Nuova scuola a Eggi

Amway_Eggi
Amway_Eggi

Potranno tornare a Eggi per frequentare la scuola d’infanzia i 25 bambini che, a causa delle forti scosse sismiche avvenute nel 2016 in Centro Italia, furono trasferiti e ospitati in una struttura della Curia a San Giacomo a Spoleto.

Grazie a Fondazione Francesca Rava – NPH Onlus, che ha fatto da capofila di questo progetto, Fondazione Milan, insieme ad Amway Italia, ha contribuito attraverso il Fondo Emergenza Terremoto alla costruzione di una nuova struttura completamente antisismica nel piccolo comune in provincia di Spoleto (PG).

Realizzata con materiali e tecnologie di ultima generazione, la scuola dell’infanzia è composta da un ufficio segreteria, due classi, un’aula comune, uno spogliatoio e una cucinetta. È, inoltre, dotata di impianti di riscaldamento a ridotto impatto ambientale.

“Il terremoto – ha dichiarato Barbara Berlusconi, Presidente di Fondazione Milan, porta con sé tanti orrori. Uno, però, è particolarmente odioso: togliere ai bambini il diritto di giocare, crescere e imparare stando insieme. Per questo riaprire una scuola ha un valore straordinario non solo per loro, ma per tutta la comunità. Fondazione Milan è orgogliosa di aver partecipato a questo progetto e di aver contribuito, forse, a ridare un sorriso ai bambini di Eggi”.

Al taglio del nastro, oltre a Fondazione Rava – NPH Onlus, Fondazione Milan e Amway Italia, hanno partecipato le istituzioni locali – il Comune e la Regione Umbria – la cantante Arisa e i rappresentanti delle aziende e delle fondazioni che hanno permesso di raggiungere questo traguardo, tra cui Gruppo Eco Eridania, Q8, Fondazione Mediolanum Onlus, Fondazione Creval, Fondazione BNL.

“Ormai da dieci anni vediamo in Fondazione Milan un partner molto importante, e siamo felici di poter lavorare al suo fianco per realizzare progetti di solidarietà che sappiano fornire un aiuto concreto, come il Fondo Emergenza Terremoto.”, ha dichiarato Fabrizio Suaria, Amministratore Delegato di Amway Italia.

“Da agosto 2016, grazie a questa stretta collaborazione, abbiamo infatti dato vita a numerose attività che ci hanno permesso di stanziare la cifra di 40.000 euro a supporto del progetto, grazie anche all’impegno costante dei nostri Incaricati alle Vendite che hanno contribuito attivamente alla raccolta dei fondi. Siamo profondamente orgogliosi di aver dato un reale supporto alle zone colpite dal sisma: questo evento, oltre ad averci profondamente toccato come italiani, non può che vederci solidali nei confronti della popolazione del Centro Italia, dove vivono molti dei nostri Incaricati alle Vendite”.

Dopo l’inaugurazione dello stadio di Amatrice lo scorso venerdì 4 maggio, cui Fondazione Milan ha partecipato concretamente insieme al mondo dello sport, questa giornata rappresenta la prosecuzione dell’impegno della Onlus rossonera a fianco delle popolazioni colpite dal sisma. Nelle prossime settimane, infatti, sarà aperta e consegnata alla comunità una scuola dell’infanzia a Pieve Torina in provincia di Macerata. A giugno, invece, come annunciato, sarà organizzato un Milan Camp ad Amatrice per i ragazzi del borgo laziale e dei paesi limitrofi.

“La città che non c’è” a Legnano

Teca per Amatrice
Teca per Amatrice

Domenica 4 Febbraio 2018, alle ore 20.00 presso il THE MODE a Legnano, il rapper J.Di e il cantante Mimmo Cattaneo presenteranno ufficialmente al pubblico e alla stampa il video della loro canzone “La città che non c’è”, con una performance dal vivo insieme ai musicisti che hanno collaborato alla realizzazione del brano.

L’evento sarà introdotto da Davide Bognolo (Bogno, da “Zelig” e “Tu si que vales”) e sarà l’occasione per conoscere gli artisti, festeggiare insieme le 50.000 visualizzazioni del video, oltre a rilanciare il messaggio del brano con l’obiettivo aggiunto di un’operazione di solidarietà concreta.

Durante la serata, infatti, verrà anche annunciato il gemellaggio con CSBNO – Culture Socialità Biblioteche Network Operativo, l’azienda speciale che opera nell’ambito delle attività culturali di 33 Comuni del Nord Ovest Milano e dell’Alto Milanese.

Saranno presenti il vicepresidente Luca Vezzaro e il direttore generale Gianni Stefanini, che racconteranno il progetto del BiblioHUB, una struttura mobile di diffusione di cultura, che sarà attivo ad Amatrice fino alla ricostruzione della biblioteca locale.

Sarà inoltre l’occasione per lanciare una nuova raccolta fondi, in collaborazione con “La città che non c’è”, per l’acquisto dei libri che andranno a popolare la nuova biblioteca.

L’idea de “La città che non c’è” nasce nel dicembre 2016 quando, fatalmente, l’attenzione dei media comincia a trascurare le vicende della ricostruzione dopo il sisma della zona di Amatrice.

“La storia di questo brano – spiega J.Di, al secolo Davide Vitale – è un mix di sensibilità, solidarietà e talento completamente legnanesi: è a Legnano infatti che nasce e sono legnanesi tutti gli artisti e i collaboratori coinvolti, non ultimo il THE MODE che ora ci ospita. Il brano tuttavia è stato visualizzato in tutto il Paese e significativamente nelle zone del Centro Italia”.

Aggiunge Mimmo Cattaneo: “Ci sembra venuto il momento per un salto di qualità “nazionale” della canzone e del suo messaggio. Per questo abbiamo voluto chiamare a raccolta tutte le forze che ci hanno sostenuto: “La città che non c’è” ha dimostrato di avere una forza tutta sua che ora con l’aiuto di tutti può essere valorizzata appieno”.

“ROCK SPORT & CHARITY”

Rock sport
Rock sport

“ROCK SPORT & CHARITY”

PARTITA DI CALCIO A SCOPO BENEFICO A FAVORE DI “100X100 AMATRICE”

1° EDIZIONE DEL “PALLONE DI MARMO 2017”

Gigi Buffon, Massimo Giletti, DJ Ringo, Jimmy Ghione, Andrea Montovoli, Ciccio Valenti, Daniele

Battaglia, Pippo Palmieri, Gianguido Baldi, Marco Francioso, Alessandro Alciato, Stefano

Meloccaro, Andrea Rock, Rachele Sangiuliano e Gianluca Comotto. Sono loro i primi nomi che

hanno dato la loro disponibilità a essere presenti a Rock Sport & Charity in programma il prossimo

30 giugno allo Stadio dei Marmi di Carrara, grande evento di solidarietà in favore dell’iniziativa

100X100 Amatrice promossa da BasketArtisti Unicusano. Due le squadre che si sfideranno, ancora

una volta in sostegno della località terremotata: Radio Mediaset (che comprende Virgin Radio,

Radio 105 e Radio 101) contro Campioni della Solidarietà (un mix di ex atleti e personaggi dello

spettacolo) allenati dal Sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. C’è attesa anche per la prima edizione del

Pallone di Marmo, il prestigioso riconoscimento che sarà consegnato subito dopo l’incontro calcistico

durante una scintillante serata di gala che si svolgerà al Grand Hotel Stella della Versilia. Il premio

viene assegnato ad alcuni calciatori che si sono distinti per le loro imprese sportive durante l’ultimo

Campionato. Madrina della manifestazione Francesca Fialdini, conduttrice su Raiuno di

UnoMattina.

L’incontro calcistico comincerà allo Stadio dei Marmi alle ore 19 e i biglietti si potranno acquistare

online su www.bookingshow.it e in alcune prevendite a Carrara e in Versilia.

Il prossimo 14 giugno avrà luogo al Grand Hotel Stella della Versilia a Ronchi di Massa a partire

dalle ore 19 (con buffet finale) la conferenza stampa di presentazione della manifestazione dove il

Presidente della Giuria Fabio Tamburini (vice direttore del Tg5) annuncerà i vincitori del Pallone di

Marmo e ufficializzate le squadre definitive che giocheranno la partita.

Si ringraziano tutti gli sponsor che sostengono l’iniziativa, in particolare le aziende del Marmo di

Carrara che hanno aderito con entusiasmo per sostenere Amatrice e regalare un importante evento

alla loro città.

Mediapartner del Pallone di Marmo è www.tuttomercatoweb.com il sito più seguito dedicato al

calciomercato.

“Festival delle Ciaramelle per Amatrice”

manifesto Perugia
manifesto Perugia

Il prossimo 12 novembre si svolgerà a Perugia il “Festival delle Ciaramelle per Amatrice”, rassegna che raccoglie numerosi eventi musicali che vedranno impegnati numerosi musicisti in vari luoghi della città.

Coordinato dall’etnomusicologo amatriciano Giancarlo Palombini, ed organizzato dall’associazione FOR.MU.S. e Blogfoolk, con il patrocinio del Comune di Perugia, l’Università degli Studi di Perugia e la collaborazione di soggetti del territorio, il festival nasce con lo scopo di raccogliere fondi per la ricostruzione di Amatrice. Tutte le iniziative sono a ingresso libero con offerta.

Il “Festival delle Ciaramelle per Amatrice” sarà inaugurato alle 10.30 all’aula magna dell’Università di Perugia con l’incontro-concerto dal titolo “Le tradizioni musicali e poetiche di Amatrice e dell’Alta Sabina”, a cura di Piero G. Arcangeli e Giancarlo Palombini.

L’evento sarà introdotto dal Magnifico Rettore dell’Università prof. Franco Moriconi e vedrà la partecipazione del ciaramellaro Andrea Delle Monache, del tamburellista Franco Moriconi, dei poeti a braccio Paolo Santini e Pietro De Acutis, della cantante Susanna Buffa, che proporranno esempi musicali dal vivo.

Alle 16.00, nel Complesso monumentale di San Pietro, i poeti a braccio e i ciaramellari apriranno “Manufatto in situ 10: Laboratorio-residenza per una cartografia artistica”, in programma tra le iniziative di “Umbria Libri”, la rassegna letteraria organizzata dalla Regione Umbria.

Gli eventi del pomeriggio continueranno nei luoghi più centrali della città, come Corso Vannucci, dove alle 16.30 inizierà la performance della Percussion Street Band #assaltoritmico, diretta da Stefano Baroni e Gianni Maestrucci, e si terrà la roda di Capoeira del gruppo Coquinho Baiano.

A Piazza IV Novembre, ci sarà, alle ore 17, l’evento “Il saltarello incontra la pizzica”. In questo caso si tratta di una serie di performance a cura dell’associazione culturale “Tarantarci” e di Alessandro Calabrese, con suonatori di ciaramelle amatriciane, organettisti, tamburellasti e ballerini di saltarello di Amatrice e di pizzica salentina.

Dalle 17.30, all’Auditorium di Santa Cecilia, si esibiranno tre gruppi corali: “Nota so e le Unisone” (dir. M° Marta Alunni Pini), “Calicante” (dir. M° Barbara Valentino) e “Colle del Sole” (dir. M° Paolo Ciacci) e, a seguire, il quartetto composto da Carlo Bava (ciaramelle), Ilario Garbani Marcantini (zampogna), Andrea Passoni (corno delle Alpi) e Maria Cristina Pasquali (narrazione), con lo spettacolo “Confini, conflitti e confetti”.

Il concerto finale si svolgerà, a partire dalle 20.30, alla Sala dei Notari. Sarà aperto dai suonatori e poeti amatriciani e vedrà la partecipazione di artisti di spicco del panorama musicale nazionale e internazionale. Nell’ordine si esibiranno Susanna Buffa e Nora Tigges, l’ensemble Sonidumbra (Gruppo per lo studio, la ricerca, la riproposta della musica di tradizione umbra), il trio composto da Goffredo Degli Esposti, Raffaello Simeoni e Gabriele Russo (con Massimo Giuntini), il trio Giuseppe “Spedino” Moffa, Alessandro D’Alessandro e Massimo Giuntini, e il duo Gabriele Mirabassi e Riccardo Tesi.

Dopo il concerto, è prevista una cena “Amatriciana solidale”, che si svolgerà alle 23.30 alla Sala “G. Miliocchi” in Corso Garibaldi 136, organizzata dalla Società operaia di mutuo soccorso fra gli artisti e gli artigiani di Perugia. Per quanti desiderano partecipare, è necessario prenotare al n. 3402831959.

L’impegno di Atm per Amatrice

atm_1_132667
atm_1_132667

Atm è scesa in campo insieme al Comune di Milano per dare il proprio supporto alle popolazioni colpite dal terremoto: dal 25 settembre scorso l’Azienda ha attivato la fornitura di un servizio di autobus per portare dal capoluogo lombardo alle zone terremotate gli uomini della Polizia Locale di Milano impegnati sul territorio.

La prossima partenza è in calendario il prossimo lunedì 10 ottobre mattina, quando sul mezzo salirà un nutrito gruppo di agenti – accompagnati dal un commissario della centrale operativa della Polizia Locale – e di operatori del Comune, che si recheranno ad Amatrice per sostituire i colleghi partiti 15 giorni fa. Il rientro dei volontari che hanno terminato il proprio turno di presenza avverrà lunedì sera con il viaggio di ritorno.

 

“La nostra Azienda – commenta il presidente di Atm Bruno Rota – si è resa volentieri disponibile alla fornitura del servizio autobus, per contribuire secondo le proprie specificità all’assistenza alle persone colpite dal terremoto. Questa iniziativa è un ulteriore esempio della nostra proficua collaborazione con tutte le strutture del Comune di Milano e, nel caso particolare, con l’Assessorato alla Sicurezza che fa capo a Carmela Rozza. Il nostro intervento in favore delle popolazioni terremotate proseguirà per tutto il tempo in cui potrà essere utile”.