Intervista a Luka Zotti

Luka Zotti - Fotografia di Samuele Cavicchi

Le tue canzoni sono anche racconti…un inizio ed una fine…

“I brani dell’album Forgotten Dream raccontano del percorso da un momento di buio ad uno stato di luce, raccontano dell’evoluzione interna a cui l’essere umano a volte è chiamato ad affrontare al fine di raggiungere la propria e personale “strada” e dunque la felicità.”

Oltre ad essere un musicista, sei un’artista, crei, dipingi… Quale di queste capacità hai sviluppato per prima ?

“Premetto che dal mio punto di vista musica, pittura, artigianato, scultura sono tutte figlie della stessa madre, “l’Arte”, sono solo diversi modi di esprimersi, ma la fonte è la stessa, “l’Ispirazione”.

All’età di 14 anni ho iniziato a suonare la chitarra e basso, poi a cantare, parallelamente coltivavo la passione per l’artigianato (in particolare le creazioni in legno). A 19 anni  è arrivata la passione per la pittura con le prime mostre d’arte, intanto iniziavo a personalizzare e modificare i miei strumenti musicali per poi arrivare a costruirli da zero. Dunque dai 19 anni in poi ho sempre portato avanti parallelamente Musica, Pittura, e Liuteria.”

Qual è il sogno da realizzare con questo cd ?

“Portare la mia musica e arte in giro per il mondo, amo l’Italia ma il pianeta è così grande… ci sono così tanti posti da vedere e da cui trarre ispirazione.”

Intervista a cura di Davide Falco