Sesta vittoria per Vettel

Vettel esulta ancora

Valencia (Spagna), 26 giugno 2011 di Fiorenzo Di Costanzo.

Gran Premio d’Europa che si disputa nella splendida cornice del circuito cittadino di Valencia vede ancora una volta lo stradominio della Red Bull di Vettel. Il tedesco, manco a dirlo, fin dal sabato mette le cose in chiaro e conquista l’ennesima pole-position della stagione, precedendo di circa 2 decimi il compagno Webber e con circa mezzo secondo sul duo Hamilton-Alonso.

Al semaforo verde i due ferraristi scattono benissimo e riescono a guadagnare una posizione sulle due McLaren, Alonso su Hamilton e Massa su Button. Lo spagnolo galvanizzato dal pubblico di casa e dai recenti processi della vettura tiene il passo del duo Red Bull ma non riesce ad sferrare un attacco alla seconda posizione per poi portarti all’inseguimento di Vettel. Partono male i due piloti della McLaren che prima subiscono il sorpasso ai danni dei due ferraristi e poi non sembrano trovare il ritmo giusto sull’asfalto valenziano. Dopo le prime soste ai box ecco che inizia lo show di Alonso che infila una serie notevole di ottimi giri terminata con il sorpasso che vale la seconda piazza ai danni di Webber. L’australiano tuttavia non demorde e resta negli scarichi dello spagnolo e sfruttando la strategia del muretto riesce a riprendersi la seconda posizione dopo il nuovo passaggio ai box. Dopo la seconda tornata di pit-stop Massa perde non pochi secondi a causa di un problema occorsogli nel cambio della posteriore destra. Il GP prosegue con la fuga solitaria di Vettel che, ancora una volta, fa gara solitaria al comando. Alle spalle del leader intanto Alonso continua il suo pressing su Webber e, dopo l’ultima visita ai box, il ferrarista riesce a riconquistare la seconda posizione. Parte finale della gara priva di emozioni, con le posizioni di testa ormai cristallizzate e con il solo Massa che cerca un difficile recupero sulla McLaren di Hamilton in evidente difficoltà.

Allo sventolare della bandiera a scacchi il primo a tagliare il traguardo è Vettel davanti ad una eccellente Ferrari guidata da Alonso e al suo compagno di scuderia, Webber. Quarto, ai piedi del podio, la McLaren di Hamilton tallonato a pochi secondi dalla seconda Ferrari, quella di Massa, e dall’altro inglese, Button. Chiudono la top-ten Rosberg, Alguersuari, Sutil e Heidfeld.

Gran Premio che, nonostante le poche emozioni, entrerà nella storia: infatti è la prima volta da quando scendono in pista 24 vetture che tutti i piloti vedono sventolare la bandiera a scacchi.

Classifica mondiale: Vettel con 186 punti; Button e Webber 109; Hamilton 97; Alonso 87.