Verde a Milano

Martesana - campo calcio per bambini

Martesana – campo calcio per bambini

La bella stagione porta tre nuovi campi da calcio per i più piccoli. Si sono conclusi in questi giorni i lavori per la realizzazione di tre strutture di 9×18 metri, dotate di erba sintetica e porte in metallo, recintate con una rete alta 2 metri per evitare l’uscita del pallone.

I nuovi campi si trovano a Parco Martiri della Libertà all’interno del Parco della Martesana (Municipio 2), ai Giardini Bompiani, lato Piazza Giovanni XXIII (Municipio 8) e a Muggiano in via Jemolo (Municipio 7) e si uniscono ad altre due strutture realizzate lo scorso dicembre in via Rogoredo (Municipio 4) e via Dora Baltea (Municipio 9), sul modello di quella di piazzale Bacone, riqualificata l’estate scorsa.

“Le giornate si allungano e finalmente i bambini possono tornare a divertirsi all’aria aperta – sottolinea l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran .- Queste strutture, come le aree gioco, rappresentano un importante fattore di aggregazione e socialità nei quartieri, in centro come in periferia. Per questo stiamo lavorando per incrementarne ancora il numero. Ricordiamo che anche i privati possono dare il proprio contributo attraverso contratti di sponsorizzazione e collaborazione previsti dal progetto ‘Cura e Adotta il Verde Pubblico'”.

In totale oggi sono 34 i campi da calcetto realizzati e gestiti dall’Assessorato al Verde su oltre 400 strutture sportive all’aperto in tutta la città tra campi da calcio e calcetto, basket/pallavolo, schettinaggio, skateboard, rugby, ping pong, softball, tennis, bocce.

Tennis: Stefania Rubini vincitrice del G&V Hospital Cup

Sviatlana Pirazhenka - Stefania Rubini
Sviatlana Pirazhenka – Stefania Rubini

E’ l’italiana Stefania Rubini la vincitrice del G&V Hospital Cup, secondo torneo ITF che si è concluso oggi, sabato 3 marzo, sui campi in carpet del Sun Sicily Hotel (ex Zaiera Hotel) di Solarino.

Nella cittadina in provincia di Siracusa da ben quattro anni vanno in scena gli ITF Women’s Pro Circuit, unici tornei professionistici femminili nel Sud Italia con montepremi $15.000, diretti dal maestro catanese Renato Morabito.

La Rubini ha superato in due set la bielorussa Sviatlana Pirazhenka, 64 62 lo score. La giocatrice dell’est si era aggiudicata, nel pomeriggio di ieri, la gara di doppio superando in una partita equilibrata – ed a tratti spettacolare – le tedesche Klasen – Koelzer per 64 64.
La vittoria della ventiseienne bolognese era nei pronostici. Proviene da una famiglia di sportivi che l’ha sempre supportata fin da giovanissima. Lunedì 5 marzo inizierà l’ultimo di questo tris di tornei internazionali in rosa organizzati a Solarino e e si concluderà sabato 10 marzo: la TopSpin Energy Cup.
Nel prossimo fine settimana, inoltre, ci sarà spazio per una rassegna internazionale – maschile e femminile – per veterani.
Al via 40 atleti sempreverdi, tra cui diversi stranieri, in campo per l’unica prova nel Sud Italia dell’ITF Seniors Tour.

Tennis: successo per la tennista Michaella Krajicek

ARCHIGEN CUP
ARCHIGEN CUP

Si è concluso ieri, sabato 24 febbraio, con la vittoria dell’olandese Krajicek il primo dei tre tornei internazionali dell’ITF Women’s Pro Circuit denominato ARCHIGEN CUP.
Michaella Krajicek, è una giocatrice di fama mondiale e, ancora oggi a ventinove anni è una giocatrice abile come quando era numero 30 del mondo e vincitrice di diversi titoli in singolare e in doppio.

Questi tornei internazionali sono giunti alla quarta edizione e quest’anno andranno in scena sino al 10 marzo, come di consueto sui campi in carpet del Sun Sicily Hotel (ex Zaiera Hotel) di Solarino, in provincia di Siracusa.

Direttore degli ITF Women’s $15.000 Solarino, unici tornei professionistici femminili nel Sud Italia, è il maestro catanese Renato Morabito.
Michaella Krajicek durante il torneo ha emozionato il pubblico presente in tribuna, e in finale ha regolato la ceca Monika Kilnarova in due set, 63 62 lo score.

Si sono fermate in semifinale l’italiana Rubini e la bielorussa Pirazhenka.
Lunedì 26 febbraio entra già nel vivo l’evento successivo, denominato G&V HOSPITAL CUP, con i primi match del tabellone principale, salve avverse condizione meteo.

Il torneo della prossima settimana vede ancora tra le favorite Stefania Rubini, solida tennista italiana, che dovrà confrontarsi con un lotto di concorrenti straniere molto qualificate e agguerrite.

Ricordiamo che, oltre a mettere in palio un montepremi di $15.000 ciascuno, i punti di questi tornei sono validi per il ranking mondiale.
L’ingresso per il pubblico è gratuito, tutti i giorni dalle 9 alle 18.

Rai1 – “Che tempo che fa”: Boris Becker tra gli ospiti di Domenica 21 gennaio

boris-becker
boris-becker

Domenica 21 gennaio, alle 20:35 su Rai1, nuovo appuntamento con lo show di Fabio Fazio Che tempo che fa.

Ospite della puntata l’icona del tennis Boris Becker che nel corso della sua carriera è riuscito a vincere sei tornei del Grande Slam diventando così una vera leggenda. Inoltre, Sergio Castellitto, protagonista di “Rocco Chinnici – È così lieve il tuo bacio sulla fronte” di Michele Soavi, in onda in prima tv il 23 gennaio su Rai1.

Insieme a lui Caterina Chinnici, figlia del magistrato e autrice del libro da cui è tratto il film e Giovanni Paparcuri, unico sopravvissuto alla strage di mafia che costò la vita a Chinnici.
E ancora, Fabio Rovazzi, protagonista de “Il Vegetale”, la nuova commedia con Luca Zingaretti scritta e diretta da Gennaro Nunziante e Enrico Brignano, impegnato nella tournée teatrale di “Enricomincio da me”.

Lo spazio dedicato alla musica vedrà ospite Alice Merton, che eseguirà in studio il brano “No Roots”, tratto dall’album omonimo con cui ha ottenuto il disco di platino in Germania e il disco d’oro in Austria e in Francia.

Nel cast anche Luciana Littizzetto, che rilegge l’attualità con la sua ironia, e Filippa Lagerback.

A seguire Il Tavolo di Che tempo che fa con la complicità di Fabio Volo, le domande impossibili di Gigi Marzullo e la simpatia di Orietta Berti.
Ospiti di questa puntata: Stefano Accorsi, protagonista con Kasia Smutniak di “Made in Italy” di Luciano Ligabue in uscita nelle sale il 25 gennaio, Silvio Orlando, a teatro con la riproposizione di “Lacci” per la regia di Armando Pugliese e Enzo Iacchetti, che ha da poco debuttato con lo spettacolo teatrale “Libera Nos Domine”. Inoltre Syria, in tournée con “Bellissime – Voci di donne.

Racconti di canzoni”, l’icona di bellezza degli anni 70’e 80’ Gloria Guida, Drupi, uno dei protagonisti più apprezzati della storia della musica leggera italiana e Martina Valcepina, pattinatrice reduce dai campionati europei di Dresda dove ha vinto due medaglie d’oro e che a febbraio gareggerà alle Olimpiadi di Pyeongchang.

Che Tempo Che Fa è realizzato da Rai1 in collaborazione con l’OFFicina

Il futuro del Tennis in scena a Milano

ATP-next-gen-finals
ATP-next-gen-finals

Chi prenderà il posto dei Fab Four ATP? Tra i più promettenti eredi al trono dei tennisti ci sarà sicuramente, ancora, chi è passato per Milano.

Dopo una lunga storia di relazioni tra il capoluogo lombardo e il grande tennis, fatta di iniziative pionieristiche – le prime cinque edizioni degli Internazionali d’Italia si sono giocate qui dal 1930 al 1939 –, una tradizione di tennis giovanile – dalla coppa Lambertenghi under 12, il torneo Avvenire under 16 del 1965 e il trofeo Bonfiglio under 18 – e una collezione di tornei vinti da alcuni tra i giocatori più importanti del panorama internazionale – tra i quali Panatta, Barazzutti, Codesh, Fibac, Lendel, Courier, Ivanisevich, Borg, Cash, Edberg, Monfis, Del Potro, Quinzi, per arrivare a Zverev che ha trionfato nel Bonfiglio nel 2013 – Milano torna scenario delle grandi competizioni mondiali.

Il capoluogo lombardo, infatti, per 5 anni sarà scenario del nuovo torneo ‘NEXT GEN FINALS’ per il quale l’ATP lancerà nel 2017 una classifica dedicata (‘Race to Milan’) che culminerà con il grande evento finale da tenersi dal 7 all’11 novembre. Si tratta di un torneo analogo nella formula al Masters maschile, ma riservato ai giocatori nati a partire dal 1996, quindi Under 21. L’evento è stato presentato oggi a Palazzo Marino tra gli altri dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

“Il nuovo torneo Next Gen ATP Finals  – ha spiegato Sala – sarà un evento eccezionale, mondiale e innovativo. Per i prossimi 5 anni, i migliori giovani tennisti Under 21 di tutto il mondo giocheranno la gara top della loro categoria a Milano. Siamo molto soddisfatti che tra le importanti città che si sono candidate a ospitare questo appuntamento di così alto livello, l’ATP abbia scelto proprio la nostra. È un ulteriore riconoscimento di valore, che ci rende fieri, perché lo sport è un elemento fondamentale dell’attrattività internazionale di Milano”.

Dal palco di Sala dell’Orologio sono poi intervenuti l’assessore allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, il presidente dell’ATP Chris Kermode, il presidente della FIT Angelo Binaghi, e i giocatori ATP Karen Khachanov e Matteo Berrettini.

“Siamo lieti di portare questo nuovo evento di prestigio mondiale a Milano, in Italia – ha detto il presidente ATP, Chris Kermode -. La prossima generazione di giocatori sta prendendo uno slancio enorme e l’evento sarà una preziosa occasione per le stelle del futuro che potranno mostrare il loro talento davanti a un palcoscenico mondiale. Abbiamo ricevuto il forte interesse di un certo numero di città in tutto il mondo e siamo lieti di collaborare con la Federazione Italiana Tennis in questa nuova avventura. Sono certo della risposta positiva di una città dalle grandissime potenzialità come Milano. Per l’ATP si tratta di evento cruciale”.

“È un riconoscimento delle nostre capacità organizzative – ha sottolineato il presidente della FIT, Angelo Binaghi -. Ospitare le stelle che già oggi vivono di luce propria, ma che domani saranno i leader del circuito risponde poi perfettamente alla filosofia della nostra Federazione: rivolgersi in primo luogo ai giovani e ai giovanissimi, a coloro che già oggi si appassionano per i campioni che in un futuro ormai prossimo diventeranno i primi protagonisti del circus. Inoltre, con l’Expo Milano è stata città leader nel presentare le risorse su cui la terra di domani potrà contare: ora è pronta a essere vetrina delle risorse su cui potrà contare il tennis del futuro”.

Per Milano è, dunque, un ritorno in grande stile, una città dove il tennis del circuito maggiore ATP manca dal 2005. La Lombardia è la regione guida del tennis italiano, quella con più circoli e più tesserati, e dunque che la scelta di Milano per uno spettacolo di questo livello colma un vuoto durato troppi anni.

Il capoluogo lombardo, che ha riscoperto la propria vocazione turistica grazie al traino dell’EXPO, ha superato la concorrenza di città importanti come Miami, Los Angeles e soprattutto Città del Capo (Sudafrica), tutte interessate al progetto e che avevano avanzato la propria candidatura.

Milano è una città di respiro internazionale, al centro dell’Europa e facilmente raggiungibile grazie ai suoi due aeroporti (Malpensa e Linate) e quindi di sicuro prestigio per una rassegna che vedrà in campo i migliori talenti del tennis giovanile mondiale.

 

Si giocherà nella settimana precedente alle ATP World Tour Finals di Londra, dal 7 all’11 novembre 2017. Sarà il polo fieristico di Milano-Rho, a un passo dalla zona Expo, la sede della prima edizione del torneo. Vi prenderanno parte i migliori sette Under 21 della classifica ATP, più una wild card. La formula del torneo sarà la stessa delle ATP World Tour Finals di Londra, torneo di fine stagione riservato ai migliori otto giocatori della stagione: round robin con due gironi da quattro e semifinali incrociate tra i primi due classificati di ciascun raggruppamento. In palio c’è un montepremi finale che ammonta a 1 milione e 250mila dollari.

Per l’ATP, il torneo sarà l’occasione per sperimentare una serie di innovazioni regolamentari che saranno annunciate nei prossimi mesi, al fine di garantire la continua crescita di popolarità del tennis professionistico maschile. L’evento servirà dunque da trampolino di lancio per l’innovazione nel tennis: l’obiettivo è rendere questo sport sempre più attraente per attirare le generazione future dei fan. E Milano è pronta per questo.

 

In ultimo, per chi proprio non potesse assicurarsi un posto in tribuna per lo spettacolo del torneo, sono pronti i diritti domestici di Next Gen, di proprietà della FIT, che li cederà a SuperTennis. Gli appassionati potranno dunque seguire i match gratuitamente sul canale 64 del digitale terrestre, in HD sulla piattaforma satellitare SKY canale 224 e sul numero 30 di Tivùsat, oltre che in simulcast streaming su