AHYMÉ, festival interculturale: ultimo appuntamento

Mokoomba
Mokoomba

Grande successo di pubblico al Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di PARMA per le prime due serate della prima edizione di AHYMÉ, il festival interculturale dell’integrazione che si sono svolte venerdì 27 e sabato 28 settembre. Ray Lema, Boni Gnahoré, Mokomba e Daniel Kollé insieme al produttore e compositore world music Giovanni Amighetti hanno divertito e incantato il pubblico guidandoli lungo la storia e la cultura africana.

Lunedì 14 ottobre si terrà l’ultima serata con il concerto alle ore 21.00 della nuova promessa afropop GASANDJI  e al mattino “Storie tradizionali e proverbi africani” una narrazione in musica con la partecipazione dello scrittore, drammaturgo e poeta Oc’Zakpa Deho, Octave Clément Deho “Devoir de Didiga (originario della Costa d’Avorio e docente di lettere moderne alla Scuola per l’Europa di Parma), di Bessou GnalyWoh (direttore e fondatore del festival Ahymé, artista, musicista, autore e compositore legato a storie tradizionali e proverbi, espone il ricco patrimonio culturale Bété della Regione centro occidentale di GÔGNOA) e di Marco Gambarelli (songwriter, chitarrista e flautista, ricercatore appassionato delle Culture Africane, illustratore e disegnatore).

“Pane , olio e fantasia”

FOOD NETWORK_PANE OLIO E FANTASIA
FOOD NETWORK_PANE OLIO E FANTASIA

Soffice o croccante, appena sfornato o da abbrustolire, riempie le nostre case di un profumino delizioso.
Alla sua fragranza nessuno può rinunciare e sulle nostre tavole è sempre protagonista.
Ricette fatte di pane, con il pane e per il pane firmate da Enrica Della Martira nel nuovo programma in prima tv assoluta “PANE, OLIO E FANTASIA”, in onda da domenica 28 aprile alle 14.45 su FOOD NETWORK (canale 33).

Dopo aver percorso lo stivale in lungo e in largo per scovare e conoscere gli storici panifici italiani, Enrica ha raccolto tante ricette…e in “PANE, OLIO E FANTASIA”apre le porte della sua cucina per condividerle.
Otto appuntamenti alla scoperta del pane più adatto a tutte le occasioni, dalla cena con i parenti dai gusti tradizionali ad un romantico incontro a due, per arrivarea uno sfizioso picnic che conquisti grandi e piccini.

In “PANE, OLIO E FANTASIA”i segreti per la perfetta lievitazione e la soddisfazione di preparare il pane fatto in casa. commensali,Il pane non è solo l’inizio di un buon pasto ma è anche e soprattutto l’ottimo accompagnatore di tante pietanze condite con saporiti sughetti e squisiti intingoli che aspettano solo la scarpetta dei commensali.

Nella cucina di “PANE, OLIO E FANTASIA”, Enrica realizzerà semplici e gustose ricette da abbinare al meglio col pane appena sfornato: dalle bruschette più fantasiose,ai succulenti piatti della tradizione italiana che del pane non possono fare a meno.

“In Forma con Starbene”: secondo appuntamento

Tessa Gelisio
Tessa Gelisio

Sabato 1 dicembre, alle ore 8.45, torna l’appuntamento con “In Forma con Starbene”, il programma di Canale 5 condotto da Tessa Gelisio.

Ospiti della seconda puntata saranno il cardiologo Nicolò Dasseni, il dentista dott. Neri Pinzuti e il chirurgo plastico Fiorella Donati.

Ogni volta verranno affrontati, con talk in studio, servizi e professionisti del settore, diversi argomenti legati al nostro benessere: la prevenzione, la stagionalità, l’equilibrio, il movimento, la nutrizione, l’idratazione, il fitness e anche un angolo dedicato al green, con tutorial esclusivi per il fai da te. Verranno toccati e analizzati, a 360°, tutti i temi fondamentali per stare meglio sia a livello fisico che psichico. E non mancheranno le rubriche della cuoca Alice Balossi con le sue salutari e gustose ricette e del personal trainer Ilario Volpi che spiegherà l’importanza di svolgere un’attività fisica. Al timone, come sempre, Tessa Gelisio, volto storico di In Forma con Starbene.

Dopo il successo delle precedenti edizioni, continua la collaborazione con Starbene, il brand del Gruppo Mondadori punto di riferimento nel mondo della salute e del benessere. Il magazine mette a disposizione del programma la rete di esperti della testata e del sito Starbene.it, diretti da Annalisa Monfreda, per offrire risposte su tutti i temi d’interesse.

“In Forma con Starbene” è online su www.informaconstarbene.mediaset.it ed è presente anche sui social network con il profilo ufficiale Twitter @In_formaTv e la pagina ufficiale Facebook.com/InFormaconstarbene per dare informazioni, anticipazioni, approfondimenti, video e materiale di backstage.

“In Forma con Starbene” è un programma prodotto da Quadrio in collaborazione con Ege. È scritto da Elisabetta Cianci, Aldo Dalla Vecchia, con la regia di Arcadio Cavalli.

“Viscere”, personale di Sabino de Nichilo

Sabino de Nichilo
Sabino de Nichilo

Le sale del Museo Archeologico della Fondazione Depalo-Ungaro di Bitonto in provincia di Bari (via Giuseppe Mazzini 44) si aprono all’arte contemporanea e accolgono le sculture di Sabino de Nichilo, in occasione della sua mostra personale “Viscere” curata da Bianca Sorrentino. La mostra si inaugura sabato 1 dicembre 2018 alle ore 18:30 con una lettura di poesie di Silvana Kuhtz e si può visitare fino alla fine del mese.

Le forme cave plasmate dall’artista dialogano con i corredi tombali e le testimonianze archeologiche degli antichi Peuceti e interagiscono in modo installativo con la collezione di gessi della vecchia Scuola comunale di disegno conservati nel museo. Caratterizzate da una volumetria morbida e da colori brillanti di gusto pop, le sculture di Sabino de Nichilo somigliano a strutture organiche e possono ricordare a chi li osserva cuori, fegati e stomaci, ma non rispondono ai canoni di un’anatomia ortodossa.

“Organi da asporto”, “Carne frolla” e “Anus” – questi i nomi di alcune serie di opere esposte – sembrano ribellarsi al corpo che li potrebbe contenere e crescono liberamente, a loro piacimento, assecondando un impulso vitale alieno, inconsulto, barbaro. Sabino de Nichilo rende nobili gli scarti e le frattaglie e i processi digestivi ai quali allude evocano la società dei consumi nelle forme di una vanitas contemporanea, mescolando ironia e retaggi alchemici.

“Come un aruspice venuto da un altrove – scrive Bianca Sorrentino – Sabino de Nichilo interroga le viscere deformi che sopravvivono al lento decomporsi del mondo, alla ricerca di un auspicio che pronunci la sua verità di uomo. La ceramica smaltata restituisce nella materia e nel colore il tormento dell’essere fuori misura: se è vero che gli organi che si sottraggono alle leggi della realtà sono espressione di un tempo precario, essi si prestano allora a un dialogo critico con il passato e con i suoi simboli. Nella loro cavità, le sculture sembrano in effetti contenere qualcosa che non resta, ponendosi in questo senso in contrasto con lo spirito che caratterizza ogni Museo, che invece contiene qualcosa affinché resti. Ecco che dal ventre della terra, le reliquie dei banchetti si spogliano della loro sacralità e si rivestono di una visceralità che può dirsi ora pienamente umana”.

Sportello Unico dell’Edilizia: servizi più efficaci

Pierfrancesco Maran
Pierfrancesco Maran

Rendere più efficaci i servizi dello Sportello Unico dell’Edilizia attraverso la dematerializzazione delle pratiche. Con questo obiettivo la Giunta ha approvato l’assegnazione di spesa di 983.365 euro (cofinanziati a metà tra Comune e fondi europei) per la gara di affidamento del servizio di archiviazione digitale dei documenti. Si tratta di un passaggio decisivo per la trasformazione digitale nella gestione e consultazione delle pratiche che renderà più semplice il rapporto tra cittadino e Pubblica amministrazione.

Il provvedimento porterà una progressiva e sempre maggiore semplificazione amministrativa se si pensa che ogni anno l’Area Sportello Unico dell’Edilizia riceve in formato cartaceo oltre 50.000 tra richieste di visure, istanze, comunicazioni e segnalazioni relative al patrimonio edilizio esistente. Non solo la gestione dell’enorme quantità di pratiche oggi avviene in maniera prevalentemente cartacea, ma i documenti che compongono una pratica sono di svariati formati, con conseguente difficoltà di archiviazione.

Il progetto dell’Amministrazione prevede la massima digitalizzazione delle procedure e la piena omogeneità di specifici processi digitalizzati a livello nazionale con l’adozione di soluzioni informatiche che consentano di razionalizzare costi e tempi, oltre che attivare soluzioni tecnologiche, organizzative e gestionali che permettano di rendere più efficaci la condivisione di informazioni e il passaggio di pratiche e pareri tra i vari uffici.

“La digitalizzazione delle pratiche – dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran – è un passo decisivo per l’efficientamento del servizio, avviato nei mesi scorsi con la riorganizzazione dello Sportello Unico e l’introduzione del servizio online per l’espletamento di alcune pratiche. In questo modo potremo ridurre di molto i tempi della trattazione delle pratiche che oggi sono ancora troppo lunghi”.

La spesa per la gara di 983.365 euro è finanziata per 496.460 euro dall’Amministrazione comunale e per i restanti 486.905 euro da fondi del PON GOV (Piano Operativo Nazionale Città metropolitane 2014-20).
Il progetto costituisce un importante tassello nel complessivo piano di trasformazione digitale che l’Amministrazione comunale sta portando avanti e che vede coinvolti in maniera trasversale tutti gli assessorati.