Claudio Baglioni: “Io non sono lì”

Baglioni_cover_ph Alessandro Dobici
Baglioni_cover_ph Alessandro Dobici

Da venerdì 6 novembre sarà in radio e in digitale “IO NON SONO LÌ”, il nuovo singolo inedito di CLAUDIO BAGLIONI – dopo “GLI ANNI PIÙ BELLI”, colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino – estratto da “IN QUESTA STORIA, CHE È LA MIA”, l’attesissimo nuovo album, in uscita il 4 dicembre, a sette anni da “ConVoi”: un “concept” – 14 brani, 1 ouverture, 4 interludi piano e voce, 1 finale – che disegna la parabola dell’amore, sia personale che universale, riflettendo sul modo nel quale questa forza straordinaria che tutti viviamo senza conoscerla mai veramente, travolga le nostre esistenze, rendendole esperienze uniche e sempre degne di essere vissute.

La distanza – reale, immaginaria, immaginata – di una coppia che vive un distacco che nessuno sa se sia provvisorio o definitivo, preludio o coda, anteprima o bilancio di un amore. È questo il tema di “Io non sono lì” (Celso Valli pianoforte, Gavin Harrison batteria, Paolo Gianolio basso e chitarre), una ballad intensa e sostenuta, ispirata e velata di nostalgia, che indaga pensieri, emozioni, delusioni e speranze di quel limbo nel quale tutti noi ci chiediamo se è meglio esserci o non esserci, che è come esserci senza esserci.

Lei è lontana e lui immagina il trascorrere delle sue giornate – in un’altra casa e forse anche un’altra città – nella semplicità dei gesti e momenti di una quotidianità che solo l’amore sapeva – o saprà – rendere straordinaria: dalla mattina quando lei si sveglia ed esce per andare a lavorare, ai rari momenti dedicati a sé stessa, fino a quelle serate nelle quali il peso della giornata è tale da avere ragione di qualunque altra cosa.

L’album “IN QUESTA STORIA, CHE È LA MIA” sarà disponibile in 5 versioni, oltre a quella digitale (https://claudiobaglioni.lnk.to/yWumfDMn):
• CD singolo (14 canzoni inedite)
• 2CD Deluxe (14 canzoni inedite, foto esclusive e 4 brani in versione acustica)
• 2LP 180gr black (14 canzoni inedite)
• 2LP 180gr black – Deluxe (14 canzoni inedite, foto esclusive e 2 brani in versione acustica)
• 2LP 180gr black – Deluxe *Esclusiva Amazon* (14 canzoni inedite, foto esclusive, 2 brani in versione acustica e FOTO autografata)

Modà: “Chicco biondo”

Modà_foto di doublevision film
Modà_foto di doublevision film

Venerdì 30 ottobre esce in digitale “Chicco biondo”, singolo inedito dei MODÀ, una nuova ballad dal respiro romantico, dotata di un crescendo musicale che sottolinea la carica emotiva del testo.
La scrittura appassionata di Kekko restituisce il desiderio di cercare la serenità nelle cosa più semplici e di coltivare l’amore. Un brano raffinato, capace di evocare il senso universale della vita, fatta di sorrisi non sempre felici ma anche di piccoli gesti che regalano pace.

“Chicco biondo” arriva dopo il singolo “Cuore di cemento” (https://youtu.be/l_ZWtL5JvLk), uscito a settembre, e dopo l’album “Testa o croce” (prodotto da Friends & Partners – licenza esclusiva Casa Italia Records powered by Believe) che nel 2019 ha segnato il grande ritorno della band.
“Testa o croce” è stato certificato Oro, è rimasto stabile in Top 10 per le prime 5 settimane nella Classifica album Fimi – Gfk e ha superato i 15 milioni di stream. I videoclip che hanno accompagnato il disco, hanno superato 25 milioni di visualizzazioni su Youtube.

A causa del perdurare dello stato d’emergenza dovuto alla pandemia di Covid-19, i concerti dei MODÀ previsti per il 2020 sono stati posticipati al 2021, secondo il seguente calendario:

26 settembre all’Arena di Verona – recupero del 2 maggio 2020.
1 ottobre al Mediolanum Forum di Assago, Milano – recupero del 28 marzo e del 18 dicembre 2020
2 ottobre al Mediolanum Forum di Assago, Milano – recupero del 29 marzo e del 19 dicembre 2020
5 ottobre al Pala Sele di Eboli (Salerno) – recupero del 10 marzo e del 13 ottobre 2020
8 ottobre al Pala Catania di Catania – recupero del 6 marzo e del 2 ottobre 2020
9 ottobre al Pala Catania di Catania – recupero del 7 marzo e del 3 ottobre 2020
12 ottobre al Palasport di Reggio Calabria – recupero del 17 marzo e del 6 ottobre 2020
15 ottobre al Pala Florio di Bari – recupero del 13 marzo e del 9 ottobre 2020
16 ottobre al Pala Florio di Bari – recupero del 14 marzo e del 10 ottobre 2020
19 ottobre al Palazzo dello Sport di Roma – recupero del 20 marzo e del 12 dicembre 2020

I biglietti già acquistati rimangono validi per le nuove date corrispondenti.
Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

Mariella Nava: “Povero Dio”

mariella-nava-1b-franzo_-belletti
mariella-nava-1b-franzo_-belletti

Mariella Nava

il nuovo singolo inedito “Povero Dio” dal 22 maggio in radio, negli store e sulle piattaforme streaming

Da venerdì 22 maggio è in radio e in digitale “Povero Dio” il nuovo singolo di Mariella Nava (su etichetta Suoni dall’ITALIA).

Mariella Nava racconta: “Povero Dio è una canzone che ha dovuto attendere il suo tempo per venire alla luce. Risultava difficile trovare spazio con quella parola, tanto forte da essere ingombrante. Dio, è una parola che torna, ma che mette sempre un po’ soggezione. È scomoda. Ci mette a nudo. E quante volte è stata usata a sproposito, travisandone completamente il senso. C’è un comandamento che dice di non nominarlo invano eppure sembra essere più lì, nei posti e nelle rappresentazioni sbagliate, che nelle preghiere. Dio. Allah. Buddha. Mettici il concetto che vuoi. La natura. Sono traduzioni, letture diverse, ma dentro c’è l’Universo, ci siamo noi, così come siamo e soprattutto come siamo diventati. Dio. Una parola che suona stonata come le campane in un tempo frenetico che non riusciva a dare più tempo a nessuno. E allora è giusto che nello stop generale, abbia trovato il suo posto. Tuona nel silenzio quella parola che intimamente, mai come in questo periodo, l’abbiamo sentita rimbombare nell’immagine di una piazza deserta, o posarsi sulle labbra, tra i denti, negli occhi, su un muro, in un pensiero, in una richiesta di aiuto, in una forza da trovare, in un perché a cui dare risposte, quando le risposte sono diventate rare, difficili e addirittura inesistenti. E diventa più grande adesso che ci dobbiamo rialzare più poveri. Nella paura, nel vuoto dell’incertezza, in una carezza che arriva da dentro, nel caldo di una speranza…’ Dio, che per me è quello Cristiano, ma che per qualcun altro è qualsiasi appiglio per farcela, per ritrovarsi, è quell’energia nuova da prendere, quella Fiducia intima necessaria per non sentirci soli e più miseri”.

VIDEO https://youtu.be/rbxKimZING8

Mariella Nava, cantautrice tarantina, classe 1960. Studia fin da piccola il pianoforte e completa i suoi studi musicali con quelli di composizione. Inizia scrivendo fin da giovanissima per i grandi interpreti del panorama italiano. Il suo primo album risale al 1988, album che ottiene la targa Tenco come “Migliore Opera Prima” per contenere un brano dedicato al mondo della disabilità dal titolo: “Eppure vivono”. Tra i suoi brani da autrice più conosciuti ricordiamo “Questi Figli” per Gianni Morandi, “Come mi vuoi” interpretato da Eduardo De Crescenzo (Sanremo 1989) e ricantata poi da Mina e ancora “Per amore” scritta per Andrea Bocelli (diventata un successo per molti altri interpreti internazionali tra cui la cantante Zizi Possi in Brasile), “Piano inclinato”, sul tema dell’AIDS, “It’s forever” per Dionne Warwick, “Il mio punto di vista” cantata con Mango. La sua storia di autrice si consolida nel ’91 con “Spalle al muro” composta da lei per Renato Zero, canzone ricordata come “Vecchio” (Sanremo ’91 – 2° posto) e ancora seguono tanti altri successi anche come cantautrice da “Terra mia” (Sanremo ’94 – Premio Volare) a “Cosi è la vita“ e “Il cuore mio“ rispettivamente classificatesi 3^ (riceve anche il Premio come Miglior Musica dalla Sala Stampa) e 6^ nei Sanremo del ‘99 e del 2002 (Premio LILT per la vita). Riconosciuta per aver sempre scritto e cantato di tematiche sociali, è stata insignita dell’onorificenza di “Cavaliere della Repubblica italiana” e del sigillo “Testimone di pace”.

Vicina ad associazioni contro la violenza sulle donne, ad Amnesty e all’Anmil, a cui ha dedicato il suo brano sul tema della sicurezza sul lavoro, non si risparmia mai nel prendere parte attivamente e con la sua arte a tutte quelle iniziative che richiedono sostegno e solidarietà. Ha fondato un’etichetta discografica indipendente la Suoni dall’Italia per quei validi talenti che, girando l’Italia come artista, va scoprendo e a cui si dedica con passione per instradarli sulla complicata via del successo. Compone colonne sonore per campagne pubblicitarie di noti brand. Il suo ultimo lavoro discografico contenente inediti risale a poco più di due anni fa e si intitola “Epoca”. Ritornerà presto, terminata l’emergenza COVID, in sala di registrazione per ultimare molti progetti e nuove canzoni che avremo modo di ascoltare nei prossimi mesi. “Povero Dio” ne è il primo assaggio, una canzone che aveva quasi l’urgenza di venire allo scoperto, proprio in questo periodo.

http://www.mariellanava.it/

https://www.facebook.com/MariellaNavaOfficial/

https://twitter.com/NavamNava

https://www.instagram.com/mariella_nava/

 

Raf – D’Art : “Samurai”

raf - D'Art
raf – D’Art

Esce oggi, venerdì 6 dicembre, il video di “SAMURAI” (Girotondo Srl / Sony Music Italy), il nuovo brano di RAF in duetto con Samuele Riefoli, in arte D’ART.

Il video, diretto da Tahir Hussain, è disponibile da ora al seguente link:
https://www.youtube.com/watch?v=8hq6AXqW71A

“Samurai nasce da uno spunto musicale che mi ha fatto ascoltare un mio collaboratore, bassista degli Apres La Classe, Valerio Bruno, in arte Combass – racconta Raf – che io poi ho sviluppato, mentre per il testo io e Samuele ci siamo ispirati alla “The Lone Wolf” un telefilm degli anni 90 che parla di un samurai che non era al servizio di nessun padrone e girava insieme a suo figlio e affrontavano insieme una serie di vicissitudini, sempre a favore di ciò che ritenevano giusto”

“Quando mio padre mi ha proposto di collaborare con lui e scrivere con lui questo brano per me è stata la realizzazione di un sogno – racconta D’Art – Passare del tempo con lui, scrivere il testo e lavorare sulle melodie e sulla realizzazione di questo progetto è stato entusiasmante. Lui sarebbe stato un idolo per me anche se non fosse mio padre, è uno dei pochissimi cantanti pop italiani che ascolto, per il resto ascolto musica Hip Hop, trap americana e qualcosa di nostrano. Essere tenuto a battesimo da lui in questo esordio nel mondo della musica e avere la sua stima è il regalo più grande”

“Samurai” è il singolo inedito con cui Raf e D’ART hanno presso parte a “Ringo – Insieme si Vince!”, il nuovo progetto interamente dedicato alla musica promosso da RINGO. Al cuore dell’iniziativa, artisti e generazioni apparentemente distanti che si incontrano sul territorio comune della musica e scoprono di avere molti più punti in comune di quello che pensavano, perché la musica, così come Ringo, unisce e accorcia le distanze.

Avicii : “SOS”, singolo inedito

Avicii_Lead Press Shot_m
Avicii_Lead Press Shot_m

È disponibile in tutti gli store digitali “SOS”  di AVICII featuring ALOE BLACC, il primo estratto dall’album di inediti “TIM”, in uscita il prossimo 6 giugno.
Elegante e moderno, il brano disponibile da domani per la programmazione radiofonica, è costruito sulla crescente voce di ALOE BLACC ed è stato prodotto da Tim Bergling, Albin Nedler e Kristoffer Fogelmark.

Quando Tim se ne è andato, il 20 aprile del 2018 in Oman, questo brano era pronto al 90%. Kristoffer Fogelmark, che stava lavorando con Avicii a questo brano, ha dichiarato: “Subito dopo la sua morte, parlare di quello che era accaduto mi paralizzava, ma tutto quello che c’era da fare era completare la “visione” di Tim”.

Così hanno iniziato. Grazie al programma Fruity Loops, Albin e Kristoffer sono stati in grado di preservare le esatte note di Tim. “Lui aveva un modo completamente diverso di suonare il piano e le tastiere” dice Nedler. “Il risultato è che le sue dita a volte suonavano dei tasti inusuali, che in realtà rendevano quel suo suono unico. L’impronta di Tim è letteralmente presente in tutta ‘SOS’”.

Negli appunti recuperati dopo la sua morte, Tim parlava di voler collaborare nuovamente con ALOE BLACC, il vocalist della hit “Wake Me Up”, così Kristoffer e Albin l’hanno invitato a registrare le voci per “SOS”.

Parlando del brano ALOE BLACC ha raccontato: “Credo che ‘SOS’ sia una canzone all’avanguardia, se pensiamo al momento in cui Tim l’ha scritta. Questo testo parla chiaramente di alcune delle sue battaglie. Credo sia veramente importante affrontare questi argomenti, specialmente con la sua visibilità e la capacità di arrivare a così tante orecchie e cuori. Per dare alle persone le parole per dire “ho bisogno di aiuto”.