Atm: precisazione retribuzioni dipendenti

Atm, Paolo Bellini
Atm, Paolo Bellini

Atm: precisazione sulle retribuzioni dei dipendenti coinvolti nell’inchiesta

In merito alle notizie pubblicate questa mattina su alcuni organi di stampa, relative alle retribuzioni del funzionario Paolo Bellini e di un altro dipendente Atm, entrambi sospesi dopo l’arresto del 23 giugno, l’Azienda smentisce che le cifre riportate corrispondano allo stipendio mensile.

Gli articoli si riferiscono alle buste paga del mese di giugno 2020 che comprendono, come di palese evidenza consultando le voci della retribuzione, la quattordicesima mensilità che Atm ha deciso di anticipare a tutti i dipendenti in considerazione delle difficoltà legate all’emergenza Covid-19.

Le reali retribuzioni mensili corrispondono dunque a meno della metà delle cifre riportate e commentate con impulsività da un esponente politico. Infatti gli stipendi medi netti del funzionario e del dipendente erano in linea con quanto previsto dal contratto collettivo per il loro livello di inquadramento e anzianità, ovvero intorno rispettivamente ai 3 mila e 2 mila euro.

News dal Pordenone Blues Festival

Paul Weller
Paul Weller

Pordenone Blues Festival annuncia la riprogrammazione del Live di Paul Weller

8 maggio 2021 | Pordenone – Palasport

News dal Pordenone Blues Festival: riprogrammato il live di Paul Weller per sabato 8 maggio 2021 al Palasport di Pordenone.

Il concerto, inizialmente previsto per il 22 luglio 2020 al Parco San Valentino di Pordenone, è stato annullato in seguito ai decreti emanati per l’emergenza Covid-19.

I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone (online e punti vendita); quelli già acquistati in prevendita restano validi per la nuova data del 2021.

Il Modfather Paul Weller, tra i principali rappresentanti della cultura MOD, partito dal punk, è passato per l’acid jazz fino a spingersi da solista verso nuove sonorità, sconfinanti nel pop, folk, soul e perfino nell’elettronica. Quest’incredibile capacità di sperimentazione emerge nella florida discografia di Weller, che dal 1992 ha pubblicato ben quattordici album in studio, l’ultimo dei quali, True Meanings (Parlophone Records), è uscito nel 2018.

Cantante, chitarrista e compositore britannico, Paul Weller è una vera e propria istituzione nella sua terra di origine: la maggior parte dei testi delle sue canzoni trae infatti ispirazione dalla cultura inglese. L’esordio discografico avviene nel 1977 con la pubblicazione di In The City (Polydor Records) con i Jam, band di cui è stato frontman e con la quale ha raggiunto più volte la vetta delle classifiche inglesi. Nel 1982 fonda invece gli Style Council insieme al tastierista Mick Talbot, al fine di esplorare i confini dell’acid jazz. Conclusa anche quest’esperienza, Paul Weller ha dato il via alla sua carriera da solista, costellata da un successo dopo l’altro, sia di pubblico che di critica.

www.paulweller.com

PAUL WELLER

Sabato 8 Maggio 2021

Pordenone, Palazzetto dello Sport, Via Fratelli Rosselli, 4

Inizio concerto: h 21.00

Posto unico: € 35,00 + prev. / € 40,00 in cassa la sera del concerto

Biglietti disponibili su Ticketone (sito e punti vendita)

Info:www.pordenonebluesfestival.it e www.azalea.it

Rettangolo arrotondato: Clicca qui per scaricare il comunicato

Rettangolo arrotondato: Clicca qui per scaricare limmagine

Info e contatti: info@pordenonebluesfestival.it – WWW.PORDENONEBLUESFESTIVAL.IT

 

La nuova Alitalia e le Compagnie Low Fares

Associazione Aicalf
Associazione Aicalf

Mit, la Ministra De Micheli incontra le Compagnie Low Fares: “nessuna competizione con la nuova Alitalia”

Un mercato aereo in grado di ripartire dopo l’emergenza Covid19 con regole, anche contrattuali, uguali per tutti per favorire la libera concorrenza e gli investimenti nel nostro Paese, e un nuovo piano nazionale aeroporti che porti alla garanzia di collegamenti efficienti in tutta la penisola.

Sono alcuni dei concetti affermati dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli nel corso dell’incontro in video conferenza con i rappresentanti delle compagnie aeree low fares operanti in Italia, riunite nella nuova associazione Aicalf: Ryanair, Vueling, Volotea, Easyjet, Norwegian e Blueair.

La Ministra ha ricordato le azioni adottate dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria anche nel settore aereo, in particolare per il rimpatrio dei connazionali, e le linee guida sulla sicurezza dei passeggeri, e ha illustrato le ragioni della scelta di costituire una nuova società pubblica per Alitalia, segnata da una forte discontinuità col passato.

“Conosco bene i numeri e il ruolo delle vostre compagnie – ha spiegato – e quanto abbiano aiutato la crescita del turismo nel nostro Paese attraverso importanti investimenti, conosco altresì quante siano le risorse che avete legittimamente ottenuto dalle Regioni e dalle società aeroportuali nel corso degli anni. La strategia industriale che abbiamo elaborato nelle linee guida per la nuova Alitalia non si sovrappone alla vostra perché la nuova compagnia pubblica giocherà in un campo internazionale, senza entrare in competizione con le low fares”.

La Ministra ha evidenziato che nessuna delle misure di sostegno al settore aereo nazionale inserite nel Decreto Rilancio sia stata pensata per danneggiare il mondo “low cost”. ‘’Nessuna norma vuole limitare la sana concorrenza tra compagnie di cui beneficiano i cittadini, ma solo garantire regole e condizioni uguali per tutti. Abbiamo stanziato risorse – ha ricordato – a compensazione di perdite per il lockdown e rimpatri dei nostri connazionali, del mantenimento della continuità territoriale e delle conseguenze dell’adozione di norme di sicurezza e distanziamento sociale molto severe solo in Italia”.

“L’introduzione dell’obbligo di adeguamento ai minimi retributivi del contratto nazionale del settore – ha aggiunto – non è una norma che abbiamo immaginato contro le low fares, ma a favore dei lavoratori, a fronte di una condizione di reddito e di lavoro che è complessivamente peggiorata a causa della crisi”.

Infine la Ministra De Micheli ha invitato i rappresentanti delle compagnie a partecipare al tavolo per la definizione del nuovo piano nazionale aeroporti.

“Insieme alle Regioni e alle società aeroportuali lavoriamo – ha concluso – per garantire collegamenti efficienti in tutto il Paese, anche attraverso l’adeguamento strutturale dei nostri scali. L’altro passaggio fondamentale è la definizione di un nuovo modello di norme che ci renda un mercato pienamente regolato, dove ognuno possa giocare il suo ruolo a parità di condizioni, e ci permetta di rilanciare gli investimenti”.

 

Spirit de Milan: nuovi appuntamenti

Spirit giugno 2020
Spirit giugno 2020

Dopo il lockdown e le disposizioni governative per contrastare l’emergenza sanitaria, finalmente riparte da oggi martedì 16 giugno, la programmazione musicale dello SPIRIT DE MILAN (via Bovisasca, 59 – Milano), la cattedrale in cui si incontrano la cultura swing e la passione per la bellezza e la tradizione, alla riscoperta del fascino di Milano e della “milanesità”.

Questi gli appuntamenti della settimana:

Martedì 16 giugno riparte l’appuntamento settimanale con “CA.BAR.ET BOH.VISA. MILANO 5.0 – Musica e cabaret fuori dagli schermi” con protagonisti RAFAEL DIDONI, FOLCO ORSELLI, GERMANO LANZONI, WALTER LEONARDI e FLAVIO PIRINI che allo Spirit de Milan hanno trovato casa e voglia di fare squadra, mescolando risate e malinconie, nonsense e profondità. (in onda anche sullo SpiritoPhono tutti i martedì alle 19:30)

Mercoledì 17 giugno ROCK FILES LIVE! di LifeGate Radio. Ezio Guaitamacchi ha organizzato una puntata d’eccezione, invitando sul palco due grandi artisti italiani, Beppe Gambetta ed Eugenio Finardi, che suoneranno dal vivo e converseranno dei loro nuovi progetti.

Giovedì 18 giugno è la volta di BARBERA & CHAMPAGNE con i The Cadregas, il cui repertorio sconfina dai più antichi stornelli milanesi di fine ‘800 e le goliardiche canzoni da osteria dei primi del ‘900 fino ad arrivare a Cochi e Renato, Strehler, Enzo Jannacci e Dario Fo, con alcuni sconfinamenti regionali. “El Dindondero” è invece il loro programma radiofonico in onda sullo SpiritoPhono tutti i giovedì alle 19.00.

Venerdì 19 giugno torna la serata BANDIERA GIALLA e la musica anni 60 e 70… in versione solo da ascolto! Ad esibirsi ci saranno i Mary and the Quants, che spaziano dal beat e pop italiano ai classici R&B e soul della Motown fino alla musica british. Attenzione, niente balli in pista ma tanta ottima musica da ascoltare! Anche i Mary and the Quants hanno un loro programma radiofonico, “Sessanta mi dà tanto”, in onda tutti i venerdì alle 19.00 su SpiritoPhono.

Sabato 20 giugno HOLY SWING NIGHT, con la direzione artistica di Mauro Porro. Sul palco il GWK- Current Trio: clarinetto, pianoforte e batteria tutti da ascoltare, tra hot jazz e swing. Gli happy feet potranno muoversi tenendo il ritmo sotto i tavolini!

Domenica 21 giugno, FESTA DELLA MUSICA, Veronica Sbergia e Max De Bernardi, che sono sempre stati di casa allo Spirit, ci delizieranno con il loro repertorio blues e non solo e ci presenteranno il loro nuovo programma radiofonico “Lockdown Old-time music hour”, che va in onda solo su SpiritoPhono!

L’atmosfera vintage tipica dello SPIRIT DE MILAN è custodita nei suoi 1500 mq: lo Spirit de Milan non è solo musica dal vivo, risate e divertimento, ma anche buona cucina (tutto, ovviamente, nel rispetto delle norme di sicurezza)!

Sara Assicurazioni per la Croce Rossa Italiana

Alberto Tosti_low
Alberto Tosti_low

Sara Assicurazioni per la Croce Rossa Italiana
Una donazione di 85.000€ per supportare le attività della CRI, in prima linea su tutto il
territorio nazionale nell’emergenza Covid 19
Roma, 12 giugno 2020 – Un gesto concreto da parte di Sara Assicurazioni –
Assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia – al fianco della Croce Rossa
Italiana, impegnata con le sue migliaia di volontarie e volontari nella lotta al Covid-19.
La donazione – di circa 85.000€ – sarà destinata all’acquisto di un’ambulanza che amplia
la flotta della CRI sul territorio, potenziandone la capacità di intervento anche per il
futuro.
L’importo della donazione è stato definito sulla base delle polizze emesse o rinnovate
da Sara nel mese di aprile, nella misura di 1€ per ogni contratto perfezionato.
Il contributo rientra nello stanziamento di 500.000€ previsto da Sara per supportare
una serie di realtà nazionali e locali, impegnate nella lotta alla pandemia di Covid 19,
tra le quali l’Ospedale IDI e la Comunità di S.Egidio di Roma, l’Ospedale di Galatina di
Lecce, l’Istituto Vespucci Colombo di Livorno, l’Ospedale Spallanzani e la Casa S.Anna
di Roma.
Fin dall’inizio dell’emergenza, la CRI è stata impegnata in prima linea, in modo capillare
su tutto il territorio nazionale, attraverso i suoi volontari, da sempre a sostegno dei più
fragili.
“Voglio ringraziare Sara Assicurazioni per il generoso sostegno che ci sta fornendo. I
nostri volontari stanno gettando il cuore oltre l’ostacolo per poter essere vicini alle
persone con maggiori fragilità sociali e sanitarie – sottolinea Francesco Rocca, Presidente
della Croce Rossa Italiana. “Se stiamo riuscendo a raggiungere con i nostri servizi
centinaia di migliaia di persone in tutta Italia è anche grazie ad aiuti di questo tipo, che
ci danno forza sia sul piano materiale che su quello della motivazione, facendoci sentire
grande vicinanza e supporto”.
“Da oltre 70 anni Sara è un punto di riferimento per la sicurezza delle famiglie italiane
– commenta Angelo Sticchi Damiani, Presidente di Sara e di ACI – Per questo abbiamo
ritenuto doveroso impegnarci per supportare alcune delle istituzioni in prima linea nella
lotta al Covid 19 e in particolare la Croce Rossa Italiana, eccellenza da sempre
impegnata al fianco dei nostri concittadini in ogni emergenza”.
“Consapevoli del ruolo sociale che, come assicuratori, rivestiamo in questo momento di
emergenza nazionale – dichiara Alberto Tosti, Direttore Generale di Sara Assicurazioni
– abbiamo voluto compiere un gesto concreto di solidarietà in favore della Croce Rossa
Italiana, che con i suoi volontari è da sempre accanto alla popolazione nelle situazioni
di crisi. Questo atto si aggiunge ai provvedimenti già messi in pratica non solo in favore
di altri enti impegnati nella lotta alla pandemia, ma anche per sostenere
finanziariamente i nostri Agenti e per estendere le tutele assicurative dei nostri Clienti
in determinate condizioni contrattuali.”
Sara Assicurazioni
Sara Assicurazioni, primo esempio europeo di joint venture tra un’associazione di consumatoril’ACI – e una compagnia di assicurazioni, è nata nel 1946 con l’obiettivo di mettere a disposizione
degli automobilisti un’ampia gamma di servizi assicurativi. Sara Assicurazioni è ad oggi la
compagnia ufficiale dell’Automobile Club d’Italia ed è punto di riferimento per le famiglie italiane
e per tutte le esigenze legate alla sicurezza personale, patrimoniale e del tenore di vita. La sua
organizzazione commerciale è formata da una struttura che comprende oltre 500 agenzie e circa
1.500 punti vendita. Oltre a Sara Assicurazioni, del Gruppo fa parte Sara Vita, compagnia
specializzata nell’area del risparmio, della previdenza e della tutela, con un’offerta articolata
anche nell’area degli investimenti.