Ritorna il Premio Andrea Parodi

Premio Andrea Parodi
Premio Andrea Parodi

RITORNA IL PREMIO ANDREA PARODI: DAL 5 AL 7 NOVEMBRE A CAGLIARI L’UNICO CONTEST EUROPEO DI WORLD MUSIC

SUL PALCO I DIECI FINALISTI E, COME OSPITI, ANNA TIFU, FANFARA STATION, FLO, ALESSANDRO D’ALESSANDRO, PIERPAOLO VACCA

RAI RADIO1 SI AGGIUNGE AI MEDIA PARTNER

La Fondazione Andrea Parodi ha reso noto il cast degli ospiti del Premio Andrea Parodi 2020, l’unico contest europeo riservato alla world music, in programma dal 5 al 7 novembre a Cagliari ed ospitato, come già lo scorso anno, dall’Auditorium del Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina”.

A salire sul palco ci saranno nomi importanti del panorama “world” del nostro Paese come la Fanfara Station (vincitori della scorsa edizione), Flo (vincitrice nel 2014) e gli organettisti Alessandro d’Alessandro e Pierpaolo Vacca. Come già annunciato, si esibirà anche Anna Tifu, violinista fra le più apprezzate della musica classica di oggi a livello internazionale, che riceverà il Premio Albo d’oro. Ad accompagnarla, il pianista Romeo Scaccia.

In tutte le serate, presentate da Ottavio Nieddu, in apertura si esibirà una formazione composta da studenti del Conservatorio di Cagliari. Il tutto con la direzione artistica di Elena Ledda.

L’evento ha ormai raggiunto un rilievo internazionale, testimoniato fra l’altro dalla presenza quest’anno tra i media-partner di Rai Radio1.

Di alto livello anche il gruppo dei finalisti del concorso, che rappresentano dieci diversi modi di proporre quella che viene comunemente chiamata world music. Si tratta di Alessio Arena (Campania/Catalogna) con il brano “Los niños que vuelan”, cantato in spagnolo e napoletano; Ars Nova Napoli (Campania) con “Canzone della vela“, in napoletano; Eleonora Bordonaro (Sicilia) con “Ramu siccu”, in siciliano; Elena D`Ascenzo (Abruzzo) con “Nennella”, in fontanaro; Kalascima (Salento) con “Ballamundi”, in salentino e inglese; Abramo Laye Senè & Gaalgui World Music Band (Senegal/Sicilia) con “Diamono”, in griot e spagnolo; Maria Mazzotta (Salento) con “Nu me lassare”, in salentino; Danilo Ruggero (Sicilia) con “Li malivuci”, in siciliano pantesco; Stefania Secci Rosa e Bruno Chaveiro (Sardegna/Portogallo) con “Macca”, in sardo; Still Life (Catalogna) con “Tempo”, in portoghese.

I finalisti si esibiranno davanti a una giuria tecnica (formata da addetti ai lavori, autori, musicisti, poeti, scrittori e cantautori) e a una giuria critica (giornalisti e critici musicali). Entrambe, come negli scorsi anni, saranno composte da autorevoli esponenti del settore ed assegneranno due diversi riconoscimenti, il premio assoluto e quello appunto della critica.

La prima serata i concorrenti eseguiranno due propri brani, fra cui quello in gara, che sarà proposto anche il venerdì ed il sabato. Nella seconda serata si esibiranno anche in una cover di un brano di Andrea Parodi, a cui la manifestazione è dedicata.

In particolare ci si concentrerà sulla seconda parte della carriera dell’artista sardo, che dopo il pop d’autore con i Tazenda aveva iniziato un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando anche con artisti come Al Di Meola e Noa.

Immagine rimossa dal mittente.

Partner del Premio sono: European Jazz Expo, Folkest, Mare e Miniere (che nelle loro prossime edizioni ospiteranno i vincitori del Parodi), Premio Bianca d’Aponte, Premio Loano per la Musica Tradizionale Italiana, Mo’l’estate Spirit Festival, Ethnos, MareAperto, Fondazione Barumini, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica dell’Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali), Cuore dell’Isola, Consorzio Cagliari Centro Storico, Boxofficesardegna, Peugeot Mario Seruis Automobili.

Media partner sono Rai Radio1, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Sardegna, Tiscali, Radio Popolare, Unica Radio, Sardegna Uno, Ejatv, Sardegnaeventi24.it, Il giornale della musica. Blogfoolk, Folk Bulletin, Mundofonías (Spagna), Petr Dorůžka (Rep. Ceca), Concertzender Nederland (Olanda).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall’omonima Fondazione grazie a: Regione Autonoma della Sardegna (Fondatore), Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio; Fondazione di Sardegna; Comune di Cagliari (Patrocinio e Contributo); NUOVOIMAIE; SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori (Patrocinio); Federazione degli Autori.

Per maggiori informazioni:

fondazione.andreaparodi@gmail.com

 

Alitalia: aumentano voli da/per la Sardegna

Alitalia Airbus 320
Alitalia Airbus 320

Alitalia: aumentano i voli da e per la Sardegna

Più frequenze nei collegamenti in Continuità Territoriale fra Roma e Milano e i tre aeroporti sardi serviti

 Roma, 23 giugno 2020 – Alitalia aumenta il numero dei voli in Continuità Territoriale con Roma e Milano dai tre aeroporti serviti in Sardegna.

 Il nuovo programma operativo condiviso con la Regione Sardegna prevede incrementi di frequenze su tutte le sei rotte della Continuità Territoriale: Cagliari-Roma Fiumicino, Cagliari-Milano, Olbia-Roma Fiumicino, Olbia-Milano, Alghero-Roma Fiumicino, Alghero-Milano. I voli da e per Milano saranno effettuati sull’aeroporto di Malpensa sino alla riapertura di Linate.

La crescita del numero dei voli avvicina significativamente la capacità a quella prevista dal Bando della Continuità Territoriale, nonostante l’andamento delle prenotazioni sia ancora notevolmente inferiore rispetto allo scorso anno (67% di prenotazioni in meno nel periodo luglio-ottobre 2020 rispetto ad un anno fa). Alitalia si mantiene comunque in stretto contatto con la Regione Sardegna per aggiungere eventualmente ulteriori voli nel caso si manifestasse una accelerazione della domanda tale da giustificare un numero ancora superiore di servizi giornalieri.

In dettaglio, sulla rotta Cagliari-Roma si passerà dagli attuali 8 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 10 servizi giornalieri dal 25 giugno, a 16 voli al giorno nei mesi di luglio e agosto, 14 a settembre e 12 nel mese di ottobre. Sulla Cagliari-Milano il numero delle frequenze crescerà dagli attuali 6 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 8 servizi giornalieri dal 25 giugno, 16 voli al giorno nei mesi di luglio e agosto, 14 a settembre e 8 nel mese di ottobre.

Sulla tratta Alghero-Roma, l’offerta di servizi aerei crescerà dagli attuali 4 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 6 servizi giornalieri a luglio, agosto e settembre; a ottobre saranno operativi 4 voli giornalieri. Sulla Alghero-Milano si passerà dagli attuali 4 voli al giorno (fra andate e ritorni) a 6 voli giornalieri a luglio e ad agosto; nei mesi di settembre e ottobre saranno attivi su questa rotta 4 servizi giornalieri.

Fra Olbia e Roma il numero dei voli sarà incrementato dagli attuali 4 servizi giornalieri (fra andate e ritorni) a 8 voli al giorno a luglio e ad agosto e 6 a settembre; a ottobre saranno operativi 4 servizi giornalieri. Sulla rotta Olbia-Milano, Alitalia ha previsto un aumento dei voli giornalieri dagli attuali 6 (fa andate e ritorni) a 10 servizi al giorno nei mesi di luglio e agosto; a settembre saranno garantiti 6 voli quotidiani e a ottobre 4.

I biglietti di tutti i voli da e per la Sardegna sono disponibili sui canali di vendita Alitalia, con un doppio schema tariffario – per i residenti e i non residenti nell’isola – fino al 15 settembre, e con un’unica tariffa per tutti dal 16 settembre al 24 ottobre.

In ottemperanza alle attuali disposizioni di legge, tutti gli aeromobili Alitalia vengono sanificati ogni giorno con prodotti ad alto potere igienizzante e, grazie ai filtri HEPA e alla circolazione verticale, l’aria a bordo non solo è rinnovata ogni tre minuti, ma è pura al 99,7%, come in una sala sterile. Tutti i passeggeri sono poi tenuti a consegnare prima dell’imbarco una autocertificazione che attesti di non aver avuto contatti stretti con persone affette da patologia Covid-19. Inoltre i passeggeri devono indossare sin dal loro arrivo in aeroporto e durante il volo una mascherina protettiva.

 

Geas: a Cagliari tutto bene

Geas
Geas

Nella sesta giornata del girone di ritorno, il Geas passa comodamente sul parquet del Cus Cagliari: +24 alla fine. Primo periodo equilibrato: dopo i primi 10’, le rossonere sono avanti di 3; nella seconda frazione, con 7’30’’ da giocare, il vantaggio diventa di 10 (dopo un parziale di 9-0), per poi scendere a 7 all’intervallo.

Nella ripresa, la marcia delle sestesi è inarrestabile: 12-0 in poco meno di 5’ e +19, con le sarde che ritrovano la via del canestro soltanto a 4’35’’ dalla sirena. Alla fine del terzo tempino, il Geas conduce di 21. Nella quarta frazione, le rossonere scappano di nuovo: con un 9-0, si tocca il +28, ritoccato poi fino al massimo +32.

Negli ultimi 4’, le cagliaritane riescono a ridurre il divario grazie ad un 10-2, fino al definitivo +24 di Sesto.

Efficace gioco di squadra per le geassine, tutte in campo: 17 assist totali e nove giocatrici a segno. Buone percentuali da due (52%) e grande solidità a rimbalzo (47 di squadra). Le rossonere concretizzano un discreto numero di seconde occasioni nate dai numerosi rimbalzi offensivi (13).

Quattro le sestesi in doppia cifra, due delle quali dalla panchina (Galbiati e Decortes). In forma Bea Barberis, con 13 punti (7/8 ai liberi), 6 rimbalzi (3 in attacco), 4 assist e 22 di valutazione. Buona prova per Virginia Galbiati, 14 punti (5/7 da due), 2 assist, 3 recuperate e 13 di valutazione, in soli 14’ di utilizzo.

Bene Elisa Ercoli, che sfiora la doppia doppia: 13 punti, 9 rimbalzi (3 offensivi) e 14 di valutazione. Molto precisa Lucia Decortes, con 10 punti (5/6 dal campo), 6 rimbalzi (4 in attacco) e 12 di valutazione in un quarto d’ora di gioco; 7 punti (3/4 dal campo), 4 rimbalzi e 3 palle rubate per Ilaria Panzera; 8 punti e 4 rimbalzi per Veronica Schieppati.

Le migliori per coach Xaxa, Rossi (14 punti, 4 rimbalzi e 2 assist) e Caldaro (11 punti, 5 rimbalzi e 2 recuperate). Esordio nel campionato italiano per la neozelandese (con passaporto britannico) Lewis, che chiude con 6 punti.

Sabato prossimo alle 18, Sesto sarà impegnato nel derby sul campo del Sanga.

 

Il Geas passa anche su Cagliari e guarda la classifica dall’alto

Geas-Cagliari
Geas-Cagliari

Termina nel migliore dei modi l’intensissima settimana del Geas: ampia vittoria contro il Cus Cagliari al PalaNat. È il terzo successo in sette giorni, dopo quelli di sabato scorso a Tortona-Castelnuovo e di giovedì nel derby contro il Sanga. Partita chiusa già all’intervallo sul +18 e occasione per dare largo spazio alle giovani, che ricambiano la fiducia di coach Zanotti con prestazioni di tutto rispetto.

A 4’ dalla fine il Geas schiera in campo contemporaneamente cinque fresche leve: Panzera, Pusca, Pellegrini, Grassia, Decortes, che tengono il campo egregiamente. Risultato che vale la testa della classifica e il mantenimento dell’imbattibilità, primato ora detenuto in solitaria, dopo la sconfitta di Vicenza a Costamasnaga (74-61). Top scorer ancora una volta Beatrice Barberis: per lei 15 punti (65 nelle ultime tre partite), 7 rimbalzi (di cui 4 offensivi) e 19 di valutazione. Tutta di sostanza la prestazione di Veronica Schieppati: 10 punti, 8 rimbalzi e 18 di valutazione.

La squadra segna tanto e in velocità, anche grazie agli assist sui giochi e ai lanci in contropiede tipicamente geassini di capitan Giulia Arturi e di Francesca Gambarini (9 assist per la prima, 5 per la seconda). Sempre più inserita nei meccanismi del gruppo, Cecilia Zagni esprime tutta la propria efficacia con 8 punti (4/5 da 2) in 15’ e tanta intensità difensiva.

Tornando al capitolo “giovani”, ottima prova di Lucia Decortes (doppia doppia con 10 punti, 10 rimbalzi, di cui 7 offensivi, e 17 di valutazione), ben accompagnata da Irene Pusca (9 punti), Camilla Mariani (9 punti, con 3/7 da tre) e Marta Pellegrini (7 punti). Contro la sfortuna, reazione di orgoglio e qualità delle rossonere, per le quali solo due settimane fa, dopo con gli infortuni di Galbiati ed Ercoli, il proseguimento del campionato si prefigurava in ripida salita.

Ora quindici giorni di pausa dalle gare, opportunità per recuperare dagli infortuni e dagli acciacchi (in particolare per Arturi, che lamenta noie muscolari e ha giocato tre partite stringendo i denti) e preparare al meglio la seconda parte del girone d’andata.

Coach Cinzia Zanotti in settimana partirà per la Macedonia, dove sabato 11 novembre assisterà coach Marco Crespi sulla panchina della Nazionale A – di cui il vivaio Geas è uno dei maggiori fornitori con Crippa, Kacerik e Zandalasini – nella gara contro le padrone di casa, valevole per la qualificazione ad EuroBasket Women 2019. Impegno che si protrarrà fino a mercoledì 15 novembre, quando le azzurre incontreranno la Croazia a San Martino di Lupari, sempre all’interno dei gironi di qualificazione per l’europeo.

Per le sarde, allenate da coach Federico Xaxa, in doppia cifra Caldaro (11) e Rossi (10). Per Cagliari questa è la quinta sconfitta su sei partite disputate: la situazione infortuni sull’isola ha pesato molto, in particolare sulla forte lunga bosniaca Tomasevic, anche a Sesto costretta in panchina.

Dieci super-finalisti al “Premio Andrea Parodi”

Premio Andrea Parodi
Premio Andrea Parodi

Una miscellanea di altissimo livello, con artisti affermati della scena world music internazionale, quella dei dieci finalisti del “Premio Andrea Parodi”, le cui finali sono in programma dal 13 al 15 ottobre 2016 a Cagliari.

Ecco i selezionati (in ordine alfabetico):
Paolo Carrus & Manuela Mameli Quartet (brano “Sa stella”, lingua sarda)
Claudia Crabuzza (brano “L’altra Frida”, lingua algherese)
Domo Emigrantes (brano “Leucade”, lingua salentina)
Lamorivostri (brano “Lamorivostri”, lingua calabrese)
Mau Mau (brano “8000 km”, lingua piemontese)
Mela (brano “Story of Inconsequence”, lingua inglese)
Parafone’ (brano “Amistà”, lingua calabrese, arabo-egiziana)
Pupi di Surfaro (brano “Li me paroli”, lingua siciliana, italiana, inglese)
Il tempo e la voce (brano “Meravigliusa-menti”, lingua siciliana medievale)
Vesevo (brano “O ‘ Rre Rre”, lingua napoletana)

La manifestazione, che si avvale della direzione artistica di Elena Ledda e che vedrà in scena anche importanti ospiti che saranno annunciati prossimamente, è il solo concorso di world music in Italia.

Si terrà in prossimità del 10° anniversario della scomparsa di Andrea Parodi (17 ottobre 2006), un grande artista passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della World Music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa.

Le precedenti edizioni del Premio sono state vinte nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna, la Fondazione di Sardegna, il Comune di Cagliari, dei Partecipanti Aderenti e degli sponsor.

Partner del Premio sono: European Jazz Expo, Premio Bianca d’Aponte, Negro Festival, Folkest, Nuovo Imaie, Federazione degli Autori, Consorzio Cagliari Centro Storico, Jazzino – Jazz Club Cagliari, Boxoffice Sardegna.

Media Partners: Radio Rai Live 7, Radio Montecarlo, Radio Popolare, Sardegna1, Unica Radio, Tiscali, Il Giornale della Musica, BlogFoolk, Mundofonias.

Per maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com