Notre Dame de Paris nei Teatri, nel 2021/2022

NDP_2122_quadrato
NDP_2122_quadrato

In seguito al rinvio del tour 2020 di Notre Dame de Paris, dovuto allo Stato d’Emergenza per la situazione pandemica che sta interessando l’Italia e il resto del mondo, la tournée dell’opera popolare più amata di sempre si prepara a tornare in scena e lo fa rinnovando il calendario, a partire dall’autunno 2021 e per tutto il 2022.

Pietra miliare dello spettacolo italiano e mondiale, Notre Dame de Paris ha stupito milioni di spettatori con il fascino di un’opera che non finirà mai di emozionare, raccontando il mondo moderno attraverso una storia di tempi passati. L’eternità dell’amore risuona potente nelle musiche, nei passi e nelle coreografie, nelle parole e nelle azioni dei protagonisti, colmando gli occhi dello spettatore di meraviglia per uno show che si fa amare ogni volta di più.

NOTRE DAME DE PARIS racchiude un’alchimia unica e irripetibile, la firma inconfondibile di Riccardo Cocciante rende le musiche sublimi, regalando allo spettacolo un carattere universale. Il magistrale adattamento di un romanzo emozionante, come quello scritto da Victor Hugo, ad opera di Luc Plamondon e di Pasquale Panella, diretto dal sapiente regista Gilles Maheu, si affianca alle coreografie e ai movimenti di scena ideati da Martino Müller. I costumi sono di Fred Sathal e le scene di Christian Ratz. Un team di artisti di primo livello che ha reso quest’opera un assoluto capolavoro.

La tournée dello show più importante mai realizzato in Europa, prodotto da David e Clemente Zard, in collaborazione con Enzo Product Ltd, è interamente curata e distribuita da Vivo Concerti.

CALENDARIO AGGIORNATO STAGIONE 2021-2022:

6 e 7 novembre 2021 – Eboli (SA) @ PalaSele
Dall’11 al 14 novembre 2021 – Bari @Palaflorio
Dal 19 al 28 novembre 2021 – Catania @ PalaCatania
Dal 2 al 5 dicembre 2021 – Napoli @ Palapartenope
Dal 10 al 12 dicembre 2021 – Torino @ Pala Alpitour
Dal 17 al 19 dicembre 2021 – Jesolo (VE) @ PalaInvent
Dal 25 al 27 febbraio 2022 – Bologna @ Unipol Arena
Dal 3 al 20 marzo 2022 – Milano @ Teatro degli Arcimboldi
Dall’8 al 10 aprile 2022 – Ancona @ PalaPrometeo
Dal 6 all’8 maggio 2022 – Firenze @ Nelson Mandela Forum
Dal 12 al 15 maggio 2022 – Roma @ Palazzo dello Sport di Roma
Dal 24 al 30 giugno 2022 – Palermo @ Teatro di Verdura
Trieste – TBA

Prevendite Autorizzate:
Ticketone.it

Biglietti disponibili su ticketone.it da venerdì 11 dicembre 2020 ore 12:00 e in tutte le rivendite autorizzate TicketOne da mercoledì 16 dicembre 2020 ore 11:00.

I biglietti già acquistati in precedenza restano validi per le nuove date.

Gli show previsti nel 2021 allo Stupinigi Sonic Park, a Mantova, San Pancrazio Salentino e Soverato verranno cancellati, mentre quelli previsti all’Arena Flegrea di Napoli verranno riposizionati al PalaPartenope. Tutti gli altri spettacoli saranno posticipati nelle stesse location.
Per le info di biglietteria e tutti i dettagli: www.vivoconcerti.com

RTL 102.5 È RADIO PARTNER DEL TOUR

Leo Pari: “Lucchetti”

Leo Pari_ ph Francesco Marchini
Leo Pari_ ph Francesco Marchini

L’estate finisce, arriva l’autunno e con esso arrivano anche la malinconia e la nostalgia della bella stagione che passa e dell’inverno che incombe.

“Muore l’estate, la luna cade, ho scritto il tuo nome su tutte le strade” è così che Leo Pari nella seconda strofa di “LUCCHETTI” (Neverending Mina, distribuzione Artist First) paragona la sensazione di smarrimento che segna il cambio delle stagioni a quella della fine di una relazione.

“LUCCHETTI” è da venerdì 9 ottobre in rotazione radiofonica e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download. Questo singolo, come i precedenti “Matrioska”, “Doberman” e “Le Donne Sono Come Le Stelle”, farà parte del nuovo album di prossima uscita. Un concept album che ruota attorno al meraviglioso universo femminile con le sue infinite sfaccettature.

«Le storie d’amore finiscono, chi l’avrebbe detto? Non me lo ricordavo più quel sapore amarognolo in fondo alla gola che non ti fa uscire le parole proprio quando invece le vorresti gridare – racconta il cantautore Leo Pari – È finita, non ha vinto nessuno, abbiamo perso tutti e due, e tutte le nostre foto, i nostri ricordi, i nostri momenti, le nostre canzoni, vanno a finire incatenate tre metri sotto al mare, chiuse da mille lucchetti».

Leo Pari: “Lucchetti”

Leo Pari
Leo Pari

L’estate finisce, arriva l’autunno e con esso arrivano anche la malinconia e la nostalgia della bella stagione che passa e dell’inverno che incombe.
“Muore l’estate, la luna cade, ho scritto il tuo nome su tutte le strade” è così che Leo Pari nella seconda strofa di “LUCCHETTI” (Neverending Mina, distribuzione Artist First) paragona la sensazione di smarrimento che segna il cambio delle stagioni a quella della fine di una relazione.

“LUCCHETTI” è da ieri, venerdì 9 ottobre, in rotazione radiofonica e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download, entrato nelle playlist di Spotify New Music Friday Italia e Indie Italia e in cover nella playlist Novità indie italiano di Amazon Music.

Questo singolo, come i precedenti “Matrioska”, “Doberman” e “Le Donne Sono Come Le Stelle”, farà parte del nuovo album di prossima uscita. Un concept album che ruota attorno al meraviglioso universo femminile con le sue infinite sfaccettature.

What’s up in Valtellina?

Valtellina
Valtellina

What’s up in Valtellina?
Un autunno da gustare

Cambiano i colori e le temperature più fresche sono un invito naturale per visitare la Valtellina e gustare un territorio che grazie alla conformazione naturale garantisce un giusto distanziamento sociale per vivere alcuni degli eventi, ormai diventati un appuntamento fisso della località, in tutta sicurezza.

PIZZOCCHERO D’ORO E WEEKEND DEI SAPORI D’AUTUNNO
Nel fine settimana dal 3/4 ottobre al 28/29 novembre – Teglio
Rassegna enogastronomica dedicata ai famosi pizzoccheri di Teglio, rinomata patria di questo piatto, e agli altri prodotti autunnali tipici che verranno interpretati dagli chef tellini secondo il loro estro.
valtellina.it/it/eventi/teglio/weekend-sapori-di-autunno

DEGUSTA MORBEGNO
Weekend 3/4 ottobre e 10/11 ottobre – Morbegno
Degustazione di prodotti tipici abbinati ai migliori vini valtellinesi in tre location speciali: Chiostro di S. Antonio, Convento di S. Antonio e Palazzo Malacrida. Possibilità di scelta tra i menù proposti dalle tre location.
Posti limitati – iscrizione obbligatoria dal sito
www.degustamorbegno.it/

SAPORI D’AUTUNNO IN VAL MASINO
Tutti i weekend fino al 24/25 ottobre – Val Masino
Nei ristoranti aderenti all’iniziativa si potranno gustare le tipicità del luogo, grazie alla creazione di menù autunnali.

MOSTRA DEL BITTO
Dal 17 al 18 ottobre – Morbegno
113 anni di antichi sapori e tradizioni. Morbegno dedica due giorni per celebrare il re dei formaggi valtellinesi: il Bitto!
Sarà possibile degustare altre eccellenze agroalimentari, fare visite guidate e numerose altre attività di intrattenimento.

GUSTABITTO
18 ottobre – Albaredo per San Marco (Morbegno e dintorni)
Percorso itinerante a tappe con degustazione di menù a base di prodotti tipici delle Valli del Bitto e vini valtellinesi.

GRAPPOLO D’ORO
Dal 23 al 31 ottobre – Chiuro
Serie di appuntamenti dedicati al mondo enologico valtellinese. La viticultura valtellinese è nuovamente protagonista con un programma che, sebbene ridotto e rivisitato per via delle normative Covid-19, promette di far vivere grandi momenti di cultura e incontri col gusto.
valtellina.it/it/eventi/sondrio-e-dintorni/grappolo-doro

TAPPA GIRO D’ITALIA
22 e 23 ottobre – Valtellina
La Valtellina ancora una volta protagonista del Giro d’Italia e questa volta con due tappe.
Per la prima volta nella storia, giovedì 22 l’arrivo sarà ai Laghi di Cancano. La tappa è quella Pinzolo-Cancano, di 207 km e con un dislivello complessivo di 5400 m.
Alle già famose salite dello Stelvio, Gavia e Mortirolo, la Valtellina aggiunge così un ulteriore suo passo alpino tra i big del Giro d’Italia.
Venerdì 23 invece Morbegno, città alpina 2019, sarà punto di partenza della tappa successiva (Morbegno – Asti) di 251 km.
valtellina.it/it/giro-ditalia-valtellina

DELIZIE DI POLENTA
Tutti i weekend dal 24/25 ottobre al 5/6 dicembre – Val Tartano (Morbegno e dintorni)
Torna anche quest’anno uno degli eventi più attesi dell’autunno. L’Accademia della Polenta presenta nei vari ristoranti della Val Tartano la tradizionale rassegna enogastronomica di “Delizie di polenta”. Tutti i gusti verranno accontentati: nella preparazione dei piatti, i cuochi si ispirano alla tradizione proponendo anche delle innovazioni. E’ prevista la possibilità di pernottamento per tutti coloro che vorranno trascorrere un rilassante fine settimana.
valtellina.it/it/eventi/delizie-di-polenta

A SPASSO PER I BORGHI
Fino all’1 Novembre – Valchiavenna
un percorso ad anello adatto a tutti i tipi di passi, dove i turisti sono invitati a vivere una autentica full immersion nella natura e nei borghi tipici della valle, come Pianazzola, Savogno e Uschione.
Il pacchetto prevede:

– 3 pernottamenti in camera doppia, con colazione, nelle località di Pianazzola/Savogno/Uschione
– 3 packet Lunch forniti dalle strutture ospitanti
– Documentazione specifica (carta trekking e informazioni utili)
– Ingresso a: Mulino di Bottonera o Parco botanico Paradiso, Palazzo Vertemate Franchi
Prezzo per persona: € 240,00
valchiavenna.com/it/offerte-speciali/A-spasso-tra-i-borghi.html

FORMAGGI IN PIAZZA
Dal 31 ottobre al 1 novembre – Sondrio
Tradizionale mostra-mercato dei formaggi a latte crudo.
Questo appuntamento è l’occasione per visitare il centro del capoluogo valtellinese e ammirare gli scorci più suggestivi come quello dell’antico quartiere contadino di Scarpatetti.

SONDRIO FESTIVAL
Dal 9 al 23 novembre – Sondrio
La Rassegna internazionale dedicata principalmente ai documentari naturalistici, di alto livello scientifico e cinematografico, realizzati nei parchi naturali e aree protette di tutto il mondo con lo scopo di incrementare la coscienza ambientale.
Qualora eventuali restrizioni dovute al COVID-19 impedissero il regolare svolgimento di Sondrio Festival 2020, la rassegna si svolgerà interamente in streaming attraverso un canale dedicato.
valtellina.it/it/eventi/sondrio-e-dintorni/sondrio-festival

 Paola Dongu

Ammirare il foliage in Portogallo

autunno-in-portogallo
autunno-in-portogallo

I migliori luoghi in Portogallo per ammirare il foliage
Dalla Valle del Douro a Sintra, ecco dove vivere lo spettacolo della natura in terra lusitana

L’autunno è una stagione magica: le foglie si colorano di tutte le sfumature di rosso e giallo, la natura offre il meglio di sé con prodotti tipici di questo periodo dell’anno e le temperature miti permettono di organizzare dei long weekend all’insegna del relax e della pace.

Uno dei fenomeni più tipici di questa stagione è senza dubbio il foliage, quando le foglie si accendono di mille colori per poi cadere dagli alberi. Assistere a questo fenomeno della natura è un vero e proprio spettacolo che rapisce chiunque e scatena intense emozioni. In Portogallo ci sono diversi luoghi in cui è possibile ammirare la natura che cambia le sue vesti e si prepara ad accogliere l’inverno.

La Valle del Douro

La Valle del Douro è la regione vinicola più iconica del Portogallo, nonché patrimonio UNESCO, e una delle regioni vinicole paesaggisticamente più affascinanti, rinomata per la produzione del vino Porto. Qui il Douro, fiume che nasce in territorio iberico e attraversa il Portogallo per poi gettarsi nell’Oceano Atlantico, scorre tra colline terrazzate punteggiate da vigneti, piccoli borghi con castelli, antiche chiese e belvederi con vedute panoramiche. Dai terrazzamenti e dalla fatica di chi lo coltiva nasce il Porto, un vino liquoroso, che è diventato non solo simbolo della valle ma dell’intero paese. Le località che si trovano in questa zona raccontano della storia del Porto: Peso da Régua ospita il Museo do Douro, che permette ai turisti di scoprire alcuni aspetti sulla coltivazione del vino e della regione in generale. A Lamego si trova il Santuario di Nossa Senhora dos Remédios mentre la stazione di Pinhão è rinomata per i suoi pannelli di azulejos con raffigurazioni della coltivazione dell’uva.

Serra da Estrela

Serra da Estrela è la montagna più alta del Portogallo continentale ed è una rinomata destinazione invernale. Ma prima di indossare sci e scarponi, vale la pena visitare questo luogo per godersi le lussureggianti foreste che cambiano colore, i paesi di montagna che sembrano usciti da un libro di fiabe e assaporare le prelibatezze locali – da assaggiare il queijo da Serra, un formaggio locale a pasta molle che si abbina perfettamente al pane tradizionale. Il parco con circa 375 chilometri di percorsi di varia difficoltà segnalati e percorribili a piedi, in bicicletta o a cavallo, offre ai suoi ospiti full immersion nella natura più autentica. Inoltre, i nove comuni che fanno parte della Serra da Estrela (Belmonte, Celoric o da Baira, Covilhã, Fornos de Algodres, Gouveia, Guarda, Manteigas, Oliveira do Hospital e Seia) dal 2020 costituiscono il Geopark Estrela, riconosciuto dall’UNESCO per il suo valore geologico.

Parque Nacional da Peneda-Gerês

Nella zona nordorientale del Portogallo, la Serra da Peneda forma insieme alla Serra do Gerês l’unica area protetta portoghese dichiarata Parco Nazionale. La rigogliosa vegetazione del parco comprende una foresta di agrifoglio, unica a livello nazionale, e specie endemiche come il giglio del Gerês. Tutto il territorio è attraversato poi da fiumi e torrenti che precipitano in cascate o che trovano pace in laghi e bacini. Quello che si va a creare è un luogo quasi incantato, dove la natura esprime il meglio di sé stessa. E come se ciò non bastasse, i più fortunati potranno avvistare caprioli (che sono il simbolo del parco) o lupi iberici e cavalli. Chi invece non riesce a fare a meno di attività ad alto tasso adrenalinico può cimentarsi in sport come canyoning o canottaggio.

Parque da Pena

Sintra è una località appena fuori Lisbona in grado di far innamorare tutti i suoi visitatori. Non appena si arriva a Sintra si rimane completamente a bocca aperta e non è poi così difficile capire come mai personaggi del calibro di Lord Byron, Richard Strauss e Andersen affermarono di aver trascorso proprio qui i giorni più felici della loro vita. Una delle attrazioni più visitate è il Parque da Pena, all’interno del quale si trova il Palacio da Pena, un castello dai colori accesi che si erge su una collina e domina l’intera cittadina. Il parco è frutto dell’ispirazione di D. Ferdinando II ed è il risultato delle tendenze intellettuali e artistiche dell’800. Scoprire il Parque da Pena d’autunno diventa un vero e proprio viaggio intorno al mondo, unico nel suo genere grazie alla presenza di piante provenienti da diversi paesi: le criptomerie giapponesi, le felci della Nuova Zelanda, i cedri del Libano, le tuie dell’America del Nord.

Paola Dongu