Trasporti: nuove disposizioni

Paola De Micheli
Paola De Micheli

Mit. Nuove disposizioni per trasporto aereo e per collegamenti Sardegna.
Nessuna limitazione per la Sicilia

Nuove disposizioni per il trasporto aereo e marittimo per i collegamenti da e per la Sardegna e conferma delle precedenti misure per le navi da crociera con bandiera estera, nel decreto firmato oggi dalla ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli. Per quanto riguarda il trasporto aereo, l’operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo-Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze-Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, e Venezia Tessera. Negli aeroporti commerciali non inclusi nell’elenco sono consentite le attività di aviazione generale. L’ Enac, previo parere conforme della ministra De Micheli, potrà integrare l’elenco degli aeroporti oggi già operativi.

Non è prevista alcuna limitazione per gli spostamenti da e per la Sicilia.

Per la Regione Sardegna, considerata la particolare situazione dell’organizzazione sanitaria dell’isola, fino al 12 giugno il trasporto marittimo e aereo (su Cagliari, Alghero e Olbia) di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna è limitato ai servizi svolti in continuità territoriale in servizio pubblico. Il trasporto delle merci non è invece soggetto a limitazioni.

A partire dal 13 giugno è previsto il riavvio di tutti i voli domestici da e per la Sardegna e anche il trasporto marittimo passeggeri non avrà limitazioni.

Infine, alle navi di bandiera estera impiegate in servizi di crociera è consentito l’ingresso nei porti italiani esclusivamente ai fini della sosta inoperosa.

Le disposizioni del decreto sono efficaci fino al 14 giugno 2020.

 

Mit: sicurezza dei ponti

Ponte della Maddalena, Borgo a Mozzano, Toscana, Italia
Ponte della Maddalena, Borgo a Mozzano, Toscana, Italia

L’Assemblea generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha approvato le Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti. Predisposte dal Gruppo di lavoro istituito ad hoc presso lo stesso Consiglio Superiore, le linee guida saranno oggetto di una applicazione sperimentale in relazione al sistema di monitoraggio anche dinamico dei ponti e viadotti.

All’esito di tale sperimentazione, che avverrà sotto la guida dello stesso Consiglio Superiore, le linee guida potranno fornire uno strumento avanzato, univoco ed uniforme per tutti i gestori sul territorio nazionale che, superando il concetto del semplice censimento dei ponti esistenti, mediante un approccio generale, multilivello, multicriterio e multiobiettivo, consentirà la determinazione di una “classe di attenzione” per la gestione del rischio e la verifica di sicurezza delle infrastrutture.

Da subito le linee guida costituiranno, inoltre, il riferimento per l’adozione, da parte di ANAS e dei concessionari autostradali, delle azioni da porre in essere in ordine all’approfondimento e alla frequenza delle ispezioni, alla programmazione temporale degli interventi nonché agli eventuali provvedimenti di limitazioni del traffico.

Linee guida del trasporto pubblico

Tpl bella
Tpl bella

Di seguito, una scheda che riassume le linee guida per le modalità di informazione agli utenti e le misure organizzative da adottare nell’esercizio del servizio di trasporto pubblico:
– Accessi contingentati alle stazioni, aeroporti e porti al fine di evitare affollamenti e ogni possibile occasione di contatto
– Predisposizione di piani operativi per differenziare i flussi di salita e discesa da un mezzo di trasporto e limitare gli spostamenti all’interno delle stazioni, aeroporti e porti nonché nelle aree di sosta dei passeggeri e di attesa del mezzo di trasporto.
– Trasporto aereo: Mascherina obbligatoria per i passeggeri.
– TPL, trasporto ferroviario, trasporto non di linea, trasporto marittimo e portuale: mascherina obbligatoria per i passeggeri, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca
– obbligo di distanziamento interpersonale di un metro a bordo dei mezzi di trasporti, nelle stazioni, aeroporti e porti e in tutti i luoghi di transito e sosta dei passeggeri
– sistematica sanificazione e igienizzazione dei locali, dei mezzi di trasporto e dei mezzi di lavoro utilizzati da viaggiatori e/o lavoratori secondo le modalità definite del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità;
– Installazione di dispenser di soluzioni disinfettanti nelle stazioni, negli aeroporti, nei porti e sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza
– Incentivare la vendita di biglietti con sistemi telematici. Diversamente, dovrà essere effettuata in modo da assicurare la distanza interpersonale di almeno un metro e laddove questo non fosse possibile, i passeggeri dovranno necessariamente fornirsi di apposite protezioni individuali(es. mascherine).
– predisposizione di punti vendita, anche mediante distributori, di dispositivi di sicurezza nelle stazioni o nei luoghi di vendita dei biglietti
– Previsione di misure per la gestione dei passeggeri e degli operatori in caso di accertata temperatura corporea superiore dei 37,5℃
– Adozione di sistemi di informazione e divulgazione per il corretto uso dei dispositivi di protezione individuale nonché sui comportamenti da tenere negli spazi comuni e nei luoghi di transito dell’utenza

TRASPORTO AEREO:
– percorsi a senso unico all’interno dell’aeroporto e fino ai gate
– introduzione di termo-scanner per i passeggeri in arrivo e in partenza

SETTORE TRASPORTO PUBBLICO LOCALE STRADALE , LACUALE E FERROVIE CONCESSE
– flussi separati di salita e discesa dei passeggeri con tempi di attesa del mezzo di trasporto idonei ad evitare contatti attraverso anche aperture differenziate delle porte;
– applicazione di marker sui sedili non utilizzabili a bordo dei mezzi di superficie e dei treni metro;
– aumento della frequenza dei mezzi nelle ore considerate ad alto flusso di passeggeri
– portata ridotta dei mezzi con numero massimo di passeggeri per consentire il rispetto della distanza di un metro. Ove necessario, il conducente potrà decidere di non effettuare alcune fermate
– apparati di videosorveglianza e/o telecamere intelligenti per monitorare i flussi ed evitare assembramenti
– sospensione della vendita e del controllo dei titoli di viaggio a bordo;

SETTORE FERROVIARIO
– regolamentazione dell’utilizzo di scale e tappeti mobili per un adeguato distanziamento
– limitazione dell’utilizzo delle sale di attesa
– controlli di temperatura corporea ai gate
– eliminazione della temporizzazione di chiusura delle porte esterne alle fermate al fine di facilitare il ricambio dell’aria all’interno delle carrozze ferroviarie;
– potenziamento del personale dedito ai servizi di igiene e decoro a bordo treno;
– distanziamento sociale a bordo assicurato attraverso un meccanismo di prenotazione a “scacchiera” sui treni a lunga percorrenza (con prenotazione online);
– applicazione di marker sui sedili non utilizzabili;
– adozione del biglietto nominativo al fine di identificare tutti i passeggeri e gestire eventuali casi di presenza a bordo di sospetti o conclamati casi di positività al virus;
– sospensione dei servizi di ristorazione a bordo (welcome drink, bar, ristorante e servizi al posto).

SERVIZI DI TRASPORTO NON DI LINEA
– Il passeggero non può occupare il sedile accanto al conducente
– Non più di due passeggeri sui sedili posteriori purché muniti di dispositivi di sicurezza. In mancanza dei dispositivi, consentito un solo passeggero
– Su vetture omologate al trasporto di sei o più persone, consentiti non più di due passeggeri per ogni fila di sedili purché muniti di mascherine. Se possibile, dotare le vetture di paratie divisorie
– Uso di dispositivo di protezione individuale per il conducente

Autostrade: esenzione pedaggio tratta A12

autostrada A12
autostrada A12

Mit: Autostrade. Esenzione pedaggio su tratta A12 da Sestri Levante a Rapallo

Su richiesta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il concessionario Autostrade per l’Italia ha predisposto a partire dalla mezzanotte di sabato 15 febbraio la gratuità del pedaggio per il tratto Lavagna–Rapallo e Genova-Bolzaneto.

L’esenzione, ancorché non necessaria, trova giustificazione nelle limitazioni al traffico derivanti dai cantieri attivi. La misura è valida per tutte le classi di veicoli e sarà attiva fino al 29 febbraio, salvo un eventuale prolungamento se i lavori di manutenzione dovessero subire imprevisti slittamenti.

Si precisa che tale esenzione si aggiunge a quelle già attive da settembre 2018 nell’area cittadina genovese che prevedono la gratuità del pedaggio nel tratto Genova Est – Genova Ovest – Genova Bolzaneto sull’A12 e sull’A7.

Inoltre si ricorda che dal 9 gennaio 2020 grazie a una convenzione con i Comuni di Sestri Levante, Lavagna e Anas, stipulata a seguito dei lavori di manutenzione delle gallerie di Sant’Anna sulla SS1 Aurelia, è attivo uno sconto del 30% sul pedaggio per il percorso tra Sestri Levante e Lavagna, in entrata e uscita.

Incontro al Mit con autotrasportatori e armatori

Ministero infrastrutture e trasporti
Ministero infrastrutture e trasporti

Oggi 7 gennaio 2010, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Ministra Paola De Micheli ed il Viceministro Giancarlo Cancelleri hanno incontrato i rappresentanti delle categorie degli autotrasportatori e degli armatori per fare il punto sull’adeguamento dei noli marittimi.

Motivo urgente di questo primo incontro vede proprio l’aumento del costo del combustibile che dal primo gennaio, secondo la direttiva comunitaria IMO2020, dovrà essere molto più raffinato, con un tenore di zolfo bassissimo per ridurre così l’impatto ambientale. Tale misura comporta quindi un aumento dei prezzi dei noli marittimi anche a ragione dei notevoli investimenti cui gli armatori hanno dovuto far fronte e con il conseguente rincaro della tariffa per gli operatori che trasportano merci sui mezzi pesanti.

L’incontro ha avuto come obiettivo principale quello di cominciare a vagliare tutte le possibili proposte per sostenere il settore del trasporto merci e il suo ruolo fondamentale per lo sviluppo dell’economia del paese soprattutto per gli spostamenti verso le isole maggiori, tutto ciò rispettando allo stesso tempo le esigenze degli stessi armatori per un rincaro imposto loro dagli investimenti che hanno dovuto affrontare per convertire le navi ai dettami normativi della direttiva comunitaria.

“Occorre trovare un equilibrio – ha dichiarato il Viceministro Cancelleri – tra le esigenze degli armatori e degli autotrasportatori. Analizzeremo le voci che stanno generando questo aumento e cercheremo come Governo di mettere in campo ogni possibile azione per diluirne in positivo gli effetti. Spero che il blocco non si trasformi in un boomerang per l’economia della Sicilia e della Sardegna, per questo motivo lancio un appello a sospendere il blocco stradale davanti ai porti, il governo è per il buon esito della vicenda e stiamo già lavorando alla soluzione da portare all’incontro della prossima settimana”.