Giornata Mondiale del diabete

diabete
diabete

Oggigiorno, si calcola che in Italia siano circa 3 milioni le persone affette da diabete,e più di 415 milioni (1 su 11) nel mondo con un elevato costo economico e sociale, che impatta sui sistemi sanitari e rappresenta un ostacolo per lo sviluppo economico sostenibile. Inoltre, in Italia sono circa 2,6 milioni (4,3% della popolazione) i soggetti con difficoltà a mantenere le glicemie nella norma, una condizione che nella maggior parte dei casi prelude allo sviluppo del diabete di tipo 2.

La scelta di un’alimentazione sana e naturale gioca un ruolo chiave per i pazienti con diabete,insieme al movimento e alla riduzione delle ‘comodità’ dell’auto, del divano o a pasti ricchi di grassi.

Un recente studio  condotto dall’Università di Firenze (Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica e Dipartimento di Scienze Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente), in collaborazione con l’Azienda-Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze e pubblicato dall’European Journal of Nutrition,dimostral’effetto positivo dei prodotti a base di grano khorasan KAMUT® sui livelli di insulina e glucosio nel sangue.

Lo studio ha evidenziato anche un miglioramento nella prevenzionesecondaria, che è fondamentale nella riduzione del rischio di eventuali complicazioni vascolari in pazienti affetti da diabete di tipo2.

Dal momento che i soggetti diabetici hanno un rischio maggiore di patologie cardiovascolari, l’obiettivo di questa ricerca è stato quello di capire se una sostituzione nella dieta con prodotti a base del grano khorasan KAMUT® potesse generare un effetto protettivo in questi soggetti.

PROTOCOLLO DI STUDIO E RISULTATI
Ai soggetti volontari con diabete di tipo 2 è stato richiesto di mangiare in due periodi diversi di otto settimane ciascuno, prodotti semi-integrali a base di antico grano khorasan KAMUT® e prodotti a base di grano moderno, entrambi provenienti da agricoltura biologica.

Le analisi del sangue dei volontari hanno evidenziato che il consumo di prodotti a base di grano khorasan KAMUT® ha apportato un significativo miglioramento di numerosi fattori di rischio quali colesterolo totale (-3.7%), colesterolo LDL (-3.4%), glucosio (-9-1%) e insulina (-16.3%), e una diminuzione del profilo infiammatorio, indipendentemente dall’età, dal sesso, dai fattori tradizionali di rischio, dai farmaci assunti e dalle abitudini alimentari.

Nessun effetto significativo è stato rilevato a seguito del consumo di grano moderno.

Questi risultati sono importanti perché nei soggetti affetti da diabete di tipo 2, una dieta a base di grano khorasan KAMUT® riduce il rischio di svilupparecomplicazioni vascolari. Un altro aspetto rilevante è che,anche se i pazienti stavano seguendo terapie anti-diabetiche per diminuire il livello glicemico, grazie ai prodotti a base digrano khorasan il KAMUT® si è registrato un ulteriore significativo miglioramento.

“Negli ultimi anni si è assistito a una riscoperta dei grani antichi perché considerati più facilmente digeribili e tollerabili anche da parte di chi soffre di sensibilità al grano moderno, cioè, a quelle varietà introdotte durante la Green Revolution della seconda metà del secolo scorso.

Questo studio condotto dall’Università di Firenze è in linea con gli studi che stanno conducendo numerosi gruppi di ricerca di tutto il mondo sulle superiori qualità nutrizionali e sulla maggiore biodiversità di nutrienti dei grani antichi rispetto i grani moderni” ha dichiarato Emanuela Simonetti, Direttore Ricerca di Kamut Enterprises of Europe.

Ancora una volta risultano evidenti gli effetti positivi generati da una alimentazione a base di grano khorasan KAMUT®, anche nella prevenzione e nella riduzione di rischi di una patologia come il diabete di tipo 2.

14 novembre 2016

GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE

I consumisti non mangiano i bambini

 

 

Teatro della Cooperativa
I CONSUMISTI MANGIANO I BAMBINI

di Riccardo Piferi e Diego Parassole, con Diego Parassole
regia di Marco Rampoldi
dal 19 al 20 settembre 2015

20 settembre 2015, di Elisa Zini – Torna al Teatro della Cooperativa Diego Parassole, che con onestà e intelligenza ripropone il suo spettacolo “I consumisti mangiano i bambini”. Si apre così la nuova stagione teatrale al Teatro della Cooperativa di via Hermada. Tema centrale dell’esibizione il Consumismo, sviscerato in tutti i suoi aspetti: dagli incontri al centro commerciale con l’irresistibile leggerezza degli sconti ai quali è difficile resistere, ai prodotti tecnologici che troppo spesso acquistiamo inutilmente, dalla carta fedeltà alla sovrabbondanza di cibo. Citazioni e letture non mancano e Diego da grande mattatore tiene il palco in maniera ineccepibile, dialogando con il pubblico con sagace ironia. Grande studio e lunga bibliografia per Diego Parassole che prima di realizzare il suo spettacolo ha dovuto leggere, documentarsi e acquisire dimestichezza con la chimica, il marketing e la psicologia. Perché la maggior parte dei prodotti alimentari che sono oggi in commercio contengono così tanti ingredienti che per decifrarli non basta una laurea. Commentando il titolo Parassole rivela: “Certo, è una provocazione. I consumisti non mangiano i bambini…però tutti da tempo stiamo mangiando il loro futuro”. Scenografia semplice, essenziale: un tavolino di legno al centro del palco e due figure di cartone a grandezza umana raffiguranti un uomo delle caverne e un ragioniere, moderno, con cravatta, pancetta e valigetta incorporata. Il pubblico è trascinato in una risata senza fine, guidato con maestria da Parassole battuta dopo battuta, situazione dopo situazione. Divertito e soddisfatto partecipa allo spettacolo fin dalle prime battute seguendo Diego nella ricerca di una verità sugli stili di vita corretti attraverso l’analisi, collettiva, di quelli sbagliati. Un viaggio nell’inconscio attraverso battute comiche spassose, a ripetizione. Due ore di performance, in un monologo equilibrato, colto e ben studiato. Uno spettacolo da consigliare a tutti e da rivedere, da soli o in compagnia.

Prevenire i tumori mangiando con gusto – a tavola con DIANA

Autori: Anna Villarini e Giovanni Allegro

Prefazione di Franco Berrino

 Sperling & Kupfer

6 giugno 2013, di Elisa Zini – Il progetto DIANA (Studio di Prevenzione delle Recidive del Tumore al Seno attraverso l’Alimentazione e lo Stile di Vita), coordinato dal Dott. Franco Berrino, Direttore del Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione (Fondazione IRCCS Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori, Milano) è un progetto che nasce nel 1995 e ha già coinvolto migliaia di donne in tutta Italia con lo scopo di trovare la relazione tra l’alimentazione e l’insorgenza del tumore al seno, comprese le recidive.

Prevenire i tumori mangiando con gusto è il libro che nasce da questo importante progetto e spiega come, modificando la dieta e il proprio stile di vita, sia possibile ridurre i fattori di rischio del tumore e delle recidive. Il dott. Franco Berrino nella prefazione ricorda un pensiero di Michael Pollan:” Andiamo a fare la spesa accompagnati dalla bisnonna (la nonna potrebbe essere troppo giovane) e tutto quello che lei non riconosce come cibo non compriamolo”.

Anna Villarini, biologa e specialista in Scienza dell’Alimentazione, lavora come ricercatrice presso il dipartimento di Medicina preventiva e predittiva all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e Giovanni Allegro è uno chef specializzato in cucina naturale che insegna a Cascina Rosa, la scuola di cucina preventiva e adiuvante della Fondazione IRCCS. Giovanni Allegro riporta nel libro alcune semplici ricette che si possono eseguire a casa in linea con gli studi e i risultati del progetto DIANA. Le ricette sono suddivise in: zuppe e primi piatti, secondi piatti con legumi, secondi piatti di pesce e frutti di mare, contorni di verdura, dolci e varie.

Prevenire i tumori mangiando con gusto è un libro piacevole, di facile lettura, capace di curare l’anima e il corpo della gente attraverso un ritorno alla semplicità e a quella saggezza orientale che il mondo Occidentale ha perso ormai da troppo tempo. Un’occasione per prendersi cura di se stessi in armonia con quella natura da cui tutti abbiamo avuto origine.

I Mercoledì della Salute

Dopo il successo delle passate edizioni, riprendono il 16 maggio I Mercoledì della Salute, la serie di incontri di informazione e prevenzione sanitaria con medici ed esperti. Per promuovere un’educazione sanitaria facilmente fruibile e una corretta informazione riguardo temi inerenti alla salute e al benessere psico-fisico, l’Amministrazione Comunale ripropone dal mese di maggio I Mercoledì della Salute, il ciclo di incontri di informazione e prevenzione sanitaria con medici ed esperti che tanto successo hanno riscosso nelle precedenti edizioni .

Questa volta le tematiche affrontate riguarderanno il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Gli incontri si rivolgono principalmente ai genitori, ai nonni, alle insegnanti, alle educatrici e ai ragazzi.

Con un linguaggio chiaro e accessibile a tutti si affronteranno argomenti che vanno dall’alimentazione ai disturbi del sonno, dalla prevenzione degli incidenti domestici alle patologie dermatologiche più frequenti.

A partire dal 16 maggio e sino al 6 giugno 2012 quindi, sarà possibile incontrare dottori e specialisti, ricevere informazioni utili e porre domande anche attraverso l’esposizione di casi personali che possano risultare di interesse collettivo.

Gli incontri, che si terranno al Bì – La Fabbrica del Gioco e delle Arti, in via Rodari 3, accoglieranno le dissertazioni degli specialisti consentendo l’opportunità di chiarire dubbi e condividere esperienze cliniche.

I Mercoledì della Salute sono aperti sia ad un pubblico adulto sia ai più piccoli. Mamme, papà e nonni potranno portare con sé i propri bimbi che saranno intrattenuti dalle educatrici attraverso divertenti e istruttivi laboratori e giochi a tema. In questo modo mentre gli adulti seguiranno le conferenze sulla salute i più piccoli potranno partecipare a giochi e a simulazioni nei diversi spazi del BI’, sempre seguiti da educatori e personale comunale. I laboratori sono aperti a bambini dai 4 agli 11 anni, sono gratuiti e sono un’occasione per iniziare da piccoli a fare prevenzione attraverso il gioco (è necessaria la prenotazione). I bambini più piccoli d zero ai tre anni saranno invece accolti da educatrici dei nidi comunali (in questo caso è necessaria però la presenza di un adulto per motivi educativo-pedagogici).

Mamme, papà, nonni e bimbi potranno gustare prima di iniziare laboratori e conferenze la merenda della salute offerta ai partecipanti.

I laboratori inizieranno alle 17.30, mentre le conferenze cominceranno alle 18 per concludersi alle 19.00. Un’occasione quindi da non perdere e che permette ai genitori di seguire degli incontri utili e volti alla prevenzione sanitaria mentre i figli giocano e imparano.

Poter dialogare a tu per tu con medici ed esperti in effetti non è sempre facile, a volte è persino impossibile. Proprio per questo motivo l’Amministrazione Comunale di Cormano, pensando e realizzando questa iniziativa con l’importante contributo dell’Azienda Speciale Farmacia Multiservizi Comunale, tenta di offrire alla città un servizio utile, favorendo un’informazione corretta con l’obiettivo di tutelare la salute di grandi e piccoli.

Ecco il calendario:

16 maggio, ore 18.00

“Alimentazione nell’infanzia e nell’adolescenza e prevenzione dell’obesità”

Una buona alimentazione è essenziale per una crescita ed uno sviluppo corretti. Il regime alimentare influisce sulla crescita fisica del bambino, sulla composizione del suo organismo, sulla funzione immunitaria e su quella mentale.

Dott.ssa Giuseppina Colavita – Specialista in Pediatria – Poliambulatorio Pediatrico 0-14 -Paderno Dugnano

Laboratorio, ore 17.30

A cura della Coop. Pandora

“La merenda regale: i paesaggi alimentari”

I bambini, seguendo il racconto di una fiaba con disegni e attraverso giochi sensoriali, impareranno a preparare la loro merenda a base di yogurt, frutta e cereali.

23 maggio ore 18.00

“Disturbi del sonno nell’infanzia”

“Disturbi del comportamento su base ansiosa nei primi anni di vita”

Cosa sono e come è possibile prevenirli o modificarli.

Dott.ssa Paola Amadei – Specialista in neuropsichiatria

Dott.ssa Chiara Grandi  -Psicologa

Metica – centro per la diagnosi e la cura dei disturbi neurologici e psicopatologici, del linguaggio e dell’apprendimento per il bambino e l’adolescente. – Paderno Dugnano

Laboratorio ore 17.30

con Laura Maralla – esperta in laboratori esperienziali in ambito educativo (arte terapia) 

“Ninne nanne pazze” un pupazzo per la nanna

Partendo dal racconto di una fiaba ogni bimbo realizzerà il proprio pupazzo per fare la nanna, scoprendo come sia divertente trasformare delle calze in bruchi e farfalle dai mille colori. Si consiglia un abbigliamento comodo.

30 maggio, ore 18.00

Prevenzione degli incidenti domestici e primo soccorso: le intossicazioni acute”

Dott.ssa Franca Davanzo – Direttore del Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda

Laboratorio, ore 17.30

con Alessandra Destefani – Infermiera Professionale – Punto Salute – Cormano

 “Primo soccorso a misura di bimbo”

I bambini impareranno ad attuare alcuni piccoli interventi di primo soccorso: con parole semplici verrà loro spiegato come comportarsi correttamente nelle emergenze, cosa fare e perché, cosa non fare e perché. Impareranno ad attivare correttamente il numero telefonico 118 per chiedere aiuto se qualcuno si è fatto molto male o sta molto male.

6 giugno, ore 18.00

“La pelle 0-12: panoramica delle patologie dermatologiche più frequenti nell’infanzia”.

Dermatite da pannolino, sudamina, dermatite atopica, dermatiti da causa esogena, impetigine, acne. L’esposizione al sole. Consigli pratici per i genitori.

Dott.ssa Paola Persichini – Specialista in dermatologia e venereologia – Punto Salute – Cormano – Centro di Dermatologia Integrata e Medicina Preventiva (Milano) – Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico (Milano)

Laboratorio, ore 17.30

con la dott.ssa Ilaria Squaiella – Psicologa

“Diamo il benvenuto all’estate con la danza del sole!”

Prendendo in prestito le qualità del cane, del serpente, della montagna e della sfinge “giocheremo” insieme allo yoga. Attraverso semplici posizioni impareremo la sequenza del saluto al sole per accostarci a questa antica pratica in modo allegro, colorato, divertente  e soprattutto “movimentato”.

Si consiglia abbigliamento comodo e calzini antiscivolo.

Talismano del mangiar sano

Marco Bianchi

“Talismano del mangiar sano”

Skira Editore

22 febbraio 2012, di Elisa Zini – Marco Bianchi con il suo ultimo libro “Talismano del mangiar sano” offre molto di più di una semplice raccolta di facili e suggestive ricette culinarie.

Oltre 200 ricette di facile esecuzione, piene di gusto e colori, approvate e certificate dall’IEO (Istituto Europeo di Oncologia). Un connubio tra scienza e cucina, tra prevenzione dei tumori e sana alimentazione. Il dottor Umberto Veronesi durante l’ultimo congresso “Alimentazione e tumori” tenutosi nel 2010 allo IEO ha dichiarato: “Alimentazione: un atto cosciente di assunzione selettiva di alimenti”. In queste poche parole si cela un importante segreto: alimentarsi è un modo di volersi bene.

Il cibo presente nelle nostre cucine e sulle nostre tavole può influire in modo significativo sulla vita e sul benessere dell’intero organismo, prevenendo disfunzioni metaboliche, intolleranze, patologie cardiovascolari, tumori. Una corretta e quotidiana attività fisica insieme ad una sana alimentazione possono insieme incidere in modo significativo sulla nostra salute dato che circa il 20% dei tumori è legato all’alimentazione. Possibile quindi la prevenzione attraverso corrette abitudini alimentari e di vita.

Il “Talismano del mangiar sano” vuole rappresentare un’utile guida da tenere in cucina, a portata di mano, con semplici ricette tutto gusto e salute.