Quarto Grado: omicidio Vannini e caso Russo

Quarto Grado
Quarto Grado

· Caso Russo:

Carabiniere indagato per eccesso di legittima difesa

· Omicidio Vannini:

20 anni fa due prostitute denunciarono Ciontoli

“Quarto Grado”

Venerdì 6 marzo | Prima serata

Venerdì 6 marzo, alle ore 21.25, su Retequattro, torna l’appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri analizza la morte di Ugo Russo, ucciso domenica 1° marzo durante una tentata rapina, in Via Orsolini, a Napoli.

A premere il grilletto, un carabiniere in borghese di 23 anni, ora indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Il 15enne, ferito da due colpi di pistola, è morto all’Ospedale Pellegrini, il cui pronto soccorso è stato devastato dai parenti della vittima. Gli inquirenti sono al lavoro per capire cosa sia accaduto realmente nel vicolo. Il padre del ragazzo pretende giustizia e ha chiesto alla Procura di acquisire le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona.

Al centro della puntata anche la vicenda di Marco Vannini, il ragazzo di Ladispoli morto il 17 maggio 2015, lasciato spegnersi dopo un colpo di pistola mentre era a casa della fidanzata, Martina Ciontoli. Per l’omicidio è indagato il padre della ragazza, Antonio Ciontoli, condannato a 14 anni in primo grado, poi ridotti a cinque, per omicidio colposo. Lo scorso 7 febbraio, la Cassazione ha stabilito che il processo è da rifare: secondo il Pg si tratta di omicidio volontario. Spunta anche una denuncia, di 20 anni fa, da parte di due prostitute a carico dell’ex comandante dei carabinieri: secondo il legale dei Vannini tenerne conto sarebbe utile alla valutazione della personalità dell’imputato.

“Quarto Grado” – appuntamento del 21 febbraio

quarto grado
quarto grado

Venerdì 21 febbraio alle ore 21.25, su Retequattro, torna l’appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri torna sul caso di Samira El Attar, scomparsa il 21 ottobre scorso a Stanghella, nel padovano. Il marito, Mohamed Barbri, indagato per omicidio e occultamento di cadavere, continua a professarsi innocente e dal carcere afferma che Samira è viva e che sarebbe fuggita. Intanto è stato rigettato il ricordo per la sua scarcerazione. Il Tribunale del riesame di Venezia, infatti, non ha accolto la tesi della difesa: il 43enne resta in carcere a Verona.

Al centro della puntata anche la vicenda di Luca Sacchi, il ragazzo freddato con un colpo di pistola alla testa la sera del 23 ottobre, a Roma.
Il processo che dovrà delineare come si sono svolti i fatti, si apre il 31 marzo. La posizione maggiormente da chiarire resta quella di Anastasiya, la fidanzata di Luca. Emergono nuove ombre sul suo ruolo e sulla ricostruzione di quella notte. Gli inquirenti adesso stanno cercando di capire come lei e Giovanni Princi abbiano messo assieme i 70mila euro per acquistare la droga.

“Quarto Grado” – Nuovo appuntamento

quarto grado
quarto grado

Venerdì 14 febbraio alle ore 21.25, su Retequattro, torna l’appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri aggiorna i telespettatori sul caso di Marco Vannini: la Cassazione ha accolto la richiesta della Procura generale e ha stabilito che il processo è da rifare. Secondo il Pg fu omicidio volontario.

La madre del giovane, Marina Conte, proprio a “Quarto Grado” aveva dichiarato: «Ero preoccupata. Avevo paura, dopo due delusioni che avevano lasciato l’amaro in bocca. Appena saputo (l’esito della nuova sentenza, ndr), ho urlato per il dolore».

Al centro della puntata anche la vicenda di Luca Sacchi, il ragazzo freddato con un colpo di pistola alla testa la sera del 23 ottobre, a Roma. Il processo, che dovrà delineare come si sono svolti i fatti, si apre il 31 marzo.
Intanto spuntano nuovi dettagli su quella notte. Secondo gli inquirenti, nello zaino di Anastasiya, la fidanzata di Luca, c’era solo una parte dei soldi destinati agli spacciatori.
La Procura, sospetta che l’altra parte fosse nella macchina della ragazza. Vettura che, mentre Luca lottava tra la vita e la morte, è stata spostata in maniera frettolosa da Giovanni Princi, ex compagno di classe di Sacchi.

Quarto Grado: Caso Yara Gambirasio

quarto grado
quarto grado

Venerdì 22 marzo, in prima serata, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma della rete diretta da Sebastiano Lombardi torna sulla vicenda di Yara Gambirasio. Il 12 ottobre scorso, Massimo Bossetti, unico indagato per l’omicidio della 13enne, è stato condannato in via definitiva all’ergastolo.
Oggi, a cinque mesi dal pronunciamento della Cassazione, i consulenti della difesa del carpentiere di Mapello affermano di avere elementi sufficienti per la riapertura del caso.

L’approfondimento a cura di Siria Magri torna anche sulla storia di Roberta Ragusa, la quarantaquattrenne di Gello, in provincia di Pisa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012. L’ex marito Antonio Logli è stato condannato in primo grado e in appello a 20 anni di carcere: è sospettato di averla uccisa e di averne distrutto il cadavere. In attesa delle decisioni della Cassazione, l’udienza è prevista per il prossimo 20 luglio, emergono nuovi documenti e nuove testimonianze che potrebbero ribaltare le precedenti sentenze.

Nuovo appuntamento con “Quarto Grado”

Conduttori di Quarto Grado
Conduttori di Quarto Grado

Venerdì 9 novembre, alle ore 21:15 su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarto Grado”. In conduzione Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero.

Il programma a cura di Siria Magri torna ad occuparsi del ritrovamento di ossa umane all’interno della Nunziatura apostolica di Via Po, a Roma. Lo sconcertante episodio è stato messo in relazione alla scomparsa di Emanuela Orlandi.

Per approfondire l’intricata e torbida vicenda è presente in studio Pietro Orlandi, fratello della ragazza sparita nel nulla il 22 giugno 1983.

Per sapere con certezza a chi appartengano le ossa, è necessario attendere ancora qualche giorno. “Quarto Grado” spiega al pubblico – passo per passo – il procedimento delle analisi che porteranno alle risposte tanto attese.