Aggiornamenti Alitalia

aereo-alitalia
aereo-alitalia

Crescono i ricavi e i passeggeri relativi al traffico business di Alitalia nel mese di luglio. Nel settimo mese dell’anno, la Compagnia italiana ha registrato un incremento del 8,1% dei ricavi e del 9,7% dei passeggeri rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Complessivamente 195.938 passeggeri hanno scelto di volare nel mese di luglio nelle classi Magnifica, Business e Premium dell’intera rete Alitalia, di cui molto generato grazie alla crescita dell’intercontinentale che nel mese di luglio ha registrato un incremento passeggeri corporate del 33,7 % e dei ricavi business del 12,4%.

Prosegue il trend positivo del settore corporate di Alitalia, complessivamente i ricavi relativi al trasporto passeggeri business nei primi 7 mesi dell’anno sono aumentati del 5,8% e i passeggeri del 7%.
Nei primi sei mesi del 2019 Alitalia ha incrementato anche i ricavi del segmento PMI (piccole e medie imprese) del +44,7%.

La crescita del settore business è il frutto della nuova strategia di Alitalia dedicata ai clienti di alto valore, con un focus sia organizzativo che di definizione di servizi ad hoc che vanno dall’esperienza di volo legata alle classi Magnifica e Premium ai servizi Sky Priority a terra – banchi check-in e varchi di sicurezza dedicati, imbarco prioritario – al rinnovamento del catering di bordo fino a servizi di supporto personalizzati sia per le Aziende che per il Trade.

L’incremento del traffico business di Alitalia dei primi 7 mesi del 2019 è dovuto anche all’avvio di importanti attività di partnership commerciali come il programma ‘University’, da poco avviato in collaborazione con la Conferenza dei rettori delle università italiane (CRUI), che prevede agevolazioni tariffarie e iniziative dedicate a studenti, ricercatori, docenti e tutto il personale impiegato presso gli atenei.

Nove: “B Heroes”

B Heroes
B Heroes

“B HEROES”, l’innovativo business talent torna sul NOVE. A partire da venerdì 18 maggio alle ore 23.00, riprende la sfida tra aziende che ha l’obiettivo di coronare la migliore startup italiana.

“B HEROES” si è sviluppato partendo da una valutazione iniziale di oltre 500 startup in 12 città italiane: 32 progetti sono stati ammessi a “B HEROES”, divisi in 4 diverse categorie di business – Consumer Product, Business Innovation, Lifestyle, Sharing & Social – guidate da 4 super coach: Ugo Parodi Giusino (Moisacoon), Luca Ferrari (Bending Spoon), Gian Luca Comandini (You&Web), David Dattoli (Talent Garden).

I partecipanti hanno dovuto sostenere la validità dei loro progetti imprenditoriali di fronte ad un panel di imprenditori e manager di grande valore tra i quali: Stefano Barrese (responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo), Silvia Candiani (AD di Microsoft Italia), Fabio Cannavale (founder e CEO di lastminute.com Group), Laurant Foata (Managing Director Ardian Growth).

Nella prima delle 4 puntate, in onda il 18 maggio, si ritroveranno le 12 startup selezionate che da febbraio stanno lavorando ogni giorno per migliorare le performance delle loro aziende.

Nelle puntate successive, il 25 maggio e il 1° giugno, si scoprirà se le sfide che si sono svolte mettendo a confronto startup in un primo momento scartate con quelle selezionate hanno riservato qualche nuovo ingresso all’interno delle categorie Consumer Product, Business Innovation, Lifestyle, Sharing & Social e quali sono le finaliste selezionate dai supercoach Davide Dattoli di Talent Garden, Ugo Parodi Giusino di Mosaicoon, Luca Ferrari di Bending Spoons, Gian Luca Comandini di You & Web.

Sempre a giugno, infine andrà in onda la finalissima dove verrà decretato chi accederà agli 800.000 euro di investimenti.

Le 12 startup selezionate attualmente protagoniste. Consumer product: Good Buy Auto, Wash Out, Homepal. Business Innovation: Zzzleep and Go, 3bee, Oval Money. LifeStyle: FitPrime, Wecare, Drexcode. Sharing&social: BnB Sitter, Start2Impact, Marshmallow Games.

“Eurowings e compagnie di noleggio auto”

eurowings-
eurowings-

Eurowings, attualmente la compagnia europea in più rapida crescita, offre ai suoi clienti la possibilità di noleggiare una macchina con almeno quattro diverse compagnie a partire da marzo 2018: il noleggio di un’auto con Hertz, Thrifty, Avis e Budget può essere comodamente aggiunto mentre si prenota il volo.

La nuova partnership con Hertz è attiva dal 1° marzo 2018 per tre anni. I marchi Hertz e Thrifty dispongono di auto a noleggio per ogni occasione. I clienti non devono fare altro che aggiungere l’auto che desiderano durante la prenotazione del volo sul sito www.eurowings.com.

Michel Taride, Group President di Hertz International, ha commentato “Siamo onorati di lavorare con la compagnia in più rapida crescita d’Europa. Con Hertz e Thrifty, prenotabili su Eurowings.com, possiamo offrire ai viaggiatori leisure e business una vasta gamma di opzioni e prodotti per il noleggio auto, adatti a tutte le esigenze. Non vediamo l’ora di offrire agli ospiti di Eurowings un’esperienza di noleggio auto di prima classe con un eccellente rapporto qualità-prezzo”.

Avis, già partner della compagnia low-cost dal 2007, amplia la sua offerta con l’aggiunta del brand Budget.

Martin Gruber, Managing Director di Avis Budget in Germania, Austria, Svizzera, Polonia e Repubblica Ceca, ha commentato “L’estensione della partnership tra Avis e Eurowings è il risultato del nostro continuo impegno ad offrire ai nostri partner e ai loro clienti prodotti e servizi di prima classe. Siamo lieti di aggiungere il brand Budget alla partnership e siamo onorati di lavorare con Eurowings per garantire ai nostri clienti soluzioni di viaggio senza interruzioni”.

Il nuovo accordo è attivo da marzo 2018 e durerà diversi anni. L’auto a noleggio di Avis o Budget potrà essere comodamente aggiunta alla prenotazione del proprio volo Eurowings, indipendentemente dalla nazione di destinazione.

Katrin Rieger, Senior Director Customer Experience & Product di Eurowings, ha affermato “La nuova Partnership con Hertz e Avis e l’offerta estesa ai quattro brand ci permette di garantire ai nostri passeggeri una più ampia selezione di auto a noleggio per ogni esigenza di prezzo. Garantiamo inoltre ai nostri clienti il prezzo più conveniente grazie alla nostra garanzia Best Price.

Tutti i marchi garantiranno inoltre ai clienti di Eurowings l’opportunità di accumulare miglia su Boomerang Club, il programma bonus della compagnia. Verranno assegnate fino a 500 miglia per noleggio.

www.eurowings.com

“FastT Forward” di Julian Birkinshaw e Jonas Riddestrale

FastForward
FastForward

Esce mercoledì 31 gennaio “FAST FORWARD: Imprese e leader ad avanzamento rapido per cogliere il futuro al volo”, il libro edito da ROI Edizioni di JULIAN BIRKINSHAW, professore della London Business School e grande esperto di rinnovamento all’interno delle grandi organizzazioni, e JONAS RIDDERSTRÅLE, fra i più influenti teorici e speaker di business al mondo.

Per anni il motore delle organizzazioni è stato la conoscenza, la gestione delle informazioni. Oggi non è più così: i big data sono alla portata di tutti e, di conseguenza, il valore dei cosiddetti business analytics è calato in modo verticale. Più conoscenze abbiamo a disposizione, più diventiamo ignoranti. “L’informazione non è più una risorsa limitata. Secondo noi – sostengono Birkinshaw e Ridderstråle – tanto più è ampio il numero di aziende che investono in un’informazione, tanto più quell’informazione perde di valore”.

I modelli di business basati su burocrazia e meritocrazia sono ormai obsoleti. La risposta di Birkinshaw e Ridderstråle è un nuovo modello: l’ADHOCRAZIA. In questo modello il coordinamento delle attività viene fatto sulla base delle occasioni esterne e la capacità di agire con determinazione dell’individuo è la caratteristica principale, specialmente se sostenuta dalla convinzione emotiva.

“Nel mondo in rapido cambiamento di oggi, – affermano Birkinshaw e Ridderstråle nel libro – di rado le aziende che riescono a emergere sono quelle che hanno la maggiore potenza di calcolo, i data scientist più brillanti o la capacità di stabilire connessioni più velocemente. Si distinguono, invece, quelle che avanzano più rapidamente delle altre, sviluppando la capacità di agire con determinazione, cioè di cogliere le opportunità che emergono, sperimentare nuove offerte e fare grandi scommesse quando necessario”.

Per creare un’azienda che sia adatta al futuro è necessario quindi un approccio che privilegi la flessibilità, la rapidità nel prendere decisioni, la convinzione emotiva che si è capaci di investire in ciò che si fa.
Aziende ad “avanzamento rapido”, fast forward appunto: FAST (“rapido”) cioè aziende agili, sperimentali e capaci di agire in modo determinato; FORWARD (“avanzamento”) cioè organizzazioni proattive, in continua ricerca e che cercano di creare un collegamento emotivo con gli altri.

***
JULIAN BIRKINSHAW è professore di Strategy e Entrepreneurship alla London Business School. Attualmente è il direttore del Deloitte Institute of Innovation and Entrepreneurship ed è cofondatore, insieme a Gary Hamel, del Management Innovation Lab (Mlab). È uno dei massimi esperti di innovazione, imprenditorialità e rinnovamento all’interno delle grandi organizzazioni. Ha scritto diversi libri, fra cui Becoming a Better Boss, Reinventing Management e Giant Steps in Management, e oltre novanta articoli su importanti riviste. Dal 2013 è nella lista Thinkers50 dei più influenti pensatori del management mondiale.

JONAS RIDDERSTRÅLE è uno dei più influenti teorici e speaker di business. Nel 2007 ha ricevuto il premio degli Italian Nobels Colloquia per la “Leadership in Business and Economic Thinking”. A partire dal suo esordio con Funky Business (in collaborazione con Kjell A. Nordström) i suoi best seller sono stati riconosciuti come veri e propri manifesti per affermarsi nel mondo del business di oggi. I suoi libri sono stati tradotti in più di trenta lingue e pubblicati in cinquanta Paesi. Nel 2014 la Global Top 30 Management Gurus lo ha classificato al ventitreesimo a livello mondiale e fra i primi cinque in Europa.

Mce 2016 si chiude in positivo

MCE
MCE

Oltre 2.100 espositori, di cui il 40% esteri per oltre 155.000 visitatori da tutto il mondo con un trend positivo per i flussi dall’estero (+5,5%), a conferma che in MCE si parlano tutte le lingue del mondo.

Una finestra internazionale che offre opportunità di incontro e di business per un settore, l’idrotermosanitario, che cresce: i dati del secondo rapporto Cresme, presentato all’evento di inaugurazione, lo confermano. Nel 2015 l’installazione degli impianti in Italia ha prodotto un valore di quasi 46 miliardi di euro, collocando il nostro Paese al terzo posto in Europa.

Di questi, quasi 19 miliardi vengono dall’idrotermosanitario, con un incremento rispetto al 2014 del 2,2% (dati Anima) e un +1,4% previsto per il 2016. Una quota cospicua, oltre il 60%, viene dall’export, dato che conferma non solo l’utilità ma anche la necessità di una manifestazione come MCE capace di creare valore reale per il business dei propri espositori.

Operatori in rappresentanza di 134 Paesi che coprono tutte le latitudini: dall’Antartide alla Nuova Zelanda, passando per la Guyana Francese, lo Swaziland e lo Zimbabwe. MCE si conferma la Fiera dove si deve andare quando si parla, con qualsiasi idioma, di impiantistica civile e industriale, di climatizzazione e di energie rinnovabili. Una vetrina internazionale che chiude oggi l’edizione 2016 con risultati più che positivi.

Internazionalità che si è tradotta in una maggiore presenza europea, con una crescita a due cifre per Cipro, Islanda, Lettonia, Moldavia, Repubblica Ceca, Serbia, Ucraina. Numero più alto di visitatori rispetto alla scorsa edizione anche dall’Asia, con aumento delle presenze da Armenia, Georgia, Iran, Kuwait, Libano, Pakistan. Interessante l’incremento di espositori dal Sud-Est Asiatico, con Indonesia, Malesia e Thailandia, che segue il lancio nello scorso anno di MCE Asia e che, a settembre, tornerà a Singapore per la seconda edizione. Si conferma nel tempo la partecipazione dalle Americhe, con incrementi in particolare da Cile, Colombia, Martinica.

Tante le lingue parlate in questa edizione e, tra queste, anche l’italiano ha giocato la sua parte. Tra le presenze tricolori, quest’anno si segnala la crescita del Centro-Sud, con un incremento dei visitatori da Lazio, Marche, Sardegna, Campania e Calabria, segno che l’impiantistica è un settore di attenzione e sviluppo che attraversa lo Stivale, appannaggio quindi non solo dei tradizionali distretti industriali del Settentrione.

Innovazione, efficienza, integrazione e convergenza di settore e competenze: questa in sintesi la 40° edizione di MCE-Mostra Convegno Expocomfort, in cui l’eccellenza è stata il trait d’union dei quattro giorni di esposizione. Eccellenza che è stata sintetizzata in Oltre la Classe A, una casa interattiva in scala reale in cui sono state installate le migliori soluzioni in materia di efficienza energetica, comfort e sostenibilità, per capire e toccare con mano come funzionerà la casa del futuro: un nuovo modo di concepire l’edificio come nodo intelligente di connessione al quartiere e alla città, intesa come Smart City.

“Il risultato dell’edizione 2016 ci rende particolarmente orgogliosi del lavoro svolto al servizio del mercato, reso possibile anche grazie alla stretta collaborazione con le principali Associazioni di categoria tra le quali Aicarr, Angaisa, Anima, Assistal – ha dichiarato Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exhibitions Italia – Il nostro impegno prosegue per essere ancora e sempre di più uno strumento strategico per lo sviluppo del business del settore, che rappresenta un’eccellenza italiana e un elemento di traino per l’economia del Paese.”

Ma MCE non è stata  solo un’occasione di incontro e confronto tra gli operatori e le aziende: ha offerto anche momenti formativi utili per arricchire le proprie competenze professionali e stare al passo con un settore sempre più innovativo. È stato inaugurato, infatti, in questa edizione MCE Master, un luogo di incontro fisico e online riservato alle aziende e agli installatori per sviluppare competenze tecniche all’avanguardia, riuscire a offrire un servizio di alto livello al consumatore finale e, al contempo, sviluppare il proprio business.

Anche That’s Smart, l’area espositiva e convegnistica dedicata alle soluzioni e tecnologie più avanzate, ha offerto un calendario ricco di workshop formativi e informativi, organizzati con il supporto di un Comitato Scientifico appositamente costituito e di Federazione ANIE, per una formazione capace di soddisfare i bisogni di ogni operatore.

Formazione per chi già lavora ma anche per chi si appresta ad essere l’operatore di domani. Ecco quindi il concorso “Labgrade sustainable competition”, una competizione progettuale che ha coinvolto 50 studenti master del miglior livello formativo, provenienti dalle università più qualificate di tutto il mondo.