Premio Internazionale – Le Fonti –

Cena di Gala

La cerimonia del Premio Internazionale Le Fonti si è svolta giovedì 30 giugno presso Palazzo Visconti  a Milano, con il patrocinio della Fondazione Cariplo, Regione Lombardia, Provincia di Milano, AssiomForex, Assofondazioni, oltre alla collaborazione di  IAIR International  alternative Investment Review, dell’Istituto di Scienze e Cultura e del club e rivista Family Office.

Nonostante sia alla prima edizione il Premio Internazionale Le Fonti ha già superato altri premi di eccellenza come ranking di Alexa – Gruppo Amazon, per numero di visitatori, quali LEGAL 500, CHAMBERS, IFLR 100, IFLR,  EUROMONEY, HEDGE FUND REVIEW, WHO’S WHO LEGAL ed EXPERT GUIDES (per maggiori dettagli

www.editricelefonti.it/premio

Varie le categorie coinvolte nell’assegnazione dei premi: imprese, banche e strutture finanziarie, studi legali e professionisti d’impresa.

I premi alle migliori imprese italiane, che hanno saputo mantenere livelli di eccellenza nonostante la crisi, sono stati  assegnati dopo un lungo lavoro scientifico e redazionale condotto dal Centro Studi di Editrice Le Fonti, con il coinvolgimento della comunità dei lettori che ha segnalato oltre 1.200 imprese. Il Centro studi ha vagliato i dati di bilancio, le informazioni finanziarie, e gli elementi di eccellenza nominando come vincitori:   Novamont, Elica, Prima
Industrie, Tesmec, Exprivia, Robur, TBS Group, BLM, ISSFacility Management.

Il premio al miglior progetto filantropico è stato assegnato alla  Fondazione IBM Italia
per il progetto Kidsmart in Abruzzo. Il parametro dell’eccellenza a dispetto della crisi è stato il metro di valutazione anche per i premi della finanza:  il Centro Studi ha analizzato oltre 100 tra strutture del settore private e oltre 50 tra family office e boutique finanziarie, fermo restando il vaglio delle segnalazioni da parte dei clienti delle strutture finanziarie stesse e le votazioni dei lettori  delle riviste coinvogliate anch’esse in un sondaggio. I vincitori:

Gruppo MontePaschi, sia per la struttura di Family Office che di Private Banking, Intesa San Paolo, sia per il settore private banking che private insurance, Deutsche
Bank, Sopaf, Banca Cesare Ponti del Gruppo Carige, Banca Euromobiliare, Banca Popolare dell’Emilia Romagna e  Banca Etruria e, come migliore fiduciaria, Unione Fiduciaria.

La scelta del miglior strumento finanziario etico ed ecologico è stata effettuata su un panel di oltre 120 strumenti SRI collocati in Italia: i best in class sono risultati, rispettivamente, quelli di Aviva Investor e di UBS Global Asset Management.
Lavoro minuzioso del Centro Studi di Editrice Le Fonti anche per la premiazione delle strutture professionali valutate con i parametri internazionali dell’eccellenza legale. Sono stati coinvolti circa 200 studi professionali, su segnalazione dei loro clienti ‐ facenti parte della comunità dei lettori ‐ Ad aggiudicarselo: DLA Piper, Lab Law Studio Legale Failla Rotondi e Partners, Paul Hastings, CBA Studio Legale Trubutario, Studio Bernoni Professionisti Associati, Studio
legale Zunarelli e Associati, Fava & Associati, A.L. Assitenza Legale e Fidentia Advisory Group.
Per la categoria forex vince ActivTrades come migliore operatore forex in Italia e FXCM come migliore operatore forex globale (Le Fonti Iair awards), oltre che di CMC Markets per il miglior progetto formativo in Italia. La vittoria alla migliore struttura fornitrice di Virtual Data Room in Europa spetta a DRSdigital, protagonista delle più grandi operazioni in campo private equity e immobiliare superando Intralinks e Merril Datasite. Tra i finalisti di eccellenza che, pur non avendo vinto premi, si sono piazzati ai primi tre posti in molte categorie di prestigio segnaliamo: Unicredit, Mediobanca, Erede Bonelli Pappalardo, Chiomenti

Infine, premio alla carriera per il banchiere italiano, di origini libanesi, Hatem Abou Said che ha animato un momento di dialogo con i giornalisti presenti e di discussione in merito alla delicata situazione dell’area mediterranea