90; infine, domenica 9 va in scena lo “Zelig Live Show – Summer edition”, spettacolo a cura di Zelig Media Company. Il programma completo, fino al 4 settembre, è consultabile su yesmilano.it/estatesforzesca
Estate Sforzesca rinnova la sua vocazione verso la sostenibilità ambientale grazie alla partnership con Legambiente e Amat, un’area bar plastic free, colonnine a pannelli solari per la ricarica dei devices e wi-fi gratuito grazie a Edison.

 

“Daniele Durante:Taranta!” al Castello Sforzesco

Daniele Durante
Daniele Durante

Il 5 luglio si terrà l’evento “DANIELE DURANTE: TARANTA!” al Castello Sforzesco di Milano (Cortile delle Armi – inizio spettacolo ore 20.45 – ingresso 15 euro). I biglietti e prenotazioni online sono disponibili a questo link: www.contaminafro.com.

L’evento, uno spettacolo speciale che porta la Taranta salentina nel capoluogo lombardo per la prima volta dopo l’emergenza sanitaria, si inserisce all’interno di Estate Sforzesca 2020, la rassegna promossa e coordinata dal Comune di Milano|Cultura e al cuore anche di “Aria di Cultura”, il palinsesto di iniziative che accompagna la ripresa dello spettacolo dal vivo e delle attività culturali in città.

“DANIELE DURANTE: TARANTA!” è parte di ASPETTANDO CONTAMINAFRO 2020, anteprima della 7°edizione del festival delle culture contemporanee CONTAMINAFRO 2020 che si terrà a Milano in autunno.

Per l’occasione Daniele Durante (direttore artistico de La Notte della Taranta), ha selezionato alcuni tra i migliori artisti salentini di pizzica e taranta, creando una progetto unico nel suo genere che nella sua coralità e diversità rappresenta appieno lo spirito di Contaminafro e l’unione di culture.

 

 

“Cyrano sulla Luna” – Estate Sforzesca

Cyrano sulla Luna
Cyrano sulla Luna

Venerdì 26 giugno ore 21.30 nel Cortile delle Armi all’interno del Castello Sforzesco di Milano, andrà in scena lo spettacolo “Cyrano sulla Luna”.
L’appuntamento fa parte del calendario dell’Estate Sforzesca. Il testo di Luca Chieregato, in scena Pietro DePascalis, una produzione MTM Manifatture Teatrali Milanesi.

Orlando sulla Luna aveva perduto il senno: ora, invece, sembra che a non averlo sia proprio il nostro satellite.

Questa volta però sta ad un altro eterno sognatore e amante deluso, Cyrano, spiegare alla sua Luna bambina il colore dei fiori, il profumo dell’erba, la sensazione del vento sulla pelle e il sapore dei sentimenti. Ma come spiegare ad un cieco, un alieno o a un neonato il significato del vivere su questa Terra?

Certe domande ci costringono a raccontare la verità prima di tutto a noi stessi. Il dialogo tra Cyrano e la sua pallida amica si tramuta allora in un monologo interiore: Cyrano parla alla propria coscienza, ricercando quella verità che talvolta le parole stesse celano.

Luca Chieregato e Pietro De Pascalis delicatamente trasportano la scena sulla Luna affidando al poeta spadaccino l’arduo compito di rispondere alle domande più difficili: quelle della nostra coscienza.