Trenord: dal 14/9 offerti +7% posti in più

Marco Piuri
Marco Piuri

“Dall’inizio di ottobre trasportiamo circa 500mila passeggeri al giorno – il 60% degli 820mila che viaggiavano prima del lockdown – ai quali mettiamo a disposizione 1 milione e 88mila posti, cioè 68mila in più rispetto al 2019 (+7%)”. Questa la sintesi dello sforzo messo in campo da Trenord dal 14 settembre, dalle parole dell’amministratore delegato Marco Piuri, intervenuto oggi durante i lavori della V Commissione del Consiglio Regionale “Territorio e Infrastrutture”.

“Se il trend rimarrà quello attuale, solo nell’ultimo trimestre del 2020 arriveremo a trasportare 40milioni di passeggeri: si tratta di numeri enormi, ma molto al di sotto degli standard di Trenord. Il calo dei viaggiatori a causa dell’emergenza sanitaria si ripercuote inevitabilmente sui ricavi, ovvero circa 200 milioni di euro di mancati incassi sul 2020, per cui i Regolamenti europei prevedono compensazione”.

Durante il lockdown l’azienda ferroviaria ha ridotto e poi progressivamente ripristinato il servizio, lavorando inoltre per implementare soluzioni tecnologiche dedicate ai passeggeri, per guidarli a rispettare i limiti di distanziamento sociale imposti dalle Autorità: una funzione dell’App Trenord che indica i livelli di riempimento del treno in arriva, un sistema che intercetta il numero di passeggeri presenti in una stazione e segnala eventuali assembramenti, un nuovo sito – online dal 6 ottobre – che agevola la pianificazione del viaggio e l’acquisto di biglietti.

L’AD di Trenord ha proseguito: “Anche in assenza dei nostri passeggeri nei numeri a cui eravamo abituati, i nostri progetti di innovazione non si sono fermati: abbiamo riaperto sei grandi biglietterie in Lombardia e inaugurato un punto vendita Trenord in Stazione Centrale. Per la ripresa delle scuole abbiamo messo in campo un orario ristrutturato in modo da garantire le massime composizioni e la massima capacità possibile in orari e linee a maggiore frequentazione. Un sistema che non ha originato criticità”.

E prosegue anche l’immissione dei nuovi treni acquistati per Trenord da FNM e FerrovieNord, che saranno 20 entro la fine del 2020. Piuri ha commentato: “Con l’ingresso in linea dei nuovi convogli – il più recente quello del Caravaggio che da lunedì circola sulla Milano Porta Garibaldi-Treviglio-Bergamo – procedono i passi avanti per il miglioramento del servizio, nonostante i rallentamenti imposti dal lockdown: entro la fine dell’anno tutto il bacino di Lecco (verso Milano, Sondrio e Bergamo) sarà interessato dal rinnovo della flotta con l’ingresso in servizio dei Caravaggio e dei Donizetti. Anche i gestori delle infrastrutture stanno svolgendo importanti lavori di ammodernamento che, purtroppo, in questi giorni stanno determinando rallentamenti”.

Milano: Militare ferito in Stazione

stazione Centrale
stazione Centrale

“Solidarieta’ e vicinanza al militare vittima oggi di una grave e inaccettabile aggressione alla Stazione Centrale di Milano”.

La esprime Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, intervenendo sulla vicenda che ha visto protagonista un uomo di origine yemenita, irregolare, reo di aver ferito al collo un caporale dell’Esercito davanti alla Stazione Centrale di Milano.

“Possiamo dire – aggiunge Fontana – che questa volta e’ andata bene! Si tratta dell’ennesimo episodio di violenza che ci induce a non abbassare la guardia. Un segnale che deve giungere forte e chiaro soprattutto al nuovo Governo. Tutti devono impegnarsi a portare avanti politiche mirate a garantire realmente la sicurezza dei cittadini e delle Forze dell’ordine troppo spesso- conclude il presidente della Regione Lombardia – vittime di scellerati attacchi da parte di delinquenti per i quali bisogna garantire pene certe e severe o, in casi simili a questi, l’immediata espulsione”

Stazione Centrale: Sfilata dello stilista Stefano Ricci

Magoni,+Terzi+e+lo+stilista+Ricci
Magoni,+Terzi+e+lo+stilista+Ricci

L’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda Lara Magoni ha partecipato oggi alla presentazione della collezione autunno-inverno 2019-2020 dello stilista toscano Stefano Ricci, avvenuta presso la Sala Reale della Stazione Centrale di Milano.

LOCATION ESEMPIO DI DINAMISMO ITALIANO – “Sono molto orgogliosa che la Stazione Centrale di Milano e la Lombardia siano stati scelti dallo stilista Stefano Ricci per presentare la sua collezione di moda. Un’emozione unica poter assistere ad un evento di così alto livello: presentare una collezione in una location che è esempio italiano di dinamismo e storia del nostro Paese è sicuramente un valore aggiunto”.

CREATIVITA’ TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE – “Grazie alla fondazione Fs e con l’arrivo di un treno storico originale del
1904 – ha proseguito Magoni – lo stilista ha saputo interpretare la creatività tra tradizione e innovazione di un’azienda che fa del saper fare artigiano la sua forza. Un chiaro segnale di apertura di un mondo spesso esclusivo e che invece in questa occasione decide di mostrarsi alla città e alla nostra regione in tutta la sua bellezza ed arte. E quindi voglio ringraziare Stefano Ricci per questa importante occasione, vero e proprio ambasciatore del Made in Italy nel mondo”.

MILANO E LOMBARDIA LEADER NELLA MODA – “D’altronde – ha detto ancora l’assessore – proprio Milano e la Lombardia sono le capitali della moda a livello internazionale: la nostra regione produce un fatturato di più di 35 miliardi di euro e offre lavoro a oltre 209 mila addetti. Numeri da record che sono certa possano ancora crescere. La moda uomo infatti, sta acquisendo sempre più valore nel nostro Paese, il 2017 ha visto una crescita delle vendite all’estero del +5,2%, con una quota pari a 6,1 miliardi, su 9,3 miliardi di euro di fatturato annuo”.

“Non dobbiamo fermarci – ha chiosato Magoni – e il nostro obiettivo è saper cogliere le opportunità di sviluppo e di crescita offerte dalla moda, settore nevralgico per la nostra economia e volano strategico delle eccellenze italiane a livello internazionale”.

TERZI:STAZIONE CENTRALE PERLA DA VALORIZZARE – All’evento ha partecipato anche l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Terzi. “La Sala Reale della stazione centrale di Milano
– ha commentato – è un autentico gioiello adatto a ospitare eventi di prestigio come quello odierno, e può rappresentare un valore aggiunto per sviluppare nuove potenzialità in chiave turistica. É una perla da valorizzare. In questo senso ringrazio il direttore generale di Fondazione Fs, Luigi Cantamessa, che sta lavorando per far conoscere il patrimonio storico delle Ferrovie, con positive ricadute per la Lombardia: penso al successo dei viaggi organizzati con locomotive e convogli d’epoca che hanno appassionato tanti lombardi e tanti turisti”.

“Red Bull Dance Your Style”

BALALAIKACOVER
BALALAIKACOVER

Domenica 8 luglio alle 17.30, il pomeriggio di Italia 1 si infiamma a ritmo di musica con lo speciale “Red Bull Dance Your Style”.

Padrone di casa della manifestazione è Daniele Bossari, affiancato dal commentatore tecnico Andrea Trombini e dalla star del web Camilla Boniardi in arte Camihawke.

Red Bull Dance Your Style è un format unico, per la prima volta in italia, che coinvolge ballerini di street dance, uomini e donne, di tutte le discipline: Hip Hop, House Dance, Locking, Popping, Breaking, Waacking, Vogueing.

L’evento animerà la Piazza della Stazione Centrale di Milano, trasformandola in un vero e proprio palcoscenico a cielo aperto. Quindici i round improvvisati sui più grandi successi della musica internazionale ma un solo vincitore, che verrà decretato dal pubblico presente.

Milano: arrestato turista, per furto computer

Frame furto computer
Frame furto computer

La Polizia Locale di Milano è riuscita a rintracciare a tempo di record l’autore di un furto di un computer in un hotel a Milano e a restituire la refurtiva al legittimo proprietario.

Il tutto è avvenuto mercoledì scorso in un hotel nei pressi della Stazione Centrale, quando un giovane francese di 26 anni si è impossessato di un computer che un altro ospite dell’hotel, un cittadino irlandese a Milano per un convegno, aveva lasciato in carica su un tavolino in un angolo della hall per recarsi al bar.

L’immediato intervento dell’Unità Reati Predatori della Polizia Locale ha permesso, grazie all’acquisizione delle immagini delle telecamere, di identificare l’autore del furto che aveva da poco lasciato l’hotel.

Gli agenti, intuendo che il giovane avrebbe lasciato il Paese, hanno avvisato la Polaria che ha dato l’allerta di ricerca del giovane francese in tutti gli aeroporti milanesi.Poche ore dopo il furto il 26enne d’oltralpe è stato fermato mentre cercava di imbarcarsi a Malpensa, su un volo per la Francia, con il computer rubato nello zaino.

Il giovane è stato denunciato dalla Polizia Locale per furto aggravato e il computer è stato restituito al legittimo proprietario che, oltre a recuperare un oggetto del valore di oltre duemila euro, ha ringraziato gli agenti perché è riuscito anche a tornare in possesso dell’importante presentazione che aveva in programma per il giorno dopo a Milano.

“Grazie alla proficua collaborazione con i gestori dell’hotel e con le altre forze dell’ordine – ha spiegato il comandante della Polizia Locale Marco Ciacci – è stato possibile restituire al legittimo proprietario un prezioso strumento di lavoro. La costante dedizione della Polizia Locale nel perseguire i reati predatori è al servizio anche dei turisti che sempre più numerosi visitano la nostra città”.

“La presenza sul territorio e il contatto frequente dell’Unità Reati Predatori con i commercianti e i gestori degli alberghi – ha aggiunto la Vicesindaco Anna Scavuzzo – consente interventi tempestivi che, come in questo caso, danno ottimi risultati. Un segnale importante per Milano, diventata ormai vivace meta turistica”.