A verissimo, Totti ricorda Maradona

Francesco Totti a Verissimo
Francesco Totti a Verissimo

IN ESCLUSIVA A VERISSIMO
FRANCESCO TOTTI:

“Maradona non è morto, è ancora qui con noi”

“Era il calcio e fuori dal campo era una persona straordinaria”

DOMANI, SABATO 28 NOVEMBRE, ALLE ORE 16.00, SU CANALE 5

A Verissimo, Francesco Totti ricorda Diego Armando Maradona, scomparso mercoledì all’età di 60 anni: “Lui è ancora qui con noi. Le emozioni che ci ha lasciato sono irripetibili. Avevo un bellissimo rapporto con Diego. Fuori dal terreno di gioco era una persona straordinaria mentre in campo era il calcio, era inimitabile. Neanche alla Playstation si può copiare quello che faceva lui. Lo voglio ricordare così, è come se non fosse mai morto, rimarrà qui sulla terra perché era diverso da tutti gli altri”.

A Silvia Toffanin, l’ex capitano giallorosso rivela un aneddoto sul Pibe de Oro legato al giorno del suo addio al calcio: “Quando ho smesso di giocare Maradona è stato il primo a chiamarmi per darmi sostegno e per dirmi di stare tranquillo. È stato un gesto che porterò sempre con me”. Se si dovesse organizzare una partita in suo onore, Totti risponderebbe sicuramente presente: “Se mi dovessero chiamare accetterei subito la convocazione”.

Sul mondo del calcio che in questi mesi sta andando avanti senza tifosi Francesco dichiara: “Con gli stadi vuoti non è più calcio, è uno sport diverso e dalla televisione non ti appassiona più come prima. Speriamo si possa tornare alla normalità il prima possibile”.

Infine, su che tipo di Natale sarà per lui il prossimo, l’ex calciatore confida: “Spero di passarlo in famiglia, ma sarà un Natale diverso. Purtroppo non sarà come gli altri perché poco tempo fa ho perso mio padre”.

Lapo Elkann in esclusiva a Verissimo

Lapo Elkann
Lapo Elkann

ESCLUSIVA VERISSIMO
LAPO ELKANN:

“Maradona era quasi un fratello per me.
Generava luce, passione e amore”

“È come se fossi morto io: è successo a lui ma poteva capitare a me”

SABATO 28 NOVEMBRE, ALLE ORE 16.00, SU CANALE 5

A Verissimo, Lapo Elkann ricorda commosso il suo amico Diego Armando Maradona, scomparso mercoledì: “Era un amico vero, con un cuore immenso. Era quasi un fratello per me. Diego ha combattuto in un mondo molto complicato. Aveva delle qualità umane pazzesche e va ricordato per le sue grandi doti, che andavano oltre quelle calcistiche. È stato il più grande calciatore della storia, ma Maradona per me – aggiunge – era una persona generosa, con una grandissima bontà d’animo, sempre pronto ad aiutare i più fragili e i più deboli. La sua scomparsa è una delle più grandi perdite per tantissimi di noi”.

Lapo paragona gli errori comuni commessi da lui e dal fenomeno argentino: “È come se fossi morto io perché quello che è successo a lui poteva succedere a me. Le battaglie che ha combattuto lui, le sofferenze che ha provato per via delle dipendenze sono le stesse che ho provato anch’io e che affrontano milioni di persone. Hanno ironizzato spesso sul web su noi due ma io ero orgoglioso e onorato di essere affiancato a Diego perché era un uomo che generava luce, passione e amore per tutti. Lui veniva dal nulla a differenza mia, ma in comune avevamo i vuoti che combattevamo e colmavamo con le sostanze”.

Il rampollo di casa Agnelli racconta di come l’ex fuoriclasse lo abbia sempre supportato e aiutato e dell’affetto reciproco che c’era tra loro: “E’ sempre stato vicino a me come ad altre tantissime persone. Aveva una generosità d’animo a 360 gradi, in tutto quello che faceva. Mi ha sempre supportato ed è sempre stato affettuoso con me perché, pur essendo adulti, eravamo rimasti dei bambini molto sensibili”.

Infine, Lapo ricorda la prima volta che ha incontrato Maradona: “Me la ricordo benissimo, è stato durante una partita contro la Juventus. E quando l’ho visto mi sono illuminato”.

Brano omaggio per Diego Armando Maradona

sud in sound
sud in sound

il 25 novembre 2020 è un giorno triste per Napoli e per il mondo della musica napoletana: ci ha abbandonato Diego Armando Maradona, il più grande calciatore di sempre ed icona di tutto il popolo napoletano.

La Sud in Sound ed Antonio Petrellese, Artista emergente ed autore/compositore di talento, omaggiano con un brano musicale inedito in lingua napoletana, il grande Pipe de oro.

Dedicato ai tifosi del Napoli, alla gente comune che con lui ha gioito e pianto, a tutti gli ammiratori italiani ed internazionali del campione argentino che negli anni ha fatto sognare gli amanti del calcio ed ha riscattato la città di Napoli.

Link del video appena pubblicato su YOUTUBE: https://youtu.be/HRhKO92YHgQ

A brevissimo il brano sarà disponibile su tutti i Digital Stores (Spotify, Deezer, Apple Music, etc.)

Morto Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona
Diego Armando Maradona

E’ morto “El pibe de oro”, Diego Armando Maradona.

Le prime informazioni dicono che si tratti di un arresto cardiocircolatorio, avvenuto nella sua casa di Buenos Aires, luogo in cui era tornato dopo la recente operazione al cervello.

Sul posto sono arrivati anche i soccorsi con tre ambulanze

Diego Maradona ha rappresentato molto per il calcio mondiale e soprattutto per il Napoli, società per cui ha militato per anni, guadagnandosi il rispetto e la nomea di Dio del calcio.

Oltre ovviamente alla sua nazionale Argentina.