Campionato Italiano di moto d’acqua all’Idroscalo

resizer idroscalo moto d'acqua
resizer idroscalo moto d’acqua

Tra sabato 21 e domenica 22 luglio all’Idroscalo di Milano si terrà la quarta tappa del Campionato Italiano moto d’acqua 2018, organizzata dalla società H20 Racing Team in collaborazione con la Federazione Italiana Motonautica.

A partire dalle ore 11.00, presso la Riviera Est dell’Idroscalo, rider pluricampioni italiani, mondiali ed europei si sfideranno nelle diverse discipline, dando vita ad emozionanti gare.

Otto le categorie di questa disciplina, in cui i piloti si confronteranno in due manches, una al giorno: Ski F1, F2, F3 , Runabout F1, F2, F4, Endurance e Free style.

I due tipi di moto d’acqua che verranno utilizzati nelle diverse categorie sono Ski e Runabout, ognuna delle quali si divide in classi e discipline diverse a seconda delle modifiche apportate alla moto ed al motore, secondo quanto previsto dai regolamenti vigenti.

Non a caso la moto d’acqua è considerata una delle più significative ed attraenti attività della motonautica in tutto il mondo.
Un’importante novità di quest’anno è la disputa del Campionato femminile in tappa unica; le gare si svolgeranno a bordo delle Moto Sea Doo Spark, che sono più piccole e più leggere ma capaci di raggiungere 40 miglia di velocità con 60 cavalli.

Nazionale A e Nazionale Sperimentale.

Sacchetti
Sacchetti

Due mesi dopo la doppia vittoria su Paesi Bassi e Romania, si torna a parlare d’Azzurro. Il CT Meo Sacchetti e il suo staff tecnico hanno deciso il programma che accompagnerà la Nazionale nell’estate 2018, passaggio decisivo per centrare la qualificazione al Mondiale del 2019 in Cina.

Si comincia a maggio e giugno con due mini raduni al Centro di Preparazione Olimpica di Roma, dove verranno convocati gli atleti che non saranno coinvolti nei playoff dei vari campionati.

Il 20 giugno la squadra sarà a Trieste per preparare la delicata gara interna contro la Croazia (28 giugno), attualmente ultima nel raggruppamento ma con l’unico obiettivo della vittoria per rimanere aggrappata al sogno mondiale.

Il giorno seguente il volo verso Groningen, dove l’Italia chiuderà la prima fase di qualificazione al Mondiale FIBA contro i padroni di casa dei Paesi Bassi (1 luglio). Vincere entrambe le gare sarà determinante poiché tutti i punti accumulati nella prima fase faranno bottino per la seconda, che si aprirà a metà settembre e che vedrà gli Azzurri impegnati contro tre delle quattro squadre che formano il girone C (Lituania, Polonia, Ungheria, Kosovo).

Per preparare la prima finestra della seconda fase, la Nazionale affronterà il training camp dal 25 agosto al 5 settembre e giocherà due amichevoli (7 e 8 settembre) ad Amburgo in Germania nell’ambito della Supercup (torneo con i padroni di casa, Turchia e Repubblica Ceca).

Il 14 settembre in casa e il 17 settembre in trasferta le prime gare degli Azzurri nella seconda fase di qualificazione al Mondiale con avversarie, sedi e orari da definire in base alle classifiche finali del primo round. La Nazionale Sperimentale sarà in attività, sotto la guida del CT Sacchetti, dal 23 luglio al 5 agosto (torneo amichevole dal 3 al 5 agosto).

Il programma

22/26 maggio
Raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” a Roma

10/14 giugno
Raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” a Roma

20/27 giugno
Raduno a Trieste e allenamenti presso “PalaRubini”

World Cup 2019 European Qualifiers (ultimo turno prima fase)
28 giugno
Italia-Croazia (Trieste, PalaRubini, 20.45 diretta Sky Sport HD)

1 luglio
Paesi Bassi-Italia (Groningen, MartiniPlaza, 20.00 diretta SkySportHD)

23 luglio/2 agosto
Raduno Nazionale Sperimentale

3/5 agosto
Torneo Amichevole Nazionale Sperimentale

25 agosto/5 settembre
Training camp

7/8 settembre
Torneo Supercup ad Amburgo (Germania)
Germania, Italia, Rep. Ceca, Turchia

World Cup 2019 European Qualifiers (primo turno seconda fase)
14 settembre
Italia-?* (sede e orario da definire)

17 settembre
?*-Italia (sede e orario da definire)

*Le avversarie e il calendario degli Azzurri nella seconda fase delle qualificazioni al Mondiale usciranno dal girone C composto da Lituania, Ungheria, Polonia e Kosovo. A un turno dalla fine, questa è la classifica: Lituania 4/0, Polonia 2/2, Ungheria 2/2, Kosovo 0/4. Si qualificano alla seconda fase le prime tre del girone.

Il secondo turno della seconda fase delle qualificazioni al Mondiale si svolgerà tra il 26 novembre e il 3 dicembre 2018.

Il terzo e ultimo turno della seconda fase delle qualificazioni al Mondiale si svolgerà tra il 18 e il 26 febbraio 2019.

La formula di qualificazione al FIBA World Cup 2019
Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre.

Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019 (31 agosto/15 settembre). Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone. Il gruppo degli Azzurri sarà “accoppiato” con il gruppo C (Polonia, Kosovo, Lituania, Ungheria).

La situazione attuale del girone D

Prima giornata
Italia – Romania 75-70
Paesi Bassi – Croazia 68-61

Seconda giornata
Croazia – Italia 64-80
Romania – Paesi Bassi 75-68

Terza giornata
Italia – Paesi Passi 80-62
Croazia – Romania 56-58

Quarta giornata
Romania – Italia 50-101
Croazia – Paesi Bassi 82-78

Classifica
Italia 4/0
Romania 2/2
Paesi Bassi 1/3
Croazia 1/3

Che Fuori Tempo Che Fa : gli ospiti di lunedì 5 febbraio

fabio_fazio che fuori tempo che fa
fabio_fazio che fuori tempo che fa

Nuovo appuntamento con il tavolo del lunedì di Che Fuori Tempo Che Fa di Fabio Fazio in onda il 5 febbraio, alle 23:20 su Rai1.
Come sempre, Che Fuori Tempo Che Fa sarà aperto dalla copertina di Maurizio Crozza.

A fianco di Fabio Fazio la presenza fissa di Max Pezzali. Accanto a loro: Raul Bova, a teatro insieme a Chiara Francini con lo spettacolo “Due” di Luca Miniero, il campione di nuoto Filippo Magnini che ha da poco detto addio alle gare e l’attrice e conduttrice tv Rosita Celentano.

Inoltre, ospiti in studio, Antonella Elia, il direttore di “Chi” Alfonso Signorini e il comandante delle Frecce Tricolori Mirco Caffelli.

Contributi M4

Cristina Tajani
Cristina Tajani

Da oggi e fino a lunedì 22 gennaio 2018 sarà possibile presentare le domande per accedere ai contributi comunali a sostegno delle imprese commerciali e artigiane interessate dai cantieri per la costruzione della M4. Sono 750mila euro i fondi messi a disposizione dell’Amministrazione a copertura della spesa corrente sostenuta. Ad accedere alle risorse saranno circa 75 realtà ubicate presso i fronti stradali affacciati sui cantieri che nel 2017 hanno subito o stanno subendo il maggior disagio come, ad esempio, Via Foppa e Via San Vittore.

Potranno essere rendicontate spese come canoni d’affitto, utenze, tributi locali, rate di mutuo/leasing, spese per il personale ecc., sostenute dal 1 gennaio 2017 al 31 marzo 2018 per un contributo massimo erogabile di 10mila euro a impresa.

“Vogliamo sostenere le aziende aiutandole a superare i momentanei disagi di una infrastruttura indispensabile per lo sviluppo della città – spiega l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani -. Nella definizione dei criteri di accesso ai bandi abbiamo tenuto conto delle evoluzioni fisiche e logistiche dei cantieri M4 in modo??da allargare il più possibile il perimetro delle aziende che possono accedere ai contributi valutando anche i cambi di viabilità sia pedonale che veicolare generati dai singoli cantieri”

I contributi rientrano nel più ampio programma di sostegno alle imprese danneggiate da M4 voluto dall’Amministrazione che, per il solo 2017, ha messo a disposizione oltre 3 milioni di euro di risorse distribuite in tre misure: un contributo economico in parte corrente di 750mila euro (oggetto del bando in pubblicazione), un contributo in conto capitale di complessivi 2 milioni di euro e una terza misura volta a sostenere il trasferimento o l’apertura di una nuova sede dell’attività per cui sono stati messi a disposizione 400 mila euro. Gli avvisi per le ultime due misure indicate verranno pubblicati nelle prossime settimane.

Ad oggi sono state 543 le domande presentate da 221 imprese, dislocate lungo tutto il tracciato della M4, che hanno potuto contare su contributi da un minimo di 3mila euro?sino a un massimo di 30mila euro, per un valore complessivo di oltre 2.5 milioni erogati dall’Amministrazione grazie ai cinque?bandi precedenti emessi dal Comune di Milano nel corso del 2016.

I soggetti interessati potranno trovare tutte le informazioni e la documentazione per accedere ai fondi direttamente su fareimpresa.comune.milano.it oppure nella sezione bandi e gare del portale www.comune.milano.it

Concluso 12° Campionato Europeo per Nazioni di Dragon Boat

Dragon 1
Dragon 1

Si è concluso domenica 31 luglio a Roma, il 12° Campionato Europeo per Nazioni di Dragon Boat, dopo un’intensa ed emozionante settimana di prove, gare e cerimonie: un evento straordinario che ha visto sfidarsi 2000 atleti di 17 Nazioni europee, con il team italiano, forte di 280 atleti, che è risultata la squadra più numerosa di sempre.

La competizione ha avuto inizio giovedì con le gare di fondo sui 1.500 mt nello spettacolare bacino del Laghetto dell’EUR, proseguendo venerdi con le gare della specialità del misto (barca con a bordo uomini e donne insieme) e sabato con i 200 mt open e femminili per concludersi domenica con le gare dei 500 mt.

Alla fine della competizione europea l’Italia è in testa nel medagliere per numero di medaglie conquistate:19 ori, 15 argenti e 7 bronzi. Un successo straordinario che è andato oltre ogni aspettativa secondo un crescendo iniziato fin dalle prime gare, successo che ha visto primeggiare le barche italiane in tutte le categorie dagli junior ai senior.

Questo risultato rappresenta in generale una crescita complessiva del movimento suffragata però da risultati tecnici di grande livello. Tra le altre, le note più positive sono venute proprio dagli junior, dal settore femminile e dai senior A B e C, in particolare i nostri senior C hanno battuto i campioni del mondo in carica su tutte le distanze di gara.

Questo europeo verrà ricordato come un evento straordinario sia per gli aspetti tecnico – organizzativi e sia per la partecipazione più numerosa di sempre oltre 1.600 atleti partecipanti. ”.

Emozione, soddisfazione e tante medaglie anche per le donne Breast Cancer Paddlers, le donne operate di tumore al seno conosciute anche come “donne in rosa”. In Italia l’attività è guidata in ambito federale dalla CNBCP (Commissione Nazionale Breast Cancer Paddlers) per affrontare la malattia testimoniando concretamente che, anche grazie a questo sport, la vita vince.

“Le donne in Rosa di Cagliari, Civitavecchia, Latina e Roma – dice Maria Pia Dionisi, Presidente della Commissione Nazionale BCP – hanno affrontato le Francesi per lanciare un messaggio forte, di come il questo sport rappresenti un ponte che aiuta le donne ad attraversare la malattia per raggiungere una vita nuova ricca di ambiti traguardi, anche sportivi”.

In questi giorni si è svolto il Consiglio, che ha stabilito le tappe dei prossimi 3 anni: per il 2017 Divonne les Bains in Francia, per il 2018 Brandeburgo in Germania e per il 2019 Almería in Spagna. Durante l’assemblea la Presidente della Commissione Tecnica, Bridget Walter, ha espressamente dichiarato che questa è stata la migliore edizione dei Campionati Europei sul piano organizzativo, tecnico e della comunicazione.

Ha sottolineato il successo del lavoro di squadra, complimentandosi con lo staff e i volontari. Tanti i professionisti che si sono dedicati alla perfetta riuscita dell’evento, come Antonella Germano, Marco Gherardini, Fabio Seggio, Giuseppe Mancino, Michael Schermi, ex atleta di Dragon Boat e oggi attore di successo, che ha diretto la regia di cerimonia, gare e premiazioni, e Michela Scacchetti, che ha realizzato il logo di quest’anno.

Il Comitato Organizzatore peraltro si è avvalso, per il coordinamento generale, della competenza di un giovane, Nico Mazzei, che ha maturato la sua esperienza nella gestione di grandi eventi sportivi partecipando alla organizzazione delle Olimpiadi di Londra 2012. Fabio Bertolacci, già campione del mondo di Motonautica, è stato Technical Director di questa edizione, garantendo professionalità massima nella gestione del campo gara e del villaggio atleti.

In particolare il campo gara e’ stato caratterizzato dalla presenza per la prima volta del sistema automatico di partenza della Tegysport, un’eccellenza italiana, inventata e prodotta da Pietro La Pertosa, che è stata immediatamente omologata a livello internazionale.

Tante le personalità che sono intervenute in queste giornate di gara: Raffaele Chiulli, Vicepresidente dello SportAccord e presidente dell’ARISF, l’Associazione delle Federazioni Internazionali riconosciute dal Comitato Olimpico, Mike Thomas, Presidente della International DragonbBoat Federation, Alan Van Caubergh, Presidente Europeo e Mike Haslam, Presidente Onorario sia della Federazione Mondiale che di quella Europea.

Grande entusiasmo nelle parole del Presidente della Federazione Italiana e Vice Presidente della Federazione Internazionale, Claudio Schermi: “Sono davvero felice del lavoro svolto. È stata un’esperienza unica: lo dico come sportivo e come dirigente federale.

La Nazionale Italiana ha dimostrato la sua forza, ma ogni società dovrà essere propositiva per fare in modo di essere presenti all’estero.
Il prossimo anno ci saranno i mondiali a Pechino e noi vogliamo esserci!”. E precisa: “Noi abbiamo dimostrato con i fatti di meritare il riconoscimento del CONI per essere accolti nel panorama sportivo nazionale come lo siamo in ambito internazionale”.