Media Day 2012

Meneghin

Meneghin: “Sarà dura ma ho fiducia”. Petrucci: “La Nazionale è la cosa più importante”. Pianigiani: “Massimo impegno”

“E via verso una nuova avventura!”. Con queste parole Dino Meneghin, presidente Fip, ha inaugurato il Media Day 2012, giornata dedicata alla comunicazione nella quale la Nazionale Azzurra incontra la stampa, gli sponsor e i tifosi. La sede della Edison, in Foro Buonaparte a Milano, è stata la cornice che ha tenuto a battesimo la squadra che questa estate affronterà le qualificazioni ad EuroBasket 2013 a partire dal 15 agosto.

“Con la Edison, che ringrazio per averci ospitato, siamo ormai amici di vecchia data – ha detto Meneghin – e spero che questo sodalizio possa continuare ancora per molto tempo. Ringrazio il presidente del Coni Gianni Petrucci per essere intervenuto e a lui faccio i miei migliori auguri per la spedizione Azzurra che sta partendo per l’Olimpiade. Per la nostra Nazionale non sarà semplice, perché tutte le squadre che affronteremo (Turchia, Rep. Ceca, Bielorussia e Portogallo, n.d.r.) ci daranno del filo da torcere e lo dimostra la Grecia, che con la Nigeria ha perso l’opportunità di partecipare ai Giochi. Ci aspetta una strada faticosa ma siamo fiduciosi e non vogliamo accontentarci. Sono certo che le società saranno contente di concederci i loro giocatori perché abbiamo bisogno di una Nazionale forte. L’ho sempre detto e torno a ripeterlo: la Nazionale è la parte più importante del nostro movimento”.

Lo ribadisce con forza il presidente del Coni Gianni Petrucci (“la mia candidatura alla presidenza Fip è ciò che dice il mio cuore, ma ne riparliamo dopo l’Olimpiade”), che ai giocatori ha detto: “Vivrete la vostra completezza di atleti solo quando sarete riconosciuti per la strada. E questo potrà avvenire solamente vincendo con la Nazionale. Solo la Maglia Azzurra potrà completarvi come atleti; potrete vincere Eurolega, Scudetti e Supercoppe, ma quello che vi darà l’Italia non potrà mai essere pareggiato. Io sono ottimista, come lo sono sempre stato, anche quando sono arrivato alla presidenza del Coni e venivano tagliati i fondi allo sport del 50%. Da allora e anche oggi siamo tra i primi 10 Paesi al mondo come movimento olimpico. A coach Pianigiani dico di essere sereno e ottimista: da presidente della Fip scelsi Ettore Messina per guidare la Nazionale e allora ci furono critiche per la sua giovane età. A Karlsruhe arrivammo tra il 9° e il 12° posto ma negli anni a venire avemmo una Nazionale vincente. Anche la squadra femminile di quest’anno sembrava avere dei problemi insormontabili legati al ringiovanimento e al ricambio generazionale, ma poi è andata in campo e ha sbaragliato la concorrenza. Tutte le Federazioni hanno momenti negativi, ed è naturale, ma voi dovete crederci e per citare Steve Jobs dovete avere ‘follia e fame’. Volendo si può ottenere tanto”.

Il ct Simone Pianigiani ha risposto a Petrucci promettendo massimo impegno e tanto entusiasmo: “Dobbiamo sentirci, da oggi, responsabili per coloro che lavorano tutto l’anno per far si che la gente possa amare la Maglia Azzurra, a prescindere da chi la indossi. La professionalità dimostrata dalla Fip è esemplare: la macchina organizzativa messa in piedi dalla Federazione e sempre più proiettata in un futuro reale è pronta ed efficiente per capire che il movimento cestistico è cambiato tantissimo in questi anni e il progetto della Nazionale Sperimentale ne è testimonianza. Ci vuole unità di intenti per avere un linguaggio tecnico comune come accade nelle altre Nazioni. La Fip ha permesso a giovani giocatori di fare un lavoro post season ed una esperienza internazionale che altrimenti sarebbe stata impossibile con i club. Ora ci aspettano quasi due mesi di raduno serrato e siamo pronti a lavorare sodo. Voglio ringraziare Marco Mordente, che ha avuto un periodo durissimo ma che aveva dato la sua disponibilità ad essere capitano di questa squadra in maniera incondizionata. Il nuovo capitano Azzurro sarà Stefano Mancinelli; sono due ragazzi diversi ma hanno in comune la passione smodata e sincera per questo sport e naturalmente il grande entusiasmo. Ci faremo un gran ‘mazzo’, lo dobbiamo a tanta gente ed è un impegno che vogliamo assumerci”.

Ampio spazio è stato dedicato all’esperienza della Nazionale Sperimentale: coach Luca Dalmonte ha illustrato il progetto citando Massimo Chessa e Daniele Magro, entrambi approdati alla Nazionale maggiore: “Un mese bello e intenso – ha detto – vissuto con voglia, volontà e passione. Abbiamo affrontato test che ci hanno maturato e dato importanti verifiche”.

Impossibile non citare la splendida cavalcata vincente della Nazionale Femminile, qualificatasi con autorevolezza all’EuroBasket Women del prossimo anno in Francia. A rappresentare le Azzurre sono intervenuti coach Roberto Ricchini, la Responsabile del Settore Squadre Nazionali Femminili Sandra Palombarini, il capitano Raffaella Masciadri e Martina Crippa.

Il Media Day 2012, presentato dalla voce di Sportitalia Niccolò Trigari, ha fornito l’occasione per ribadire ancora una volta il forte legame tra la Federazione Italiana Pallacanestro e i propri partner. Lorenzo De Salvo, responsabile Business Development  di RCS Sport e Nicola Tolomei, responsabile area marketing, eventi e comunicazione della Fip, hanno salutato Sportitalia e Trentino come nuovi partner della Fip e confermato quanto di buono fatto in questi anni: “La Fip è una Federazione ambiziosa e moderna – ha detto De Salvo – che ha voglia di cambiare il concetto dello sport e implementare quello di marketing”.

Bruno Bogarelli, presidente di Sportitalia, ha portato i saluti dell’emittente che negli ultimi mesi ha dimostrato con i fatti il grande attaccamento alla Maglia Azzurra, dedicandole programmi e speciali.

Da stasera la squadra si trasferirà a Folgaria, dove dal 17 al 24 luglio avrà luogo il ritiro di preparazione in vista delle qualificazioni a EuroBasket 2013. Gli Azzurri, che saranno ospiti di Blu Hotels presso il Golf Hotel di Folgaria, saranno protagonisti della Trentino Basket Cup dl 25 al 27 luglio con Montenegro, Finlandia e Bosnia Erzegovina.

Eurobasket ed Eurobasket Women 2013

Eurobasket ed Eurobasket Women 2013

Meneghin: “ Giocheremo per qualificarci ad entrambi i campionati europei”c
Pianigiani: “Al di là del valore dei nostri avversari, l’obiettivo unico ed imprescindibile è la qualificazione”
Ricchini: “Q ueste qualificazioni che ci devono far capire quanto valiamo, oggi e in prospettiva. Proveremo a giocarcela con tutti”

Turchia, Portogallo, Repubblica Ceka e Bielorussia saranno le avversarie della Nazionale maschile di basket italiana nel girone F di qualificazione all’Eurobasket 2013, mentre Lettonia, Grecia, Finlandia e Lussemburgo saranno quelle della Nazionale femminile nel girone D di qualificazione all’Eurobasket Women 2013 . Lo ha stabilito il sorteggio che si è tenuto questa mattina a Freising (Monaco di Baviera) a cura di Fiba Europa.
“Giocheremo per qualificarci ad entrambi i campionati europei -afferma Dino Meneghin, presidente FIP– Pur rispettando i nostri avversari, dobbiamo concentrarci sulle nostre forze e pensare che l’obiettivo da perseguire è la qualificazione per entrambe le Nazionali”

Nazionale maschile. Il commento del ct Simone Pianigiani, il calendario e i gironi
“E’ sempre difficile commentare un sorteggio che riguarda le Nazionali a tanti mesi di distanza dalle gare. Sono tante le variabili che fino al prossimo agosto possono entrare in ballo e che possono riguardare noi per primi-spiega Simone Pianigiani, ct azzurro- Al di là del valore dei nostri avversari, l’obiettivo che rimane da perseguire, unico ed imprescindibile, è quello della qualificazione all’Eurobasket 2013 per continuare nel nostro processo di crescita e di acquisizione di una credibilità internazionale sempre maggiore”
L’esordio il 15 agosto 2012 contro il Portogallo e poi, con gare di andata e ritorno, l’Italia giocherà fino all’ 8 settembre, nell’ordine contro Repubblica Ceka, Turchia e Bielorussia con il seguente calendario:

15 agosto: Italia-Portogallo
18 agosto: Repubblica Ceka-Italia
21 agosto: Italia-Turchia
24 agosto: Bielorussia-Italia
27 agosto: riposo
30 agosto: Portogallo-Italia
2 settembre: Italia-Repubblica Ceka
5 settembre: Turchia-Italia
8 settembre: Italia-Bielorussia
11 settembre: riposo

Sono 31 le squadre nazionali, divise in sei gironi, in corsa per Eurobasket 2013. Eccole nei rispettivi gironi:
Gruppo A: Serbia, Israele, Estonia, Repubblica Slovacca, Montenegro, Islanda
Gruppo B: Germania, Bulgaria, Azerbaigian, Lussemburgo, Svezia
Gruppo C: Croazia, Ucraina, Austraia, Cipro ed Ungheria
Gruppo D: Georgia, Bosnia Herzegovina, Olanda, Romania, Lettonia
Gruppo E: Finlandia, Polonia, Svizzera, Albania, Belgio
Gruppo F: Tuchia, ITALIA, Repubblica Ceca, Bielorussia e Portogallo

Di queste 31 squadre, solo 16 (le prime e le seconde squadre classificate in ogni girone, più le 4 migliori terze) si qualificano per la fase finale di Eurobasket 2013 che si disputerà dal 4 al 22 settembre 2013. Sono già qualificate Spagna, Francia, Russia, Macedonia, Lituania, Grecia, Slovenia e Gran Bretagna.


Nazionale femminile. Il commento del capo allenatore Roberto Ricchini, il calendario e i gironi di qualificazione

Roberto Ricchini ha giudicato positivo il sorteggio che vedrà le Azzurre opposte a Lettonia, Lussemburgo, Grecia e Finlandia nelle qualificazioni per EuroBasket Women 2013. L’esordio è previsto il 13 giugno in Lettonia, ultimo impegno il 14 luglio quando ospiteremo la Finlandia. “Sicuramente poteva andare peggio – è l’analisi del coach della Nazionale Femminile – perché nel nostro girone non mi pare ci siano squadre impossibili da affrontare. Certamente Lettonia e Grecia ci sono superiori e partono favorite, Finlandia e soprattutto il Lussemburgo sono un gradino indietro. La Lettonia ha chiuso all’ottavo posto l’ultimo Campionato Europeo e ha già varato un parziale rinnovamento e poi bisognerà capire se la Grecia , tredicesima all’EuroBasket Women 2013, continuerà col gruppo storico o ripartirà con un altro ciclo. Ci sono tante incognite in questo gruppo e soprattutto dobbiamo scoprire le potenzialità della nostra squadra, dove vogliamo e possiamo arrivare con i nuovi innesti. Siamo fortemente stimolati rispetto a queste qualificazioni che ci devono far capire quanto valiamo, oggi e in prospettiva. Proveremo a giocarcela con tutti e anche il calendario mi sembra vantaggioso: non ci sono mai due trasferte consecutive e forse psicologicamente è meglio partire subito in casa delle avversarie più forti. Andremo in Lettonia e in Grecia senza pressioni”.

FibaEurope ha annunciato che a partire dall’edizione 2015 EuroBasket Women vedrà la partecipazione di 20 squadre.

Il calendario dell’Italia
13 giugno: Lettonia-Italia
20 giugno: Italia-Lussemburgo
23 giugno: Grecia-Italia
27 giugno: Italia-Finlandia
30 giugno: Italia-Lettonia
7 luglio: Lussemburgo-Italia
11 luglio: Italia-Grecia
14 luglio: Finlandia-Italia

I Gironi di qualificazione ad Eurobasket Women 2013
Girone A: Bielorussia, Israele, Ungheria, Ucraina, Portogallo.
Girone B: Montenegro, Polonia, Serbia, Estonia, Svizzera.
Girone C: Lituania, Slovacchia, Olanda, Belgio, Slovenia.
Girone D: Spagna, Germania, Bulgaria, Romania, Svezia.
Girone E: Lettonia, Grecia, ITALIA, Finlandia, Lussemburgo.

Eurobasket Women 2013 gioca in Francia dal 15 al 30 giugno 2013.
Sono già qualificate Russia, Turchia, Francia, Rep. Ceka, Croazia e Gran Bretagna.

Campionati Europei giovanili 2012

Prima del sorteggio dei gironi di qualificazioni all’Eurobasket e all’Eurobasket Women 2013 aono stati composti anche i gironi per gli Europei giovanili maschili e femminili 2012. Importanti novità nelle formule. Dalla prossima edizione, infatti, nel Campionato Europeo Under 20 maschile non ci saranno retrocessioni ma solo quattro promozioni dalla Division B. In questo modo la FIBA proverà ad allargare a 20 il numero delle squadre partecipanti alla Division A nel 2013.

Nei rimanenti tornei continentali, novità davvero molto rilevante, ci saranno tre retrocessioni dalla Division A e tre promozioni dalla Division B.

Andrea Capobianco e Renato Nani, responsabili rispettivamente delle squadre Nazionali giovanili maschili e femminili, commentano i gironi toccati in sorte all’Italia.

Campionati Europei Giovanili maschili

Under 20 Maschile
Kranjska Gora, Ptuj, Lubiana, Slovenia, 12/22 luglio
Andrea Capobianco: “Affrontiamo i padroni di casa della Slovenia e la Lituania , squadre che dimostrano ogni anno il proprio valore. La Svezia , come tutto il basket scandinavo, è in grandissima crescita e negli ultimi anni ha dimostrato di saper allevare giocatori di ottimo livello nelle categorie giovanili”.

Girone D
Lituania
Slovenia
Italia
Svezia
Under 18 Maschile
Liepaja, Klaipeda, Vilnius (Lettonia e Lituania), 9/19 agosto
Andrea Capobianco: “Anche la squadra Under 18 ha nel proprio girone i padroni di casa, e questa volta si tratta della Lituania, seconda all’Europeo Under 16 di due anni fa. La Grecia ha una scuola consolidata e la Danimarca , dopo essere stata promossa dalla Division B, sta facendo ulteriori progressi: il 2.12 Rasmus Larsen (1994) ha già addosso gli occhi dei grandi club europei”.

Girone B
Lituania
Italia
Grecia
Danimarca

Under 16 Maschile
Siauliai, Ogre, Riga (Lituania e Lettonia), 19/29 luglio
Andrea Capobianco: “Con l’under 16 dovremo affrontare Turchia e Croazia, che a livello di Nazionali giovanili non tradiscono praticamente mai. Nel girone c’è anche l’Inghilterra: la scorsa estate sono stato a Londra per il torneo che ha preceduto l’EuroBasket e ho avuto modo di costatare i grandi miglioramenti fatti dalla loro pallacanestro a livello senior e giovanile”.

Gruppo A
Turchia
Italia
Croazia
Inghilterra

Europei Giovanili femminili

Under 20 Femminile
Debrecen (Ungheria), 16-26 agosto
Renato Nani: «Arriviamo con la squadra campione d’Europa Under 18 nel 2010, quando la Svezia si piazzò ottava e la Polonia undicesima mentre l’Olanda era in Division B e la conosciamo meno. La Svezia è squadra temibile, la Polonia è solida e pericolosa, nella seconda fase dovremmo incrociare la Spagna ».

Girone B
Italia
Svezia
Polonia
Olanda

Under 18 Femminile
Timisoara (Romania), 26 luglio-5 agosto
Renato Nani: «Due anni fa il Belgio Under 16 è arrivato ottavo ma nel 2011 a Cagliari ha vinto la medaglia d’argento davanti a noi confermandosi un gruppo e un movimento di tutto rispetto. La Serbia ci ha sconfitto due anni fa all’Europeo Under 16 è un’ottima squadra, sulla carta la Slovenia è l’avversario più abbordabile ma è pur sempre una scuola importante come dimostra la sua presenza al Mondiale Under 19 del 2011».

Girone D:
Italia
Serbia
Belgio
Slovenia

Under 16 Femminile
Miskolc (Ungheria), 12-22 luglio
Renato Nani: «Continua l’incontro-scontro con la Spagna , che sicuramente è un gradino sopra a tutti. Impressione confermata all’ultimo Torneo dell’Amicizia. L’Olanda è una squadra emergente, di grande fisicità, e va affrontata con grande attenzione. Conosciamo meno la Germania ma ci aspettiamo la solita formazione rocciosa e forte di testa». Nella seconda fase ci attende la Francia , in caso di passaggio del turno».

Girone D
Italia
Spagna
Olanda
Germania

 

Presentato il 10° Opening Day femminile

10° Opening Day femminile

E’ iniziato ufficialmente il countdown verso la decima edizione dell’Opening Day del campionato femminile di pallacanestro. Sarà Cervia ad ospitare, il 15 e 16 ottobre, la prima giornata della Serie A stagione 2011/2012. La presentazione alla stampa è avvenuta questa mattina presso l’Hotel “Le Palme” di Milano Marittima, alla presenza del presidente della FIP Dino Meneghin, del sindaco di Cervia Roberto Zoffoli, del vice presidente di LegA Paolo De Angelis.

Per il secondo anno consecutivo la FIP partecipa, assieme alla Lega Basket Femminile, all’organizzazione dell’Opening Day, potendo contare sulle strutture e sull’appoggio del Basket Cervia, storica società militante in A2 che anche quest’anno ha puntato forte sulla valorizzazione del proprio settore giovanile, da anni uno dei migliori d’Italia. Le ragazze del Cervia, che quest’anno sono guidate da Giovanni Lucchesi, già Oro Under 18 a Poprad e Argento Under 16 a Katowice, hanno fatto il loro esordio in campionato con due vittorie in altrettante gare.

Dopo Chieti (2003), La Spezia (2004), Taranto (2005), Cagliari (2006), Venezia (2007), Roma (2008), Napoli (2009) e Cinisello Balsamo (2010) l’Opening Day approda a Cervia per il suo decimo compleanno.

 

Così Dino Meneghin, presidente della Federazione Italiana Pallacanestro: “La Fip è sempre stata al fianco alla Lega femminile e in questi ultimi anni la collaborazione è divenuta sempre più fattiva. Vogliamo sviluppare insieme l’idea di un basket moderno e giovane e venire qui è un’occasione importante perché a Cervia il progetto legato al basket femminile non solo sta dando i frutti sul campo, ma sta indicando una strada da percorrere per continuare a dare linfa a tutto il movimento. L’impegno della Federazione per il movimento cestistico femminile non si esaurisce nell’appoggio alla Lega in occasione dell’Opening Day, ma è profondo e duraturo e College Italia lo dimostra: le migliori giovani italiane si allenano tutto l’anno nel centro sportivo dell’Acqua Acetosa a Roma, dove curiamo non solo la loro crescita atletica e tecnica, ma anche quella etica e caratteriale. Un posto sicuro dove lavorare e crescere serenamente. Un doveroso ringraziamento va al Comune di Cervia, alla Provincia di Ravenna e al Sindaco di Cervia Zoffoli, la cui presenza qui oggi non è soltanto istituzionale. Le autorità locali credono nel basket, anche in un momento così delicato per il Paese e l’economia. Ora sta a noi far vedere che non stiamo gettando al vento gli sforzi fatti da istituzioni e aziende. Sta a noi far capire loro che stiamo costruendo qualcosa per il futuro del basket. A tutte le ragazze dico: senza lavoro, applicazione e sacrificio non si va da nessuna parte. Il nostro mondo è un puzzle dove tutti devono mettere il proprio tassello per arrivare ad avere una visione chiara e limpida del quadro che vogliamo realizzare”.

 

A fare gli onori di casa il sindaco di Cervia Roberto Zoffoli: “Do a tutti il benvenuto qui a Cervia, città che ha una lunga tradizione di basket femminile alle spalle e che ha saputo dimostrare nel tempo come lo sport possa essere un valore aggiunto per la società. Noi più di chiunque altro abbiamo sempre creduto nel valore dello sport come occasione di crescita ed educazione per tutti i ragazzi e le ragazze che lo praticano. Sono felicissimo che quest’anno l’Opening Day si svolga a Cervia. Non abbiamo una società nel massimo campionato italiano, ma il nostro Basket Cervia sta facendo molto bene in A2 e soprattutto sta dando l’esempio con le sue ragazze giovani. Abbiamo l’ambizione di migliorare e far capire a tutti quanto sia importante per noi la pallacanestro”.

 

“L’Opening Day è un evento che dal 2002 è cresciuto molto – ha spiegato Paolo De Angelis, vice presidente della Lega Basket Femminile – diventando un appuntamento che dallo scorso anno, con l’ingresso della Fip nell’organizzazione, si è per così dire istituzionalizzato. Quest’anno poi il computer federale si è divertito, regalandoci alla prima giornata un programma esaltante dal punto di vista agonistico. Gli incroci propongono infatti Geas-Umbertide che lo scorso anno fu una semifinale e come clou addirittura Schio-Taranto, finalissima della stagione trascorsa. Senza dimenticare le altre gare, tutte molto interessanti. Il programma dell’Opening Day 2011 sarà arricchito da una serie di eventi collaterali, a partire dalla serata di gala con la consegna degli Oscar della passata stagione. Al termine della premiazione verrà poi proiettato il video ‘Donna e sport nell’unità d’Italia’, prodotto dalla Fondazione Candido Cannavò-Gazzetta dello Sport. Verranno infine premiate cinque giocatrici (Pausich, Bocchi, Gorlin, Fullin  e Masciadri) in rappresentanza di cinque diversi decenni della storia del campionato italiano di basket femminile, giunto quest’anno all’ottantunesima edizione”.

 

Claudio Bagnoli, dirigente del Basket Cervia e presidente del Comitato Organizzatore Locale: “Nel prossimo weekend Cervia diventerà la capitale del basket femminile. Quella che verrà sarà la decima edizione dell’Opening Day, ideato per la prima volta nel 2002. Anche quest’anno ci sarà spazio per le premiazioni dell’ultimo campionato. Una vera festa del basket femminile che speriamo possa ripetere il successo che lo scorso anno ottenemmo a Cinisello Balsamo”.

 

Così Giovanni Lucchesi: “Dobbiamo ricordarci che la cosa più importante è lavorare per le ragazze. Aprire sempre di più le porte ai giovani per dare nuove giocatrici e nuova vita al nostro movimento e alle nostre Nazionali. L’Opening Day del campionato femminile è una delle occasioni migliori per rafforzare questo concetto. Qui a Cervia stiamo tentando di dare un esempio, come hanno fatto e stanno facendo anche altre società in Italia, anche rischiando a livello agonistico. Giocare con tutte ragazze giovani  e senza straniere può essere controproducente in un campionato competitivo come quello di A2 ma il nostro obiettivo è quello di creare una scuola di formazione che sia soprattutto un impulso perché si possa migliorare sempre di più. Chiudo citando una frase di Steve Jobs: siate affamati e siate folli. Affamati di basket e folli nelle vostre visioni, aggiungo io”.

 

 

I numeri dell’Opening Day

10 anni, 10 città diverse, 9 regioni rappresentate (l’unico bis è della Lombardia), 142 squadre partecipanti, 6 le squadre che hanno preso parte a tutte le edizioni, ovvero, in ordine alfabetico: Como, Faenza, Parma, Priolo, Schio e Taranto; circa 3.000 tra atlete e dirigenti gli “attori” che hanno dato vita ai 10 anni di Opening Day. Nell’era dell’Opening Day, infine, il tricolore è andato 4 volte a Schio, 3 a Taranto, 1 a Como e Napoli.

 

Questo il programma dell’Opening Day 2011

Cervia, 15/16 ottobre – PalaCervia – Via Pinarella, 66 – Ingresso gratuito

 

Sabato 15 ottobre

Ore 16.00 Bracco Geas Sesto San Giovanni – Liomatic Umbertide

Ore 18.00 Le Mura Lucca – GMA Del Bò Pozzuoli

 

Domenica 16 ottobre

Ore 11.45 Pool Comense – Basket Alcamo

Ore 14.00 Lavezzini Parma – Erg Priolo

Ore 16.15 C.A. Faenza – Cus Cagliari

Ore 18.30 Famila Wuber Schio – Cras Taranto