“Derby della Solidarietà”

City Angels
City Angels

Oltre al Derby giocato nello stadio Meazza tra Milan e Inter, domenica prossima ci sarà un altro derby. Tra le due tifoserie. Sarà il “Derby della solidarietà”.
Gli ultrà di Inter e Milan stanno raccogliendo beni – coperte, vestiti, sacchi a pelo, cibo, acqua, prodotti per l’igiene – per i senzatetto milanesi, che in queste notti gelide rischiano la vita. E domenica 21 febbraio, a mezzogiorno, prima dell’ inizio della partita, gli ultras si presenteranno davanti allo Stadio per consegnare ai City Angels quanto hanno raccolto.

Quando ho proposto l’idea a Luca Lucci, leader degli ultrà del Milan, e a Vittorio Boiocchi, leader degli ultrà dell’Inter, entrambi l’hanno subito accolta con entusiasmo. E hanno coinvolto centinaia dei loro tifosi in questa bellissima gara di solidarietà” dichiara Mario Furlan, fondatore dei City Angels.
Domenica 21 febbraio, a mezzogiorno, davanti all’ingresso 8 dello Stadio Meazza – quindi in territorio neutrale – 10 ultras nerazzurri e 10 ultras rossoneri, con le loro bandiere e i loro colori, porteranno doni per i clochard. Saranno accolti da 10 City Angels, che caricheranno il tutto sul loro pulmino. Dopodiché gli ultras e i City Angels si metteranno in posa per una fotografia che suggelli questo storico momento: staranno tutti dietro allo striscione “Uniti nella solidarietà”, realizzato dagli ultrà delle due squadre. Lo striscione avrà i colori di entrambe.

Credo nella bellezza di far emergere il meglio – la solidarietà, la fratellanza, l’ amore – da qualunque essere umano, e sono grato agli ultras per avere sposato il progetto, mettendo da parte la loro rivalità e abbracciando senza riserve la nostra comune missione umanitaria” dice Furlan. Che aggiunge: “L’ evento di domenica si svolgerà rispettando rigorosamente tutti i protocolli antiCovid: saremo all’aperto, distanziati, e ovviamente tutti con la mascherina”.

City Angels: preghiera Interreligiosa con i Clochard

City Angels
City Angels

Una festa di Natale per i senzatetto della Stazione Centrale di Milano, in tutta sicurezza e in versione ridotta: si svolgerà alla Vigilia, giovedì 24 dicembre, a mezzogiorno, davanti al Memoriale della Shoah – Binario21, in piazza Safra.

“E’ un evento significativo ricco solidarietà, di fratellanza e di spiritualità, che organizziamo da 26 anni. E abbiamo voluto continuare a farlo anche questo Natale, sia pure con un numero ridotto di persone e in tutta sicurezza – dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels – Pertanto saranno presenti soltanto 20 senzatetto, in rappresentanza dei clochard della Stazione. Parecchi dei quali dormono proprio di fronte al Memoriale”.

Alle ore 12 si svolgerà la preghiera interreligiosa: pregheranno insieme Mons. Franco Buzzi, Vittorio Bendaud, Presidente del Tribunale rabbinico del centro-nord Italia, l’imam Khaled Elhediny e il monaco buddista tibetano Cesare Milani. Per cercare non ciò che divide, ma ciò che unisce. E per portare un messaggio di speranza in questo momento così difficile.

Interverranno la madrina dei City Angels, Daniela Javarone, e il Presidente onorario, Bruno Bella.

Porteranno il loro saluto il Presidente della Comunità ebraica di Milano, Milo Hasbani; l’Assessore comunale ai Servizi Sociali, Gabriele Rabaiotti; l’Assessore ai Servizi Sociali della Regione Lombardia, Stefano Bolognini e l’eurodeputato Pierfrancesco Majorino.

Per evitare qualunque forma di assembramento, dopo la preghiera ai senzatetto verrà consegnato, per essere subito portato via e consumato altrove, un panettone donato dalla Prefettura di Milano e un sacchetto con generi alimentari e bevande.

Emergenza neve per i clochard

City Angels

Emergenza neve, City Angels: servono coperte e vestiti per i clochard
Milano più insicura? Non per i crimini, ma per la crisi
 
Milano, 11 febbraio 2013 – Nevica. E i City Angels intensificano l’impegno a favore dei senzatetto. Oltre all’Angel bus, l’autobus dell’Atm, attivo attivo tutte le sere dal lunedì al venerdì, e all’unità mobile operativa il sabato sera e la domenica sera, ci sono le squadre di volontari in basco blu e giubba rossa che circolano per Milano a piedi, in cerca di clochard da aiutare.
Ogni sera i City Angels assistono oltre 300 senzatetto: 200-250 sulla strada e un centinaio tra il dormitorio maschile e Casa Silvana, la casa famiglia femminile. Inoltre sono una novantina le famiglie che si rivolgono regolarmente all’Associazione per avere cibo e vestiti. Per un totale di circa 400 persone assistite.
Con la neve e il freddo aumenta la richiesta. E i City Angels lanciano un appello ai milanesi: Portateci sacchi a pelo, coperte, giacconi pesanti da uomo, maglioni di lana da uomo. E anche berretti di lana, sciarpe e guanti.
“Pensavamo che il materiale raccolto sarebbe bastato per tutto l’inverno, invece in questi giorni ci siamo resi conti che ne abbiamo ancora bisogno” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. Il materiale si può portare direttamente alla sede dell’Associazione, in via Teodosio 85, in zona Loreto. Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17. Il telefono è 0226809435.
 
MILANO PIU’ INSICURA? NON PER I CRIMINI, MA PER LA CRISI
Milano si è fatta una città più insicura? La nota del Console Usa ha suscitato dibattito sull’argomento. I City Angels, presenti ogni notte sulle strade, smentiscono che la città sia diventata più insicura. “Milano è certamente più sicura oggi di quanto non fosse negli anni Novanta, quando siamo nati; e non abbiamo notato particolari differenze negli ultimi anni – dice Furlan. – Ma c’è un’insicurezza che è cresciuta negli ultimi anni, e ancor più negli ultimi mesi: quella relativa al futuro. La crisi economica ha diffuso povertà e disoccupazione, e con esse paura e insicurezza. Paura di non farcela ad andare avanti, insicurezza riguardo alla possibilità di mantenere se stessi e la propria famiglia. Molte persone disoccupate o precarie vivono nell’incubo di finire sulla strada o in un dormitorio. Ci chiedono un lavoro, raramente riusciamo a offrirglielo”.

City Angels: Pasqua multireligiosa con i clochard

Milano, 3 aprile 2012 – Anche i senzatetto della Stazione Centrale avranno la loro festa di Pasqua. Con una cerimonia multireligiosa, per rispettare le varie fedi dei clochard. L’evento religioso e di solidarietà è organizzato dai City Angels il pomeriggio di sabato 7 aprile in piazza Quattro Novembre, a fianco della Stazione Centrale, di fronte all’hotel Gallia. 
Si inizia alle 14,30 con la preghiera multireligiosa, in cui autorevoli esponenti di varie fedi pregheranno insieme, tenendosi per mano in mezzo a una folla di clochard che faranno lo stesso. Parteciperanno:
– Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana;
– l’Imam sunnita Mohsen Mouelhi;

– Dvora Ancona, esponente della comunità ebraica di Milano;
– il vescovo ortodosso-caldeo Adeodato Mancini;
– il pastore evangelico-protestante Roselen Boerner Faccio.
Dalle 15 in poi in piazza inizierà la distribuzione di colombe, uova di Pasqua e generi alimentari ai clochard. Il tutto con la musica dal vivo di Salvatore Ranieri, detto Il cantante della solidarietà.
“Invitiamo i milanesi a partecipare a questo momento di solidarietà e di spiritualità – dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. – E a portare con sé un uovo o una colomba, da donare a un senzatetto. Sarà un modo per vivere appieno lo spirito della Pasqua”.

 

Per informazioni:
City Angels – Tel. 02 26809435
Mario Furlan – Fondatore City Angels Tel. 3492517924