Nove: “Tutta la verità”

concetta-serrano
concetta-serrano

Giovedì 26 aprile, in prima serata alle ore 21:25 sul NOVE, andrà in onda il secondo speciale di “TUTTA LA VERITÀ”, la serie originale italiana di true crime che ricostruisce due dei più controversi e clamorosi fatti di cronaca del nostro Paese.

Dopo la prima puntata dedicata alla Strage di Erba, “TUTTA LA VERITÀ” affronterà il delitto di Avetrana: l’omicidio nell’agosto 2010 della quindicenne Sarah Scazzi, per cui sono state condannate in via definitiva la cugina Sabrina Misseri e la zia Cosima Serrano, e per il quale lo zio Michele Misseri, che si dichiara unico responsabile dell’uccisione di Sarah, è stato invece condannato per il solo occultamento di cadavere a 8 anni di reclusione.

Grazie a un accurato e approfondito lavoro di ricerca “TUTTA LA VERITÀ” ripercorrerà la cronologia delle indagini e la storia di uno dei processi mediaticamente più dibattuti della storia giudiziaria italiana. Lo farà attraverso nuove testimonianze, filmati inediti, audio originali delle intercettazioni e video degli interrogatori.

In particolare, verranno approfonditi i rapporti all’interno della famiglia Misseri, che tanto hanno pesato sull’evolversi della vicenda e sulle contrastanti versioni fornite dallo zio Michele.

Il racconto dei protagonisti, il fratello di Sarah Claudio Scazzi, Ivano Russo, Roberta Bruzzone, l’avvocato Walter Biscotti e la giornalista Maria Lucia Monticelli, ad Avetrana in quei primi drammatici giorni.

Di particolare importanza la presenza di Valentina Misseri, sorella di Sabrina, che guiderà lo spettatore nella casa e nel garage al centro della vicenda, ripercorrendo i movimenti dei protagonisti ed evidenziando le discrepanze e le zone d’ombra delle diverse ricostruzioni, rivelando particolari inediti della famiglia.

Rivivremo le drammatiche dirette televisive di quei giorni seguiremo l’evolversi degli eventi ascoltando le concitate telefonate tra i parenti e gli amici di Sarah, i pressanti interrogatori di Michele Misseri e i colloqui in carcere tra lui, la figlia Valentina e la moglie Cosima.

Analizzeremo i fatti attraverso le parole di giornalisti e avvocati che hanno seguito il caso in prima persona. Infine, ascolteremo l’inedita testimonianza di Concetta Serrano Scazzi, che per la prima volta sembra nutrire dubbi sul ruolo di sua sorella Cosima.

“TUTTA LA VERITÀ” ripercorre le zone d’ombra, i punti interrogativi legati alla strage, cercando di rispondere ad una domanda cruciale: la sentenza è andata davvero al di là di ogni ragionevole dubbio, come chiede l’ordinamento del nostro Paese? O si è scelta la strada più semplice e più mediatica?

 

“Quarto Grado – La Domenica”

quarto grado la domenica

quarto grado la domenica

Tornano gli approfondimenti e le riflessioni di “Quarto Grado-La domenica”.
Il 21 gennaio, nell’access prime-time di Retequattro, Gianluigi Nuzzi accende i riflettori sulla vicenda di Casaletto Lodigiano: una rapina avvenuta nella notte tra il 9 e il 10 marzo 2017 nella proprietà di Mario Cattaneo si conclude con una colluttazione e la morte del ladro.

Il caso diventa immediatamente di dominio pubblico e solleva il tema della legittima difesa. In molti sui social twittano #IoStoConMario, per difendere l’uomo accusato di essere responsabile del delitto. Cattaneo, 67enne che è anche cacciatore, viene indagato dalla procura di Lodi per omicidio volontario: lo scorso 25 ottobre, chiuse le indagini, il pm gli contesta solo l’eccesso di legittima difesa.

Il domenicale a cura di Siria Magri racconta la vicenda con ospiti in studio e in collegamento.