Idroscalo: Festa dell’Acqua Piatta

idroscalo festa dell'acqua piatta
idroscalo festa dell’acqua piatta

Gli specialisti dell’acqua piatta tornano all’Idroscalo di Milano per l’evento clou del calendario nazionale: i Campionati Italiani 2020 di canoa velocità e paracanoa. Da giovedì 10 settembre a domenica 13 scenderanno in acqua oltre 800 atleti che andranno a caccia del “tricolore” nelle categorie senior, under 23, junior e ragazzi.

Circa 2.200 gli equipaggi impegnati, in rappresentanza di 94 società, che si daranno battaglia sulle distanze dei 200, 500 e 1000 metri. Domenica invece spazio alla lunga distanza dei 5000 metri con il Campionato italiano di fondo. Non mancheranno i big della canoa azzurra chiamati a confrontarsi per la prima volta in stagione sulle acque del bacino milanese.

Sarà anche un test probante per gli atleti della nazionale che dal 24 al 27 settembre affronteranno l’unica gara internazionale della stagione, la Coppa del mondo di Szeged, in Ungheria.

Il programma si apre giovedì con la disputa delle gare sui 1000 metri per tutte le imbarcazione e tutte le categorie, venerdì invece sarà la volta delle prove sui 500 metri, mente sabato si chiude con gli sprinter sui 200 metri. Una difficile sfida che l’Idroscalo Club di Milano e la Federazione Italiana Canoa Kayak hanno accettato e portato a termine modulano l’organizzazione sulle normative e i protocolli anti contagio.

Per consentire agli appassionati di seguire l’evento a distanza, le finali dal giovedì al sabato saranno trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook della Federazione e sul sito www.federcanoa.it.

ORARI DIRETTA STREAMING:
• Gare 1000m – giovedì 10 Settembre dalle 15.00 alle 18:20
• Gare 500m – venerdì 11 Settembre dalle 14.30 alle 19:15
• Gare 200m – sabato 12 Settembre dalle 14.30 alle 18:45

Al via l’undicesima edizione di JAZZaltro

logo JAZZaltro
logo JAZZaltro

Prenderà il via sabato 4 luglio l’undicesima edizione di JAZZaltro, la manifestazione che dal 2010 a oggi ha proposto lungo l’asse della Strada del Sempione e del fiume Olona, in provincia di Varese, una serie di appuntamenti legati alle musiche del mondo (dal jazz allo swing, dal blues al folk, dalla world music al tango), “aprendosi” sempre più spesso ad altre forme espressive e artistiche, dalla danza al teatro, dalla scultura alla fotografia.

Sono sei, per il momento, gli eventi già programmati, tutti concentrati nel mese di luglio, ma quest’anno la rassegna non si limiterà alla sola stagione estiva. Come impongono i protocolli anti-Coronavirus, per assistere ai live il pubblico dovrà prenotarsi: i concerti (la maggior parte dei quali gratuiti) saranno, infatti, a numero chiuso e i posti saranno ridotti per garantire il distanziamento tra gli spettatori.

Afferma Mario Caccia, ideatore, organizzatore e direttore artistico della manifestazione:
«Su sollecitazione di varie amministrazioni pubbliche, degli sponsor e soprattutto degli appassionati che ci seguono sempre più numerosi, abbiamo deciso di far partire la rassegna a inizio luglio e di mantenerla aperta fino alla fine dell’anno. La prima parte della stagione sarà caratterizzata dalla presenza di gruppi che, a grande richiesta, tornano a JAZZaltro e da alcune stimolanti novità. Nella seconda parte del calendario non mancheranno big e ospiti internazionali, ma per ora non vogliamo svelare troppo. Tutto avverrà nel rispetto delle disposizioni ministeriali anti-Covid».

Il primo appuntamento della nuova edizione è in programma sabato 4 luglio nel giardino di Villa Restelli, a Olgiate Olona(ore 21; ingresso 10 euro; prenotazione obbligatoria inviando un’email a management@abeatrecords.com), con i Fanfara Station, trio composto dal tunisino Marzouk Mejri (voce, percussioni, fiati, loop station), dallo statunitense Charles Ferris (tromba, trombone e loop station) e dal DJ Marco Dalmasso aka Ghiaccioli e Branzini (elettronica e programming) che fonde la forza di un’orchestra di fiati, l’elettronica, i ritmi e i canti del Maghreb in una miscela di suoni acustici ed elettronici.
I Fanfara Station celebrano l’epopea delle culture musicali della diaspora africana e dei flussi che da sempre uniscono il Medio Oriente al Maghreb, all’Europa e alle Americhe.

Sabato 11 luglio, JAZZaltro sbarcherà a Castellanza per un altro imperdibile appuntamento in bilico tra jazz e rimi africani: nel cortile del Municipio, Giovanni Falzone (tromba), Arsene Duevi (voce, chitarra e basso) e Tetè Da Silveira (percussioni) daranno vita al progetto intitolato “Il guerriero”. L’ingresso è libero, sempre con obbligo di prenotazione.

Prima del live si svolgerà la premiazione del contest riservato ai giovani talenti (in ambito jazz, rock, pop, rap&trap e classica) promosso dall’amministrazione comunale di Castellanza e da JAZZaltro. Per evitare assembramenti sul palco, il tutto avverrà in modalità digitale attraverso la videoproiezione delle performance dei musicisti vincitori.

Cambio di sede e di genere musicale per il terzo concerto della nuova stagione: giovedì 16 luglio, nello spazio antistante al Museo Ma*Ga di Gallarate si esibiranno i Sugarpie and The Candymen, irresistibile quintetto che mescola magistralmente lo swing, il gipsy-jazz, il soul, il blues e il pop (ore 21; ingresso libero con prenotazione obbligatoria).

Due giorni dopo, sabato 18 luglio, nella stessa location sarà la volta di uno dei più apprezzati chitarristi della scena italiana: Gigi Cifarelli darà sfoggio del suo talento con un repertorio a base di jazz, blues e fusion.

Palazzo Gilardoni, sede del Municipio di Busto Arsizio, ospiterà giovedì 23 luglio(ore 21; ingresso libero con prenotazione obbligatoria) il Circus Quartet, composto da Fabio Buonarota (tromba), Walter Calafiore (sassofoni), Max Tempia (organo Hammond) e Tommy Bradascio (batteria). Pur provenendo da esperienze diverse, i quatto musicisti sono accomunati da un linguaggio comune, che affonda le radici nel jazz. Energia, passione, tecnica virtuosistica, toccante lirismo e una buona dose di swing sono le caratteristiche principali di questa formazione.

La prima parte dell’undicesima stagione di JAZZaltro si concluderà sabato 25 luglio all’Approdo Calipolis di Fagnano Olona(ore 21; ingresso libero con prenotazione obbligatoria) con l’emozionante live del Cuarteto Nuevo Encuentro, ensemble argentino composto da Miguel Angel Acosta (voce e chitarra), Lautaro Acosta (violino), David Pecetto (bandoneon) e Carlos “El Tero” Buschini (basso) e capace di evocare un immaginario latino che abbraccia le molteplici tradizioni musicali del Sudamerica.

JAZZaltro – Undicesima stagione, prima parte – Da sabato 4 a sabato 25 luglio
Inizio live: ore 21.

Al via con la posa della prima pietra la Factory of the Future di Sanpellegrino

posa della prima pietra del nuovo stabilimento Sanpellegrino
la posa della prima pietra del nuovo stabilimento Sanpellegrino

In occasione dei 120 anni dell’acqua S.Pellegrino partono i lavori del nuovo stabilimento di uno dei brand italiani più conosciuti nel Mondo. Un mix di design, innovazione e sostenibilità ambientale e sociale firmato dall’archistar danese Bjarke Ingels. Un’opera che contribuirà ad un ulteriore sviluppo del territorio lombardo portandolo in tutto il Mondo e quindi all’attrazione turistica della città.
Una struttura innovativa e tecnologicamente avanzata, capace di armonizzare l’estetica dello stabilimento con il territorio circostante e apportare benefici per le persone che vi lavorano. In occasione del suo 120° anniversario, S. Pellegrino regala alle sue persone e all’intera comunità locale la “Factory of the Future”, un’opera di design che valorizza il territorio e migliora la qualità del lavoro, una casa-gioiello che continuerà ad ”imbottigliare” momenti memorabili da vivere per i prossimi anni. La posa della prima pietra è avvenuta questa mattina, venerdì 27 settembre, alla presenza dall’AD di Sanpellegrino Federico Sarzi Braga, del Sindaco di Sanpellegrino Terme Vittorio Milesi e dell’archistar danese Bjarke Ingels, capo dello studio di architettura internazionale BIG (Bjarke Ingels Group) che ha curato lo sviluppo della Future Factory. Il progetto, la cui conclusione è prevista per il 2022, ha richiesto un investimento complessivo di 90 milioni di Euro in opere civili, impianti per il reparto produttivo e logistico oltre che per il restyling e per l’espansione della fabbrica.
“Oggi poniamo la prima pietra della Factory of the Future che ci proietta ufficialmente verso il futuro – afferma Federico Sarzi Braga, AD del Gruppo Sanpellegrino – un gioiello di design ed innovazione capace di attrarre turisti da tutto il mondo. La filosofia con la quale viene realizzata la nuova struttura rappresenta al meglio i valori della marca e l’impegno dell’azienda ambasciatrice del Made in Italy: raccontare un bene straordinario e non delocalizzabile quale l’acqua minerale S. Pellegrino, generare valore condiviso con le comunità in cui operiamo, migliorare la qualità del lavoro delle nostre persone.”
La Factory of the Future di Sanpellegrino porta la firma di BIG (Bjarke Ingels Group) uno studio di architettura di fama internazionale che ha sviluppato un design dalle linee moderne rielaborando la tradizione liberty locale. Archi in calcestruzzo architettonico a faccia vista faranno da cornice alla fabbrica, regalando nuovi scorci sulle Orobie. La nuova viabilità ed il ponte d’accesso allo stabilimento ridurranno il transito di mezzi pesanti dal centro abitato. Inoltre, la presenza di pannelli fotovoltaici, di impianti ad alta efficienza energetica e di sistemi di recupero delle acque per un consumo razionale delle risorse idriche, sono tutte iniziative coerenti con le politiche aziendali di sostenibilità e rispetto dell’ambiente.
“Come l’acqua minerale – commenta l’archistar danese Bjarke Ingels – anche la nuova Factory of the Future di Sanpellegrino sarà costruita in completa armonia con il territorio d’origine, creando continuità tra l’ambiente circostante, le attività produttive e il benessere dei lavoratori e della comunità locale.”
Il progetto della nuova Factory of the Future di Sanpellegrino ruota intorno al design e all’innovazione e vede il proprio concept rivisitato in funzione delle attività logistiche e produttive del sito con un’esperienza diretta che accoglierà visitatori da tutto il mondo, contribuendo a rendere la Valle Brembana più attrattiva dal punto di vista turistico. Le superfici vetrate che andranno a ricoprire l’esterno della Factory ricorderanno simbolicamente i diversi stati fisici dell’acqua. Il benessere quotidiano di tutti i dipendenti sarà incrementato dalla completa ristrutturazione degli uffici e degli spogliatoi, dalla realizzazione di una nuova mensa aziendale, di una nuova area break e di una palestra. Con i nuovi spazi dedicati alle attività produttive, di circa 2.800 metri quadrati, la futura fabbrica saprà accogliere l’aumento di produttività previsto per i prossimi anni. Il progetto, che interessa i territori di San Pellegrino Terme e Zogno, nasce anche nell’ottica di un rapporto virtuoso con le comunità locali verso cui il Gruppo Sanpellegrino, da sempre, si pone in una posizione di ascolto, sostegno e cooperazione.
“Questo progetto è il segno del forte legame e dell’attenzione concreta che il Gruppo Sanpellegrino ha verso il nostro territorio – afferma Vittorio Milesi, Sindaco di San Pellegrino Terme – La nuova Factory of the Future si inserisce nel tema dello sviluppo turistico della nostra cittadina e crediamo fortemente che, insieme alle altre progettualità che si stanno attuando, possa rilanciare l’immagine di San Pellegrino Terme e della Valle Brembana in tutto il mondo. Una preziosa opportunità per valorizzare e riproporre aggiornata la grande storia della nostra cittadina che trova nell’acqua nelle sue diverse espressioni, l’elemento che ne caratterizza e qualifica il territorio.“
La posa della prima pietra della Factory of the Future si inserisce all’interno degli eventi speciali di quest’anno realizzati in occasione dei 120 anni dalla fondazione dell’acqua S. Pellegrino, dal 1899 ambasciatrice del gusto, della qualità, dei valori e dello stile di vita italiano in oltre 150 Paesi. Un’icona di eccellenza, eleganza e stile, portavoce dell’arte di vivere all’italiana. L’acqua S.Pellegrino rappresenta un modo di interpretare la vita che esalta lo stile e la bellezza e che coltiva la voglia di stare insieme. Un messaggio internazionale reso ancor più esplicito attraverso la creazione della Factory of the Future, un nuovo modo di intendere l’industria nel panorama italiano e mondiale.

9° Trofeo Città di Milano

trofeocitta
trofeocitta

Meno di dieci giorni al Trofeo Città di Milano 2019, quello che ormai è un appuntamento atteso da tutti. Nona edizione per l’evento organizzato dalla Nuotatori Milanesi presso la Piscina “D. Samuele” di Milano nelle giornate di Venerdì 1, Sabato 2 e Domenica 3 Marzo.

Come di consueto l’evento vedrà impegnati i “BIG” nelle prime due giornate, mentre la Domenica le corsie vedranno impegnati i giovani.
La novità per il 2019 è il ritorno alla formula originaria, con la classifica per serie, che permetterà agli atleti di testare subito la miglior prestazione possibile. Uno strumento utile in vista dei campionati Italiani di Aprile.

Accanto al nome dell’atleta di casa Andrea Vergani, a cui è anche dedicata l’immagine dell’evento, è confermata la presenza di grandi atleti azzurri e stranieri.
Tra i tanti campioni, l’edizione 2019 vedrà il ritorno della “Divina” Federica Pellegrini, di Gregorio Paltrinieri, di Gabriele Detti, del sudafricano Energy Standard Chad Le Clos (presente all’ottava edizione), nonché di László Cseh (fu a Milano nel 2013). Grande sorpresa per quest’anno è la presenza della campionessa ungherese Katinka Hosszù, soprannominata “Iron Lady” per le numerose gare e manifestazioni a cui è solita partecipare.

Sei nomi, tra i tanti, che rappresentano ben 19 medaglie olimpiche della storia del nuoto: grande spettacolo garantito.

Grande interesse per il meeting anche dall’estero, con la partecipazione di squadre dalla Svezia, dalla Romania, dalla Spagna, dalle Isole Faroe e dalla Svizzera,
Si preannuncia dunque un’edizione senza precedenti per partecipazione di atleti e certamente anche per il valore sportivo che potranno esprimere.

Il Trofeo Città di Milano ha ottenuto il Patrocinio di Federazione Italiana Nuoto, Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Università degli Studi di Pavia, CONI Lombardia, Comitato Italiano Paralimpico Lombardia, Federazione Italiana Nuoto Paralimpico.

WIND SUMMER FESTIVAL: seconda puntata

WSF__ilary blasi
WSF__ilary blasi

Domani, giovedì 12 luglio, andrà in onda in prima serata su Canale 5 – e in contemporanea su Radio 105 – la seconda puntata del WIND SUMMER FESTIVAL, l’imperdibile appuntamento con la musica dell’estate. A condurre la serata ILARY BLASI insieme a RUDY ZERBI e DANIELE BATTAGLIA.

Questi gli artisti che vedremo esibirsi sul palco durante la seconda puntata: Emma, Takagi & Ketra con Giusy Ferreri, Irama, Le Vibrazioni, Elodie e Michele Bravi, Mihail, Ermal Meta, Mario Biondi, Francesca Michielin, Annalisa, Maneskin, Negrita, Anna Tatangelo, Carl Brave e Francesca Michielin, Betta Lemme, Einar, Merk & Kremont, Bianca Atzei, Sofia Reyes, Emis Killa, Nesli, Diodato, Dolcenera, Motta, Riki e CNCO.

Anche quest’anno, Il “WIND SUMMER FESTIVAL” oltre ad ospitare i big della musica italiana, darà spazio a 6 giovani artisti emergenti che sfidandosi tra loro nel corso delle puntate avranno la possibilità di esibirsi davanti al grande pubblico. Questi i nomi dei 2 giovani artisti che si esibiranno durante la seconda puntata: Lele e Quentin 40.

Il meccanismo di votazione sarà come quello delle scorse edizioni, ancora una volta sarà “la musica che vota la musica”! I 6 giovani in gara, si sfideranno a coppie nel corso dei primi tre appuntamenti e saranno votati dagli artisti big ospiti del “WIND SUMMER FESTIVAL” e da una giuria di giornalisti musicali e televisivi del web.

Ogni sera verrà decretato un vincitore di tappa e i tre vincitori si sfideranno in occasione del quarto appuntamento, durante il quale verrà eletto il vincitore finale della categoria Giovani.

RADIO 105, radio ufficiale di Wind Summer Festival, assegnerà lo speciale PREMIO RADIO 105 sulla base delle preferenze espresse da pubblico su www.105.net che voterà il proprio preferito tra i brani che gli artisti proporranno sul palco.