25.5 C
Milano
giovedì, Giugno 30, 2022

Mercato del lavoro: in Italia si ritorna ad assumere

Le più recenti proiezioni in merito alla ripartenza dell’occupazione sono orientate verso un cauto ottimismo. Alcuni settori trainano la ripresa delle assunzioni di tipo stabile e a tempo determinato, mentre si cerca di guidare il mercato attenendosi ai principi del lavoro dignitoso.

La crisi economica e occupazionale causata dalla pandemia ha generato sfiducia nei lavoratori, che in molti casi hanno perso l’impiego che svolgevano e hanno faticato a trovarne un altro. La frustrazione non deve tuttavia vincere e influenzare gli umori attuali. In questi mesi, con l’arrivo del PNRR (il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) si creeranno infatti nuove e interessanti opportunità di lavoro.

Secondo gli analisti della ILO, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro, bisognerà attendere il 2023 perché il mercato occupazionale si riorganizzi in maniera definitiva e ricominci ad assestarsi su numeri sovrapponibili a quelli del pre-Covid. Non mancano comunque settori – si pensi a quello dell’edilizia e delle costruzioni, della grande distribuzione organizzata o dell’industria manifatturiera – in cui si è tornati ad assumere, anche con contratti a tempo indeterminato.

In un periodo di incertezza come quello appena descritto, rivolgersi a un’agenzia specializzata in ricerca personale può davvero fare la differenza. Chi offre e chi cerca lavoro ha l’opportunità di trovare un valido supporto nei servizi di recruiting offerti dall’agenzia Jobtech, la prima in Italia a operare esclusivamente in digitale. Attiva su tutto il territorio nazionale, ha messo a punto portali verticali dedicati a specifici settori, che in breve tempo sono divenuti un punto di riferimento per i professionisti e le aziende.

Non ci potrà però essere una reale ripresa del mercato occupazionale se questo non si orienterà maggiormente verso i principi della sostenibilità, della dignità e dell’uguaglianza. La ripartenza dovrà necessariamente basarsi sui principi della parità di genere e di trattamento salariale tra uomini e donne, che in ugual modo contribuiscono alla rinascita e allo sviluppo economico del Paese.

Più nello specifico, rispetto ai colleghi di sesso opposto sono le donne a essere maggiormente penalizzate da una minore domanda di lavoro. Un dato, a questo proposito, è particolarmente significativo e rilevante. Sebbene le professioniste di genere femminile contribuiscono per il 42% nel formare la forza lavoro in Italia, soltanto un terzo di costoro occupa posizioni a tempo indeterminato.

L’instabilità generata dalla pandemia non ha certo contribuito nel colmare il gap esistente tra uomini e donne. I tempi sono tuttavia maturi per favorire il riassorbimento del divario occupazionale tra sesso forte e sesso debole.

Altri articoli di attualità su Dietro la Notizia

0 Condivisioni

Articoli

Perché installare un condizionatore è un buon investimento

D’estate le temperature tendono a salire sempre di più in molti paesi del mondo a causa del riscaldamento globale. Questo può causare diversi problemi...

Fresco d’estate a Lana in Alto Adige

Corsi d’acqua, piscine, cascate, fiumi, rogge e torrenti in cui rinfrescarsi nella stagione calda Il territorio di Lana e dintorni, tra le sue meravigliose caratteristiche...

Pier Silvio Berlusconi: «’Striscia’ e’ un pezzo della televisione italiana e un pezzo di Italia»

A settembre ripartenza boom del programma con Luca Argentero e Alessandro Siani Nel corso della presentazione di ieri sera alla stampa delle nuove stagioni tv...

Resta Connesso

1,478FansLike
396FollowersFollow
141FollowersFollow
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Perché installare un condizionatore è un buon investimento

D’estate le temperature tendono a salire sempre di più in molti paesi del mondo a causa del riscaldamento globale. Questo può causare diversi problemi...

Fresco d’estate a Lana in Alto Adige

Corsi d’acqua, piscine, cascate, fiumi, rogge e torrenti in cui rinfrescarsi nella stagione calda Il territorio di Lana e dintorni, tra le sue meravigliose caratteristiche...

Pier Silvio Berlusconi: «’Striscia’ e’ un pezzo della televisione italiana e un pezzo di Italia»

A settembre ripartenza boom del programma con Luca Argentero e Alessandro Siani Nel corso della presentazione di ieri sera alla stampa delle nuove stagioni tv...

Al via domani la prima edizione del “Nuove Vibrazioni Festival”

Sul palco ci sarà Manutsa. Il suo ultimo album è candidato alla Targa Tenco Si intitola "Nuove Vibrazioni Festival", ed è la nuova rassegna musicale...

Maco Festival: pronti a partire nella Clouds Arena – Paestum (Sa)

Dopo il successo dell’edizione 2021 che ha raccolto oltre 15.000 presenze, 80.000 visualizzazioni e 27.000 geolocalizzazioni, sia in Italia che all'estero, riparte Maco Festival...