“Il bello dell’Orrido” – incontri con gli autori

logo_orrido
logo_orrido

Riprende la rassegna di incontri con gli autori su un tema-ossimoro: “Il bello dell’Orrido”, ideata da Armando Besio, organizzata da ArchiViVitali, in collaborazione con il Comune di Bellano.
Dopo la pausa forzata dei mesi invernali causa Covid-19, il calendario inizia nuovamente venerdì 21 agosto con Edoardo Erba e la sua ultima pubblicazione: “Ami” (Mondadori): sul palco, l’intervista di Armando Besio sarà alternata con la lettura di brani del romanzo di Maria Amelia Monti.

Edoardo Erba, al suo primo romanzo, racconta la storia di una giovane marocchina, che si innamora a 14 anni di un ragazzo, che la lascia incinta e sola. Amina, questo è il nome della protagonista, affronta varie, terribili prove dopo aver dato alla luce Majid, fino a giungere in Europa.
La nascita della trama viene raccontata così dall’autore: “Dopo l’attentato a Charlie Hebdo nel 2015 mi sono ritrovato ad avere dei pensieri di risentimento e di odio contro gli islamici. Contro tutti gli islamici. Sapevo che erano pensieri sbagliati, che era proprio quello che i terroristi volevano ottenere e mi sono detto: l’unico modo che hai per rovesciarli è entrare nel cuore di un islamico”.

Attraverso gli occhi di una giovane donna, Erba racconta il mondo da una prospettiva diversa: un punto di partenza difficile ma tanto utile quanto efficace. La narrativa ci dimostra anche qui di poter diventare una chiave di lettura per comprendere, per imparare e conoscere un mondo lontano da noi e un antidoto al veleno dei pregiudizi.
Edoardo Erba racconta con originalità e leggerezza una vicenda attualissima, di grande coraggio e umanità, che diverte, avvince, commuove e, spazzando ogni pregiudizio, arriva diretta al cuore.

EDOARDO ERBA: è uno dei più rappresentati autori di teatro italiani. Maratona di New York, il suo testo cult, è stato messo in scena in tutto il mondo. Erba ha tradotto l’intero repertorio teatrale di Agata Christie pubblicato da Mondadori.

Monokerostina:Farma-fumetto di Alessandro Baronciani

monokerostina
monokerostina

MONOKEROSTINA è una storia a fumetti chiusa dentro a quella che potrebbe sembrare una scatola di medicinali.

MONOKEROSTINA parla di una ragazza, del suo unicorno e di una foresta dove una forte tempesta notturna ha portato via tutti gli alberi e di episodi dove viaggerà attraverso mondi fantastici.

La trama sarà divisa in tanti episodi diversi, senza un preciso ordine cronologico: il lettore dovrà ricostruire la narrazione seguendo tutti gli indizi disseminati nella storia

Il libro si può acquistare dal 29 giugno 2020 pre-ordinando una copia sul sito www.monokerostina.it

“Non puoi sapere anche l’amore” di Paola Mammini

Copertina libro
Copertina libro

È possibile definire l’amore? Spiegare cosa sia innamorarsi, perdere la testa, sentirsi una cosa sola con l’altro? No. Perché anche quando credi di saperlo, non puoi sapere anche l’amore.

«Mi permette d’innamorarmi di lei, Paolo? Potrei amarla di un amore non egoista, soffrendo terribilmente per il fatto di non essere ricambiata. Non potrebbe essere una straordinaria opportunità di crescita per me?»

Ogni storia d’amore è costruita su una trama. Non puoi sapere anche l’amore è invece una trama d’amore che costruisce una storia. Una trama sottile in cui i due contendenti – un affermato psicanalista che è pagato per vivisezionare ogni forma di emozione e un’avvocata che sembra incapace di guarire da una storia finita – sono mossi come pedine in un divertito gioco a tempo che non hanno scelto di giocare. In questa strana partita naturalmente ci sono anche altri giocatori, ignari del ruolo che sono chiamati a interpretare.

Il destino, il caso o l’inconscio porteranno i due protagonisti ad accettare l’amore come una cosa plausibile. Perché forse è solo smettendo di costringerlo in una definizione che l’amore può esprimere il senso ultimo della sua essenza: non avere senso. Regalandoci però la straordinaria illusione di essere una cosa sola con l’oggetto d’amore.

L’AUTRICE
Paola Mammini, classe 1963, è nata e vive a Roma con Diana, un cocker più biondo di lei. Si è diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” ed è stata per anni attrice di prosa, poi doppiatrice, conduttrice radiofonica e televisiva. Autrice teatrale, nel 2000 ha partecipato al corso di sceneggiatura Script/Rai e da allora lavora principalmente come sceneggiatrice televisiva e cinematografica. Tra i suoi lavori, La Squadra, I Cesaroni, Love Bugs, Immaturi – La serie, Tutta colpa di Freud. Nel 2016 ha vinto il David di Donatello e il Ciak d’oro per la sceneggiatura di Perfetti sconosciuti, premiato anche al Tribeca Film Festival. Questo è il suo secondo romanzo.

Mariangela D’Abbraccio e Geppy GleiJeses, ospiti a “Il Salotto a Teatro”

filumena-x-sito
filumena-x-sito

Mariangela D’Abbraccio e Geppy GleiJeses saranno gli ospiti del quinto appuntamento del format giornalistico “Il Salotto a Teatro”, ideato e condotto da Maria Beatrice Crisci. L’incontro è per sabato 27 gennaio alle ore 18 nel Comunale di Caserta. I due noti attori saranno in scena da venerdì 26 a domenica 28 con lo spettacolo “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo per la regia di Liliana Cavani.

Chi parteciperà all’incontro potrà documentare e diffondere sui social media i post, le fotografie e i selfie usando l’hashtag #salottoateatro e l’evento potrà essere seguito anche sul web.

L’incontro è aperto al pubblico con ingresso libero, come tutti gli altri eventi del ciclo. E di veri e propri eventi si tratta, visto che, di volta in volta, si potrà interloquire con gli attori, a volte anche con altre figure coinvolte nella realizzazione delle proposte sceniche, fare domande e scoprire le possibili chiavi di lettura di ogni singolo spettacolo della stagione.

“Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico, nasce con lo scopo di contribuire a superare la barriera tra palcoscenico e platea, mettendo in diretto rapporto registi, attori, autori con gli spettatori e con tutti quanti amino il mondo teatrale.

Conoscendo la trama dello spettacolo, la sua genesi culturale, le caratteristiche della regia, l’interiore approccio interpretativo degli attori, il pubblico potrà ancora meglio apprezzare la rappresentazione e scorgere cosa ci sia sotto la maschera di scena. Si tratta sicuramente di una bella opportunità artistica e culturale che permette al pubblico di conoscere da vicino gli artisti in scena al Teatro Comunale “Costantino Parravano”.

Franca: Chaos and creation

locandina Chaos e creation
locandina Chaos e creation

Un ritratto intimo di Franca Sozzani, leggendaria capo-redattrice di Vogue Italia.

Tra uno scatto a Central Park e la visione di Super8 familiari inediti, Francesco Carrozzini firma un ritratto molto intimo di sua madre, Franca Sozzani .

Un film di Francesco Carrozzini.  Con Baz Luhrmann, Courtney Love, Naomi Campbell, Donatella Versace, Valentino, Karl Lagerfeld, Marina Abramovic, Bruce Weber.
Uscita lunedì 25 settembre 2017.
Genere: Documentario