Bollate: dal 5 gennaio, al via i saldi invernali

banner_Bollate
Le vendite di fine stagione (saldi) inizieranno martedì 5 gennaio 2016, il primo giorno feriale prima dell’Epifania come previsto dalla normativa. Ecco tutte le regole che i commercianti devono rispettare.

A tutela dei consumatori, ecco le principali regole da rispettare:
I commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso (è invece facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso).

L’operatore commerciale ha l’obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie (anche la grafica non deve essere ingannevole per il consumatore) sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita; non può inoltre indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare la veridicità delle informazioni relative al prodotto agli organi di controllo.

I prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli).
Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare.

L’inosservanza alle norme in materia di vendite straordinarie può essere segnalata al Servizio Commercio (tel. 02 35 005 418) oppure al Comando Polizia Locale (tel. 02 35 005 500).

 

Feste di piazza, presepi e altro ancora per il Natale

Nott de Bisò - - Copy Cral ospedaliero A_ Banzola
Le Terre di Faenza, fra pianura e collina in provincia di Ravenna, anche nel periodo invernale propongono molti appuntamenti e iniziative di natura turistica, per chi è alla ricerca di cultura, ottima enogastronomia, ma anche di relax. Passeggiando fra le strade e le viuzze dei borghi, le piazze, i palazzi di Faenza, Casola Valsenio, Riolo Terme, Brisighella, Castel Bolognese sarà possibile scoprire le bellezze di questo territorio e le molte iniziative in programma dal 6 dicembre 2015 all’inizio del nuovo anno, all’insegna del Natale, delle festività del periodo e delle tradizioni locali.

La città di Faenza ha in programma due eventi che fanno parte della cultura e della tradizione cittadina. L’8 dicembre ci sarà la Sagra del Torrone. In occasione della festa dell’Immacolata Concezione, il centro storico si riempie dei profumi e del sapore del torrone, tra sfavillanti luminarie e le vetrine delle numerose botteghe ceramiche.
Tradizionale festa folcloristica che si svolge nella splendida cornice della Piazza del Popolo della città Manfreda il 5 gennaio di ogni anno, La Nott de Bisò conclude le iniziative legate al Niballo-Palio di Faenza: giostra tra cinque cavalieri rionali che si svolge nella quarta domenica di giugno. Il Niballo –  che deve il suo nome ad Annibale, antico nemico proveniente da oltre mare – viene bruciato la notte di vigilia dell’Epifania come segno conclusivo dell’anno e simbolo di tutte le avversità e problemi che ognuno vorrebbe “bruciare” per cominciare una nuova vita.

Bruciarlo e berci sopra, come succede nella Nott de Bisò, è quindi un allegro sberleffo alla malasorte. Secondo la tradizione, il Niballo giunge nella Piazza del Popolo su un carro trainato da buoi: a trasportarlo e portarlo al rogo è il Rione vincitore del Palio dell’anno appena trascorso.

Il culmine della festa è a mezzanotte quando il rappresentante del Rione vestito in un tradizionale costume cinquecentesco appicca il fuoco al maestoso fantoccio. In quel momento più che mai si vuoteranno i caratteristici “Gotti” ricolmi di “bisò”, cioè le caratteristiche ciotole colme di vino caldo, bollito con aromi e spezie. Il “gotto” è simbolo dei cinque Rioni e della città di Faenza e viene proposto ogni anno con uno stile decorativo diverso.

Numerosi e variegati i presepi.
A Riolo Terme nella frazione di Borgo Rivola, dal 20 dicembre al 31 gennaio nei pressi della Chiesa della Costa sarà visibile un presepe meccanico con scene in movimento, realizzato interamente con materiali di recupero.

Nella frazione di Pieve Cesato di Faenza sarà possibile ammirare un originale presepe artistico statue in cartapesta a grandezza naturale (dal 24 dicembre al 31 gennaio), mentre nella frazione di Corleto il presepe sarà allestito all’interno della splendida cripta del X Secolo della Pieve di Santo Stefano (dal 25 dicembre al 31 gennaio). A Faenza città, invece, nella chiesa di San Francesco ci sarà il tradizionale presepe animato (dal 24 dicembre al 6 gennaio).

A Castel Bolognese il 22 dicembre prenderà vita il Presepe vivente, tra fuochi, fiaccole e la rappresentazione dei mestieri di un tempo. Presepe vivente anche nella suggestiva cornice del centro storico medioevale di Brisighella, il 26 dicembre.
A Casola Valsenio da non perdere è quello monumentale realizzato in muratura (con mattoni, pietre, cemento, ferro e legno) nella frazione di Prugno (dal 13 dicembre al 31 gennaio).
Sempre a Casola Valsenio il primo gennaio si terrà il tradizionale concerto itinerante per le vie del paese quale segno benaugurale per il nuovo anno.

Per festeggiare il Capodanno in piazza.
Sono tre gli appuntamenti in programma nella lunga notte del 31 dicembre: a Faenza con musica e spettacoli dal vivo, a Brisighella con un grande falò, a Riolo Terme all’interno della Rocca con animazione per bambini e famiglie.

Inoltre.
La Rocca di Riolo Terme per tutto il periodo natalizio sarà al centro di molte iniziative a tema: il 6 dicembre ci sarà un laboratorio creativo per bambini e ragazzi, il 12 un laboratorio di addobbi natalizi usando materiale di riciclo, il 27 un’avvincente caccia al tesoro per bambini all’interno delle stanze della Rocca, il 6 gennaio un pomeriggio di animazione per bambini e la preparazione della calza della Befana.

Dal 12 dicembre al 6 gennaio, in contemporanea alla Rocca di Riolo Terme e al Museo Civico di Castel Bolognese sarà allestita la mostra personale del ceramista Sante Ghinassi.

Per informazioni generali su tutti gli eventi:
Terre di Faenza tel. 0546 71044 www.terredifaenza.it