Inaugurazione di Capitol Anteo spazioCinema / Monza

teatro cinema
teatro cinema

Venerdì 6 dicembre alle ore 20.00 Capitol Anteo spazioCinema aprirà le porte al pubblico. Una festa aperta a tutta la cittadinanza, con musica e brindisi, per inaugurare le 5 nuovissime sale cinematografiche di Monza.

Una grande novità è rappresentata dai nomi delle sale, realizzate con una specifica personalità. Per Anteo, la sala non rappresenta esclusivamente il luogo deputato alla fruizione cinematografica, ma è anche occasione di incontro, nel senso più ampio del termine.

Un luogo di piacere collettivo, di condivisione culturale, sociale e di “contagio emozionale”. Così le sale di Capitol Anteo spazioCinema vogliono trasmettere la memoria, la storia del cinema e della cultura del nostro paese, attraverso i nomi che portano.

Nomi di chi il cinema, il teatro e lo spettacolo hanno reso grande, raccontando, in maniera romanzesca ed esemplare, la storia dell’Italia e degli italiani. Nomi scelti anche per l’urgenza sociale e antropologica che ha animato il percorso umano e professionale degli artisti ai quali appartengono.

In occasione dell’inaugurazione di Capitol Anteo spazioCinema, durante la serata di venerdì 6 dicembre e la mattinata di sabato 7 dicembre, l’ingresso per ogni proiezione sarà gratuito su prenotazione.

La prenotazione è effettuabile a partire da venerdì 29 novembre su www.spaziocinema.info.

I film in programmazione venerdì 6 dicembre sono i seguenti:
Un giorno di pioggia a New York di Woody Allen
L’inganno perfetto di Bill Condon
L’immortale di Marco D’Amore
Cena con delitto – Knives Out di Rian Johnson
Qualcosa di meraviglioso di Pierre-François Martin-Laval

I film in programmazione sabato 7 dicembre sono i seguenti:
Frozen II – Il segreto di Arendelle di Jennifer Lee, Chris Buck
Ailo – un’avventura tra i ghiacci di Guillaume Maidatchevsky
Zog e il Topo Brigante di Max Lang e Daniel Snaddon e di Jeroen Jaspaert

Mare Culturale Urbano

mare culturale urbano
mare culturale urbano

È finita l’estate, le giornate si accorciano, ma a Mare Culturale Urbano resta “TUTTO ACCESO”! Dopo il grande successo estivo de “Il Lungomare di Milano”, la programmazione della cascina milanese di via G. Gabetti 15 non si ferma e raddoppia i suoi appuntamenti per un autunno ricchissimo di eventi, in cui la musica avrà come sempre un ampio spazio, tra concerti e spettacoli dal vivo.

Ad inaugurare la stagione musicale, il 3 ottobre, sarà “Raster”, la rassegna di musica underground nata nel 2016 e punto di riferimento per i giovani emergenti, dal successo sempre più consolidato: l’appuntamento dello scorso 7 settembre, nella formula di “Raster Festival”, ha registrato un record di presenze assoluto, con i numeri più alti dell’intera programmazione musicale estiva. Ogni giovedì, Raster porterà sul palco di Mare Culturale Urbano i migliori artisti esordienti della scena locale.

Una delle novità più interessanti della stagione sarà “Raster NoReason”: il 27 ottobre, il 30 novembre e il 21 dicembre, per la prima volta, la rassegna ospiterà musicisti con esperienze su palchi internazionali!

Tre anche gli appuntamenti con “Big Up!”, la rassegna dedicata ai talenti emergenti selezionati da Luca De Gennaro e Marco Manini, che tornerà ad animare la cascina del Municipio 7 nelle serate del 10 ottobre, del 14 novembre e del 12 dicembre.

A cura della direzione esperta e appassionata di Luca De Gennaro anche “Ascoltiamo un disco”, gli incontri mensili della domenica pomeriggio in cui il pubblico sarà guidato alla (ri)scoperta degli album più importanti della storia della musica.

A partire dal 15 ottobre, ogni martedì alle ore 21.30 non mancherà “Novara Jazz”, la serie di serate insieme ai giovani artisti della scena nazionale, che proporranno raffinati repertori tra graditi ritorni e interessanti novità.

Spazio anche alla classica con “A-Mare La Classica”, un ciclo di tre concerti a ingresso gratuito in cui giovani strumentisti con archi, fiati e percussioni presenteranno composizioni del passato e dei giorni nostri. La rassegna, prevista i giorni 12 ottobre, 23 novembre e 21 dicembre, è a cura di Lucia Martinelli.

Appuntamento mensile dell’agenda di Mare anche “Voci Di Periferia”, un progetto nato nell’autunno 2018 dall’idea di cinque ragazzi del quartiere San Siro di creare un laboratorio permanente che unisse musica rap, cultura underground e innovazione. Il risultato è quello di uno spettacolo che mescola canto e dj set, diventato punto di riferimento per tantissimi giovani a cui offre la possibilità di crescere facendo esperienza direttamente sul palco.

Anche quest’anno a novembre tornano gli appuntamenti in collaborazione con JazzMi, Bookcity Milano e Milano Music Week, che porteranno in cascina tanti spettacoli di grande rilievo.

City Angels e Comitato Milano Zona 8: Festa di solidarietà

City Angels
City Angels

Una festa di solidarietà con i migranti ospiti al Palasharp: la organizzano domenica sera i City Angels, che gestiscono la struttura, insieme con il Comitato Milano Zona 8 Solidale, e invitano i milanesi a partecipare.

“L’accoglienza dei disperati è un dovere umano e cristiano” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. “Non penalizza i molti italiani in difficoltà, ma serve ad evitare che i migranti arrivati qui vadano allo sbando, dormendo per strada e producendo degrado e insicurezza.

Per quanti possono restare in Italia, la soluzione migliore è l’integrazione. Che passa attraverso la conoscenza della nostra lingua; il rispetto delle nostre leggi e dei nostri valori e il lavoro, che consente loro di mantenersi e di dare un contributo al Paese che li ospita”.

Il Comitato Milano Zona 8 Solidale è nato per sostenere l’accoglienza dei profughi nella caserma Montello, e per mostrare il volto di una Milano aperta e solidale verso gli immigrati. Nell’occasione verrà a suonare la Banda degli Ottoni.

Saranno presenti l’assessore ai Servizi sociali, Pierfrancesco Majorino; il rettore della Biblioteca Ambrosiana, Mons. Franco Buzzi e la madrina dei City Angels, Daniela Javarone.

I milanesi sono invitati a partecipare, se possibile portando beni utili ai migranti: abiti e biancheria intima da uomo, coperte, sacchi a pelo, prodotti per l’igiene personale (spazzolini, dentifrici, shampoo, bagno schiuma), cibo e bibite (soprattutto latte) a lunga conservazione, the in polvere o in bustine.

L’appuntamento è per domenica 2 ottobre alle ore 20.00 presso il Palasharp (MM1 Lampugnano).

I City Angels, volontari di strada d’emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, giornalista e docente universitario di Motivazione e Crescita Personale. Oggi sono presenti in 16 città italiane e a Lugano, in Svizzera, con oltre 500 volontari, di cui il 50,4% sono donne.

www.cityangels.it

Allo “Spirito del pianeta” imperdibile concerto della band Saor Patrol

 

SAOR PATROL
SAOR PATROL

Martedì 7 giugno allo Spirito del Pianeta, alle ore 21.15 Canti e Danze Tradizionali del Gruppo SaorPatrol – Scozia(Palco Principale) imperdibile concerto della band di folk .
La cornamusa accompagna le note del gruppo che con la sua grinta e con i suoi tamburi ci fa respirare la vera aria della Scozia. 

Saor Patrol,dal gaelico, significa “la pattuglia della libertà” Questo perchè non si tratta di un gruppo meramente musicale: gli SaorPatrol sono portatori culturali di una tradizione antica che ha bisogno di impegno e dedizione per sopravvivere.

Dal 1996 il progetto è quello di realizzare un forte celtico (DunCarron) nei pressi di Edimburgo, per poter trasmettere a tutti e soprattutto ai più giovani l’amore per il proprio passato. Il gruppo è da numerosi anni che partecipa a numerosi film di notevole importanza come: Brave Heart; Il Gladiatore; Rè Artù e l’ultimo Robin Hood.  RusselCrowe, vorrebbe girare a DunCarron il prossimo episodio di Robin Hood.

Ingresso libero

Presente struttura al coperto che garantirà la realizzazione degli spettacoli anche in caso di maltempo

Orari di apertura del centro

Sabato: ore 17.00

Domenica: ore 12.00

Tutti i giorni feriali: ore 19.00

Il servizio di bus navetta è gratuito da e per Bergamo e attorno al festival bus navetta gratuiti da piazza mercato (Malpensata) Bergamo, davanti alla stazione di Bergamo; e dalla zona industriale di Chiuduno (adiacente a uscita autostrada A4 Grumello del Monte/Telgate). Ulteriori dettagli sul sito del festival.

Attività parallele al festival

– Presso il palazzetto, saranno presenti oltre 100 associazioni legate all’ambiente con conferenze e seminari, chiamate “Naturalmente”

– Verrà allestito e si potrà affrontare un “Percorso sensoriale”, in cui si potranno vivere attraverso sensi diversi dalla vista esperienze molto particolari

– Ogni giorno saranno attivi numerosi laboratori per bambini e non solo.

– Ci sarà la possibilità di creare delle forme di “Stone Balancing”, ovvero l’equilibrio delle pietre come forma d’arte immediata e temporanea

– Nel parco sarà allestito un “Villaggio di artigiani medievali”, in cui si sperimenteranno tecniche di lavorazioni di tessuti, cuoio, metalli, e si terranno incontri sull’uso delle erbe e dei rimedi del giardino dei semplici

– Presso il Palazzetto, si potrà condividere momenti di Danza tradizionale, con gli ospiti della manifestazione

– Nel parco vi sarà la possibilità di ascoltare uomini medicina, capi di tradizione, che ci raccontano aspetti delle proprie culture

– Ogni giorno sarà aperta una cucina regionale con 900 posti a sedere al chiuso e all’aperto e pizzeria.

– Saranno presenti ristoranti etnici (Eritreo- Kebab- – Messicano- Vegano –carne e paella)

– Ogni giorno saranno presenti oltre 150 espositori con artigianato etnico.

– Ogni attività sarà garantita al coperto, Gli spettacoli e le conferenze saranno tenute anche presso il palazzetto dello sport all’interno del centro.

– Bus navetta saranno garantiti da e per Bergamo ( con partenza e ritorno da parcheggio mercato Malpensata e Urban center di fronte alla stazione), e presso un anello a Chiuduno polo industriale

– Nel padiglione fieristico, sarà presente uno spazio benessere

 

Disabilità: apre “Casa Puglie”

zona4_disabilita_casa_puglie_400_jpg
A Milano apre “Casa Puglie: una casa anche per noi”, una struttura del Comune destinata a 75 persone con disabilità che frequentano i Centri diurni disabili della Zona 4. Casa Puglie sarà un laboratorio per l’autonomia, una ‘palestra di residenzialità leggera’ integrata nel territorio per realizzare, in via sperimentale, percorsi individuali di vita adulta autonoma e favorire le interazioni degli ospiti con il quartiere. Sulla realiazzazione di ‘Casa Puglie’ il Comune ha investito 90.000 euro.

Il Centro nasce come un laboratorio di residenzialità leggera dove le persone disabili troveranno adeguato sostegno, servizi e attività che garantiscano una reale integrazione con il territorio – ha detto Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute -. Ogni ospite potrà sperimentare momenti di vita autonoma che possono avere la durata di un week end o di una settimana anche grazie al coinvolgimento degli educatori del centro diurno di rifermento e della cooperativa che gestirà il servizio di assistenza all’interno della casa”.

Le sperimentazioni di vita autonoma potranno essere di tre tipologie diverse a seconda del progetto individuale costruito per ciascuna persona con disabilità, con moduli di 32, 38 o 63 ore, con servizio attivo dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 9 e dalle 16 alle 22. L’obiettivo del progetto ‘Casa Puglie’ è quello di realizzare, nell’arco del biennio 2015-2016, un totale di 25 moduli con una compresenza di massimo 3 persone a modulo e di coinvolgere complessivamente circa 75 persone con disabilità.

Agli ospiti saranno garantite anche attività educativo/assistenziali personalizzate, la frequenza ai CDD laddove prevista e lo svolgimento di attività di tempo libero e di integrazione con il territorio.

Nel 2011 il Comune ha aderito all’iniziativa “PROGETTAMI”, promossa da Associazioni e Cooperative attive nell’ambito della disabilità e con il supporto di Fondazione Cariplo: attraverso attività di sensibilizzazione ed informazione sul tema dell’accompagnamento al distacco delle persone con disabilità dal proprio nucleo familiare, per affrontare adeguatamente percorsi di autonomia realizzati all’interno di appartamenti appositamente individuati.

Nei Centri diurni per disabili a gestione comunale (CDD) Barabino, Gonzaga e Puglie, in Zona 4, è stato avviato, su sollecitazione delle famiglie degli utenti, un percorso di sensibilizzazione e confronto in merito al diritto ad una vita adulta autonoma dei loro familiari con disabilità. I lavori di ristrutturazione dell’appartamento di viale Puglie 33, conclusi nel mese di marzo 2015, hanno reso l’immobile idoneo ad accogliere persone con disabilità fisiche, motorie e sensoriali. L’appartamento di 90 metri quadrati ha una capacità di accoglienza di 3 persone con disabilità ed un educatore.

Gli ospiti di Casa Puglie saranno individuati di volta in volta dal Comune in stretta collaborazione con le famiglie, con gli educatori ed gli altri operatori in servizio presso i Centri diurni che provvederanno a proporre un percorso individuale di vita autonoma. In presenza di casi particolari è prevista una possibile estensione del progetto anche ad altre zone. Il gestore di Casa Puglie, la Cooperativa Sociale Azzurra Onlus, dovrà garantire l’accompagnamento delle persone con disabilità prescelte ai percorsi di autonomia presso l’immobile, occupandosi sia di tutte le attività di avvio della struttura, sia delle attività quotidiane: vitto e somministrazione pasti, pulizie, lavaggio biancheria e manutenzione ordinaria.

“La persona con disabilità e la sua famiglia  – conclude l’assessore Majorino – troveranno un percorso di sostegno individualizzato e pensato per le sue specifiche esigenze, con l’obiettivo di sviluppare percorsi di ‘Durante  Noi’ con la prospettiva del ‘Dopo di Noi’. Casa Puglie è un altro importante passo verso quel modello di cura e autonomia della persona che abbiamo realizzato in città anche grazie all’importante contributo del Terzo Settore e di tutti i soggetti impegnati sul tema della disabilità”.