Modà: Rinviato “Testa o Croce Tour”

Modà_foto di doublevision film
Modà_foto di doublevision film

Alla luce dei recenti avvenimenti e delle vigenti disposizioni governative, Friends & Partners è costretta a rinviare il “TESTA O CROCE TOUR” dei MODÀ, la cui partenza era prevista il 6 marzo da Catania.
Rimane invariata la data speciale all’Arena di Verona il 2 maggio.

Queste le nuove date del tour:
02 ottobre al PalaCatania di Catania: recupero concerto del 6 marzo
03 ottobre al PalaCatania di Catania: recupero concerto del 7 marzo
06 ottobre al Palasport di Reggio Calabria: recupero concerto del 17 marzo
09 ottobre al PalaFlorio di Bari: recupero concerto del 13 marzo
10 ottobre al PalaFlorio di Bari: recupero concerto del 14 marzo
13 ottobre al PalaSele di Eboli (SA): recupero concerto del 10 marzo
12 dicembre al Palazzo dello Sport di Roma: recupero concerto del 20 marzo
18 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (MI): recupero concerto del 28 marzo
19 dicembre al Mediolanum Forum di Assago (MI): recupero concerto del 29 marzo

Da oggi, lunedì 2 marzo, alle ore 16.00, saranno disponibili le prevendite per le nuove date su Ticketone.it e sui circuiti di vendita abituali.

Utilizzando la piattaforma Fansale di TicketOne, è possibile rivendere i biglietti per tutti i concerti rinviati ed è possibile effettuare il cambio nominativo per tutti i concerti rinviati, tranne per quello di Reggio Calabria.
Ulteriori informazioni verranno comunicate a partire dal 9 marzo su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it

È possibile chiedere il rimborso per il solo concerto previsto il 24 marzo all’RDS Stadium di Genova, che è stato rinviato a data da destinarsi.

Di seguito le modalità:
– Rivolgendosi ai punti vendita dove gli stessi sono stati acquistati entro e non oltre il 27 marzo 2020.
– Per coloro che hanno acquistato i biglietti online sul sito TicketOne o tramite call center con modalità ‘ritiro sul luogo dell’evento‘, il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto scrivendo all’indirizzo email: ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il 27 marzo 2020.
– Per i biglietti acquistati online sul sito Ticket One o tramite call center con modalità ‘spedizione tramite corriere espresso‘, il cliente dovrà spedire i biglietti, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non il 27 marzo 2020 (farà fede la data del timbro postale) all’indirizzo: TicketOne S.p.A. – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano (C.a. Divisione Commercio Elettronico).

Progetti dello Scriptorium Foroiuliense

Scriptorium Foroiuliense
Scriptorium Foroiuliense

Il recupero di due arti antiche, quella della legatoria artigianale e quella della calligrafia, può avere anche un risvolto sociale. Lo dimostra l’attività dello Scriptorium Foroiuliense – Scuola Italiana Amanuensi di San Daniele del Friuli (UD), associazione votata all’insegnamento dell’arte calligrafica antica e dei mestieri del libro, che ha presentato a Montecitorio due progetti, “Scriptura Terapeutica” e “Rescripta libera”, volti l’uno alla ricerca sulla scrittura medievale come metodo terapeutico per le persone che soffrono di disgrafia e dislessia e l’altro al recupero e all’inserimento lavorativo dei detenuti.

Il primo progetto, “Scriptura Terapeutica”, mira all’elaborazione di un metodo riconosciuto e certificato per usare la scrittura medievale per attenuare disturbi quali disgrafia e la dislessia. «La scrittura medievale– spiega il direttore dello Scriptorium Foroiuliense Roberto Giurano– è fatta di linee discontinue e di piccoli segmenti più facili da memorizzare. Per questo, nelle persone dislessiche o disgrafiche, migliora la connessione fra mente e movimento mano-braccio, rendendolo più fluido. “

Quattro gli step previsti: diagnosi di disgrafia o difficoltà grafico-motorie (da parte di scuole, logopedisti, psicologi); formazione di gruppi per età e valutazioni; elaborazione dei dati, brevetto del metodo e pubblicazione; diffusione e formazione. I destinatari saranno persone soggette a disturbi come disgrafia e dislessia, che parteciperanno a un corso di scrittura calligrafica medievale di 10 ore: già una ventina di persone sono state selezionate per cominciare le lezioni a ottobre, nella sede dello Scriptorium a San Daniele del Friuli.

“Rescripta Libera” nasce invece dall’accordo tra lo Scriptorium e il Consorzio COSM (Consorzio Operativo Salute Mentale di Udine)che aderisce alla Lega delle Cooperative Sociali del Friuli Venezia Giulia. Il progetto è rivolto alla popolazione carceraria: l’obiettivo è di realizzare assieme ai detenuti un’attività imprenditoriale incentrata sulla produzione e commercializzazione di prodotti di legatoria artigianale e artistica, per offrire loro un’opportunità di riscatto, inclusione e qualificazione professionale.

«“Rescripta Libera” – spiega Michela Vogrig, presidente Consorzio COSM e vicepresidente Legacoopsociali FVG – intende rafforzare le opportunità di inserimento lavorativo e la riduzione della recidiva fra i detenuti. È rivolto a persone scarsamente scolarizzate, ma motivate a intraprendere un percorso di uscita dalla devianza. ”

“È finito il sessantotto?- 50°”

copertina_È fintio il 68
copertina_È fintio il 68

Da domani, venerdì 29 giugno, sarà disponibile nei negozi tradizionali la ristampa della raccolta “È FINITO IL SESSANTOTTO? – 50°”, che fa parte dello storico catalogo de “I dischi del sole”, contenente due inediti di PAOLO PIETRANGELI e GIOVANNA MARINI, protagonisti indiscussi del ’68 italiano attraverso le loro composizioni considerate inni dei movimenti di contestazione giovanile.

La raccolta “È FINITO IL SESSANTOTTO? – 50°” è un vero e proprio documento storico, poiché ripercorre attraverso 32 brani le tappe più significative di quel periodo di contestazione sociale e politica.

I due inediti, “Tornerà a soffiare il vento” di Paolo Pietrangeli e “Dal ’68 al blog” di Giovanna Marini, sono stati scritti e composti dai due cantautori guardando a quegli anni con gli occhi di oggi.
I VIDEO DEI DUE BRANI SONO ONLINE SU YOUTUBE AI SEGUENTI LINK:
“Tornerà a soffiare il vento” di Paolo Pietrangeli www.youtube.com/watch?v=eFc75GogQ8Y
“Dal ’68 al blog” di Giovanna Marini www.youtube.com/watch?v=Z-sv9qPuZpQ

Nella raccolta “È FINITO IL SESSANTOTTO?” spiccano, tra gli altri, i documenti storici di importanza mondiale, quali le registrazioni originali di Che Guevara (Intervento ONU del 12 Dicembre 1964) e Fidel Castro (Lettera di commiato dal Che), oltre ad altri interventi canori di Judith Reyes, Barbara Dane.

Tra gli artisti italiani sono presenti invece famosissimi brani di Paolo Pietrangeli, Ivan Della Mea, Rudi Assuntino, Giovanna Marini, Gualtiero Bertelli, Alfredo Bandelli, Diego De Palma, Pino Masi, Giovanni Poggiali e Annie, Fausto Amodei, Michele Straniero, Paolo Ciarchi, Gianni Nebbiosi.
La copertina della ristampa “È finito il sessantotto? – 50°” è un’opera originale del vignettista Vauro Senesi.

“I dischi del sole”, prestigiosa etichetta nata a Milano che, a partire dagli anni ’60 e ’70, ha permesso al pubblico italiano di conoscere un vasto repertorio di musica popolare, pubblicando opere di una nuova generazione di autori ed interpreti di canti folk e d’autore, sociali e di protesta.

Musiche e parole, spesso di autori sconosciuti, espressione dei momenti più significativi della nostra storia e della nostra cultura. Dagli anni ‘90 l’etichetta discografica Ala Bianca si impegna nel recupero di questo storico catalogo con la collaborazione dell’Istituto Ernesto De Martino, ente che raccoglie ricerche sul campo di carattere storico, sociale, antropologico ed etnografico.