Terzo viaggio missonario di Paolo


di Cinzia Randazzo

In questo contributo passiamo a presentare il terzo viaggio missionario dell’apostolo Paolo.    

Rientrato in Antiochia nella primavera del 53 d.C., essendone la stagione propizia, Paolo diede il via al terzo viaggio missionario. Questa volta alla via della vela e del mare preferì quella della terra.

Attraversando le porte cilicie puntò direttamente sulle regioni centrali dell’Asia minore, della Galazia e della Frigia. Tornò ad Efeso dove pose dimora  per circa tre anni, dalla seconda metà del 54 alla prima del 57 d.C., questa compresa.  Partito da Efeso si stabilì per pochi mesi a Filippi in Macedonia,  da dove si spinse, con molta probabilità, nell’Illiria (l’attuale Jugoslavia) per una esplorazione missionaria.

Dalla Macedonia scese poi a Corinto passandovi l’inverno tra il 57 e il 58, per poi tornare in Filippi, onde qui celebrare la pasqua dell’anno stesso. Spinto fortemente però dal desiderio di passare la pentecoste a Gerusalemme, scese, successivamente, lungo la costa occidentale della penisola asiatica ed imbarcatosi ad Asson raggiunse Tiro, poi Cesarea Marittima, ed infine, tornato a terra, la tanto sospirata capitale della Giudea.