Ermal Metal: “No Satisfaction”

ERMALMETA_nosatisfaction
ERMALMETA_nosatisfaction

Quali sono le soddisfazioni che riceviamo attraverso la new generation tecnologica, sempre più furba ma sempre più iena e meno volpe?
Questo è un mondo popolato da metafore animali, con il leone da tastiera che rimane il re indiscusso di questa jungla sempre più stucchevole.

A distanza di 1.072 giorni dalla pubblicazione dell’ultimo album di inediti, quel “Non abbiamo armi” che includeva “Non mi avete fatto niente”, vincitore con Fabrizio Moro di Sanremo 2018, ERMAL META torna con il nuovo singolo “NO SATISFACTION”, in radio e negli store digitali da venerdì 15 gennaio. Il brano inaugura il suo nuovo percorso, che passo dopo passo e canzone dopo canzone lo porterà al nuovo album, di prossima uscita.
Un nuovo percorso in tutti i sensi; la canzone che non ci si aspettava, le parole che si attaccano addosso come tatuaggi tribali, un nuovo sound che fa sognare ad occhi aperti il momento nel quale verrà suonata dal vivo e finalmente si potrà sudare con lei.

“No satisfaction” si basa su pochi concetti essenziali e fotografa in maniera precisa e spietata il nostro – qualsiasi – quotidiano, ricordando una cosa che tutti dimenticano:  “per chi perde, per chi vince, il premio è uguale”

Sempre da venerdì 15 gennaio sarà disponibile anche il video, per la regia di Andrea Folino.

Ermal Meta è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “Un milione di cose da dirti”.

Fresh Mula: ” Franklin”

Fresh Mula_b_ph Antonio De Masi
Fresh Mula_b_ph Antonio De Masi

Dopo il successo raccolto con gli ultimi due singoli “Hood” e “Jiggy”, il giovanissimo ed esplosivo artista di Elektra Records Fresh Mula torna oggi, venerdì 27 novembre, con il suo nuovo travolgente singolo “Franklin” (Elektra Records/ Warner Music Italy).

Come per gli scorsi singoli, anche in “Franklin” gli anni ’80 hanno un ruolo fondamentale sia per il sound sia per i riferimenti culturali di cui è ricco il testo. Tra citazioni di “Ritorno al Futuro” e un richiamo al suo precedente brano “Jiggy” (“mi sento jiggy jiggy dollar”), che porta inevitabilmente con sé un omaggio a Will Smith, il nuovo singolo di

Fresh Mula racconta senza filtri storie di vita vissuta ed episodi tipici della night-life nella city. Gli scratch e le sporche “ohhh” sono un riferimento alla cultura musicale black statunitense che Fresh mescola e ripropone in una chiave moderna Hip-Hop elettronica.

Scoperto da Angelo Calculli di Mk3, con “Franklin” Fresh Mula ci fa vedere ancora più da vicino la vita di tutti i giorni di un coolkidz, un ragazzo che conduce uno stile di vita a impatto zero, muovendosi sullo skate, affrontando la vita con energia e positività, facendo suoi i canoni musicali degli anni ’80 e rivisitandoli con uno stile eccentrico e del tutto personale.

Don Diablo: “Kill Me Better”

Don Diablo Imanbek ft Trevor Daniel - Kill Me Better
Don Diablo Imanbek ft Trevor Daniel – Kill Me Better

I due produttori del momento DON DIABLO e IMANBEK hanno dato vita a una grande collaborazione insieme al cantante TREVOR DANIEL nel singolo “KILL ME BETTER” (Epic Records/Sony Music), in rotazione radiofonica da venerdì 6 novembre, e già disponibile in digitale!

“Kill Me Better” è un brano synth-pop che unisce le atmosfere retro-futuriste degli anni ’80 con quelle dell’emo-rap, e racconta le battaglie personali dei giovani di oggi in tutto il mondo. Con il suo sound pop elettronico e con la voce potente e toccante di Trevor Daniel il brano vuole dare speranza a tutti coloro che soffrono di problemi di salute mentale e rassicurarli che non sono soli. A questo proposito, infatti, Don Diablo sta promuovendo il sito https://www.iasp.info come risorsa per chi ha bisogno di aiuto.

Queste le dichiarazioni di Don Diablo sul singolo: «Il 2020 è stato un anno in cui ho finalmente trovato il tempo per lavorare sulla mia salute fisica e mentale. Dopo molti anni di tour senza sosta, lentamente, ma gradualmente, mi sono sentito come se avessi perso il contatto con il mio “io” interiore. Questa pandemia mi ha permesso di lavorare di più sulla mia creatività, trascorrere più tempo in studio, e finire il mio prossimo album.
“Kill Me Better” riflette la battaglia in corso con i miei demoni interiori, molti di noi stanno lottando in questo momento. Sempre più persone in tutto il mondo stanno iniziando ad aprirsi sulle loro battaglie personali, quindi volevo davvero che questa fosse una collaborazione mondiale per raggiungere quante più persone possibile.
Ho conosciuto Imanbek grazie a un amico di lunga data e al mio forte rapporto con l’Europa orientale. Il suo remix di “Roses” dei SAINt JHN non solo è diventato uno dei brani più famosi dell’anno, ma ha anche spinto un sound completamente nuovo nella scena dance. Per la nostra collaborazione ho voluto andare oltre i confini dal punto di vista sonoro e portare le cose in una direzione diversa per cogliere il pubblico di sorpresa. Quando ho sentito per la prima volta la voce di Trevor alla radio, ha immediatamente innescato qualcosa dentro di me. Dopo l’enorme successo che ha ottenuto con “Falling”, sono ancora più onorato di poter collaborare con con questo incredibile talento e sono entusiasta di condividere finalmente questa collaborazione con il resto del mondo».

Bruce Springsteen: “Letter to you”

LTY_Cover Photo_Danny Clinch
LTY_Cover Photo_Danny Clinch

Oggi venerdì 23 ottobre, è in uscita “LETTER TO YOU”, l’attesissimo nuovo album in studio di BRUCE SPRINGSTEEN, realizzato insieme a The E Street Band.

“Amo l’essenza quasi commovente di Letter to You”, dichiara Springsteen, “E amo il sound della E Street Band che suona completamente live in studio, in un modo che non avevamo quasi mai fatto prima, senza nessuna sovraincisione. Abbiamo realizzato l’album in soli cinque giorni, e quella che ne è venuta fuori è una delle più belle esperienze di registrazione che io abbia mai vissuto”.

“Letter To You” è il ventesimo album in studio dell’artista, un disco rock, caratterizzato dall’inconfondibile sound de The E Street Band, e registrato nella casa di Bruce Springsteen in New Jersey.

Sempre da domani sarà disponibile in esclusiva su Apple Tv+ il film-documentario “Bruce Springsteen’s Letter to You” (produzione originale Apple Original Films), con i retroscena del processo creativo che hanno portato alla realizzazione dell’album.
“Bruce Springsteen’s Letter to You” mostra infatti Springsteen mentre registra “Letter to You” live insieme a The E Street Band. Scritto da Springsteen e diretto da Thom Zimny, il film è un tributo a The E Street Band, alla musica rock e al ruolo che quest’ultima ha avuto nella vita dell’artista.

“Letter To You” contiene 9 brani scritti recentemente da Springsteen, e 3 leggendarie composizioni degli anni ‘70 finora inedite: “Janey Needs a Shooter,” “If I Was the Priest,” e “Song for Orphans”.

Insieme a Springsteen, hanno lavorato a questo progetto Roy Bittan, Nils Lofgren, Patti Scialfa, Garry Tallent, Stevie Van Zandt, Max Weinberg, Charlie Giordano e Jake Clemons. L’album è stato prodotto da Ron Aniello insieme allo stesso Bruce Springsteen, Bob Clearmountain ha realizzato il mixaggio, mentre Bob Ludwig si è occupato del mastering.

“Letter To You” è la prima performance di Bruce Springsteen insieme a The E Street Band dal tour di “The River” del 2016, nominato tour mondiale dell’anno da Billboard e Pollstar.

Questa la tracklist di “Letter to You”:
1. One Minute You’re Here
2. Letter To You
3. Burnin’ Train
4. Janey Needs A Shooter
5. Last Man Standing
6. The Power Of Prayer
7. House Of A Thousand Guitars
8. Rainmaker
9. If I Was The Priest
10. Ghosts
11. Song For Orphans
12. I’ll See You In My Dreams

Dolche: “Sunday Mood”

Dolche_ph Griffin Shapiro
Dolche_ph Griffin Shapiro

Da venerdì 25 settembre, è disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “SUNDAY MOOD”, il nuovo singolo che anticipa l’album di inediti della cantautrice e polistrumentista italo-francese DOLCHE dal titolo “EXOTIC DIORAMA” (Crisalide Records), in uscita il 23 ottobre.

“Sunday Mood” è un canto liberatorio scritto e composto dalla stessa Dolche. Un viaggio alla scoperta di se stessi, una presa di potere e una liberazione dai vincoli della violenza passata. Il brano si caratterizza per un sound delicato, una ballad folk in cui canti melodici si alternano ad influenze psichedeliche e arabe.
Il video del brano, regia di Brandon Roots, è online su YouTube al seguente link: https://youtu.be/0aEuewqRaa8

«Questa canzone ha Bach e Joni Mitchell dentro, ha le mie avventure con la chitarra e il mio canto liberatorio. – racconta Dolche – Ho passato un periodo difficile, un momento oscuro della mia vita e ho composto questa canzone pensando a quanto fosse stato difficile e lungo il processo per uscirne e quanto fosse facile e veloce alla fine fare quel primo passo decisivo. È un liberazione dalla violenza, dall’insicurezza e dagli abusi. Lo dedico a tutte le mie sorelle donne».