Concerto della Banda Città Metropolitana di Reggio Calabria

Concerto della Banda della Città Metropolitana di Reggio Calabria
Concerto della Banda della Città Metropolitana di Reggio Calabria

Sabato 24 marzo 2018, alle ore 18.30, nell’incantevole cornice del Tempio di Marasà, il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, diretto da Rossella Agostino, presenta un atteso Concerto della Banda della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Il concerto è parte integrante del progetto cofinanziato dalla Regione Calabria per la valorizzazione del sistema dei Beni Culturali per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria dal titolo Alla riscoperta dell’identità culturale.

La Banda della Città Metropolitana di Reggio Calabria, istituita dalla Reale Accademia Filarmonica di Gerace, è diretta dal M° Liliya Byelyera.

La suggestione, la bellezza, la fascinazione di un luogo delizioso come il Tempio ionico di Marasà si presta mirabilmente ad un’esibizione di alto livello, prestigiosissima come quella che proporrà, per gli amanti dell’arte e del Bello, la Banda della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, guidato da Rossella Agostino, afferisce al Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon.

Incontro Mei

Incontro_MEI
Incontro_MEI

Giovedì 1 marzo, presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza si è tenuto l’incontro organizzato dal MEI, con il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini sulla nuova Legge sullo Spettacolo dal Vivo di fronte a un pubblico che ha riempito tutta l’area convegni del Museo.

Sono state tantissime le adesioni alla giornata, nonostante la “bufera di neve”. L’incontro è stato aperto da Mirkoeilcane, grande rivelazione del Festival di Sanremo 2018 dopo la partecipazione al Mei 2017, con la presentazione del suo nuovo videoclip “Stiamo tutti bene”, che ha commosso e strappato uno straordinario applauso, mentre ospite è stata Sara Calamelli, cantante faentina vincitrice dell’ultima edizione dello Zecchino d’Oro, che ha salutato tutti i partecipanti al convegno.

All’incontro, coordinato da Giordano Sangiorgi del MEI, preceduto da un saluto del Senatore Stefano Collina, erano presenti rappresentanti delle realtà associative nazionali come Ilaria Gradella, vice Presidente di Assomusica, Giampiero Bigazzi, vice Presidente di AudioCoop, Massimo Benini, Presidente di Evolution, Federico Amico dell’Arci, Giovanni Serrazanetti della Federazione del Jazz Italiano, Cinzia Magnani per la Rete dei Festival, l’Associazione Italiana Artisti di Renato Marengo, Claudio Carboni e Riccardo Tesi del circuito di festival e artisti italiani di It-Folk, l’Ente Tutela del Folklore Romagnolo di Ferrino Fanti, la Cafim di Claudio Formisano, Area Sanremo di Nazareno Nazziconi e tante altre realtà del settore.

Al termine dell’incontro, dopo una visita al Museo Internazionale delle Ceramiche (MIC) guidata dal Vice Sindaco di Faenza Massimo Isola, dal Presidente del MIC Eugenio Maria Emiliani e dalla Direttrice del MIC Claudia Casali, Giordano Sangiorgi del MEI ha premiato il Ministro alla Cultura Dario Franceschini con un Premio MEI Speciale.

Il tradizionale disco di ceramica che ogni anno viene assegnato all’Artista Indipendente dell’Anno – quest’anno è andato a Brunori Sas – per il suo impegno a favore della musica popolare contemporanea.

Alla fine, tra gli applausi di un pubblico sold out che ha riempito il Museo Internazionale delle Ceramiche durante la premiazione, il Ministro Franceschini ha incontrato tantissimi operatori musicali e culturali che hanno presentato i loro progetti in uno scambio di pareri e proposte veramente di grande interesse.

Il MEI, abbinato al MIC, diventa veramente un momento di grande eccellenza nazionale e internazionale del territorio faentino, dimostrando di poter essere un grande punto di riferimento per la cultura della nostra regione e del nostro Paese. Ora l’auspicio è che dai prossimi giorni si prosegua in queste politiche a favore della musica, con diversi interventi a livello nazionale, regionale e locale, su tali importanti linee e si lavori a un sempre maggiore sostegno degli artisti e musicisti emergenti lavorando ad una convenzione su tale settore.

Corso Nazionale del Museo Omero

corso-accessibilita
corso-accessibilita

Raggiunta la massima capienza con quasi cento iscritti al Corso di formazione sull’accessibilità ai beni culturali (14-15-16 aprile) organizzato dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona (XIII edizione). La tre giorni di lezioni si sposta dalla sala conferenze interna al museo all’Auditorium della Mole Vanvitelliana per accogliere un numero di iscritti oltre le previsioni.

Nato per promuovere la filosofia e le buone prassi del Museo Omero a livello nazionale il corso anche quest’anno conta tra i partecipanti presenze di operatori ed esperti dei più prestigiosi Musei italiani come con la Galleria degli Uffizi, il Palazzo Reale a Torino, la Galleria Nazionale di Brera, l’Opera del Duomo Firenze, la Galleria Nazionale dell’Umbria.

Oltre alle risorse intellettuali e di esperienza del Museo Omero il programma prevede, tra gli altri, Fabrizio Paolucci, Direttore del Dipartimento di antichità classica della Galleria degli Uffizi con l’intervento “Uffizi da toccare” e Gabriella Cetorelli, Responsabile del Servizio Progetti speciali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Partenza del corso con grande energia ed ottimismo e con i saluti di Aldo Grassini, Presidente del Museo Omero, Giorgia Muratori, Segretario regionale per il MIBACT.

Italia-Giappone: 150esimo anniversario delle relazioni diplomatiche

DORINA BIANCHI

“Le mostre su Botticelli e Leonardo Da Vinci, che hanno aperto ufficialmente le celebrazioni del 150esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone, sono altamente rappresentative della cultura e dell’identità italiana apprezzata in tutto il mondo. Leonardo e Botticelli sono espressione di un florido periodo della nostra storia ma, soprattutto, della nostra italianità. Sono quel made in Italy di cui andiamo fieri, che tutto il mondo apprezza e che dobbiamo far conoscere”.

A dirlo è Dorina Bianchi, viceministro ai Beni culturali che si trova a Tokyo in occasione delle celebrazioni del 150esimo anniversario delle relazioni tra Italia e Giappone. Per l’occasione il viceministro ha visitato le mostre su Botticelli, presso il Museo d’Arte Metropolitano di Tokyo a Ueno, e su Leonardo Da Vinci, presso il Museo Metropolitano Tokyo-Edo.

In serata prenderà parte, come rappresentante delle istituzioni italiane, al concerto diretto dal Maestro Muti presso il Tokyo Bunka Kaikan.

“Le celebrazioni dell’anniversario – conclude – sono un modo per conoscere reciprocamente e ancora più a fondo le nostre culture così diverse ma così simili e vicine. Italia e Giappone sono legate da una amicizia profonda che si è consolidata nel tempo non solo sul piano economico e culturale ma anche in tutti i settori della cooperazione bilaterale”.

 

Caino e Abele al Castello Estense di Ferrara

image001

Dal 5 al 13 dicembre al Castello Estense di Ferrara sarà visibile il dipinto Caino e Abele, recentemente attribuito da storici dell’arte come Andrea Emiliani e Claudio Strinati al periodo giovanile del Guercino.

L’opera apparteneva ad un nobile inglese (allora si pensava che l’autore fosse Guido Reni), successivamente è stata battuta all’asta ed è ritornata in Italia da pochissimo, finalmente a disposizione del pubblico.

La mostra è promossa da Zanasi Foundation con il patrocinio del Comune di Ferrara, a cui si deve la concessione dello spazio espositivo, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna, con la collaborazione dell’Associazione degli Amici dei Musei e dei Monumenti Ferraresi e dell’Associazione Dama Vivente Castelvetro.

Caino e Abele. Un’opera inedita
Castello Estense di Ferrara
Lunedì – domenica: 9.30-17.30
Biglietto comprensivo del percorso museale
Tel. 0532 299233