Fashion Week

cosenza fashion week
cosenza fashion week

Gran finale di Altamoda alla seconda edizione di Cosenza , evento ideato e organizzato da Giada Falcone.
Anche quest’anno quattro giorni dedicati alla moda con sfilate, workshop, eventi culturali, dibattiti e open day.

Una città che ha risposto bene ad un format originale e innovativo e che ha ospitato tanti giovani stilisti emergenti e i big dell’alta moda.

Special Guest assoluto Anton Giulio Grande che ha ricevuto da Cosenza Fashion Week e dall’amministrazione comunale nella persona del sindaco Mario Occhiuto, il Telesio d’Argento per i suoi primi 20 anni di carriera.

Un testimonial d’eccezione, un esempio di quanto al sud si può fare moda e diventare noti sul panorama nazionale.

In passerella abiti sensuali ed eleganti, veli e trasparenze, una collezione di alta moda, quella di Anton Giulio Grande, lo stilista amato dalle star della tv.

Grande attesa anche per la stilista Sladana Krstic che é riuscita ad incantare il pubblico di Cosenza per la seconda volta con la sua nuova collezione.
Abiti da favola, fantasie e tessuti originali per la stilista croata che ha partecipato anche ad Altaroma con lo staff della Cosenza Fashion week lo scorso gennaio 2018.

Intanto Cosenza Fashion Week si candida a diventare uno degli eventi moda più importanti del Sud Italia anche per la sua partecipazione, con una sezione off a gennaio 2018, all’Interno del calendario ufficiale di AltaRoma.

Un bilancio positivo per l’edizione a Cosenza tenutasi dal 24 al 27 maggio, che ha incantato tutti in termini di visibilità, numeri e prospettive.

Un progetto ambizioso- come ha affermato Giada Falcone- ma che guarda al futuro, per dire che anche al sud si può fare moda concretamente.

Una grande Mostra sul Made in Italy

milanomodadonna_2018
milanomodadonna_2018

Milano Moda Donna fall/winter 2018/19 in programma in città dal 20 al 26 febbraio prevede 64 sfilate (tre doppie), 92 presentazioni, tre presentazioni su appuntamento e 18 eventi in calendario, per un totale di 156 collezioni.

Un’edizione ricca di novità, con Moncler che quest’anno aprirà ufficialmente la settimana della moda, Tommy Hilfiger che ha scelto il capoluogo lombardo come quarta tappa del suo #TOMMYNOW, e che per la prima volta vede in calendario Erika Cavallini, Francesca Liberatore e Christian Pellizzari.

Questi ultimi due sfileranno grazie al supporto della Camera Nazionale della Moda Italiana, come anche Angel Chen, Brognano, Lucio Vanotti, Ricostru e Ujoh. In questa stagione, inoltre, torna in calendario Emilio Pucci.

Fa il suo ingresso in calendario anche Tiziano Guardini, vincitore del premio “Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer” al Green Carpet Fashion Awards Italia, 2017 che presenterà in statica la sua collezione nello Spazio Cavallerizze grazie al supporto di CNMI.

La Camera Nazionale della Moda Italiana, per i sessant’anni dalla fondazione, celebra l’importanza e il valore della moda italiana con la mostra “ITALIANA. L’Italia vista dalla moda 1971-2001”, a cura di Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi. Una mostra promossa e prodotta in collaborazione con Comune di Milano e Palazzo Reale, con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e ICE Agenzia. L’inaugurazione il 21 febbraio aprirà la settimana della moda di Milano.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 6 maggio 2018 e l’intero ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto a CNMI Fashion Trust. “ITALIANA” è stata realizzata con il main partner Yoox-Net-A-Porter e con la collaborazione di Pomellato e dei manichini di La Rosa.

Grazie al protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e CNMI, la Sala Cariatidi di Palazzo Reale sarà ancora una volta una delle location protagoniste di Milano Moda Donna insieme al Padiglione Visconti in Via Tortona 58 e allo Spazio Cavallerizze, parte integrante del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

Lo Spazio Cavallerizze, nuovo Fashion Hub di Milano Moda Donna, riunirà inoltre in unico spazio: vip lounge, sala stampa e il Fashion Hub Market. Il progetto CNMI a sostegno dei giovani talenti, che quest’anno giunge alla sesta edizione, presenterà 14 designer e ospiterà un cocktail celebrativo, venerdì 23 febbraio.

Rinnovata anche quest’anno la collaborazione con Ordre, piattaforma b2b online per l’industria del ready to wear ed alto pret a porter. I designer del Fashion Hub Market faranno parte della piattaforma online per un’intera stagione e uno o due designer selezionati da Ordre e CNMI avranno l’occasione di rimanere nello showroom virtuale per un anno intero.

La Fashion Week milanese potrà essere seguita live sul website milanomodadonna.it con streaming delle sfilate, video e fotogallery delle collezioni, attraverso l’App di CNMI e sui profili social Instagram (@cameramoda), Facebook, Twitter con aggiornamenti in tempo reale sugli eventi. Video delle sfilate e contenuti speciali saranno trasmessi anche sul maxischermo in Via Croce Rossa.

Fashion Week: progetto Via Gesù – nuove luci

Inaugurazione dell'illuminazione di via del Gesù The Flow of Light
Inaugurazione dell’illuminazione di via del Gesù The Flow of Light

Via Gesù si accende di nuova luce in occasione della settimana della moda uomo. È stato inaugurato questa sera dagli assessori Cristina Tajani (Commercio, Moda e Design) e Marco Granelli (Mobilità) con Sciaké Bonadeo, Presidente del Consorzio via Gesù, il nuovo sistema che oltre a illuminare la via consente a cittadini, residenti e turisti di scoprire, in modo interattivo, una delle vie più caratteristiche della città per la moda maschile e i tesori d’arte e di stile.

“Il progetto Via Gesù: the flow of light non è solo un innovativo intervento di illuminazione pubblica ma la testimonianza della capacità di Milano di rispondere alle sfide del futuro già nel presente, grazie all’unione di scienza, cultura e tecnologia e di produrre una visione comune e condivisa tra cittadini, aziende e Istituzioni”. Così gli assessori Cristina Tajani (Commercio, Moda e Design) e Marco Granelli (Mobilità), che proseguono: “Una nuova illuminazione più smart e fruibile per la via simbolo internazionale della moda uomo, segno dell’attenzione che l’Amministrazione ha per questo importante comparto del Made in Italy”.

Via Gesù: the flow of light è ideato realizzato da Artemide e promosso dall’Associazione di via Gesù insieme alla fondazione Riccardo Catella in sinergia con il Comune di Milano e A2A. Un’installazione illuminotecnica permanente in sintonia con il concetto di Smart City di cui il Comune è da tempo promotore.

Un fiume di luce che supera il concetto di illuminazione urbana e diventa fonte di informazione, relazione e cultura in un’area centrale e storica della città. Via Gesù è da oggi protagonista di un progetto sperimentale che valorizza, grazie alle opportunità offerte delle nuove tecnologiche impiegate, le peculiarità di un luogo dove si susseguono boutique raffinate, botteghe artigiane, antiquari, il Four Seasons Hotel Milano nato dalla trasformazione del Convento di Santa Maria del Gesù e perle come la casa museo Bagatti Valsecchi.

Le undici nuove lampade Nur Led Outdoor ideate da Artemide e installate lungo tutta la via in sostituzione delle normali luci a led, grazie a particolari sensori affiancati alla tecnologia bluetooth Low Energy consentiranno di stabilire una connessione diretta con gli smartphone o i tablet dei passanti, introducendoli in un flusso di aggiornamenti informativi grazie ai quali scoprire le realtà commerciali presenti in loco e la storia della via e del quartiere insieme alle tante opportunità culturali, turistiche e molte altre curiosità.

La piattaforma intelligente si integra in un network cittadino smart e “senseable” consentendo la misurazione di differenti parametri di gestione e lo scambio dei dati aperto a diverse applicazioni. La nuova illuminazione stradale di via Gesù racconta una città sempre più attenta a valorizzare la propria storia e architettura con l’utilizzo delle nuove tecnologie. Il costo complessivo del progetto è interamente sostenuto dagli ideatori e dall’Associazione di via Gesù e donato alla città.