La rosa S.p.a. premiata alla Scala

Premio

 

Il 19 giugno 2011, nella splendida cornice del Teatro alla Scala di Milano, Mattia Rigamonti (CEO La Rosa S.p.A) riceve da Carlo Sangalli (presidente della Camera di Commercio) e Fedele Confalonieri (Presidente Mediaset) il ‘Premio YouImpresa’ all’interno della manifestazione ‘Premio Milano Produttiva’.

Il ‘Premio YouImpresa’, intende valorizzare il video quale nuovo strumento di comunicazione aziendale, leva strategica per affrontare i mercati internazionali in rapida evoluzione.

Il riconoscimento, è stato attribuito al ‘corto’ dell’azienda caricato sul portale della Camera di Commercio e grazie a 6560 cliccate di consenso da parte degli utenti. L’ onorificenza è destinata a imprese dinamiche e innovative che si sono distinte per dedizione e professionalità, correttezza imprenditoriale e per il rispetto delle regole del mercato.

La Rosa S.p.A si aggiudica ben due premi in questo primo semestre, a febbraio infatti ha acquisito il trofeo

PLAN A’ Award 2011’ promosso dal gruppo inglese di proprietà M&S. Il premio ha consacrato l’azienda italiana unica realtà mondiale nel settore del Visual Merchandising e produttrice di manichini, che opera nel pieno rispetto dell’ambiente e a tutela del lavoratore.

Un’ulteriore conferma che vede ancora La Rosa S.p.A come capofila, rivolta a nuovi canali di comunicazione, oltre che allo sviluppo di tecnologie produttive ecosostenibili.

Il video è visibile sulla home page del sito www.larosaitaly.com

e su http://www.youtube.com/watch?v=O6E53u-tpYA

Diabete a Palazzo Lombardia

Monica Guarischi, delegato della Presidenza di Regione Lombardia per le Pari Opportunità
(Ln – Milano, 30 giugno) Monica Guarischi, delegato della Presidenza di Regione Lombardia per le Pari Opportunità, si sottopone al test per il controllo del diabete nell’ambulatorio mobile allestito a Palazzo Lombardia, per uno screening dedicato ai dipendenti e ai cittadini. Con loro hanno fatto il test, tra gli altri, anche il presidente Roberto Formigoni e l’ex calciatore milanista Daniele Massaro.

 

Legge Parchi

Alessandro Colucci

(Ln – Milano, 29 giu) “A questo punto davvero i parchi rischiano la chiusura. A soli quattro mesi dal decreto Milleproroghe, che prevede, entro il 31 dicembre 2011, la soppressione dei Consorzi di gestione, e dopo ampio confronto, ho portato in Aula il nuovo modello di governo per la tenuta e il rilancio del sistema della Aree protette lombarde. Con il rinvio alla Commissione, votato dal Consiglio, nessuno oggi può escludere lo scioglimento degli attuali Consorzi, con il rischio che i parchi diventino terra di nessuno”. Così l’assessore regionale ai Sistemi verdi e Paesaggio Alessandro Colucci commenta il nuovo invio all’VIII Commissione del Progetto di legge di riforma dei parchi.

“Chi ha voluto questo – aggiunge Colucci – ne porti l’intera la responsabilità. Giochi politici mettono a repentaglio un’esigenza vera e profonda di governo del territorio.

Non vorrei che dietro le barricate innalzate contro questa legge, in realtà, si celi qualche interesse ben diverso:

smobilitare il nostro sistema verde e dare spazio alle speculazioni”. “Mi impegnerò fino in fondo – conclude Colucci – perché il provvedimento sia al più presto approvato e per garantire ai cittadini lombardi i loro parchi”. (Ln)

Svincolo Cinisello Balsamo

Assessore Raffaele Cattaneo

(Ln – Milano, 27 giu) Domani, martedì 28 giugno, alle ore 22.00, verrà aperto metà dello svincolo di Cinisello Balsamo per le provenienze A4 (Torino-Milano-Venezia) con la direzione SS 36 ‘del lago di Como e dello Spluga’, rispettando così i tempi previsti nel cronoprogramma accelerato formulato dopo l’incontro del 10 marzo tra Regione, Anas e gli enti locali. Il 30 giugno alle ore 22.00 verrà aperta la rimanente parte delle opere a completamento dello svincolo di Cinisello per chi proviene dalla SS 36 in direzione dell’A4. Si garantiranno così i collegamenti del traffico principale tra la SS36 e l’autostrada A4.

Lo comunica l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, sottolineando che “siamo consapevoli dei disagi creati da questo cantiere, ma l’apertura dello svincolo di Cinisello è un ulteriore fatto concreto dell’attenzione posta dalla Regione per migliorare la viabilità.

Certo la nascita di queste infrastrutture sono come le doglie di un parto che portano alla nascita di un figlio. Da qui al 2015 dovremo soffrire un po’, ma il senso di quel che facciamo è poter viaggiare più velocemente, in maggiore sicurezza e maggior comfort consentendoci di avere più tempo per noi stessi”. (Ln)

Energia meno cara

Robrto Formigoni

 

(Ln – Milano, 27 giu) La Lombardia si è confermata anche per il 2010 la regione leader del comparto acciaio con 665 imprese impegnate in questo settore. Milano è la provincia con il maggior numero di imprese presenti sul territorio (226, 34% del totale regionale), seguita da Brescia con 105 imprese (15,8% del totale lombardo).

Il 2010 è stato per il comparto siderurgico un anno di ripresa dei volumi produttivi rispetto all’anno precedente, un andamento che trova conferma anche nei primi mesi del 2011.

Nel primo quadrimestre 2011 l’Italia ha prodotto 9,41 milioni di tonnellate di acciaio (+8,4% sullo stesso periodo del 2010) crescendo più della media europea (+5,7%).

Sono i dati emersi nel corso dell’assemblea annuale di Federacciai, ospitata presso la sede del Gruppo Il Sole 24 Ore, e alla quale è intervenuto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

Ai lavori erano presenti il presidente uscente di Federacciai, Giuseppe Pasini e il Sottosegretario per lo Sviluppo Economico, Stefano Saglia.

Rivolgendosi agli imprenditori il presidente Formigoni ha sottolineato come sia condivisibile la richiesta di un “programma di sviluppo energetico serio e lungimirante”.

“Occorre rivedere – ha detto il presidente Formigoni – le fonti di approvvigionamento: dobbiamo necessariamente rivolgere la nostra attenzione verso le altre fonti energetiche disponibili.

Il governo nazionale deve proporre velocemente una strategia per i prossimi anni che permetta alle nostre imprese di ottenere energia a costi più contenuti”.

Il presidente Formigoni ha anche evidenziato come, nell’agenda di governo, non possa mancare un “forte impegno a favore dell’innovazione tecnologica da una parte e della promozione dell’efficienza energetica dall’altra”, promuovendo – ad esempio

– la generazione distribuita con impianti di piccole dimensioni che rendano più stabile e flessibile il sistema elettrico nazionale nell’ottica di una produzione più efficiente e a minor impatto ambientale.

Secondo il presidente Formigoni “la sostenibilità ambientale ed energetica, può essere trasformata in opportunità di sviluppo, realizzando compiutamente il passaggio dalla tutela dell’ambiente alla green economy”.

Ne è esempio il “Piano per una Lombardia Sostenibile”, un programma trasversale che mette a tema la sostenibilità come elemento di sviluppo economico del sistema in molteplici settori, dalle infrastrutture alla mobilità, dalle imprese all’edilizia, al territorio.

Nel corso del suo intervento, il presidente della Regione Lombardia ha anche indicato quali sono le priorità essenziali di politica economica per tornare a crescere almeno del 2%:

attrarre capitali esteri, investire nelle infrastrutture strategiche con la “consapevolezza che per ogni milione di euro di investimenti in infrastrutture si generano 2 milioni di euro di reddito prodotto”, continuare a investire in ricerca e innovazione, sburocratizzare e semplificare i procedimenti. (Ln)