Mit: linee guida per la verifica delle gallerie

Galleria autostradale
Galleria autostradale

Mit: linee guida per la verifica delle gallerie

25 giugno 2020 – Il ministero delle Infrastrutture e Trasporti è al lavoro per convertire in legge e rendere così obbligatorie le nuove linee guida dettate per la verifica e la sicurezza delle gallerie autostradali.

E’ quanto richiesto nell’emendamento al Decreto Rilancio che sarà presentato nei prossimi giorni e che mira ad estendere l’efficacia delle linee guida ministeriali sulle attività di verifica delle gallerie, a tutti i gestori – autostradale e stradali – delle infrastrutture, restituendo così certezza e uniformità alle procedure e ai tempi di attuazione.

Fino all’adozione del prossimo decreto ministeriale restano confermate le modalità e i tempi di verifica delle infrastrutture dettate dalla disciplina vigente fino ad oggi applicata dai concessionari nella programmazione delle proprie attività di verifica. Una variazione oggi in questo senso appesantirebbe inevitabilmente la pianificazione degli interventi con inevitabili ripercussione sul traffico e disagi all’utenza.

 

R4: a “Dritto e Rovescio” Teresa Bellanova

Mediaset - trasmissione Tv "Dritto e Rovescio" Rete 4 con Paolo Del Debbio
Mediaset – trasmissione Tv “Dritto e Rovescio” Rete 4 con Paolo Del Debbio

A “Dritto e Rovescio” Paolo Del Debbio intervista Teresa Bellanova
Tra i temi della puntata: la regolarizzazione dei migranti e le regole confuse della riapertura

Domani sera, giovedì 21 maggio, in prima serata su Retequattro, al centro del nuovo appuntamento con “Dritto e Rovescio”, Paolo Del Debbio intervista il ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova in merito alla più stretta attualità e in particolare alla sua battaglia per la regolarizzazione dei migranti contenuta nel “Decreto Rilancio”, al centro di numerose polemiche non solo tra le forze dell’opposizione ma anche della maggioranza e la “Fase2”.
Nel corso della serata, tra i diversi temi affrontati, un ampio approfondimento sul nuovo piano europeo di aiuti proposto da Francia e Germania, le difficoltà delle attività che hanno riaperto tra regole confuse e aiuti che ancora non arrivano e l’indignazione delle categorie ancora escluse dalla ripartenza, come ad esempio gli ambulanti.

Arriva il bonus vacanze da 150 a 500 euro

Spiagge
Spiagge

Nel Decreto Rilancio si parla anche di un tema che fino ad  ora ha avuto parecchi punti interrogativi. Il turismo. andremo in vacanza? Si potrà andare al mare, montagna, lago e altri posti nella nostra Italia ?

Se diversi sono i parerei dei virologi sul possibile andamento del Covid-19, più ferma la posizione del Governo che ha pensato di mettere a disposizione il bonus , aumentando anche il limite, per le famiglie che lo richiedono,  dell’Isee da 35 a 40.000 euro.

L’obiettivo è quello di rilanciare la promozione del turismo italiano delle strutture alberghiere e ricettive del Paese ed il credito è utilizzabile al 90% in forma di sconto sul corrispettivo dovuto anticipato dai fornitori in cui è stata sostenuta la spesa. Il restante 10% in forma di detrazione di imposta al momento della dichiarazione dei redditi.

Perchè i bonus variano da 150 a 500 euro?  La risposta è semplice. 150 euro per chi è da solo nel nucleo familiare, 300 euro per due persone, 500 euro per le famiglie e sarà utilizzabile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Turismo e vacanze in questa estate saranno ovviamente soggette ad alcune restrizioni, come il divieto di assembramento, cibo e bevande da asporto, distanze di sicurezza.

Paola Dongu