Mountain bike in Val Gardena

mountain bike
mountain bike

La leggenda dell’alpinismo Reinhold Messner descrive le Dolomiti come “le montagne più belle del mondo”. Anche gli appassionati di mountain-bike “si sentono a casa” in mezzo a queste montagne, perché, oltre a scoprire uno scenario magnifico, le Dolomiti offrono diversi tour: dalle facili escursioni ai tour nella città dei Sassi e sull’Alpe di Siusi, fino ai percorsi emozionanti per gli amanti dell’adrenalina, c’è sempre da diveritirsi e scoprire nuove cose.

La natura unica delle Dolomiti può essere scoperta in sella a una bicicletta, percorrendo quasi 600 chilometri di territorio. Nei paesi di Ortisei, S. Cristina e Selva Gardena si possono fare 22 escursioni, tutte in giornata. La Val Gardena è l’unica “Bike Approved Area” dell’Alto Adige.
Particolarmente consigliabile è il “Sellaronda MTB Track TOUR” che offre un paesaggio mozzafiato, tra il Gruppo del Sella e la Marmolada. Invece “Panorama Ebike Tour powered by Bosch” offre una particolare escursione ogni giovedì: un tour intorno ai tre villaggi ladini, passando per pascoli alpini idilliaci e sentieri forestali protetti, con un panorama davvero affascinante e unico.

La “Val Gardena Bike Arena” offre divertimento assoluto con un totale di 6 percorsi, che possono essere ripetuti tutte le volte che si vuole utilizzando gli impianti di risalita Dantercepies, Cir, Ciampinoi e Piz Seteur. Un’offerta perfetta per gli amanti della bicicletta, adulti e giovani.
Lo “Skillpark Palmer” di Ortisei è a disposizione dei più piccoli per imparare a migliorare la tecnica di guida.

La nuova mappa dedicata alla mountain-bike, insieme al nuovo sito www.mtb-dolomites.com, offre un’idea perfetta dei tour, dei percorsi e dell’intera offerta per le biciclette nella regione. Qui si trova tutto ciò di cui gli amanti della mountain-bike hanno bisogno per la loro vacanza in bicicletta, comprese le descrizioni dei percorsi e i dati Gps da scaricare.

Uno dei tour più famosi delle Dolomiti è il Giro del Sella: un’attrazione assoluta per il suo paesaggio mozzafiato. L’attraversamento dei quattro passi dolomitici richiede una buona conoscenza delle tecniche di guida e affascina gli appassionati con panorami mozzafiato sul Gruppo del Sella e la Marmolada. Le salite sono ridotte al minimo grazie all’utilizzo degli impianti di risalita intorno al massiccio, per cui entrambe le direzioni circolari, sia in senso orario che antiorario, diventano un’esperienza unica e meravigliosa.

All’HERO Festival, dal 13 al 16 giugno 2019, ai 5.000 mountain-biker provenienti da 50 Paesi sarà offerto un programma di gare, eventi, concerti e tavole rotonde. La manifestazione è anche un EVENTO VERDE in quanto soddisfa i criteri di sostenibilità della Provincia dell’Alto Adige. Il 15 giugno 2019, i giovani ciclisti potranno pedalare duramente la HERO Kids. Il giorno successivo, gli atleti e gli appassionati potranno partecipare alla famosa Alto Adige Dolomites HERO, la maratona di mountain bike più dura d’Europa.

Il divertimento è assicurato, per gli amanti della mountain-bike e dei sentieri, grazie alla caccia al tesoro in mountain-bike “Trail Hunt”. Questa avrá luogo dall 6 all’8 settembre 2019. I partecipanti divisi in squadre da due persone sceglieranno i propri percorsi, rintracciando i punti di controllo, compiendo delicate missioni e raccogliendo diligentemente i timbri; sempre con una vista sensazionale sul Sella, prima di tornare a Selva per l’ultima festa finale a base di canederli.

Valtellina con le sue valli: emozioni da vivere

lpe Piazza Parco delle Orobie valtellinesi
lpe Piazza Parco delle Orobie valtellinesi

Mentre si festeggia la notizia dell’arrivo del Giro Rosa 2018 in valle, con la tappa che da Sovico salirà a Gerola Alta, il territorio che fa capo al Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno si appresta a vivere un weekend nel quale, oltre al richiamo della natura che solo la montagna valtellinese sa offrire, i turisti troveranno attrazioni in grado di stuzzicarne l’interesse.

Ma prima merita un approfondimento la tappa del 12 luglio, lunga 114 km, che sarà anche il primo arrivo in vetta e una salita inedita per il Giro. Dopo un lungo tratto pianeggiante la corsa si animerà con l’ascesa conclusiva a Gerola Alta, a 1.050 metri di altitudine, con pendenze costanti per cui le concorrenti potranno fare la differenza: sarà un momento clou per indossare la maglia rosa.

Ma torniamo al fine settimana. Sabato 7 e domenica 8 aprile a Talamona diventerà la capitale della musica, che si trasforma in festa, con una ventina di bande giovanili in arrivo da tutta Italia che parteciperanno al concorso organizzato presso il polifunzionale (portedivaltellina.it/concorso-bande-giovanili.html).

Domenica è anche tempo di primavera e di fantastiche escursioni in montagna. Tutti all’Alpe Legnone per una giornata all’aria aperta, gratis per bambini fino a 12 anni, dopo una camminata adatta a tutti (portedivaltellina.it/escursione-all-alpe-legnone-2018.html).

Per chi invece cerca qualcosa di particolare a cui assistere, Morbegno ospita la 1ª edizione del trofeo cittadino di tiro alla fune, con inizio alle ore 14, magari dopo un ricco pranzo nei ristoranti e agriturismi della zona (portedivaltellina.it/1°-trofeo-città-di-morbegno-di-tiro-alla-fune.html).

Senza dimenticare il sogno di volare che diventa realtà per tutti. Le grandi emozioni di Fly Emotion, aperto tutti i fine settimana, per decollare in volo da Albaredo per San Marco e atterrare a Bema e ritorno, due splendidi borghi nel cuore del Parco delle Orobie (flyemotion.it).

Anche questa settimana non manca la neve in quota e si può sciare nei 12 km di piste a Pescegallo in Valgerola, ricordando che con l’avvicinarsi della bella stagione da domenica 8 aprile gli impianti saranno aperti solo nel weekend, mentre la chiusura della stagione è prevista per domenica 29 aprile (pescegallovalgerola.it).

Ma si inizia a pensare anche alla stagione estiva e annunciamo che sono aperte le iscrizioni al 16° Rally estivo della Valtartano con la novità della nuova gara individuale da 15 km, che va ad aggiungersi alla classica prova di 24 km con formula a coppie della sky race disegnata all’interno del Parco delle Orobie (valtartano.com).

Il territorio alle porte di Valtellina, dove il lago di Como culmina in un ampio fondovalle che si eleva dolcemente sino alle più imponenti vette delle Alpi lombarde, offre un ampio ventaglio di opportunità per il tempo libero e le vacanze lungo tutto l’anno, con località preservano la propria tradizione, grazie all’inalterato aspetto dei borghi e dei loro tesori d’arte, al rispetto del rapporto tra uomo e ambiente, agli inconfondibili sapori dei prodotti tipici della provincia di Sondrio.

Per ulteriori informazioni:
www.portedivaltellina.it
www.facebook.com/valtellinamorbegno
www.instagram.com/consorziovaltellinamorbegno

I TESORI DELLA LOIRA, BRETAGNA E LOIRA, BRETAGNA

Scoprire la Valle della Loira in bici o in barca.  Sono appena terminati i lavori di ampliamento delle piste ciclabili in base al progetto “La Loire à vèlo” e per gli appassionati delle due ruote è considerato un ottimo regalo per poter visitare molti luoghi ancora sconosciuti. Gli itinerari ciclabili sono tracciati su 800 chilometri circa e adatti a ciclisti di tutte le età e livelli. Ovviamente si può sempre servirsi di una barca per navigare lungo le acque tranquille del fiume Loira e questi mezzi ecologici contribuiscono ad eliminare l’inquinamento atmosferico provocato dalle autovetture e godere con tutta tranquillità i magnifici panorama della Valle. Per maggiori informazioni: www.loireavelo.fr.

Il fiume Loira è il grande protagonista della regione e navigare sulle sue acque è una delle esperienze più suggestive che si possano fare per scoprire questo territorio. I marinai della Loira propongono escursioni su imbarcazioni tipiche (i futreaux o toues), che guidano i visitatori alla suggestiva scoperta di un’incredibile ricchezza naturalistica e culturale.
Per riferimenti utili per escursioni in barca nei vari dipartimenti regionali:
Touraine: http://www.bateauamarante.com/
Loiret: http://www.passeursdeloire.fr/
Loir-et-Cher: http://www.milliere-raboton.net/

Sulle tracce di Leonardo da Vinci al Castello di Clos Lucé.  Nel 1516 il re Francesco I invitò Leonardo da Vinci nel Castello di Clos Lucè che arrivò portando con sé alcune delle sue opere più celebri, tra cui la Gioconda esposta oggi al Museo parigino del Louvre. Leonardo venne nominato “primo pittore, ingegnere e architetto del re” e trascorse qui i suoi ultimi anni di vita, fino al 2 maggio 1519. Il Castello di Clos Lucé continua a rendere omaggio al genio di Leonardo attraverso un nutrito calendario di eventi durante l’anno, tra cui la mostra “Léonard De Vinci Ingénieur” o l’esposizione permanente “Léonard De Vinci et la France”.

Bretagna in bicicletta

Anche la Bretagna con il basso dislivello del terreno consente di godere il percorso in tutta  sicurezza per una gita in bicicletta lungo le cosiddette voies vertes (le vie verdi)  Si tratta di sentieri della natura dove non passano le auto ma solo ciclisti (ovviamente con il casco) pedoni e qualche cavallo. Si tratta di otto itinerari con 2.000 chilometri di piste con otto grandi itinerari a basso dislivello del terreno con un percorso in tutta sicurezza e una segnaletica molto chiara. Ci sono sentieri per bambini per tutte le età dove possono divertirsi anche con bici a quattro rotelline nonché quelli per gli appassionati delle mountain-bike su terreni scoscesi. E’ possibile anche noleggiare le bici presso le numerose stazioni.

Pesca a piedi sulla penisola di Crozon

Per una ’autentica esperienza bretone con la  famiglia c’è la possibilità di trascorrere un week-end da Joël e Martine a Crozon sulla penisola a sud di Brest, nell’affascinante Finistère, un  piccolo “borgo” costituito da due belle case in pietra recentemente ristrutturate. Qui, davanti a un bel bicchiere di kir royal si possono gustare i deliziosi piatti di Martine e  sulla spiaggia di Seillou al mattino si può ammirare  un panorama mozzafiato sull’abbazia di Landevennec e la rada di Brest. Con  stivali e equipaggiati di tutto il necessario potrete si può dedicarsi alla pesca grazie alla guida di Joël.