Pelle: “Riso in Bianco”

 

Pelle
Pelle

Ha iniziato a raccontare la sua parabola in musica a gennaio 2020 con 23:23, mettendo in note e parole la disperazione di una società borghese alle prese con la depressione, ha proseguito a febbraio con un primo raggio di sole nel brano Felice Davvero, e poi con Jericoacoara ottenendo i primi riscontri e apprezzamenti di critica e pubblico e collezionando oltre 400.000 views attraverso tutti i suoi canali.Link ascolto: https://backl.ink/142557937

Il 2 luglio, dopo un periodo di rispettoso silenzio data l’emergenza globale, Pelle – al secolo Stefano Pellegrino – riparte con la sua narrazione in attesa dell’uscita di Assolo, il concept album di debutto. Lo fa con il brano Riso in Bianco, un titolo semplice che mostra uno spaccato di vita autobiografico, la ricetta della felicità “in un po’ di sale e un po’ di curcuma”, e nella capacità di “colorare anche fuori dal foglio”.

La rinascita in una dimensione intima e semplice è una delle riflessioni proposta da Pelle in Riso in bianco che porta la già nota considerazione ben oltre la superficie. Quello che fino a oggi ha costruito l’artista è, infatti, un percorso in musica che ripercorre la sua storia personale, dal tentato suicidio alla riappropriazione della propria vita e del proprio flusso vitale, offrendo, in un momento difficile per tutti, una chiave, narrando la sua disperazione e la sua salvezza. Un tema che oggi appare particolarmente calzante, ma che Stefano, milanese, ha già iniziato ad affrontare con il lancio del primo singolo a gennaio 2020.

Con Riso in Bianco, dove ogni parola è pensata e giusta, si conferma l’attenzione al concetto e all’impegno, oltre che al sound al quale Pelle ci ha abituato e che già è stato riconosciuto da al-cuna stampa come sua personale cifra stilistica: una “trap d’autore”, una “trap delle parole”, come è stata definita.

 

Giulia Malaspina: “No More Pain”

Giulia Malaspina 6 (credits Giuseppe Pantano Arnone)
Giulia Malaspina 6 (credits Giuseppe Pantano Arnone)

È uscito “No More Pain”, l’album di debutto della pianista e cantautrice jazz Giulia Malaspina, disponibile in tutti i negozi tradizionali, sulle piattaforme streaming e in digital download.

Registrato a Boston, “No More Pain” è un concept album legato alla tematica del viaggio. Il disco è un unione di melodie classiche, armonie jazz e groove latini con un’anima italiana, nel quale convivono diversi stati d’animo come la solitudine, la gioia, la paura e lo stupore. Ogni brano contenuto in “No More Pain” rappresenta una fase della vita dell’artista e, come in ogni viaggio, quel che resta alla fine è la consapevolezza e l’importanza di rimanere fedeli a se stessi nonostante il mondo in cui viviamo.

«Questo disco è stato un viaggio in tutti i sensi: sono partita da un progetto scolastico fino ad arrivare a un disco prodotto con strumenti elettrici e suoni elettronici – racconta Giulia Malaspina – “No More Pain” è un disco semplice e puro che rappresenta le varie fasi di stati d’animo che ho provato nel mio percorso. Il messaggio di “No More Pain” è positivo: non bisogna mai arrendersi, anzi dobbiamo credere fino in fondo nei nostri sogni per essere felici»

Erica Mou: “Canzoni Scordate”

ERICA-MOU-by-RAPHAEL-NEAL
ERICA-MOU-by-RAPHAEL-NEAL

Uscito ieri venerdì 22 giugno, “CANZONI SCORDATE”, il nuovo singolo e video di ERICA MOU, ultimo estratto da “Bandiera sulla luna”, il nuovo disco di inediti uscito il 1 dicembre per Godzillamarket, con distribuzione Artist First.

Annunciate anche le date estive del tour per la presentazione di “Bandiera sulla luna”:
23 giugno – Adelfia (BA), Domani è… festival
4 luglio – Milano, Castello Sforzesco (opening Diodato) IN SOLO
5 luglio – Milano, Big Up! Mare Culturale Urbano, IN SOLO
14 luglio – Monte Malo (VI), Incantamonte
19 luglio – Catania, Monastero dei Benedettini
26 luglio – Rimini, Le città visibili
24 agosto – Oria (BR), Con la musica nel sangue

Oltre ad alcuni concerti in solo dell’artista, Erica Mou si esibirà accompagnata da Antonio Iammarino al piano e Flavia Massimo al violoncello.

Erica Mou spiega il concept del video:
“Canzoni scordate è una canzone d’amore. Nel videoclip volevo si raccontassero storie d’amore reali, relazioni così forti e spontanee che ti fanno venir voglia di danzare. Perciò ho chiesto ad amici e fan di inviarmi un pezzettino della loro vita, un ballo con una persona speciale, in un luogo che ha un significato per le loro storie. Ogni contributo ricevuto è un regalo bellissimo per i miei primi dieci anni di carriera. Grazie per aver ballato con me”

Luigi Schiavone: “A-Nova” – nuovo album

Luigi_Schiavone
Luigi_Schiavone

A distanza di 6 anni da “16 Steps to the Sky”, LUIGI SCHIAVONE torna a comporre solo per se stesso. Il 27 ottobre, infatti, uscirà “A-NOVA”, il nuovo album da solista del chitarrista.

Un disco nuovo nel senso più proprio del termine, col quale Luigi Schiavone non sovrascrive il passato, ma disegna un presente inedito: se “16 Steps to the Sky” raccontava l’infinitamente piccolo, esplodeva i significati più intimi di una vita ritirata, di una salita verso spazi privati, “A-NOVA” è la storia di come quei significati universali possono (devono) diventare la spiegazione dell’infinitamente grande. Così questo disco esplora il senso del viaggio in un mondo distante, che è però un interlocutore col quale trovare un posto davvero nostro: il luogo che ci aspetta al ritorno, al rientro alla base.

“A-NOVA” è un concept album composto da 11 tracce, ciascuna una contrazione e una dilatazione del cuore narrativo di una stessa storia.

Questa la tracklist completa dell’album: “Lift Off”, “Zero Gravity”, “Lounge Star”, “Chocolate Milky Way”, “High Rider”, “Farewell to Aldebaran”, “Orbital Re-Entry”, “Arp 87”, “Black Hole”, “Deep Space Bounty Hunting”, “(T)Eardrops”.