“Il Confine” di Mauro Uzzeo e Giovanni Masi

cover
cover

Arriva in libreria e fumetteria per Sergio Bonelli Editore il quarto episodio della serie IL CONFINE di Mauro Uzzeo e Giovanni Masi, il nuovo universo narrativo firmato da Sergio Bonelli Editore.

La storia – disegnata da Silvia Califano e con la copertina di Lorenzo LRNZ Ceccotti – riprende nel momento in cui, ancora sotto shock per quanto scoperto oltre l’arco spezzato, Antoine Jacob sembra aver perso ogni contatto con la realtà. Laura Denti, determinata a fidarsi delle sue parole, lo segue tra i boschi innevati e i sentieri che cambiano forma, alla ricerca delle rovine che custodiscono il più terrificante dei segreti. Corpi contusi. Schiene marchiate.

Voci di bambini appena sussurrate. Figli scomparsi, nascosti e poi rivelati. Redentori lacerati, estirpati dai loro stessi crocifissi. Mentre oscuri patti vengono siglati all’ombra della montagna, una rete di risposte che celano nuove, inquietanti, domande si stringe intorno a Laura senza lasciarle via di scampo. A chi appartengono quelle spoglie insanguinate? E se si celasse proprio lì, nella cripta del romitorio abbandonato, la risposta al mistero nascosto oltre il Confine?

Grazie a una preziosa postfazione, anche IL CONFINE. DODICI SCHELETRI – in cui i lettori più attenti ritroveranno importanti riferimenti anche al primo episodio della serie – propone un viaggio dietro le quinte, tra interviste agli autori, studi, sketch, versioni alternative e traiettorie impreviste nella realizzazione de Il Confine.

Racconta Giovanni Masi: “Nel quarto episodio, da ogni risposta nasce almeno un’altra domanda, in un gioco al rilancio che amplia la ragnatela di mistero che avvolge il nostro piccolo grande universo narrativo. Tesserla è stato un piacere… e un lungo esercizio di concentrazione: Il Confine è un mosaico fatto di tasselli minuscoli, studiati pezzo per pezzo in fase di pre-produzione. Per orientarci nell’intreccio, abbiamo sempre guardato alla risposta fondamentale del mistero, di cui ogni evento, anche il più insignificante, è cassa di risonanza, come i cerchi creati da un sasso caduto in acqua. Ma cosa c’è sotto la superficie?”

Mauro Uzzeo aggiunge: “Permettetemi di dirlo, io AMO la Laura di Silvia Califano. Le sue occhiaie, le sue movenze, la sua fragile durezza, la corazza della sua ironia, tutto concorre a renderlo quel personaggio che potevamo solo sognare di vedere così ben trasmesso su carta”.

Daryl Zed N. 5. Cerchio Chiuso

cover
cover

Si rinnova anche a giugno l’appuntamento per il Cacciatore di Mostri nato dalla penna di Tiziano Sclavi. Arriva infatti in fumetteria il quinto episodio della miniserie a colori di Daryl Zed. Soggetto e sceneggiatura sono sempre di Tito Faraci, mentre i disegni sono in questo caso opera di Werther Dell’Edera, che firma anche la copertina.

Protagonisti dell’episodio due mortali esseri alieni dalla pelle a scaglie, conosciuti come rettiliani, che si avventano a sorpresa su Daryl Zed. Quando il Nostro contrattacca, i due si rifugiano in un’antica villa, dove lo attende una terribile scoperta…

Anche in quest’avventura la colorazione “pop” è opera di Sergio Algozzino.

Ultimo episodio di ATTICA – Sergio Bonelli Editore

cover
cover

Dal 16 maggio arriva nelle fumetterie l’ultimo episodio di ATTICA. La serie, nata dalla penna del creatore di A panda piace, è ambientata in quella che è considerata la città più bella e moderna del XXI secolo, un posto dove tutti vorrebbero andare, e per questo protetta da un muro invalicabile. Ma dietro questa facciata si nasconde un mondo di inganni, massacri e bugie.

GIACOMO KEISON BEVILACQUA conclude la sua nuova saga e presenta così questo ultimo episodio: “Siamo arrivati all’ultimo numero! I cinque protagonisti sono ormai ad Attica, nel volume precedente sono successe cose che non si possono dire perché si rovina la sorpresa. Quest’ultimo, d’altra parte, praticamente ha uno spoiler ogni pagina, quindi anche qui non c’è molto che si può dire, anche perché immagino che vi dispiacerebbe pure un po’ se scopriste con anticipo quello che succede. Quindi vi dirò solo questo: in quest’albo ci sta della catarsi, se la cercate. Ma ci stanno pure un sacco di mazzate. Ma tante tante mazzate. Ma anche catarsi. Attica volume 6: mazzate e catarsi”.