Matteo Faustini: “La bocca del cuore”

ph_Marco Piraccini
ph_Marco Piraccini

Da oggi, venerdì 4 dicembre, è in radio “La bocca del cuore”, il nuovo singolo del cantautore MATTEO FAUSTINI, estratto dall’album di esordio “Figli delle favole” (Dischi dei Sognatori, distribuito da Warner Music Italia). Online il video: https://youtu.be/Frv_CWkmWxE.

“La bocca del cuore”, scritto interamente da Matteo Faustini, è un brano che racconta la fine di un’intensa storia d’amore, un ultimo addio alla persona profondamente amata che ha lasciato un’impronta digitale nella vita e nel cuore del cantautore.

«Il perdono è difficile da ottenere, ma ancora più difficile da dare. È molto più facile aggrapparsi al rancore – dichiara Matteo Faustini – In questo brano parlo di amore, quello vero, quello che perdona. Ci siamo amati e poi lasciati, ma sono enormemente grato di quello che ho avuto e non lo rinnego, di quello che ho imparato e non lo dimentico, di come sono migliorato grazie all’amore e al dolore che ne è derivato. Non c’è più rabbia, non c’è più gelosia, solo una malinconica accettazione. Quella persona è in una stanza del mio cuore, chiusa a chiave, ma è lì, e scelgo di onorare ciò che ho avuto e di non dimenticarlo, perché fa parte di me».

“Figli delle Favole” è un concept album incentrato sul mondo delle favole e sugli insegnamenti che possiamo trarre da esse. Prodotto da Enrico “Kikko” Palmosi e Mario Natale, il disco affronta, con l’utilizzo di metafore e giochi di parole, temi importanti come il bullismo, razzismo, omofobia e celebra l’amore nelle sue molteplici forme.

L’album contiene inoltre i singoli “Nel Bene e Nel Male” (scritto dallo stesso Matteo insieme a Marco Rettani), in gara al 70° Festival di Sanremo nella categoria “Nuove Proposte” e vincitore del “Premio Lunezia per Sanremo” per il suo valore musicale e letterario, “Vorrei (La Rabbia Soffice)” e “Il Cuore Incassa Forte”.

Questa la tracklist di “Figli delle Favole”: “La Bocca Del Cuore”, “Nel Bene E Nel Male”, “Si, Lei È”, “Vorrei (La Rabbia Soffice)”, “Il Cuore Incassa Forte”, “Figli Delle Favole”, “Un Po’ Bella Un Po’ Bestia”, “Come Lo Stregatto”, “Il Gobbo”, “Lieto Fine?”, “Nel Bene E Nel Male (Unplugged Version)”.

Vladimir Luxuria atterra su “La Luna”

Vladimir Luxuria atterra su La Luna
Vladimir Luxuria atterra su La Luna

Vladimir Luxuria atterra su “La Luna”

E’ il nuovo singolo di La Luna, “Tuo Amante”, in collaborazione con Vladimir Luxuria che ci racconta: “Ho vissuto sulla mia pelle la sofferenza del bullismo, la cattiveria altrui e l’indifferenza degli altri: sono sopravvissuta alla violenza, al dileggio, all’accerchiamento e vorrei che nessun adolescente debba più passare tra le forche caudine del bullismo. Anche una canzone, un testo e un video possono contribuire a sensibilizzare la società a essere ancora più attenta su questi temi, per questo con piacere ho partecipato alla realizzazione di questo lavoro fatto con professionalità, convinzione e simpatia”.

Questo progetto nasce dall’esigenza della cantautrice toscana La Luna di parlare di una tematica spesso trascurata, la transessualità. “Ho voluto aspettare il giusto momento per dar valore a questo brano” ci racconta “sentivo la necessità di trovare un nome che desse importanza e giustizia a questo argomento ed ho subito pensato a Lei, Vladimir”.

Link video “Tuo Amante”: https://youtu.be/16F-ev0mZ1A

“Tuo Amante” è un progetto che non si fermerà all’uscita discografica, ma insieme a molte importanti associazioni nazionali farà il giro di molti comuni italiani e scuole secondarie, con interventi presidiati da professionisti con esperienza nel campo della sessualità e della diversità di genere. Vladimir Luxuria oltre che aver prestato la sua immagine per le riprese del videoclip canta insieme a La Luna sul brano stesso.

“E’ stata una scoperta eccezionale, sia a livello umano che professionale” continua a raccontarci la cantautrice toscana “la caratteristica che più mi ha colpita di lei è stata la sua curiosità, sintomo indiscutibile di reale intelligenza”.

Il nuovo singolo prende la transessualità come simbolo per affrontare ad ampio raggio tutte le problematiche che seguono la diversità di genere, di qualsiasi diversità si parli, in un mondo che purtroppo invece di progredire sotto questo punto di vista sta tornando indietro e che ogni giorno porta testimonianze di violenza e discriminazione.

Il brano è stato prodotto da Alex Marton, ormai da anni a fianco di Luna e al suo gruppo musicale composto da Alessio dell’Esto e Gabriele Bazzechi.
Il videoclip è stato realizzato e diretto dalla Deorb Films. Molti professionisti hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto: Gianluca Procaccini, Silvia Manganelli, Irene Lorenzi, Luigi di Maro, Alice Bertoncini, Benedetta Rustici.

La tematica del “Bullismo” è delicatamente rappresentata nella parte iniziale del videoclip da tre bambini. Dalla metà in poi, fino alla fine del video, ritroveremo quello stesso bambino che da piccolo bullizzava l’amico, rappresentato da Gianluca Quaglerini (noto volto per le sue recenti battaglie politiche), ora cresciuto e cambiato, consapevole dei propri errori passati e presenti, in cerca di quel coraggio che invece Vladimir Luxuria dimostra avere.

Parte da Follonica (GR) questo progetto che si rivolge a tutte le categorie e a qualunque fascia di età, con una canzone che ha sonorità elettro-pop e che si esprime con un linguaggio delicato e facilmente comprensibile. Dal 6 novembre “Tuo Amante” sarà in rotazione sulle radio nazionali e su tutte le piattaforme digitali.

Contatti SOCIAL
Sito ufficiale: http://www.lalunaofficial.it
IG: https://www.instagram.com/laluna_ufficiale
FB: https://www.facebook.com/LaLunaInMusica

Teresa Morone, influencer, contro la violenza sulle donne

Teresa Morone
Teresa Morone

Sono ore tese quelle che riguardano il mondo della moda e della bellezza e tutti gli eventi a esso dedicati causa Coronavirus sono stati posticipati o annullati. Il fermo forzato causato dalle misure di contenimento attuate dal presidente del consiglio Giuseppe Conte non hanno avuto solo il beneficio di contenere i contagi ma di ritorno hanno provocato una preoccupante escalation di violenza nei confronti delle donne.
Di questo avviso Teresa Morone, fashion blogger italiana che da un pò di tempo, oltre alla moda e alla bellezza è impegnata nella lotta alla violenza di genere e al bullismo.
La bionda fashion blogger, 29 anni compiuti da poco fondatrice del blog teresamorone.com dove parla di moda e bellezza è spesso impegnata in eventi che riguardano il mondo della moda e della bellezza e che vanta collaborazioni importanti all’estero, giá ambasciatrice in Italia contro la depressione e i disturbi dell’umore per la fondazione americana The Fragile Club e in Italia e agenzie ha intrapreso con entusiasmo un percorso comune di intenti con l’unione sportiva ACLI Benevento. “Questo periodo di fermo forzato ha messo in evidenza quali sono i bisogni di chi vive la violenza domestica” afferma la fashion blogger. “La violenza spesso si annida nella quotidianitá senza distinzioni sociali o di reddito e il Coronavirus ci ha mostrato plasticamente quanto molte donne vittime di violenza siano abbandonate a se stesse. Il presidente USACLI Benevento Alessandro Pepe e la delegata USACLI Immacolata Petrillo sono dei pionieri in questo senso, si battono con un progetto itinerante che include anche le scuole per cambiare alla radice una cultura dell’odio, spesso omertosa. Appena terminata l’emergenza Coronavirus ci sará un evento dedicato alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e il bullismo e che vedrá oltre a me varie figure professionali cooperare.

Per quanto riguarda i miei progetti futuri dopo il Coronavirus mi aspettano giorni frenetici Ci riabbracceremo di nuovo, ritorneranno le sfilate e gli eventi patinati – conclude l’influencer – ma saremo più consapevoli”.

“Pinocchio e la sua favola”

Pinocchio e la sua favola
Pinocchio e la sua favola

“Pinocchio e la sua favola” è uno spettacolo musicale itinerante e i prossimi appuntamenti sono previsti per il 26, 27 e 28 marzo presso il Teatro Vittoria di Roma, il 17 e 18 presso il Teatro dei Marsi di Avezzano e per il 23 maggio presso il Teatro Sannazaro di Napoli.

La musica che a tratti si alterna al racconto, spesso diventa gioco e suono onomatopeico accompagnando il canto del narratore che interpreta i vari personaggi, in una singolare fusione tra suono e affabulazione.

“Pinocchio e la sua favola” è un progetto musicale che, oltre al riconoscimento del grande valore artistico, ha valore socioculturale e di istruzione in quanto amplia i contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della “Cultura della Legalità”.

Un relatore qualificato a rappresentanza dell’Istituzione parla di bullismo, di tentativi di corruzione ed altro, messaggi così in sintonia con i valori che la favola di Pinocchio racconta e che li fa rivivere attraverso l’esperienza del burattino/bambino, dalle bugie ai buoni propositi, allo studio, al perdono e al riscatto.

Tutti questi elementi rendono “Pinocchio e la sua favola” un’esperienza adatta ad un pubblico piuttosto ampio a partire dai 5 anni.
Ecco le date dei prossimi spettacoli:
26 marzo – Teatro Vittoria (ROMA) ore 10:30
27 marzo – Teatro Vittoria (ROMA) ore 10:30
28 marzo – Teatro Vittoria (ROMA) ore 21:00
17 aprile – Teatro dei Marsi (AVEZZANO) ore 10:30
18 aprile – Teatro dei Marsi (AVEZZANO) ore 21:00
23 maggio – Teatro Sannazaro (NAPOLI) ore 18:00
19 novembre – Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame (MILANO) ore 10:00
20 novembre – Teatro Dal Verme (MILANO) ore 21:00

Coni e Moige per combattere il bullismo

CONI-MOIGE
CONI-MOIGE

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e la Presidente del MOIGE, Maria Rita Munizzi, hanno sottoscritto oggi a Roma un Protocollo d’intesa finalizzato a contrastare ogni forma di bullismo o cyberbullismo, coinvolgendo il mondo scolastico e l’associazionismo sportivo per favorire una conoscenza aggiornata del fenomeno e fornire alcuni pratici strumenti di contrasto, per una corretta educazione e formazione dei ragazzi, anche all’uso delle nuove tecnologie.

In particolare, obiettivi concreti del protocollo saranno: favorire la diffusione nel mondo dello sport di progetti educativi per i minori ma anche per dirigenti, insegnanti, allenatori e genitori, con l’obiettivo di prevenire le varie problematiche inerenti il disagio minorile e favorire un corretto stile di vita; promuovere i principi del gioco corretto e del fair play, anche in rete, per sensibilizzare e formare i ragazzi e le ragazze sull’uso corretto delle nuove tecnologie e diffondere la cultura della “navigazione” consapevole in rete, fornendo sostegno, aiuto e consigli ai minori e alle loro famiglie; promuovere le azioni del “Centro mobile di sostegno e supporto per le vittime del cyberbullismo”, nato con l’obiettivo di voler assicurare un aiuto e sostegno concreto ed immediato alle vittime, alle famiglie e alla comunità locale, dando supporto su questo tema anche alle società sportive.

“Lo sport è un baluardo della nostra società insieme alla famiglia e alla scuola ed occupa un ruolo molto importante nella formazione dei giovani. È quindi indispensabile dare il nostro contributo”, afferma il Presidente del CONI, Giovanni Malagò. “Sono orgoglioso di questa intesa che ci consentirà di lavorare a fianco del MOIGE e di proseguire nella nostra opera di formazione e di sensibilizzazione dei nostri dirigenti, tecnici e, in particolare, dei nostri ragazzi e dei loro genitori, tutelando quei valori di inclusione e rispetto che contraddistinguono da sempre il nostro mondo. Insieme, facendo squadra, possiamo vincere una partita così importante per la crescita e il benessere dei nostri giovani”, conclude Malagò.

“La collaborazione con il CONI ci consente di essere ancora più vicini ai minori e alle famiglie che, praticando attività sportive si trovano coinvolti in atti di bullismo o cyberbullismo” – dichiara Maria Rita Munizzi, Presidente nazionale del MOIGE. “Vogliamo sensibilizzare i presidenti delle società sportive, i tecnici, gli operatori, ma anche i genitori per coinvolgerli in questa battaglia per il futuro e il benessere dei nostri figli. Il nostro compito, anche come genitori, è essere presenti e raggiungibili, incontrare tutti coloro che hanno bisogno di aiuto e sostegno. È molto importante continuare a parlare di bullismo e cyberbullismo ai nostri ragazzi e ai loro genitori per prevenire il verificarsi di nuovi episodi. Solo accrescendo le conoscenze sul fenomeno in ottica di prevenzione, si contribuisce a combatterlo”, conclude Maria Rita Munizzi.

Dai dati rilevati da una recente ricerca dell’Università Europea di Roma per il MOIGE su 2.778 ragazzi dagli 8 ai 18 anni emerge che circa il 21% del campione abitualmente gira video e li diffonde tramite i social. Il 31% ammette di essere stato un “bullo”, facendo girare video imbarazzanti per prendere in giro i compagni e 1 su 2 condivide immagini personali. Un dato allarmante soprattutto se pensiamo al fenomeno del sexsting. Emerge, infine, un basso controllo sulla vita online dei ragazzi: il 63% del campione esplora il web in solitudine, nella propria stanzetta o in giro per casa con un pc portatile.