Too sweet – Cesare Inzerillo

Too Sweet-Cesare Inzerillo

L’ARTE PROVOCATORIA DI CESARE INZERILLO SBARCA CON FRUCTAN ALLA GALLERIA ALBERTO SORDI

Fructan, marchio leader nell’area dei dolcificanti naturali, presenta, martedì 18 dicembre alle 18 negli spazi della Galleria Alberto Sordi di Roma, la suggestiva e provocatoria “Too Sweet”, installazione artistica di Cesare Inzerillo. Attraverso questa opera d’arte, che rimarrà in Galleria fino alla vigilia di Natale, Fructan continua la sua campagna per la prevenzione della salute, iniziando proprio dall’eccessivo consumo di zucchero.

Roma – 12 dicembre 2012. Dal sodalizio tra l’artista Cesare Inzerillo ed il marchio di dolcificante Fructan, prende vita un’installazione artistica che farà molto discutere. Fructan è impegnata da anni nella campagna contro i danni alla salute provocati dallo zucchero, e questa volta decide di farlo con una suggestiva manifestazione artistica: dal 18 al 24 dicembre, negli spazi della Galleria Alberto Sordi di Roma, sarà visibile al pubblico “Too Sweet”, installazione di Cesare Inzerillo che vuole denunciare proprio l’innaturale “assuefazione” da zucchero di cui soffriamo. L’opera rappresenta una formica di oltre 2 metri, obesa e adagiata su una montagna di zucchero, sfinita per la “troppa dolcezza”.

Fructan ha deciso di“usare” l’arte, per centrare l’attenzione su salute e benessere. «Abbiamo scelto l’arte e in particolare la produzione artistica come mezzo di comunicazione e cercheremo di continuare su questa linea, perché la nostra idea di benessere va oltre la forma e la salute fisica: è curiosità, stimolo intellettuale, leggerezza, velocità» dice l’Ad di Fructan Matteo Mantovani.

“Too Sweet” sarà inaugurata martedì 18 dicembre alle 18, alla presenza dell’artista. Inzerillo nasce a Palermo nel 1971 e giovanissimo diventa scenografo di teatro e di cinema per Daniele Ciprì e Franco Maresco. Successivamente collabora alla scenografia di diversi film e spettacoli. Diventa noto al grande pubblico grazie alle sue sculture originali e simpaticamente provocatorie. Ha esposto al Festival di Spoleto, alla Milanesiana e alla Biennale di Venezia.

«Vi invito – conclude Mantovani – dopo la tappa alla Galleria Alberto Sordi, ad andare a visitare la mostra di Brueghel al Chiostro del Bramante, di cui siamo orgogliosi partner. Il 2013 sarà per noi un anno all’insegna dell’arte».