“Il Condominio dei Diritti”

Murale Il condominio dei diritti fase preparatoria foto Francesco Niccolai pic
Murale Il condominio dei diritti fase preparatoria foto Francesco Niccolai pic

“Il Condominio dei Diritti” è l’opera che Jorit Agoch sta creando in questi giorni sulla facciata laterale del palazzo di edilizia residenziale pubblica di piazza Leopoldo, accanto al supermercato Coop.fi.

In un quartiere di antica tradizione popolare e operaria, “Il Condominio dei Diritti” vuole ricordare l’importanza di una battaglia per i diritti a cui Mandela dedicò l’intera vita.

Nato a Napoli da madre olandese e padre italiano, Jorit concentra la propria arte sulla raffigurazione realistica del volto umano. Si è confrontato più volte con grandi ritratti di personaggi che hanno lasciato un segno nella Storia.

La realizzazione dell’opera richiederà alcuni giorni. Sarà lo stesso Jorit Agoch a presentare al pubblico e alla stampa “Il Condominio dei Diritti”, al momento dello svelamento.

L’iniziativa è promossa dall’associazione Mandela Forum nell’ambito delle celebrazioni del centenario della nascita di Nelson Mandela, in collaborazione con l’Assessorato all’Accoglienza e Integrazione, Pari Opportunità, Casa e l’Assessorato Sport, Politiche Giovanili e Toponomastiche del Comune di Firenze, Casa spa, Unicoop Firenze, Fondazione CR Firenze, Città Metropolitana di Firenze.

Firenze ricorda Nelson Mandela

mandela 100 anni
mandela 100 anni

Mercoledì 18 luglio Firenze celebrerà il centenario della nascita di Nelson Mandela con una serie di iniziative che coinvolgerà il Nelson Mandela Forum e, in serata, l’Arengario di Palazzo Vecchio, alla presenza del sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Dalle ore 10 alle 20 presso il Mandela Memorial posto all’ingresso del Mandela Forum si svolgeranno letture, performance e installazioni d’arte dedicati al Premio Nobel per la Pace.

Una staffetta dei diritti umani a cui parteciperanno, tra gli altri, la missionaria laica Giuliana Masini, che in Sudafrica fondò una scuola e una comunità, lo storico Marcello Flores, i sindaci di Livorno Filippo Nogarin – che nei giorni scorsi ha dedicato a Mandela una seduta pubblica – e di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, Tea Albini, che nel 2005, come assessore al Bilancio consegnò a Nelson Mandela copia della cittadinanza onoraria conferitagli dal Comune di Firenze.

Nell’occasione, i cinema all’aperto Arene di Marte – all’interno del Mandela Forum – proporranno i film “Atto di difesa – Nelson Mandela ed il processo di Rivonia” (ore 21,45) e “Il giovane Karl Marx” (ore 21,30).

La giornata si concluderà alle 22 in piazza della Signoria. Dall’Arengario di Palazzo Vecchio il sindaco di Firenze Dario Nardella ricorderà l’impegno e gli insegnamenti del leader della lotta anti-apartheid. Alle parole si alterneranno brevi video. A condurre la serata sarà il Carlo Nicoletti, che attraverso un “microfono aperto” raccoglierà messaggi e testimonianze del pubblico.

Intanto, su invito della Fondazione Nelson Mandela, continua la trasferta a Johannesburg della delegazione italiana che vede coinvolti rappresentanti del Mandela Forum e delle Istituzioni.

Dopo aver partecipato alla Nelson Mandela Annual Lecture – che martedì 17 luglio, al Wanderers Stadium di Johannesburg, ha visto relatore l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama – mercoledì 18 la delegazione sarà presente all’inaugurazione dei lavori di ristrutturazione della casa di Nelson Mandela a Houghton, destinata a diventare una struttura polifunzionale dove promuovere l’eredità morale lasciataci da Madiba.

Le emittenti Controradio, Ladyradio e Radio Toscana seguono le attività della delegazione attraverso numerosi collegamenti. Resoconti da Johannesburg sono disponibili anche sui social network delle radio e del Nelson Mandela Forum.

Il Nelson Mandela Forum supporta la campagna Nelson Mandela 100 promossa dalla Nelson Mandela Foundation. L’intento, sintetizzato nel claim “Be the Legacy”, è quello di raccogliere e tramandare l’eredità morale di Madiba, simbolo universale di democrazia, pace e diritti umani.

«Happy birthday Mandela, we love you tata»

di Stefany Sanzone – Nelson Mandela, l’icona sudafricana della lotta contro l’apartheid, festeggia oggi i suoi 94 anni.

Premio Nobel per la pace nel 1993, Mandela è stato uno dei maggiori protagonisti della lotta contro l’apartheid.

Dopo il secondo conflitto mondiale nell’Unione Sudafricana i coloni bianchi al potere non vollero rinunciare al possesso delle immense risorse del paese, ricco d’oro, d’uranio, di diamanti, e imposero alla grande maggioranza nera della popolazione un brutale regime di separazione razziale detto, per questo, apartheid.

Le leggi dell’apartheid negavano ai neri il diritto di voto, vietavano i matrimoni misti, costringevano la popolazione di colore a vivere in quartieri-ghetto, poveri e lontani dai luoghi di lavoro, ne limitavano anche la libertà di movimento. Si formarono allora movimenti e partiti che miravano alla conquista dei diritti civili per i neri. Il primo e più importante fu l’African National Congress il cui leader fu appunto Nelson Mandela.

La Repubblica Sudafricana si dichiarò indipendente dal Commonwealth britannico nel 1961.

Nelson Mandela, presidente dal 1994 al 1999, dopo avere trascorso 27 anni nelle carceri del regime razzista dell’apartheid, festeggerà oggi il suo compleanno in famiglia, nella sua residenza a Qunu, nel sud-est del paese, il villaggio della sua infanzia, dove vive la maggior parte del tempo.

Così questa mattina in Sudafrica 12 milioni di studenti, alle 8 in punto, hanno cantato un “Happy Birthday”, seguito da “we love you tata” (Ti amiamo papà).

I messaggi di auguri sono già arrivati da tutto il mondo. Il presidente americano Barack Obama e la moglie Michelle hanno reso omaggio alla sua “volontà di ferro” e alla sua “umiltà”. Ha scritto il presidente americano nel messaggio di auguri a Mandela: « La storia personale di Nelson Mandela è quella di una volontà incrollabile, di un’integrità irremovibile, di una costante umiltà; la nostra famiglia è stata ispirata dall’esempio di Madiba che ha cambiato la storia, trasformato il suo paese, il continente e il mondo». «Mandela – ha concluso – ha dimostrato al mondo lo straordinario potere della non-violenza, della tolleranza».

Dal 2009, inoltre, il governo sudafricano ha stabilito che il 18 luglio diventasse il “Mandela Day” in onore dell’ex presidente, una giornata riconosciuta dalle Nazioni Unite come un appello mondiale per dedicare 67 minuti del proprio tempo ad aiutare il prossimo, in base ai valori difesi dal primo presidente nero del Sudafrica. Questi nostri 67 minuti equivalgono agli anni politici che “Madiba” ha consacrato alla sua lotta politica.

LITFIBA di ieri e di oggi

I LITFIBA di ieri e di oggi sullo stesso palco! L’evento si materializzerà domani, venerdì  1° giugno, al Nelson Mandela Forum di Firenze, dove Piero & Ghigo suoneranno insieme ai musicisti che hanno fatto parte della storia della band fiorentina.

 

 

Con Maroccolo e Aiazzi, come nella formazione storica degli anni ’80, Piero & Ghigo suoneranno i brani più rappresentativi di quel periodo, in ricordo di Ringo De Palma, allora membro dei LITFIBA, prematuramente scomparso proprio il 1° giugno di 22 anni fa; con Poggipollini e Trambusti alcuni dei brani di maggiore successo della band e con Fiumani canteranno sulle note di “Amsterdam”, il brano interpretato insieme nel 1985.   

 

Il concerto verrà aperto dai torinesi ANTINOMIA, la band emergente vincitrice del Grande Nazione Rock Contest, voluto dai LITFIBA in collaborazione con Virgin Radio.