Mika: Seconda parte del “Revelation tour”

Mika_@Francesco Prandoni3
Mika_@Francesco Prandoni3

Dal 31 gennaio è in radio il singolo “Dear Jealousy” tratto dall’ultimo album “My Name Is Michael Holbrook”. Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale https://youtu.be/5AbE5M6tHLk , ma anche da una performance live girata durante l’esibizione di Mika al Brooklyn Steel di New York https://youtu.be/UgcNPfDRV_8 . Il concerto americano, dall’atmosfera intima e magica, è diventato anche un album dal vivo, “Mika Live from Brooklyn Steel”, disponibile sempre dal 31 gennaio esclusivamente su tutte le piattaforme digitali (link all’ascolto: pld.lnk.to/M_LFBS)

Riprende, da sabato 1 febbraio, la seconda parte del “Revelation tour” di Mika prodotta in Italia dalla Barley Arts. Dopo il successo di pubblico e di critica della prima tranche, ecco le città che attendono di vedere l’artista in versione live: PADOVA (sabato 1, Kioene Arena), dove sono rimasti ancora pochi biglietti in vendita; BOLZANO (domenica 2, PalaOnda); NAPOLI (mercoledì 5, Teatro PalaPartenope); BARI (venerdi 7, Palaflorio); REGGIO CALABRIA (sabato 8, Palacalafiore).

Il “Revelation tour” segna il suo ritorno sul palco dopo 3 anni, nonostante abbia cantato molte volte in Italia. E dopo aver attraversato tutta l’Europa, Mika tornerà in Australia, poi in Corea, Giappone, Cina e di nuovo negli Stati Uniti per un tour che prende il via l’11 aprile dal Coachella per attraversare tutto il continente americano fino al Lollapalooza in Argentina.

Il tour di Mika è stato caratterizzato inoltre dall’introduzione del biglietto nominale, uno strumento per combattere il secondary ticketing, fenomeno che la Barley Arts contrasta fortemente. All’ingresso dei palasport nessuna fila, segno che il biglietto nominale, quando si vuole, non provoca intoppi.

SAB 1/02, PADOVA (KIOENE ARENA) – ultimi biglietti in vendita
DOM 2/02, BOLZANO (PALAONDA)
MER 5/02, NAPOLI (TEATRO PALAPARTENOPE)
VEN 7/02, BARI (PALAFLORIO)
SAB 8/02, REGGIO CALABRIA (PALACALAFIORE

“Close” il nuovo concept show

Close - locandina
Close – locandina

SABATO 9 GIUGNO 2018
CASTELLO SCALIGERO – VILLAFRANCA DI VERONA (VR)
Dalle 16.00 alle 02.00
Prezzo biglietti:
Posto unico: € 25,00 + diritti di prevendita

Prevendite autorizzate:
La vendita generale di biglietti ed abbonamenti è disponibile su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati dalle ore 14 di giovedì 5 aprile. L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Nella suggestiva location del Castello Scaligero di Villafranca di Verona, arriva l’ultimo sensazionale concept show di Richie Hawtin, “Close – Spontaneity & Synchronicity”. Richie Hawitin, produttore, musicista e dj canadese, con il suo storico musicale quasi trentennale, è la figura più rilevante e influente del panorama house/techno.

Lo spettacolo ha il chiaro intento di riformulare il concetto di dj, in cui – dalle parole di Hawtin stesso – viene offerta “più trasparenza nel processo creativo dei DJ, un’arte ultimamente fraintesa”.

Una delle punte di diamante dello scorso Coachella, lo show è un’esperienza audiovisuale immersiva. Sintetizzatori modulari, strumentazioni analogiche e telecamere che seguono l’Artista riprendendo i suoi movimenti per reinterpretarli come forme astratte proiettate in contemporanea, portando il pubblico più vicino all’improvvisazione di Richie Hawtin.

Prima di lui, una certezza, Joseph Capriati. Protagonista della scena house da più di una decade, Capriati è uno dei dj più richiesti a livello internazionale. Cresciuto nella provincia di Caserta, già a 11 anni aveva ben chiaro il suo futuro, che l’ha visto poi collaborare con tutti i giganti della house-techno tra cui Carl Cox, Danny Tenaglia, Adam Beyer.

Il suo genere, vicino alla minimal techno, mischia nuove sonorità con suoni minimalisti. Capriati è stato uno dei primi dj a farsi portavoce mondiale di questo genere, confermandosi protagonista indiscusso anche nelle durate dei suoi set. Lo scorso novembre, infatti, ha registrato il suo record personale, che l’ha visto suonare al Club Heart di Miami per 25 ore e 30 minuti no stop.

Ben Klock, dal 2005 residente di un’istituzione quale il Berghain, si è ormai fatto portavoce del movimento techno di Berlino degli ultimi anni. La sua esperienza lo porta ad essere uno dei dj-produttori più richiesti della generazione attuale, riesce a capire il pubblico e ad adattare la sua musica alle circostanze, dal piccolo club al grande festival.

I suoi lavori lo consacrano nell’olimpo dei grandi nomi e uno dei punti di riferimento per tutti gli amanti della techno.

Il londinese Daniel Avery, dopo l’acclamatissimo debutto con “Drone Logic”, non ha mai smesso di espandere il suo vocabolario sonico, approdando a scoperte in nuovi spazi sonori, che l’hanno fatto approdare al suo lavoro più recente, Song for Alpha, che assorbe panorami visionari e techno.