Milano: dall’ autunno il “Contatore Ambientale”

contatore_ambientale_differenziata_
contatore_ambientale_differenziata_

Quanto vale la raccolta differenziata a Milano? Dal prossimo autunno sul sito del Comune sarà possibile conoscere esattamente quali e quanti vantaggi genera il corretto trattamento dei rifiuti grazie al Contatore Ambientale, frutto della collaborazione tra il Comune di Milano, Conai, Amsa, A2A Ambiente e Amat, che oggi in Sala Arazzi a Palazzo Marino hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la sua realizzazione.

Uno strumento che permetterà di valutare i benefici ambientali derivanti da un efficiente sistema integrato di gestione dei rifiuti urbani, qual è quello milanese, e di conoscere precisamente quanta acqua o emissioni di Co2 vengono risparmiate, quanto compost viene creato dal materiale organico, quanto vetro, alluminio, acciaio, carta, cartone, legno e plastica vengono riciclati e riutilizzati e dunque quante e quali materie prime vergini vengono risparmiate.

I dati, disponibili sul portale Open Data, saranno facilmente consultabili sul sito istituzionale dell’Amministrazione.

“L’attivazione del Contatore è un passaggio importante per le politiche ambientali del Comune di Milano – commenta l’assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli -, perché restituisce ai cittadini la piena consapevolezza di quanto una intelligente gestione dei nostri rifiuti sia utile a tutti, in termini non solo ecologici ma anche economici. Rendersi conto dei benefici e comunicarli in modo efficace è fondamentale, poiché i primi artefici del successo della differenziata sono proprio i cittadini che ogni giorno con le buone pratiche separano in maniera sempre più precisa e responsabile gli scarti prodotti”.

“Consumo responsabile e produzione responsabile rappresentano uno dei 17 Goal dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile – aggiunge Gloria Zavatta, presidente di Amat -. Sensibilizzare i cittadini e le imprese è molto importante e il Contatore della Raccolta Differenziata della città risponde a questo bisogno. Permetterà inoltre di calcolare in maniera rigorosa tutte le fasi di gestione dei rifiuti e i quantitativi di nuovi prodotti che (simbolicamente) si possono ottenere con i materiali avviati a riciclo”.

“Conai è felice di mettere a disposizione la propria esperienza per diffondere la cultura del riciclo e per favorire la transizione al nuovo modello di produzione e consumo proprio dell’economia circolare. Il contatore ambientale nasce per quantificare i benefici ambientali ed economici generati dalla corretta gestione dei rifiuti urbani”, dichiara Giorgio Quagliuolo, Presidente di Conai, Consorzio Nazionale Imballaggi. “È fondamentale che i cittadini sappiano che quanto viene raccolto separatamente può avere una nuova vita: attraverso questo strumento racconteremo loro i risultati in termini di discariche evitate, di risparmio di energia e materie vergini, di nuovi prodotti creati con le materie prime seconde ottenute grazie anche al loro contributo”.

LA DIFFERENZIATA A MILANO

Oggi la percentuale di raccolta è arrivata al 55,6%, un risultato che pone Milano al vertice tra le metropoli europee insieme a Vienna e che fa ben sperare rispetto all’obiettivo del fissato del 60 per cento fissato dall’Amministrazione per il 2020.

Merito del modello portato avanti dal Gruppo A2A e Amsa, che si basa sulla gestione integrata dell’intera catena dei rifiuti, dalla raccolta al trattamento, dal recupero di materia alla produzione di energia. Il cento per cento dei rifiuti urbani milanesi è avviato a riciclo o a recupero, nessun rifiuto primario viene destinato alla discarica.

Tra giugno e novembre di quest’anno, sono stati potenziati inoltre i servizi di raccolta differenziata nella zona ovest di Milano, estendendo a tutte le utenze domestiche il servizio porta a porta del cartone e riducendo la frequenza di ritiro del rifiuto indifferenziato. Il sistema, attivo nel 50% delle utenze milanesi, raggiungerà tutta la città entro il 2019.

“Le innovazioni al sistema di raccolta differenziata stanno dando risultati positivi – spiega Mauro De Cillis, Direttore Operativo di Amsa – Nella zona nord ovest di Milano abbiamo registrato un deciso calo dei rifiuti indifferenziati (-6,7%) e un significativo aumento delle frazioni riciclabili come carta e cartone (+9,7%), plastica e metalli (+8,7%) e organico (+8,7%). Un importante successo ottenuto grazie all’impegno e alla sensibilità ambientale dei cittadini di Milano”.

La raccolta differenziata inoltre è attiva in 67 mercati comunali, l’estensione del servizio al 100 per cento dei mercati è prevista entro il 2019.

Settimana delle Energie Sostenibili

Granelli
Granelli

Si è aperta la Settimana delle Energie Sostenibili, che per la prima volta si svolge a Milano fino al 22 marzo in diverse località della città grazie all’organizzazione di MCE (Mostra Convegno Expoconfort, manifestazione fieristica dedicata alle tecnologie per il comfort abitativo) e al supporto tecnico di Amat (Azienda per la mobilità e l’energia).

“Milano ha un cronoprogramma molto chiaro per condurre la città al contenimento delle emissioni inquinanti – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente – ‘Zero caldaie a gasolio entro il 1° ottobre 2023’ è un obiettivo importante al quale stiamo lavorando da tempo. Questo appuntamento è un’occasione per mettere sempre più al centro dell’attenzione di tutti le energie sostenibili e le azioni per migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Questo permetterà alla città di migliorare la qualità dell’aria e ai cittadini di risparmiare. Grazie a MCE per questo appuntamento molto interessante”.

Diversi gli appuntamenti questi giorni, in particolare quelli organizzati da MCE in Città in piazza Gae Aulenti con un programma di edutainment con installazioni interattive e pannelli posizionati all’interno di due dome che permetteranno di sperimentare e rappresentare sprechi, costi e valori relativi all’uso dell’energia.

Partecipa al programma anche il Politecnico con il Percorso Efficienza & Innovazione per far conoscere l’eccellenza delle soluzioni, dei prodotti e dei sistemi del settore impiantistico per il comfort abitativo. Uno staff del Politecnico sarà presente durante l’intera iniziativa per dare consulenza sulle opportunità e le tecnologie.

Sempre in piazza Gae Aulenti si sposta lo Sportello Energia del Comune di Milano gestito da Amat, eccezionalmente aperto dalle 10.00 alle 21.00 fino al 18 marzo, dove i cittadini potranno orientarsi concretamente sui bandi offerti dal Comune di Milano, ultimo in ordine di tempo quello che offre 20 milioni di euro ai privati per sostituire le caldaie a gasolio, per utilizzare energie sostenibili e per meglio coibentare gli edifici e quindi essere pronti alla scadenza del 1° ottobre 2023.

Tra i convegni più interessanti si segnala quello del 15 marzo dalle ore 10.00 alle ore 13.00 “Obiettivo 2050: Milano carbon neutral” che si svolge alla sala Taurus di Fieramilano, Rho.

Sempre per la Settimana delle Energie Sostenibili inaugurano, domani 9 marzo, i primi due stabili a basso impatto energetico della città del progetto europeo “Sharing Cities”: alle ore 12.30 presso lo stabile di via Tito Livio 7.

Oltre ad MCE partecipano all’iniziativa della Settimana delle Energie Sostenibili, proponendo dei loro eventi: ASSISTAL, Associazione Labgrade, Camera di Commercio Milano, Monza Brianza, Lodi, Città metropolitana di Milano, CNA LOMBARDIA, ENEA, Fratello Sole, GBC Italia, Harley&Dikkinson, IEFE Università Bocconi, Nuvolaverde 2.0, Ordine Architetti P.P.C. Milano, RETE IRENE, Università Milano Bicocca.

Sicurezza stradale

sicurezza stradale
sicurezza stradale

È stato affidato l’incarico ad Amat, l’Agenzia per la mobilità, ambiente e territorio del Comune, per il supporto tecnico per la nuova gara per la fornitura di varchi e telecamere per il controllo a distanza di accessi, velocità e semafori finalizzato alla sicurezza stradale.

Lo scorso settembre era stato approvato lo stanziamento per l’acquisto di telecamere per la sicurezza stradale e il controllo a distanza. Oggi viene affidato ad Amat il coordinamento dello studio tipologico per la progettazione delle opere civili e tecnologiche dei varchi elettronici suddivisi fra quelli dedicati al controllo degli accessi nelle Ztl, il controllo dei superamenti di velocità e dei passaggi con il semaforo rosso e quindi la definizione delle linee guida e delle prescrizioni generali relative alla sicurezza.

Un lavoro che servirà a definire il bando di gara per l’acquisto e la posa delle telecamere nel corso 2018. Il progetto prevede la posa e l’attivazione graduale di dieci nuovi autovelox, venti telecamere per il controllo semafori rossi, venti varchi per nuove zone a traffico limitato, aree pedonali e corsie preferenziali riservate a mezzi di trasporto pubblico Atm.

Attualmente sono presenti sul territorio comunale 16 autovelox, dei quali gli ultimi quattro in attivazione nelle prossime settimane e 20 telecamere per controlli semafori rossi, prevalentemente lungo la circonvallazione 90-91 e gli assi di ingresso in città.

Ambiente – A Milano, in viale Ungheria 700 appartamenti teleriscaldati

ass-maran attualità
Si amplia ancora la rete di condomini raggiunti dal teleriscaldamento in città. UniCredit, nell’ambito dell’iniziativa Patti chiari promossa dall’Assessorato Ambiente Mobilità Energia con la collaborazione di AMAT, finanzierà infatti il rifacimento della caldaia e degli impianti condominiali del condominio di Viale Ungheria.

 L’unità immobiliare è composta da 17 edifici e 684 appartamenti di cui il 60% è di proprietà comunale, che godranno di un’unica centrale termica di teleriscaldamento a servizio del super condominio. In questo modo, ipotizzando una gestione decennale degli impianti, si garantirà un risparmio complessivo delle spese di riscaldamento, suddivise in una quota fissa legata all’ammortamento dei lavori ed una quota variabile in funzione del consumo energetico.

La parte legata all’ammortamento verrà rimborsata dalla proprietà immobiliare, mentre la quota consumi, comprensiva di manutenzioni e conduzione, sarà addebitata agli inquilini. Questo consentirà agli inquilini di risparmiare da subito il 45% delle spese di riscaldamento.

 “Si tratta di un intervento importante – commentano gli assessori del Comune di Milano Daniela Benelli (Casa e Demanio) e Pierfrancesco Maran (Mobilità e Ambiente) – che speriamo rappresenti un modello per molti altri condomini della città. Il supporto delle banche in operazioni molto onerose quali l’ecoefficientamento degli impianti rappresenta un vantaggio per gli inquilini, che possono sostenere il costo dell’investimento nel lungo periodo e senza aggravi eccessivi in bolletta. Dal punto di vista dell’Amministrazione comunale, guardiamo ai benefici per la città: centinaia di alloggi serviti da un’unica centrale di teleriscaldamento vuol dire minori consumi e un contrasto efficace alle emissioni. Milano è capofila in Italia per lo sviluppo del teleriscaldamento, con una rete di 150 km a servizio di edifici  privati e pubblici. L’intervento in viale Ungheria è un ulteriore passo verso il risparmio energetico e la riduzione dell’inquinamento atmosferico”.

 Soddisfatto Enzo Torino, Deputy Regional Manager Lombardia UniCredit: ” UniCredit da tempo manifesta una forte attenzione e sensibilità nei confronti del settore delle energie e dell’efficientamento energetico, sia in prima persona, migliorando l’efficienza energetica delle proprie strutture, delle proprie attività e nei rapporti con i propri fornitori (Bilancio di Sostenibilità), sia supportando il settore attraverso un catalogo di prodotti e servizi dedicati a imprese e privati, anche tramite la Joint Venture Officinae. Il supporto al settore di UniCredit passerà in futuro attraverso partneship e progetti importanti, come questa con il Comune di Milano e si concretizzerà finanziariamente con operazioni di finanziamento chirografario, come in questo caso, ma anche di leasing e finanziamenti finalizzati”.

Energia. Da oggi lo sportello di Corso Buenos Aires aperto tutti i giorni

sportello energia
sportello energia

Maran: “Offriamo ai milanesi gli strumenti per avvicinarsi a una tematica complessa ma importante”

Offrire consigli utili sulle tematiche dell’efficienza e il risparmio energetico, promuovere corsi e attività di formazione per le imprese, indicare le modalità di una corretta manutenzione degli impianti termici. Su questo e molto altro si basa l’attività dello Sportello Energia di Corso Buenos Aires (situato nel sottopasso pedonale all’altezza del civico 22, all’angolo con via Giovanni Omboni) che amplia la sua offerta di consulenza ai cittadini. Da oggi, lunedì 31 agosto, infatti, lo Sportello gestito da AMAT, fino a ieri disponibile il lunedì e il mercoledì mattina, sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e su appuntamento fino alle 16.00.
Allo 02.21117897 e allo 02.80886108, attivi dal lunedì al giovedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00, risponde personale qualificato, in grado quindi di fornire risposte puntuali ai quesiti risolvibili telefonicamente, senza bisogno che il cittadino si rechi di persona allo Sportello.

“Vogliamo offrire ai milanesi gli strumenti per avvicinarsi ad una tematica complessa ma di grande importanza – dichiara l’assessore all’Ambiente ed Energia Pierfrancesco Maran -. Dalle temperature massime e minime consentite negli ambienti interni, ai vantaggi offerti dalle fonti rinnovabili, passando per le agevolazioni fiscali disponibili per gli interventi di efficienza energetica, i cittadini possono ricevere tante informazioni preziose non solo per il rispetto dell’ambiente, ma anche in un’ottica di risparmio economico”.
Presso lo Sportello Energia avviene anche l’attività di distribuzione delle targhe energetiche per il catasto degli impianti: circa 180mila ‘etichette’ vengono fornite ai manutentori per censire gli impianti cittadini, renderli riconoscibili, ridurre le aree di irregolarità e consentire maggiore efficienza nelle operazioni di manutenzione e ispezione. Il censimento degli impianti è infatti fondamentale per individuare le irregolarità e ridurre il numero di sistemi fuori norma.

Inoltre lo Sportello sta già svolgendo da luglio e continuerà a rilanciare un’importante azione per promuovere la “cultura dell’efficienza energetica e delle energie pulite e sostenibili” grazie a un programma di incontri pubblici di approfondimento, con la collaborazione degli attori del mercato energetico, i Consigli di Zona, il mondo dell’associazionismo, le categorie professionali e gli enti tecnici di riferimento.

Gli uffici di Corso Buenos Aires si occupano anche di predisporre l’invio ai cittadini delle lettere che fissano la data dell’ispezione a domicilio da parte dei tecnici di Amat presso gli impianti durante la stagione termica. I cittadini, chiamando lo Sportello, possono chiedere di modificare l’appuntamento.

Per informazioni generali , oltre al numero sopraindicato dello Sportello Energia, i manutentori possono scrivere a nuovo.impianto@amati-mi.it, mentre i cittadini possono rivolgersi a impianti.termici@amat-mi.it