FrancescoDe Gregori-live in Usa

DB_FDG_Tavira_0056_Foto di Daniele Barraco©_b
DB_FDG_Tavira_0056_Foto di Daniele Barraco©_b

Partito venerdì 13 ottobre dal “VOX CLUB” di Nonantola (Modena), il tour nei club di Europa e Stati Uniti di FRANCESCO DE GREGORI arriva in AMERICA.

Francesco De Gregori sarà infatti in concerto domenica 5 novembre al REGENT THEATRE di Boston e martedì 7 novembre alla TOWN HALL di New York per proporre live i suoi più grandi successi e alcuni tra i brani meno conosciuti del suo repertorio.

«Vedo un sacco di concerti trattati come eventi muscolari, spesso c’è di mezzo la parola MEGA (grandi numeri, grandi palchi, grandi schermi etc..) – dichiara De Gregori – A me piacciono anche i posti piccoli, ho sempre amato i club, li ho già fatti e continuerò a farli. Quel suono un po’ ferroso fatto solo per chi sta lì in carne e ossa, magari con una birra in mano e ogni tanto esce a fumarsi una sigaretta quando faccio un pezzo che non gli piace. E non si aspetta di rivedere tutto questo in televisione un anno o un giorno dopo».

FRANCESCO DE GREGORI in questo tour nei club è accompagnato da una formazione inedita: Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Carlo Gaudiello (piano e tastiere), Paolo Giovenchi (chitarre) e Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino).

«In questo giro di club non avremo un batterista, ci sarò io che batto il piede sul palco e basta. E poi ci saranno un paio di chitarre, un basso e una tastiera – afferma De Gregori – La maggior parte dei batteristi che conosco ormai cercano di somigliare a una batteria elettronica e questa cosa non mi piace. Non credo ai musicisti che dicono “Sto cercando un nuovo suono”. È il suono che di solito viene a trovare te. E credo che con questa band succederà».

All’estero FRANCESCO DE GREGORI porta il suo tour nelle città di Monaco, Zurigo, Bruxelles, Parigi, Lussemburgo, Londra, Lugano, Boston e New York.

«Mi incuriosisce la TOWN HALL, il teatro dove andremo a New York a novembre. È un locale storico di Broadway, dove pare abbia suonato Dylan la prima volta che uscì dalla cerchia protetta dei piccoli club del Village – racconta De Gregori – Di Dylan metterò in scaletta anche un pezzo preso del mio ultimo disco di traduzioni. Può sembrare una stranezza andarlo a cantare in italiano davanti a un pubblico internazionale. Ma una sera a Parigi ho sentito Dylan cantare in inglese ” Les feuilles mortes” e da allora ho capito che si può fare tutto. Non credo che ci sia una gran differenza fra il nostro pubblico e quello che troverò a Monaco o a Londra o a Parigi. Anche lì è pieno di italiani, e poi il mondo si è rimpicciolito, i linguaggi si sono integrati».

4, invece, le uniche tappe italiane del tour: Nonantola (Modena), Torino, S. Biagio di Callalta (Treviso) e Trezzo sull’Adda (Milano).

«Farò molti pezzi che ho suonato raramente perché magari non erano buoni come singoli – svela De Gregori – Ma quando fai un concerto devi fregartene di quello che passano o non passano le radio. Penso che questa cosa al pubblico andrà bene anche se magari qualcuno dirà “E questa che è, da dove l’ha tirata fuori?” Insomma, ai miei concerti vengono sia quelli che vorrebbero sentire solo Generale e Rimmel sia quelli che non ne possono più perché ormai gli escono dalle orecchie. Hanno ragione tutti e due, li capisco tutti e due e cercherò di mandarli a casa contenti tutti e due».

I biglietti per le date sono disponibili in prevendita. Per info e acquisto: www.fepgroup.it.

Nuove date per il tour estivo di Francesco de Gregori

de gregori-Foto di Daniele Barraco
de gregori-Foto di Daniele Barraco

Si aggiungono nuove date al tour estivo di FRANCESCO DE GREGORI che, dopo aver girato l’Italia in primavera tra club e teatri, dal 1° giugno riproporrà negli spazi estivi i suoi più grandi successi e alcuni brani estratti dall’ultimo disco “DE GREGORI CANTA BOB DYLAN – AMORE E FURTO” (Caravan/Sony Music). Le nuove date vedranno De Gregori protagonista il  9 luglio all’Anfiteatro Giovanni Paolo II di SORDEVOLO (Biella), il 22 luglio all’Arena Del Mare di SALERNO e il 17 agosto all’Area Mercatale di STORNARA (Foggia).

Queste tutte le prime date estive dell’“AMORE E FURTO tour 2016” (prodotto e organizzato da Caravan e F&P Group): l’1 giugno in Corso Mazzini a CORREGGIO (Reggio Emilia), il 3 giugno al Teatro Romano di VERONA, il 4 giugno in Piazza Aranci a MASSA, il 2 luglio alla Cavea di ROMA, il 5 luglio al Rive Festival Arena del Mare – Tiro a Volo di CIVITANOVA MARCHE (Macerata), l’8 luglio a La Cittadella di ALESSANDRIA, il 9 luglio all’Anfiteatro Giovanni Paolo II a SORDEVOLO (Biella), il 22 luglio all’Arena Del Mare di SALERNO, il 29 luglio al Castle on Air di BELLINZONA (Svizzera – Canton Ticino), il 30 luglio a Le Gru Village di GRUGLIASCO (Torino), il 3 agosto al Palazzo delle Feste di BARDONECCHIA (Torino), il 4 agosto ai Giardini di Castel Trauttmansdorff di MERANO (Bolzano), il 6 agosto in Piazza Grande a GUBBIO (Perugia), il 17 agosto all’Area Mercatale di STORNARA (Foggia) e il 27 agosto al Teatro Antico di TAORMINA (Messina). I biglietti sono disponibili su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali (per info: www.fepgroup.it).

RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale dell’“AMORE E FURTO tour 2016” di Francesco De Gregori.

www.francescodegregori.net – www.facebook.com/fdegregori – twitter.com/fdegregori

www.youtube.com/user/degregori – instagram.com/degregoriofficial

Il 5/3 da Roma parte l'”Amore e furto tour 2016″ di Francesco De Gregori

De Gregori canta Bob Dylan-Amore e Furto_cover_b (1) concerti
Partirà il 5 marzo dall’Atlantico Live di Roma l’“AMORE E FURTO tour 2016” di FRANCESCO DE GREGORI, con cui l’artista farà tappa nei principali club e teatri italiani presentando live, oltre ai suoi più grandi successi, alcuni brani estratti dall’ultimo album “DE GREGORI CANTA BOB DYLAN – AMORE E FURTO” (Caravan/Sony Music), certificato disco di platino (certificazioni FIMI/GFK Retail and Technology Italia).

 Queste tutte le date dell’“AMORE E FURTO tour 2016” (prodotto e organizzato da Caravan e F&P Group): il 5 marzo all’Atlantico Live di ROMA, l’8 marzo al Teatro Augusteo di NAPOLI, il 9 marzo al Teatro Team di BARI, l’11 marzo al Teatro Metropolitan di CATANIA, il 12 marzo al Teatro Golden di PALERMO, il 15 marzo al Teatro Colosseo di TORINO, il 17 marzo all’Obihall di FIRENZE, il 19 marzo al Teatro Carlo Felice di GENOVA, il 20 marzo al Teatro Regio di PARMA, il 23 marzo all’Alcatraz di MILANO, l’1 aprile al Teatro Europauditorium di BOLOGNA, il 2 aprile al Teatro Verdi di MONTECATINI, il 5 aprile al Teatro di Varese di VARESE, il 6 aprile al Teatro Pala Banco di BRESCIA, l’8 aprile al Nuovo Teatro Carisport di CESENA, il 9 aprile al Teatro La Fenice di SENIGALLIA (Ancona), l’11 aprile al Teatro Creberg di BERGAMO, il 14 aprile al Gran Teatro Geox di PADOVA, il 15 aprile al Teatro Alfieri di CASTELNUOVO DI GARFAGNANA (Lucca) e il 16 aprile al Teatro Goldoni di LIVORNO. I biglietti sono disponibili su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali (per info: www.fepgroup.it).

www.francescodegregori.net – www.facebook.com/fdegregori – twitter.com/fdegregori

www.youtube.com/user/degregori – instagram.com/degregoriofficial

 

 

Francesco De Gregori

Festival Villa Arconati

2 luglio – 24 luglio 2013

15 luglio 2013, di Elisa Zini – Elegante e raffinato il concerto tanto atteso di Francesco De Gregori al Festival di Villa Arconati. Sabato 13 luglio il grande cantautore nato a Roma, classe 1951, è salito sul palco con giacca, cappello nero e una chitarra in braccio. Preso in contropiede il pubblico, inizia il primo brano e gli applausi copiosi danno il benvenuto a De Gregori. Un tour, quello del 2013, che stringe un forte legame tra il cantautore poeta e il suo pubblico:” Grazie amici, ben venuti! Adesso facciamo qualche brano dall’ultimo disco Sulla strada, compratelo è molto bello… poi rispolveriamo la vecchia gioielleria”.

Calore e applausi per i nuovi brani. La platea si infiamma sulle note del Titanic: sul palco entrano tre nuovi strumenti, sax, tromba e trombone che regalano magiche note indimenticabili.

Figlio di un bibliotecario e di un’insegnante di lettere, rispettivamente Giorgio e Rita Grechi, Francesco nasce a Roma: il nome gli fu dato in memoria di suo zio, ufficiale degli Alpini e partigiano, ucciso a Porzûs nel 1945. Cresciuto a Pescara torna a Roma per frequentare il liceo classico Virgilio.

De Gregori inizia a esibirsi in pubblico grazie al fratello Luigi che già suonava cover statunitensi e propri brani. Un giorno gli fece ascoltare una canzone “Buonanotte Nina” i cui accordi, presi da un brano di Fabrizio De Andrè, erano suonati in sequenza inversa. Luigi la cantò e fu subito un grande successo. Luigi propose a Francesco di interpretarla personalmente e così fece.

Francesco decide di partecipare alla manifestazione popolare “Un Disco per l’Estate” con la canzone “Alice” e si classifica al primo posto: “Alice non lo sa” diventa così il titolo del suo primo album da solista che esce nel 1973. Seguirà poi il suo secondo album “Francesco De Gregori”.

Il grande successo di pubblico arriva con “Rimmel” nel 1975, album che contiene brani memorabili quali l’omonima “Rimmel”, “Pablo” (scritta insieme a Lucio Dalla), “Quattro cani” e “Pezzi di vetro”.

In cielo una falce di luna e alcuni lampi di calore in lontananza: questa la cornice che avvolge il palco e Francesco De Gregori al Festival di Villa Arconati. Quando il cantautore suona l’armonica a bocca il pubblico lo accompagna con il suo affettuoso applauso. Alle prime note di “Generale” l’entusiasmo è incontenibile e la gente canta insieme a Francesco l’intero brano. De Gregori riconoscente si inchina e ringrazia. Segue “Atlantide” e “Niente da capire” poi Francesco chiede: ” Come va? Vi divertite?” e il legame con il cantautore si fa sempre più forte. Dopo aver eseguito “Viva l’Italia” De Gregori si toglie il cappello e ringrazia il suo pubblico. Dedica “Il bandito e il campione” a suo fratello Luigi Grechi, autore del brano. Lascia la chitarra per suonare al pianoforte le note della canzone “La storia siamo noi” accompagnato da chitarra, violino, batteria, fisarmonica e violoncello. Dopo un omaggio a Lucio Dalla, con il pubblico che si alza in piedi, si diffondono le note di “Un guanto” brano rivisitato e ammaliante con un bellissimo finale tutto strumentale. De Gregori parla ancora: “Eseguirò una canzone di Leonard Cohen Il futuro che ho solo tradotto, non sarà leggera, forse non vi piacerà ma poi se ne faranno altre e questa potete anche ascoltarvela”. Più di due ore di concerto e un bis generoso con brani quali Rimmel, Buonanotte Fiorellino La donna Cannone. Una serata magica, d’altri tempi, che resterà nel cuore.

 

FESTIVAL PARCO GONDAR

DAVID GUETTA, PAUL KALKBRENNER, FRANCESCO DE GREGORI, NEGRITA, CARL COX, PLANET FUNK, ELLEN ALLIEN, CLUB DOGO, MARRACASH, SUBSONICA, IL TEATRO DEGLI ORRORI, BANDABARDO’, PINO DANIELE, LOREDANA BERTE’, BEENIE MAN, NINO D’ANGELO, LE ORME, MISTER VEGAS e molti altri ancora

 

Ritorna la programmazione più attesa dell’estate, quella del PARCO GONDAR, che come ogni anno ospita gli artisti più importanti della scena musicale italiana e internazionale. Situato in una location immersa nel verde, a pochi metri dalla spiaggia, il PARCO GONDAR anche quest’anno propone un ricchissimo cast che spazia dall’elettronica al reggae, dal rock alla musica d’autore italiana.

Per gli amanti della musica elettronica il 12 agosto ci sarà in consolle DAVID GUETTA, in questi giorni uscito con il nuovo singolo “I can only image” che vanta la collaborazione di due icone del rap, Chris Brown e Lil Wayne. Dopo il grande successo e il record di presenze dello scorso anno il 13 agosto ci sarà l’atteso ritorno di PAUL KALKBRENNER al PARCO GONDAR. Il 15 agosto si sfideranno in consolle con uno speciale back to back LOCODICE VS MARCO CAROLA. La programmazione di musica elettronica continua il 16 agosto con CARL COX, BEN KLOCK e MACEO PLEX, il 9 agosto sarà la volta di ELLEN ALLIEN, ormai una veterana del PARCO GONDAR. Il 7 agosto saliranno sul palco i PLANET FUNK e APPARAT.

Al PARCO GONDAR tanto rock con IL TEATRO DEGLI ORRORI il 5 agosto, MUNICIPAL WASTE il 6 agosto, NEGRITA il 17 agosto , i SUBSONICA il 18 agosto. Elettronica, rock ma anche il meglio della musica d’autore italiana: il 14 agosto FRANCESCO DE GREGORI, a seguire LOREDANA BERTE’, il 10 agosto PINO DANIELE per “LA GRANDE MADRE TOUR”,  il 4 agosto NINO D’ANGELO, il 31 luglio il progressive rock de LE ORME, l’8 agosto il ritorno della BANDABARDO’.

In quella che viene ribattezzata la Jamaica d’Italia non possono mancare i ritmi in lavare del reggae e dello ska; il 3 agosto sarà in concerto, per la prima volta in Puglia, BERES HAMMOND & BAND,  il 30 luglio MISTER VEGAS; il 19 agosto sarà la volta del re della dancehall BEENIE MAN & ZAGA ZAW BAND.

I migliori esponenti della nuova e vecchia scuola dell’hip-hop nazionale e internazionale saranno ospiti al PARCO GONDAR: il 26 luglio i CLUB DOGO, il 2 agosto MARRACASH per l’unica data pugliese, l’11 agosto gli americani M.O.P., 99 POSSE e TRUCE CLAN mentre il 23 agosto la leggenda dell’hip-hop statunitense FATMAN SCOOP.

Quest’anno il PARCO GONDAR ospita anche tre serate a tema; un tris di appuntamenti con ospiti esclusivi, musica live e dj set. Il primo incontro sarà il 29 luglio con BE-BOP-A-LULA FESTIVAL, la serata che trasporterà il pubblico nel magico mondo degli anni ’50. L’intera location sarà trasformata in un luna park, ci saranno auto americane d’epoca, pin-up e tatuatori. Il PARCO GONDAR penserà anche a truccare i suoi ospiti come dei veri paladini degli anni ’50; saranno presenti hair-stylist professionisti e make-up artist. All’ingresso del PARCO ci sarà il drive-in con la proiezione del film “Gioventù bruciata”.

Il 1 agosto, per la prima volta al PARCO GONDAR, ci sarà la grande festa tutta al femminile con la terza edizione del BIKINI KILL. BIKINI KILL FESTIVAL è un evento organizzato da donne con performance e live di sole artiste donne.

Se con il BIKINI KILL si elogia la femminilità, il 6 agosto il PARCO GONDAR ospita una festa per veri duri THE BAD SIDE METALCORE FESTIVAL. Quindici ore no stop di musica, ma anche motocross freestyle, car tuning, lotta nel fango. Headliner della serata i Municipal Waste padrini indiscussi del revival thrash Metal. La band di Tony Foresta e soci presenterà anche il nuovo lavoro “The Fatal feast”. Insieme a loro due nomi di richiamo internazionale: Sick of It All, padrini indiscussi dell’hardcore newyorkese e gli Unearth.

“IL GRIDO FESTIVAL”, “HULA HOOP FESTIVAL”, “CUBE FESTIVAL”, “REGGAE SATURDAY GREEN FESTIVAL” aderiscono alla Rete dei Festival Puglia Sun, sostenuta dal progetto Puglia Sounds – P.O. FESR Puglia 2007 – 2013 Asse IV”.