Teatro Il Celebrazioni: “Horny” – Antonio Ornano

Foto Antonio Ornano © Francesco Margutti_Photomovie_preview
Foto Antonio Ornano © Francesco Margutti_Photomovie_preview

Horny, ideale prosecuzione di Crostatina Stand Up, è un monologo da stand up comedian dal ritmo incalzante e senza orpelli scenografici o travestimenti, che vedrà come protagonista assoluto del Teatro Il Celebrazioni, il 15 febbraio, Antonio Ornano.

Chi è Horny? Horny è il soprannome di Antonio Ornano, un uomo adulto che ancora deve capire cosa si aspetta dalla vita. Horny è la cronaca spietata delle sue fragilità come marito e come padre. Un inno all’incompiutezza emotiva e sentimentale del maschio “adulto”, un’ode all’imperfezione che in chiave comica si propone di squarciare l’ipocrisia di una società che ci vorrebbe sempre infallibili e di successo.

Ed è così che prenderanno voce molti pensieri intimi e alle volte inconfessabili. L’importanza del rock e di Bruce Springsteen nel complesso processo di crescita e di formazione del protagonista, le sue prime pulsioni sessuali, il ruolo salvifico delle piccole menzogne intuitive e riflessive nel rapporto con la moglie Crostatina, il sesso matrimoniale dopo l’avvento dei figli, i viaggi in traghetto con tutta la famiglia, le proiezioni erotiche sulle mamme dell’asilo e molte altre .

Ma si proverà anche a riflettere su come ci vediamo proiettati nella terza età e su come un immaginario collettivo inzuppato di luoghi comuni spesso condizioni il nostro approccio all’omosessualità, e in generale a tutto quello che erroneamente reputiamo diverso ma che semplicemente abbiamo paura di conoscere.

“Ingiustizia familiare. Cronaca e riflessioni sulla famiglia 2.0″

libro
libro

La famiglia del Mulino Bianco non esiste più. È stata sostituita da altre formule, infinite e complicate.
In questo stravolgimento di schemi ideologici e diritti in evoluzione, l’uomo comune più che mai diffida dell’uomo di legge.
In effetti, dai casi di cronaca alla quotidianità comune a tanti, quando le vicende familiari finiscono nelle aule giudiziarie, si scopre che le norme sono solo “contenitori generici” e quindi interpretabili a discrezione. E tutto ciò potrebbe a volte non rispondere all’idea della Giustizia.

Unioni civili, coppie miste, convivenze, famiglie allargate e mononucleari: nella società moderna non esiste più una sola idea di famiglia – quella tradizionalmente fondata sul matrimonio tra uomo donna – ma tanti modelli con cui ci si deve confrontare ogni giorno. Modelli in evoluzione, specchio della società in costante cambiamento, cui spesso la giurisprudenza non riesce a dare risposte certe e soprattutto tempestive.

Perciò tante volte ci si trova davanti a interpretazioni arbitrarie della legge, spesso legate alla discrezionalità dei giudici, che generano casi assurdi e di difficile comprensione. A volte episodi di vera e propria ingiustizia.

Per fare un po’ di chiarezza nel mare magnum delle variazioni normative che riguardano le relazioni familiari e dintorni, l’avvocato Missaglia ha disegnato una mappa virtuale del tessuto sociale della famiglia italiana, radunando le riflessioni maturate in anni di esperienza sul campo.

Temi come il matrimonio, la separazione, i figli, la fecondazione – con un’attenzione particolare alla violenza di genere, alle unioni omoaffettive e interreligiose, alla responsabilità genitoriale e al disagio dei bambini vittime di alienazione parentale – sono affrontati con semplicità, accompagnati da storie di uomini, donne e minori che vivono sulla propria pelle gli stravolgimenti causati dai terremoti relazionali.

Insieme ai casi di vita, emerge la fotografia di una magistratura che non sempre riesce a stare al passo col Paese in trasformazione e si trova a emettere sentenze che sovrinterpretano codici ormai obsoleti.
Il diritto di famiglia, rispetto ad altre branche della giurisprudenza, è quello che più tocca da vicino il maggior numero di persone.

Da qui, sostiene Daniela Missaglia, la necessità per tutti di comprendere un sistema complesso che spesso si declina in vari livelli di ingiustizia personale, per evitare il rischio di vedere frustrati i propri diritti fondamentali.

L’AUTRICE
Daniela Missaglia, avvocato matrimonialista e cassazionista, è specializzata in Diritto di famiglia e in Diritto della persona. Grazie alla sua pluridecennale esperienza è spesso ospite in trasmissioni televisive sulle reti Rai e Mediaset. Per i suoi pareri legali interviene anche su giornali e network radiofonici. Ha pubblicato Scarti di famiglia (Rizzoli, 2012), Un avvocato per amica (Cairo, 2013), La chimica della violenza (Controcorrente, 2014) e, in collaborazione con Vera Tagliaferri, Le unioni civili dopo i decreti di attuazione (Giuffré, 2017).

La nostra etica

Dietro la Notizia è nata in internet a metà del 2005.

Un rettangolo bianco con qualche immagine e logo sparsi. Non aveva prestese, ma un’idea. quella di parlare di persone, di fatti, eventi, notizie belle, piacevoli. Un pò un rifiuto verso chi parla solo di notizie di cronaca nera, dei disastri, quel trovare per forza la notizia “bomba”.  E se in una città, dei bambini di sei anni suonano e cantano, costruiscono, pensano…un gruppo di persone che lavorano tutti i giorni a tempo pieno poi vanno la notte a fare i volontari in ambulanza.. , non meritano spazio e visibilità anche loro ? Se qualcuno ha un buon progetto, un’ idea, perchè non dare spazio..oppure intervistare un cantante sconosciuto che canta divinamente ? “Qui c’è spazio” è la mia risposta. Non un mondo “fatato”, ma anche questo. La vita è fatta di cose brutte ma anche di belle. Ognuno di noi ha anche il diritto e il dovere di sorridere

E’ passato qualche anno e siamo ancora qui, nel periodo pieno delle  crisi economiche, depressive, facendo ogni giorno il nostro, credendoci, mettendo entusiasmo e passione. Non siamo milionari ma c’è un progetto realizzato. Non più nella scatola rettengolare a 4 colori ma con un giornale on line che fortunatamente piace a molti, a noi in primis.

Comunicare è fonte di benessere, ogni individuo è prima di tutto una persona e come tale necessita di esprimere le proprie idee, sensazioni, emozioni.

Oltre Dietro la Notizia, l’esperienza di validi collaboratori ci ha consentito di seguire diversi lavori di ufficio stampa. Artisti, scrittori più o meno noti, cantanti, personaggi, attività e aziende.

Un flusso continuo di obiettivi, mete, traguardi che ci hanno motivato sempre di più, arricchendo anche l nostra opportunità lavorativa.

Grazie a chi fino ad ora è stato al nostro fianco.

Il Direttore,

Davide Falco