Arpa Lombardia: qualità dell’aria

Arpa Lombardia
Arpa Lombardia

Nella nostra regione, tornano a scendere i livelli di Pm10 nell’aria.
I dati rilevati ieri dalle centraline di monitoraggio di Arpa Lombardia interrompono la serie di giorni consecutivi di superamento del limite di 50 µ/m3 della media provinciale in tutto il territorio, tranne nella provincia pavese, dove la media, pur in diminuzione rispetto ai giorni precedenti, si è attestata su un valore di 51,4 µ/m3.

Nei prossimi giorni sono previste, complessivamente, condizioni meteorologiche generalmente neutre per la dispersione degli inquinanti fino a sabato e un passaggio a condizioni più favorevoli nella giornata di domenica.

Anche durante l’episodio critico registrato in quest’ultimo periodo, l’attenzione mediatica su Pm10 e inquinanti atmosferici è stata particolarmente alta e, come spesso accade, c’è chi si è domandato se l’insieme delle centraline di rilevamento di Arpa Lombardia sia sufficiente a garantire la valutazione della qualità dell’aria in tutto il territorio.

La rete di monitoraggio della qualità dell’aria in Lombardia è realizzata secondo quanto previsto dal programma di valutazione regionale (art. 5 comma 6 del D.Lgs. 155/2010), la cui conformità alla norma è valutata dal Ministero dell’Ambiente, avvalendosi anche del supporto di Enea e Ispra.
Attualmente la rete è composta da 85 stazioni di rilevamento, mentre la norma ne prevede meno della metà.

Coerentemente alla normativa stessa – che prevede criteri di efficienza, efficacia e economicità nella programmazione delle misure, specificando che va evitato l’inutile eccesso di stazioni di misurazione (art. 1 comma 4 lettera g) del D.Lgs. 155/2010) – l’attuazione del programma di valutazione della qualità dell’aria ha comportato una razionalizzazione della rete, sia introducendo nuove postazioni di misura e ampliando lo spettro di inquinanti rilevati, sia dismettendo le stazioni non previste da tale programma.

La disattivazione delle misure in ogni singola postazione è avvenuta previa verifica, caso per caso, che i dati rilevati da tali centraline fossero coerenti con le misure provenienti dalle stazioni mantenute attive e non potessero aggiungere informazioni significative ai fini della valutazione dello stato della qualità dell’aria dei territori monitorati.

In ogni caso, sul sito di Arpa Lombardia sono pubblicati quotidianamente i dati relativi a ogni singolo Comune, elaborati attraverso stime modellistiche che tengono conto delle condizioni meteorologiche e dei rilevamenti puntuali effettuati dalle stazioni fisse della rete di monitoraggio regionale.

Modalità di stima che, peraltro, è esplicitamente prevista dalla normativa (art. 5 comma 2 del D.Lgs. 155/2010), secondo la quale “le misure in siti fissi possono essere integrate da tecniche di modellizzazione” e che, nel nostro caso, si basa su sistemi modellistici la cui solidità è dimostrata da ampia e specifica bibliografia in ambito scientifico.

Al di là di singoli, per quanto critici, episodi acuti di inquinamento atmosferico, va ricordato che la situazione evidenziata dalle misure della rete su base pluriennale conferma il trend in progressivo miglioramento, nonostante per alcuni parametri sia ancora necessario proseguire nelle azioni di risanamento: Report qualità dell’aria 2019

“Stanotte a Pompei': ” I dati di ascolto premiano la qualità”

Stanotte-a-Pompei
Stanotte-a-Pompei

Dichiarazione del presidente nazionale AIART Giovanni Baggio: “Da anni la nostra associazione lo propone e i risultati ci danno ragione: le scelte di qualità sono premiate dagli ascolti. La programmazione in prima serata su Raiuno di “Stanotte a Pompei”, meraviglioso programma di Alberto Angela, si è rivelato un successo.

Moltissimi nostri iscritti hanno espresso il loro apprezzamento per una scelta in controtendenza rispetto al trash e ai troppi déjà vu che spesso non meritano – ammettiamolo – l’esborso del canone.

Stavolta, invece, sosteniamo la scelta del servizio pubblico e diciamo il nostro “brava” alla Rai.

Terra Madre Salone del Gusto

Terra-Madre-Salone-del-Gusto
Terra-Madre-Salone-del-Gusto

Varietà e qualità: sono queste le parole d’ordine che emergono dagli appuntamenti dedicati al tema Allevamento di qualità nei giorni di Terra Madre Salone del Gusto 2018, quattro incontri ospitati nelle aree #foodforchange Slow Meat e Slow Fish.
Varietà di specie e di razze.

Differenze nelle tecniche di allevamento e di lavorazione delle carni. Ricchezza culturale e ambientale. Questi sono gli aspetti da tutelare per ottenere cibi di qualità e avere carne e pesce che siano buoni, puliti, giusti e sani.

Pescatori, allevatori, delegati ed esperti da ogni parte del mondo sono intervenuti per raccontare la loro esperienza, dare il loro contributo e trovare insieme soluzioni alternative allo sfruttamento intensivo praticato negli allevamenti animali. “Meno carne, ma di migliore qualità” è il monito che gridano all’unisono.

Terra Madre Salone del Gusto si tiene dal 20 al 24 settembre 2018
con eventi a Torino e in tutto il Piemonte

Compleanno Italo

italo-ntv
italo-ntv

Il 28 aprile del 2012 Italo partiva per il suo primo viaggio lungo la tratta Napoli – Milano. Iniziava così una splendida avventura fatta di numerosi traguardi raggiunti che si sono subito trasformati in nuovi obiettivi da superare.

Grazie alla lungimiranza degli investitori, alla qualità dei servizi offerti, al comfort del treno, alla cortesia e professionalità dei propri dipendenti, Italo è passato dai 6 milioni di passeggeri del 2014 ai 13 milioni del 2017 con la volontà di crescere ancora partendo proprio dal network.

Oggi infatti Italo collega 19 stazioni di 14 città e dal 1° Maggio 2018 implementerà ulteriormente il proprio network garantendo nuovi collegamenti lungo la trasversale Torino-Milano-Venezia.

Per rendere possibile tutto questo Italo ha acquistato da Alstom 17 nuovi treni EVO, di cui 10 già in servizio dal 1° Maggio, e ha selezionato oltre 150 nuove persone per garantire l’eccellenza che da sempre contraddistingue il servizio offerto.

Inoltre con l’integrazione del proprio network grazie all’intermodalità rotaia-gomma di Italobus, ha unito maggiormente il Paese, collegando per mezzo di pullman di ultima generazione numerose località non ancora raggiunte dall’AV.

Italo durante questi sei anni non ha mai tralasciato l’interesse per la salvaguardia dell’ambiente, dei beni culturali nostrani e la tutela dei diritti di genere, sostenendo con orgoglio importanti iniziative sociali e culturali, e promuovendo campagne di sensibilizzazione contro gli sprechi energetici, volte a tutelare il nostro pianeta.

Tutti i traguardi raggiunti da Italo non sono passati inosservati all’estero, diverse società straniere hanno infatti guardato con interesse alla sua nascita ed al suo sviluppo, in quanto primo operatore completamente privato ad entrare nel mercato ferroviario dell’Alta Velocità in grado di offrire a prezzi competitivi un servizio di alta qualità.

Una storia di successo che ha fatto parlare di sé in giro per il mondo, attirando l’interesse del fondo GIP (Global Infrastructure Partners), fondo americano interamente dedicato alle infrastrutture con tre direttrici principali: trasporti, energia e rifiuti, che, a febbraio di quest’anno, ha avanzato un’offerta per l’acquisizione del 100% di Italo, accettata dai soci e perfezionata nella giornata di ieri.

Il risultato raggiunto è stato reso possibile grazie all’impegno di tutto il team di Italo, ma non solo: la sua forza restano infatti i viaggiatori che ogni giorno lo scelgono e per questo è stato loro chiesto di fare gli auguri al treno più moderno d’Europa.

In tanti hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa condividendo la propria esperienza attraverso i canali social ufficiali di Italo che non avrebbe potuto festeggiare in modo migliore il suo sesto compleanno!

Quality Living: “Letteratura ai fornelli”

Quality Living_esposizione Corinna Ferrarese2
Quality Living_esposizione Corinna Ferrarese2

Sarà Quality Living, il concept store veronese che si propone come spazio di esperienza sull’abitare di qualità, il palcoscenico che venerdì 15 aprile alle ore 19.30 ospiterà “Letteratura ai fornelli”, con l’artista Maria del Pilar Pérez Aspa, dedicato ai sensi del gusto e dell’olfatto. Un incontro che unisce la lettura con la realizzazione e la degustazione dei cibi e dei piatti dell’epoca di Cervantes, il cosiddetto “Siglo de Oro”.

La manifestazione “En un lugar del Véneto”, che ha avuto inizio il 17 febbraio e si prolungherà fino al 27 aprile 2016, è stata organizzata dall’Istituto Internazionale per l’Opera e la Poesia (I.I.O.P) in collaborazione con l’Associazione Culturale Italo Spagnola (A.C.I.S.), nata grazie all’interesse del Viceconsole Onorario di Spagna a Verona, per ricordare Miguel de Cervantes a 400 anni dalla sua morte.

Un ricco calendario di incontri – con ospiti e relatori illustri per rendere omaggio allo scrittore – che vede la trasposizione geografica dell’incipit del Don Chisciotte “En un lugar de la Mancha…”, proponendo un viaggio nell’opera di Cervantes attraverso i cinque sensi.

L’attrice spagnola Maria del Pilar Pérez Aspa – che dopo la laurea breve in Filologia Ispanica nel 1992 si trasferisce in Italia dove frequenta la Scuola D’Arte drammatica Paolo Grassi di Milano e lavora con i più famosi attori e registi internazionali – intratterrà gli ospiti con una performance live presso l’Anfiteatro di Quality Living, con la lettura e l’interpretazione di brani incentrati sul senso del gusto e, contemporaneamente, si cimenterà nella preparazione di un piatto tipico della tradizione antica spagnola: Paella de conejo, una pietanza a base di riso e coniglio che a performance conclusa, verrà poi gustata dagli ospiti nell’ambito di una tipica cena iberica.

Un incontro tra cultura e qualità culinaria, da sempre punti di forza di Quality Living. Numerosi, infatti, i corsi promossi e organizzati presso lo showroom, dedicati al design, alla ricerca del proprio stile di vivere la casa e al piacere della cucina, alla scoperta di ricette e storie che raccontano la tradizione gastronomica del nostro paese.

“LETTERATURA AI FORNELLI”
Venerdì 15 aprile 2016, ore 19.30
QUALITY LIVING
Via Mantovana, 83E – VERONA

Evento a pagamento (€ 25,00 per i soci A.C.I.S, € 30,00 per i non soci) con prenotazione obbligatoria – posti limitati.
Per prenotazioni rivolgersi a:
QUALITY LIVING
Via Mantovana 83/e – Verona
Tel. 045 597776 – info@qualitylivingverona.it