Bergamo raggiunge Villa Cortese in Finale Scudetto

Norda Foppapedretti Bergamo

Sarà dunque MC-Carnaghi Villa Cortese – Norda Foppapedretti Bergamo la Finalissima Scudetto Findomestic Volley Cup A1 – Campionato del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Dopo l’MC-Carnaghi Villa Cortese, uscita vincitrice dalla sfida contro la Yamamay Busto Arsizio, approda in Finale Scudetto anche la Norda Foppapedretti Bergamo che questa sera, in Gara4 di Semifinale, ha espugnato con un netto 3-0 il fortino dell’Asystel Novara.
Le orobiche confermano la propria forza anche allo Sporting Palace, due giorni dopo la sconfitta in Gara3 e mostrando testa e muscoli contro un’Asystel uscita tra gli applausi scroscianti dei propri tifosi.
Il successo della Norda Foppapedretti sull’Asystel delinea così anche la griglia delle squadre che parteciperanno alla prossima Champions League. Oltre alle orobiche e all’MC-Carnaghi Villa Cortese, nella massima competizione europea anche la Scavolini Pesaro.
Oltre 3100 spettatori allo Sporting Palace per spingere l’Asystel Novara verso la grande impresa. Bergamo ha l’obbligo di cancellare la debacle di due giorni fa in Gara3 per giocare il secondo match ball che varrebbe la Finale Scudetto. Caprara si affida alla diagonale Bechis-Lombardo, Paolini e Folie coppia centrale, Horvath e Barcellini di banda con Sansonna libero. Risponde Mazzanti con Lo Bianco in regia, Ortolani opposta, Arrighetti e Nucu al centro, Piccinini e Bosetti laterali. Merlo libero.
E’ subito l’Asystel a partire sull’acceleratore (6-3), sfruttando il buon servizio di Bechis. Bergamo esce alla distanza, affidandosi a Bosetti e ad una Piccinini sempre più in grande condizione (10-15). Il muro della Foppa fa male, ma Novara non si scompone e Barcellini prova a caricarsi la squadra sulle spalle sfoderando alcune giocate che infiammano lo Sporting Palace (14-16). La Norda Foppapedretti però dimostra carattere e Bosetti allontana le piemontesi con un fiondata, dopo un’azione prolungata sotto rete. Lo Bianco inventa, e nel finale confeziona due giocate da manuale che smarcano alla perfezione Ortolani e Bosetti per il 20-25.
Secondo set spettacolare con le due formazioni punto a punto, pronte a ribattere colpo su colpo. Horvath fa la differenza quando la palla scotta. Piccinini regge la forza d’urto in avanti e la sfida si accende. Novara vola sul 24-22 con Horvath che mura la Ortolani, ma non sfrutta i due set ball a disposizione. Ci pensano Piccinini in pipe, e Ortolani che ferma la bordata di Horvath a riportare il punteggio sul 24-24. Ai vantaggi una strepitosa Piccinini e il tap-in di Arrighetti fissano il risultato sul 25-27.
Sullo 0-2 Bergamo gioca sul velluto, sfruttando la correlazione muro-difesa e pungendo nelle ripartenze. Equilibrio fino al 10-10 poi Piccinini e un servizio vincente di Ortolani spingono Bergamo verso l’allungo (10-12). In campo c’è solo la Foppa che domina anche dal centro con una superlativa Nucu che mura in sequenza Horvath e Barcellini (11-14). Bosetti porta il risultato sull’11-17. Caprara gioca il tutto per tutto, ed inserisce Camera al posto di Bechis. Novara rientra con prepotenza in partita, sfruttando la miglior distibuzione del gioco della propria regista (14-18), grazie anche ai colpi vincenti di Lombardo. E’ un fuoco di paglia perchè Bergamo mette i sigilli alla vittoria con Ortolani e Piccinini che griffa anche l’ultimo punto. Bergamo esulta al centro del campo, Novara esce tra gli applausi e la standing ovation dello Sporting Palace.
Ed ora riflettori puntati alla Finalissima Scudetto. Start-up domenica 29 maggio alle ore 20,30 (diretta Rai Sport 1) al Mediolanum Forum di Assago con Gara1 tra Mc-Carnaghi Villa Cortese-Norda Foppapedretti Bergamo. Le due squadre si ritroveranno l’una contro l’altra quasi un mese dopo la finale di Coppa Italia A1 di Catania. E la sfida continua.