Zuppa della Bontà

volontari per Zuppa della Bontà_Progetto Arca_
volontari per Zuppa della Bontà_Progetto Arca_

Sabato 26 e domenica 27 ottobre torna la zuppa della Bontà, l’appuntamento annuale che vede i volontari di Progetto Arca scendere in piazza a sostegno delle persone senza dimora e in grave stato di indigenza.

Per l’intero weekend, nelle più grandicittà italiane saranno presenti numerosi“banchetti” (l’elenco completo è sul sito lazuppadellabonta.it) che proporranno al pubblico una o più confezioni di zuppa della Bontàin cambio di una piccola donazione. Il ricavato sarà devoluto al servizio di sostegno alimentare e distribuzione di pasti serviti alle persone senza dimora ospiti delle strutture di Progetto Arca durante il prossimo inverno.
Solo nell’ultimo anno, la Fondazione ha servito 2 milioni di pasti e fornito un aiuto concreto nei vari servizi a più di 15 mila persone fragili.

“La zuppa della Bontà è un piatto che è possibile preparare a casa e che ricorda la tradizione povera, semplice ma sostanziosa, perfetta per dare ristoro a persone che raramente, vivendo in strada, hanno la possibilità di consumare un pasto caldo”.

Così Progetto Arca spiega la scelta della zuppa, alimento dal forte valore simbolico e dall’importante apporto nutrizionale. Novità di questa quinta edizionedell’evento è la collaborazione con la cooperativa non profit di commercio equo e solidale Chico Mendes Altromercato, grazie alla quale Progetto Arca può proporre in piazza3 nuovi tipi di zuppa: “zuppa della salute bio”, “zuppa della tradizione umbra bio”, “zuppa di farro e lenticchie”.

Sono tutte realizzate con prodotti di alta qualità: ceci, farro, lenticchie e orzo biologici, per comporre un alimento sano oltre che nutriente. Le confezioni riportano le indicazioni sulle modalità di preparazione, con il suggerimento delle migliori ricette per cucinarle.

Inoltre, chi sceglierà una o più confezioni, a fronte di una piccola donazione, verrà omaggiato di cartoline contenenti originali ricette delle zuppe, ideate da Jayson e Raffaele, rispettivamente chef e ospite di Progetto Arca.

Dopo il fine settimana del 26-27 ottobre, la zuppa della Bontà sarà disponibile nelle Botteghe lombarde di Chico Mendes e negli store di Milano, Roma e Torino di Eataly, per il terzo anno partner dell’evento, oltre che a FICO Eataly World Bologna.L’evento può inoltre contare quest’anno anche sul supporto di Cibario, che fino al 31 marzo devolverà 1 euro a Progetto Arca per ogni piatto di zuppa ordinato dal proprio menu.

Milano: Raccolta indumenti per i senzatetto

ndumenti per i senzatetto
indumenti per i senzatetto

Sono tantissimi i milanesi che hanno contribuito alla raccolta degli indumenti invernali per i senza fissa dimora organizzata oggi dalle 9,30 alle 17,30 in dodici diversi punti della città.
I cittadini hanno raccolto l’invito del Comune e delle associazioni del Terzo Settore che hanno allestito materialmente i banchetti di ritiro donando almeno 30mila capi tra vestiti e coperte.

Gli indumenti donati verranno distribuiti tra le strutture per senzatetto presenti sul territorio e le diverse associazioni che hanno partecipato alla giornata li utilizzeranno per i loro utenti.
“Grazie alla generosità dei milanesi – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino –, ancora una volta, tante persone che non hanno una casa a cui far ritorno potranno avere indumenti puliti e adatti alla stagione invernale. L’Amministrazione è impegnata a garantire che nessuno dorma al freddo per strada e chiede ai cittadini di segnalare le persone in difficoltà chiamando il numero unico attivo 24 ore su 24 tutti i giorni”.

Il numero che il Comune mette a disposizione per le segnalazioni è lo 028844 7646, mentre negli orari di apertura del Casc, il Centro aiuto di via Ferrante Aporti 3, dalle 9 alle 21 dal lunedì al venerdì e dalle 12 alle 21 il sabato, la domenica e nei festivi, si potranno richiedere informazioni sui servizi, le strutture residenziali, le unità mobili, i centri diurni, le mense e le docce pubbliche chiamando il numero 0288447645.

Per far fronte all’emergenza freddo l’Amministrazione mette a disposizione ogni notte 2.700 posti letto in oltre 20 strutture sul territorio. Saranno inoltre aperti nove centri diurni per trascorrere le ore del giorno con attività ricreative, poter usufruire delle docce e avere un pasto.

Durante le ore serali il comitato milanese della Croce Rossa, in convenzione con Fondazione Progetto Arca, gestirà le emergenze e coordinerà il servizio delle 19 associazioni del Terzo settore che mettono a disposizione le unità mobili per perlustrare la città.

Quest’anno, per la prima volta, avranno a disposizione circa 15 posti letto riservati ai clochard che vengono individuati di notte dalle unità mobili e convinti ad accettare il ricovero nei centri e che potranno quindi passare la notte in uno dei posti lasciati liberi per le emergenze, prima di registrarsi al Casc il giorno successivo.

Milano: Centri pronti ad accogliere i senzatetto

Centro-Aiuto-della-Stazione-Centrale
Centro-Aiuto-della-Stazione-Centrale

Centri pronti ad accogliere i senza fissa dimora, i posti anche quest’anno saranno 2.780 (più che raddoppiati già dal 2013) e saranno messi a disposizione gradualmente al crescere della necessità. Ieri le richieste sono state 138.
Il Centro aiuto della Stazione Centrale, che dal 15 di novembre resta aperto tutti i giorni fino alla mezzanotte proprio per consentire al maggior numero di persone di rivolgersi al sistema di accoglienza per avere un posto per la notte, ha registrato in questi ultimi giorni un aumento delle richieste.

“I posti ci sono e siamo pronti ad accogliere chi si rivolgerà alla nostra rete di servizi che comprende una ventina di realtà tra enti e privato sociale e con cui ogni anno mettiamo a punto un piano per far fronte all’emergenza freddo”, afferma l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino.

“Il passo più difficile resta sempre convincere chi si trova per strada ad accettare il nostro aiuto andando in un ricovero. Da quest’anno abbiamo potenziato l’accoglienza anche per i senza dimora che hanno un cane, in via Graf troveranno un posto per sé e per i propri animali. Resta la preoccupazione per tutte le persone che non riusciamo a localizzare con le unità mobili notturne e che non si trovano in zone più facili da presidiare come il centro della città. Per questo chiediamo, come ogni anno, la collaborazione dei cittadini. Segnalate ai numeri del Centro aiuto chi sapete trovarsi per strada, in luoghi nascosti, ripari di fortuna, difficili da individuare. Ringraziamo fin da ora tutti coloro che ci aiuteranno”.

Saranno 18 le unità mobili notturne (anche mediche e psicologiche) utilizzate con turni su tutta la settimana e coordinate dal Centro Aiuto Stazione Centrale (Casc), dove si svolgono le operazioni di registrazione e accesso ai servizi e si raccolgono le segnalazioni di persone in difficoltà. Ogni persona registrata prima dell’accesso ai centri accede ad una visita medica e deve sottoporsi al Test Mantoux, il protocollo previsto per la condivisione di spazi comunitari.

Il Casc segue i seguenti orari: dalle ore 8.30 alle 20 dal lunedì al venerdì; il sabato e la domenica dalle 12 alle 20. I numeri di telefono per le segnalazioni sono: 02/884 47645 -47647 – 47649.

Milano: posti disponibili nei ricoveri, per i senzatetto

milano-senzatetto
milano-senzatetto

Servizi per i senzatetto allertati per l’arrivo del freddo previsto già da stanotte. Il Centro Aiuto Stazione Centrale comunica che sono disponibili almeno cento posti nei ricoveri e che il numero aumenterà gradualmente, a partire dai prossimi giorni e nelle prossime settimane, fino a raggiungere quota 2.700.

Insieme agli operatori del centro di via Ferrante Aporti 3, che dal 15 novembre è aperto tutti i giorni fino a mezzanotte, sono stati chiamati alla massima attenzione anche gli equipaggi delle Unità mobili notturne che dalle ore 20 pattuglieranno la città portando soccorso a chi ancora dorme per strada.

Avranno con sé te caldo e generi di conforto insieme a coperte e sacchi a pelo da consegnare a chi, nonostante l’offerta di un posto letto, non accetterà di andare a dormire in uno dei ricoveri.

“Chiediamo ai milanesi – lancia l’appello l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino – di segnalare ai numeri del nostro Centro Aiuto della Stazione le persone che ancora dormono per strada e che si sono create giacigli o ripari in luoghi difficili da trovare, in modo da permettere l’intervento delle unità mobili notturne e diurne e portare soccorso. Lo scorso inverno abbiamo ricevuto oltre 2.000 telefonate che ci hanno permesso di intervenire tempestivamente salvando dal freddo decine di persone”.

Dallo scorso 15 novembre il Centro Aiuto Stazione Centrale ha prolungato gli orari di servizio rimanendo aperto tutti i giorni, dalle 8.30 alle 24 (il sabato e la domenica dalle 9). Per le segnalazioni di persone in difficoltà è possibile chiamare questi numeri: 02/88447645 – 02/88447647 – 02/88447648 – 02/88447649.

Milano: seconda raccolta benefica

raccolta  benefica
raccolta benefica

Sabato 12 novembre in 13 punti della città si svolgerà una raccolta benefica di coperte, sacchi a pelo e giacconi invernali per i senzatetto. È la seconda di due giornate di mobilitazione dei cittadini: la prima svoltasi sabato 22 ottobre ha già consentito la raccolta di 22.500 pezzi.

Chi vorrà partecipare sabato 12 novembre potrà consegnare il materiale dalle 9.30 alle 17.30 nei gazebo dislocati nelle diverse zone della città dove saranno presenti i volontari delle associazioni impegnate nell’assistenza dei senzatetto.

“A fine ottobre sono stati raccolti 22.500 pezzi, davvero un grande risultato. Chiediamo, a chi magari non è riuscito a farlo prima, di partecipare a questa seconda raccolta unendosi a tutti coloro che già l’hanno fatto dando prova, ancora una volta, della concreta generosità dei milanesi”, ha detto l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino.

“Milano è una città accogliente e sono certo che anche in questa occasione non farà mancare la sua vicinanza a chi si trova più in difficoltà. Grazie a tutti coloro che vorranno dare una mano e ai volontari e agli operatori che saranno impegnati nei gazebo per tutta la giornata”.

 I gazebo saranno posizionati nelle seguenti vie e piazze:

 –         piazzale Baiamonti;

–         piazzale Baracca/via Enrico Toti;

–         via Bassini/via Valvassori Peroni;

–         piazza Argentina/via Mercadante;

–         Arco della Pace;

–         piazza Frattini 1;

–         piazza Selinunte/viale Aretusa;

–         piazzale Medaglie d’Oro;

–         via Albani angolo via Meloria (Chiesa S. Anna);

–         piazza XXIV Maggio;

–         via Sammartini 122;

–         via Pollini, 4 presso la sede dei  City Angels;

–        piazzale Maciachini.

L’iniziativa è realizzata grazie al coordinamento del Centro Aiuto Stazione Centrale di via Ferranti Aporti 3.

Alla raccolta collaborano: Fondazione Fratelli di San Francesco d’Assisi onlus, Fondazione Progetto Arca onlus, Comunità di Sant’Egidio, Croce Rossa Italiana, Associazione Linea Gialla, Associazione Anime Bisognose, Associazione Ronda della Carità, Opera Cardinal Ferrari, Associazione Milano in Azione, Fondazione Isacchi Samaja, Associazione City Angels, S.o.s. Milano Associazione Volontaria onlus, Associazione Misericordie, Fondazione C.I.S.O.M., Fondazione Padri Somaschi.