Sherol Dos Santos canta Diodato

Sherol Dos Santos_Selfie_Ph Luca Perazzolo
Sherol Dos Santos_Selfie_Ph Luca Perazzolo

Mercoledì 27 maggio in diretta Facebook per “#UnitedWeStand: amplificare, innovare, supportare lo spettacolo dal vivo”, promosso da Wired e Regione Lazio, tramite Lazio Innova, Sherol Dos Santos ha dato vita a una toccante e inedita interpretazione di “Che vita meravigliosa” di Diodato, colonna sonora di “La Dea Fortuna” di Ferzan Ozpetek e brano vincitore del David di Donatello.

“Ho scelto questo brano” ha dichiarato Sherol “per il messaggio positivo di speranza che riesce a trasmettere. È stata una delle mie colonne sonore della quarantena e me la porterò sempre nel cuore”.

#UnitedWeStand è stato il quarto di una serie di appuntamenti in collaborazione tra Wired e Regione Lazio, tramite Lazio Innova, che stanno raccontando il mondo dell’innovazione e delle startup con le voci dei protagonisti. In 60 minuti di approfondimenti, si sono alternati in diretta tutti i protagonisti della filiera produttiva musicale nel segno della collaborazione e non solo.

Due le ospiti musicali: oltre a Sherol Dos Santos, la grande chiusura è stata affidata a Noemi ,con il suo “Vuoto a perdere”.
“Ho scelto questa canzone perchè parla di consapevolezze… anche di andare a fare la spesa, visto che è stato il nostro unico momento di libertà. Con l’augurio di uscire da questo periodo più consapevoli di prima”, ha dichiarato Noemi.

Gli spettacoli dal vivo, musica e teatro, sono stati il tema di #UnitedWeStand. Che sia live in uno stadio e in un teatro o in diretta su una piattaforma streaming, l’unicità della performance artistica è la sua dimensione sociale: come evolve e si innova lo spettacolo dal vivo in una società politonale e complessa come quella del nostro tempo, pur mantenendo lo stesso appeal di sempre?

#UnitedWeStand è un’iniziativa sostenuta attraverso i fondi SIE per valorizzare le imprese associate agli Spazi Attivi di Lazio Innova o beneficiarie dei Fondi europei.

Festival della Mente

Logo-Festival-della-Mente
Logo-Festival-della-Mente

In questi giorni difficili, di attesa forzata e isolamento consapevole, il Festival della Mente, il primo festival europeo dedicato alla creatività e alla nascita delle idee, promosso dalla Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana, pubblica brevi contributi video di alcuni relatori delle passate edizioni, appartenenti ad ambiti e discipline diversi fra loro, che raccontano piccole storie, riflessioni, curiosità, pensieri, idee, scoperte. I video sono disponibili sul sito www.festivaldellamente.it e sui social network del festival.

«In questi giorni impegnativi il Festival della Mente continua a rivolgersi al pubblico tramite le voci preziose e competenti dei suoi relatori», dichiara Benedetta Marietti, direttrice del festival. «Nei momenti difficili le parole e la cultura hanno un ruolo fondamentale perché ci aiutano a capire un po’ di più il presente e a illuminare e immaginare il futuro».

I primi video pubblicati sono Achille, eroe del presente dello scrittore e studioso del pensiero antico Matteo Nucci; Spillover: le cause ambientali dello zoologo e accademico Carlo Alberto Redi; L’ultimo abbraccio del filosofo e biologo Telmo Pievani; La spesa ai tempi della quarantena della nutrizionista Lucilla Titta; Un abbraccio poetico dell’attore, scrittore e viaggiatore Giuseppe Cederna; La cultura è un mondo necessario dello scrittore e giornalista Alessandro Zaccuri; Esseri umani ed ecosistema globale: una relazione pericolosa del fisico e climatologo Antonello Provenzale; Erano solo difficoltà da superare dello storico Paolo Colombo e dell’illustratore Michele Tranquillini; La socialità è la forza della nostra specie del genetista Valter Tucci; Il rischio delle epidemie e l’illusione dell’autoconsistenza del direttore generale del Censis Massimiliano Valerii; Come (e se) cambia la progettazione architettonica in tempi difficili dell‘architetto Cino Zucchi; E quindi uscimmo a riveder le stelle del drammaturgo e regista Marco Martinelli.

In arrivo i contributi dello scienziato e immunologo Alberto Mantovani; della scienziata e biologa Barbara Mazzolai; della storica della letteratura Lina Bolzoni; del maestro elementare Franco Lorenzoni; della scienziata esperta di Intelligenza Artificiale Francesca Rossi; del genetista Guido Barbujani.

Sul sito e sul canale YouTube del festival sono disponibili anche gli oltre 600 video e podcast integrali delle conferenze delle passate edizioni.

“La Radio per L’Italia”

radioperitalia_logo
radioperitalia_logo

“Uri, Unione radiofonica Italiana, 1 RO, stazioni di Roma, lunghezza d’onda metri 425…”.

Era il 6 ottobre del 1924 quando con questo annuncio iniziavano le regolari trasmissioni radiofoniche in Italia.

A quasi cento anni dal primo programma radiofonico, per la prima volta in assoluto nella storia del nostro Paese, tutte le Radio Italiane, nazionali e locali, si uniranno per un’iniziativa di diffusione comune senza precedenti.

Uno strumento di compagnia e di conforto, la cui voce si farà sentire a frequenze unificate,VENERDÌ 20 MARZO ALLE ORE 11.00, quando tutte le radio d’Italia trasmetteranno in contemporanea, anche su tutte le piattaforme Fm, Dab, in televisione e in streaming sui siti e sulle App delle radio, l’Inno di Mameli e tre canzoni che hanno fatto la storia della musica nazionale.

Un’iniziativa straordinaria e unica che vuole dare ancora più forza a tutti gli italiani e all’Italia che deve andare avanti unita, mostrandosi coesa in questo momento di emergenza mondiale.

Parteciperanno all’iniziativa le emittenti radiofoniche nazionali:

Rai Radio 1, Rai Radio 2, Rai Radio 3,Rai Isoradio, M2O, R101, Radio 105, Radio 24, Radio Capital, Radio Deejay, Radio Freccia, Radio Italia Solomusicaitaliana, Radio Kiss Kiss, Radio Maria, Radio Monte Carlo, Radio Radicale, Radio Zeta, RDS100% grandi successi,RTL 102.5,Virgin Radio.

Inoltre, parteciperanno anche le emittenti radiofoniche localiaderenti all’AssociazioneAeranti-Coralloedall’AssociazioneRadio Locali FRT-Confindustria Radio Tv.

Tutto il Paese è invitato a sintonizzarsi sulla propria stazione radio preferita, quella che accompagna ognuno nella propria quotidianità,ad alzare il volume, ad aprire le finestre e uscire sui balconi per cantare tutti insieme, sventolando il tricolore o mostrando un simbolo dell’Italia, per un momento che sia di riflessione e buona speranza per tutti.

Aeroporto Milano: spilla Baby on Board

Consegna spilla Baby ond Board
Consegna spilla Baby on Board

BABY ON BOARD è una scritta che suona familiare e che spesso ci capita di leggere sul retro dell’auto che ci precede quando siamo alla guida.

Indica, ovviamente, la presenza di bambini a bordo e contiene implicitamente l’invito a prestare attenzione e mantenere la distanza di sicurezza.

SACBO, società di gestione dell’Aeroporto di Milano Bergamo, ha deciso di adottare la scritta BABY ON BOARD e associarla alle donne in gravidanza che si apprestano a viaggiare in aereo.

Un simbolo da applicare su maglia, giacca e soprabito, a seconda delle stagioni, per fare sapere che nel grembo di una donna sta crescendo una creatura e che c’è bisogno di attenzione e rispetto nei confronti della futura mamma.

L’iniziativa, la prima di questo tipo introdotta in un aeroporto, è mutuata da quelle analoghe adottate sui mezzi pubblici delle città metropolitane a Londra, in Giappone e recentemente anche a Milano.

Nel caso del transito in aeroporto, la cortesia e l’attenzione dovute a una donna in gravidanza riguardano tutta una serie di passaggi e situazioni e non solo il gesto naturale di cedere il posto a sedere.

La spilla ideata da SACBO, con la scritta BABY ON BOARD e il logo BGY MilanBergamoAirport, riporta anche un aeroplanino di carta che disegna un cuore.
Un tratteggio delicato che richiama la gentilezza e l’accoglienza.

Arpa Lombardia: Contest AmbientiAMOci

AmbientiAMOci
AmbientiAMOci

Sarà un videoproiettore il primo premio che le scuole primarie potranno vincere partecipando al Contest AmbientiAMOci. Il concorso, realizzato da ARPA Lombardia, in collaborazione con Fondazione Pubblicità Progresso, è rivolto a tutti gli alunni delle scuole primarie lombarde che dovranno iscriversi, per partecipare, entro il prossimo 8 ottobre. L’iscrizione dovrà essere fatta esclusivamente attraverso l’apposito modulo on line.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere nelle nuove generazioni comportamenti e stili di vita sostenibili. Attraverso il coinvolgimento dei bambini in modo creativo e divertente, con l’aiuto degli insegnanti, gli alunni potranno scegliere una delle quattro tematiche proposte: alimentazione, aria, acqua, rifiuti e realizzare un elaborato a scelta.

Potranno essere proposte, per esempio, ricette innovative attraverso alimenti di recupero, la cosiddetta “cucina del riuso”, o creazioni ad hoc con la tecnica del riciclo ma anche disegni e cartelloni che abbiano come protagonisti le mascotte di ambientiamoci: Max la volpe e Flo la bambina.

I due personaggi, interpreti animati dei quattro numeri della collana Ambientiamoci: nutriAMO il pianeta, cambiAMO l’aria, esploriAMO l’acqua, ricicliAMO i rifiuti, realizzata da ARPA Lombardia in collaborazione con FLA – Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Ufficio scolastico Regionale e Regione Lombardia, mostrano l’uso consapevole e sostenibile delle risorse del nostro pianeta.

A ogni libretto è associata una App gratuita, disponibile per Android e iOS, che in modo divertente permette di apprendere le conoscenze scientifiche attraverso contenuti digitali innovativi e interattivi. Un esempio è la realtà aumentata che consente, attraverso l’inquadratura di un’immagine, di far partire un’animazione interattiva ricca di dettagli e spiegazioni.

L’applicazione può essere scaricata gratuitamente dagli insegnanti e dalle famiglie. Oltre alla realtà aumentata, l’App contiene un pdf sfogliabile del libretto, un cartoon di presentazione dei contenuti, giochi interattivi, approfondimenti testuali, fotografici e un quiz finale.

La giuria del concorso è formata da alcuni rappresentanti di ARPA Lombardia, Fondazione Pubblicità Progresso e Ufficio Scolastico Regionale. I giurati avranno il compito di valutare i lavori in base a creatività e originalità, attinenza al tema e qualità dell’elaborato prodotto.

Per ulteriori informazioni, iscrizioni e regolamento:
https://www.ciriesco.it/it/contenuti/iniziative/contest-ambientiamoci
http://www.progettoambientiamoci.it/